Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 17 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 170

Discussione: Traduzioni della Bibbia

  1. #1
    VTR
    visitatore

    Red face Traduzioni della Bibbia

    Citazione Originariamente Scritto da Tranego Visualizza Messaggio
    ... la seconda affermazione è desunta da 2Pt 1,20 secondo la versione della CEI. Siccome in passato autorevoli esegeti cattolici traducevano diversamente,...
    La versione della CEI è quella, ad oggi, ufficiale della Chiesa.
    Se altre versioni traducono in modo differente (e lo fanno) ciò non toglie che il succo della citazione è che "nessuno può far dire alla Scrittura ciò che crede", perchè altrimenti la Scrittura può dire tutto ed esattamente il suo contrario.
    E' l'errore dei protestanti: li ogni fedele può alzarsi la matttina e diventare esegeta ispirato o, peggio ancora, novello profeta.

    Quindi, massima cautela nel citare la Scrittura e non tiriamola per la giacchetta secondo le soggettive esigenze.

  2. #2
    Iscritto L'avatar di Tranego
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    provincia di Belluno
    Età
    82
    Messaggi
    379
    Citazione Originariamente Scritto da (vtr) Visualizza Messaggio
    La versione della CEI è quella, ad oggi, ufficiale della Chiesa.
    Se altre versioni traducono in modo differente (e lo fanno) ciò non toglie che il succo della citazione è che "nessuno può far dire alla Scrittura ciò che crede", perchè altrimenti la Scrittura può dire tutto ed esattamente il suo contrario.
    E' l'errore dei protestanti: lì ogni fedele può alzarsi la mattina e diventare esegeta ispirato o, peggio ancora, novello profeta.
    Quindi, massima cautela nel citare la Scrittura e non tiriamola per la giacchetta secondo le soggettive esigenze.
    Pienamente d'accordo: nessuno può far dire alla Scrittura ciò che crede.
    Il concetto è chiaro e perfettamente condivisibile. Si tratta solo di vedere dove sta scritto.
    Studiando la Scrittura ho trovato che per la sua comprensione...:
    - occorre intelligenza, ma non la nostra (Pr 2,3; 3,5);
    - occorre preghiera insistente (Sal 119), altrimenti Dio non si farà trovare (Ger 29,12-13);
    - occorre aprirsi allo Spirito (1Cor 2,6-14);
    - occorre tenere presente che, se lo Spirito Santo soffia dove vuole, è comunque certo che è stato promesso alla Chiesa (Gv 14,16; 16,7);
    - occorre tener conto che la Scrittura fa parte di un “deposito”, affidato ai successori degli apostoli (1Tm 6,20; 2Tm 1,12.14.);
    - occorre, infine, anche l'ascolto comunitario, perché, prima ancora di parlare personalmente a ciascuno di noi, Dio parla ad un popolo (Dt 5,22; Ap 2,7).
    E potrei continuare con molti altri passi.
    Il concetto che la Scrittura non va interpretata soggettivamente e personalmente è desumibile, quindi, da una miriade di passi, ma non da 2Pt 1,20, che dice semplicemente che il profeta non ha parlato di testa sua, ma perché ispirato dallo Spirito Santo.
    Capisco la praticità e la ragionevolezza di citare un testo ufficiale, ma la Bibbia CEI non è assistita dall'infallibilità e non rappresenta interpretazione autentica: è semplicemente il testo destinato all'uso liturgico. La bontà della sua traduzione può essere sottoposta a critica da chiunque sia in grado di esporre buoni motivi, senza che nessuno possa aversene a male.
    Se nego che 2Pt 1,20 condanni il "libero esame" critico la traduzione, non la dottrina, che desumo semplicemente da altri passi.
    Bene, quindi, contestare ai protestanti la pretesa di essere tutti esegeti infallibili.
    Ma dove posso andare per discutere questo argomento, visto che la mariologia fai-da-te non mi piace?

  3. #3
    VTR
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Tranego Visualizza Messaggio
    ... ma la Bibbia CEI non è assistita dall'infallibilità e non rappresenta interpretazione autentica: è semplicemente il testo destinato all'uso liturgico.
    L'interpretazione autentica della Sacra Scrittura la dà solo il Magistero della Chiesa Cattolica.
    Tutti gli altri, compreso i più grandi teologici, se non sono autenticati dal magistero non sono nulla; a maggior ragione improvvisati "esegeti giornalieri".

