Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 55 di 66 PrimaPrima ... 545535455565765 ... UltimaUltima
Risultati da 541 a 550 di 659

Discussione: Un pensiero sul Vangelo del giorno...

  1. #541
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,137
    In quel tempo, Gesù si mise a rimproverare le città nelle quali era avvenuta la maggior parte dei suoi prodigi, perché non si erano convertite:
    «Guai a te, Corazìn! Guai a te, Betsàida! Perché, se a Tiro e a Sidòne fossero avvenuti i prodigi che ci sono stati in mezzo a voi, già da tempo esse, vestite di sacco e cosparse di cenere, si sarebbero convertite. Ebbene, io vi dico: nel giorno del giudizio, Tiro e Sidòne saranno trattate meno duramente di voi.

    Gesù rimprovera aspramente tutte le città in cui ha compiuto prodigi perchè nonostante abbiano visto con i loro occhi ciò che Gesù aveva fatto per loro non si sono convertite e non hanno creduto nella potenza del Figlio di Dio che è venuto sulla terra sia per beneficare, ma soprattutto per farsì che vedendo i miracoli che Lui compie per opera di Dio Padre credendo nel Suo operato cambino vita, loro non l'hanno fatto ed è per questo motivo che Gesù dice che nel giorno del giudizio le città peccatrici del passato saranno trattate meno severamente di loro, perchè mentre queste ultime non hanno avuto nessuno che le convertisse, le città citate da Gesù invece hanno avuto il Figlio di Dio tra loro e non hanno cambiato vita.
    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  2. #542
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,137
    In quel tempo, Gesù disse:
    «Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza.
    Tutto è stato dato a me dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo».

    Gesù rende lode a Dio Padre che ha permesso che il Suo Figlio Unigenito non si rivelasse ai sapienti e ai dotti ma alle persone semplici, e chi ha visto Gesù è come se vedesse il Padre e chi crederà veramente in Lui riconoscerà in Gesù l'unico vero Dio da amare e rispettare con tutto il cuore, perchè Egli è venuto sulla terra per volere di Dio Padre che ha voluto far conoscere la Parola del Figlio non a chi la potesse capire, ma alla povera gente che ha più bisogno dell'Amore di Dio.


    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  3. #543
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,137
    In quel tempo, Gesù disse:
    «Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro.
    Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero».

    Gesù invita tutti coloro che credono veramente in Lui ad imitarLo nella mitezza e umiltà di cuore perchè solo così potranno trovare ristoro alle stanchezze e alle oppressioni della vita, e dicendo di prendere il suo giogo su di loro vuole dire che esso è la Sua Parola di vita che è dolce e il suo peso leggero, e che solo imparando da Lui troveranno pace e amore nella loro