    Dire, dunque, che la versione della CEI non è infallibile quando, invece, è approvata dalla Conferenza Epsicopale italiana che si premura sottolineare che è "fatta sui testi originali", ancorchè per uso liturgico, mi pare veramente tanto.

    Mi chiedo, allora, quale versione della Bibbia è infallibile?

  4. #4
    VTR
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Robi Visualizza Messaggio
    ...Da evitare le bibbie dei testimoni di geova che non rientrano nei casi citati perche' sono cosi' letterali da rendere totalmetne fallibile il testo ed oscurano i molteplici significati della Scrittura.
    Condivido il tuo pensiero (almeno su questo, visto che ci divide il CCC) ed aggiungerei che la bibbia dei TdG più che letterale è proprio un'altra cosa perchè tradotta (oserei dire "costruita" su misura) per le esigenze della setta.

  5. #5
    Veterano di CR L'avatar di Garsel
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Bologna
    Età
    48
    Messaggi
    1,485
    Dire, dunque, che la versione della CEI non è infallibile quando, invece, è approvata dalla Conferenza Epsicopale italiana che si premura sottolineare che è "fatta sui testi originali", ancorchè per uso liturgico, mi pare veramente tanto.

    Mi chiedo, allora, quale versione della Bibbia è infallibile?
    Secondo me non è appropriato parlare di infallibilità per una versione della Bibbia (e in realtà neppure per un'edizione critica rispetto a un'altra). Parliamo di esattezza, precisione, appropriatezza, oltre che ovviamente di ufficialità. Ma non mi sembra che infallibilità sia il concetto giusto.

    Questo non certo per svalutare la Bibbia CEI, che è un grandissimo lavoro nella prima versione e ancora migliorata nella revisione.

  6. #6
    Fedelissimo di CR L'avatar di a_ntv
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Milano
    Età
    54
    Messaggi
    4,243
    Citazione Originariamente Scritto da (vtr) Visualizza Messaggio
    Dire, dunque, che la versione della CEI non è infallibile quando, invece, è approvata dalla Conferenza Epsicopale italiana che si premura sottolineare che è "fatta sui testi originali", ancorchè per uso liturgico, mi pare veramente tanto.

    Mi chiedo, allora, quale versione della Bibbia è infallibile?
    Non direi che la Versione della CEI è infallibile.
    Anche se approvata per l'uso liturgico non è infallibile.
    Certo è un'ottima traduzione che rispecchia la nostra dottrina. Sicuramente la migliore da leggere in italiano (salvo la nuova traduzione che uscirà forse con i nuovi lezionari)

    Nessuna traduzione approvata per l'uso liturgico è infallibile: ad esempio esistono lmeno due differenti versioni in inglese: in USA la traduzione approvata è la NAB e in Inghilterra è la Jerusalem Bible: entrambe le traduzione risolvono punti in maniera differente dalla CEI (e peraltro con soluzione spesso criticabili, particolarmente la NAB)

    L'unica discussione che potremmo aprire è se la Vulgata latina di San Gerolamo è infallibile (in effetti essa è stata definita come edizione dal Concilio di Trento, ma in molti punti la CEI, e le altre nuove traduzioni, sono differenti). Ma andremo off-topic
    Ultima modifica di a_ntv; 11-10-2009 alle 11:30

    Sola Scriptura has hindered rather than helped the understanding of Christianity
    Margaret Barker, Biblical scholar



  7. #7
    VTR
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Robi Visualizza Messaggio
    E' stata definita come edizione????
    Cio' che si puo' definire sono i concetti di morale contenuti nella fede (e dunque nella Scrittura e Tradizione). Si definiscono in modo infallibile degli insegnamenti contenuti in una Bibbia e non una Bibbia.
    Qui condivido ancora Robi: l'infallibiltà è propria della SAcra Scrittura (e come potrebbe essere diversamente) cioè nel messaggio che contiene.
    Poi, le diverse versioni della traduzione della Bibbia possono contenere più o meno carattersitiche differenti (nella forma) ma nella sostanza non può che essere "infallibile" perchè Parola di Dio.

  8. #8
    Utente Senior L'avatar di Tobias
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    960
    beh, quella dei testimoni di geova non è nemmeno definibile bibbia, perchè contiene delle palesi alterazioni nelle traduzioni, che modificano proprio il senso e il contenuto della Parola..

  9. #9
    Iscritto L'avatar di Tranego
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    provincia di Belluno
    Età
    82
    Messaggi
    379
    Vedo che pian piano si sta aggiustando il tiro.
    Riferirsi a una traduzione e dire "è Parola di Dio" è impreciso.
    Il testo della Bibbia che va ritenuto ispirato e infallibile è quello originale: ebraico per l'AT (salvo qualche eccezione) e greco per il NT. Tutte le traduzioni successive non sono che "interpretazioni", cioè lavoro di indagine di uomini, sia pure esperti, che hanno cercato di rendere in lingua viva e attuale quello che è stato detto, sotto ispirazione divina, in lingue antiche
    La sessione quarta del Concilio di Trento (8 aprile 1546) definì con queste parole l'autenticità della Volgata: “Questa stessa antica e vulgata edizione, la quale è stata approvata nella stessa Chiesa per lungo uso di tanti secoli, si abbia per autentica nelle pubbliche lezioni, dispute, predicazioni ed esposizioni, e nessuno per qualsiasi pretesto ardisca o presuma rigettarla”.
    Pio XII, nella Divino afflante Spiritu (1943), chiarì che l'“autenticità” della Volgata era giuridica e non critica: essa, cioè non faceva fede sul piano della critica testuale, ma unicamente sul piano dogmatico.
    Del resto lo stesso Concilio di Trento ammetteva che non sempre la Volgata rendeva esattamente il senso originario. La Providentissimus Deus (1893) ricordava, pertanto, che se in qualche punto la Volgata fosse risultata oscura o meno accurata, si doveva ricorrere alla lingua originale.
    Come vedete, perfino la Volgata, per quanto definita autentica, era tutt'altro che perfetta: solo il testo originale è, propriamente, Parola di Dio. Se fate caso, ogni traduzione è invece tutelata da copyright, (la famosa © c'è anche sull'edizione della CEI) proprio perché opera umana e non divina! A stretto rigore, citando le parole "nessuna Scrittura va soggetta a privata spiegazione" bisognerebbe aggiungere "versione CEI", altrimenti si violano diritti d'autore!
    L'adagio traduttore-traditore è talmente noto che viene citato in italiano anche da francesi e inglesi. Controllate sul web.
    Ciò non toglie che di taluni passi (pare che siano in tutto solo una ventina) è stata data l'interpretazione autentica dal Magistero e quindi non si possono discutere.
    Il versetto 2Pt 1,20 non è tra i passi il cui senso è indiscutibile.

  10. #10
    VTR
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Tranego Visualizza Messaggio
    Vedo che pian piano si sta aggiustando il tiro.
    Riferirsi a una traduzione e dire "è Parola di Dio" è impreciso.
    No, carissimo, il tiro continui a sbagliarlo.
    Le Traduzione della Bibbia approvate dalla Santa Sede sono già Parola di Dio perchè tradotti dall'originale; perchè tali libri rientrano nel canone stabilito dalla Santa Sede; perchè il Magistero ne da l'esatta interpretazione.
    Del resto, quando si finisce la lettura domenicale della Santa Messa lo si ripete: Parola di Dio.

    Ripeto, qualche parola cambiata (per fare un esempio: "Rallegrati" con "Ave", oppure "cavallette" con "locuste", etc...) non ne alterano affatto la sostanza.

    Nutrire dubbi sulle traduzioni approvate dalla Chiesa è quello che sostengono protestanti e sette varie ed è un ragionamento fuori del cattolicesimo.

Discussioni Simili

  1. Risposte: 354
    Ultimo Messaggio: 01-06-2022, 12:33
  2. Confronto tra la Bibbia dei TdG e la Bibbia CEI
    Di panzerkardinal nel forum Sacra Scrittura
    Risposte: 46
    Ultimo Messaggio: 22-02-2015, 06:38
  3. Traduzione della Bibbia
    Di Nessuno nel forum Sacra Scrittura
    Risposte: 32
    Ultimo Messaggio: 11-07-2010, 16:34
  4. lettura completa della Bibbia
    Di mrfraux nel forum Sacra Scrittura
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 18-10-2008, 12:32

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>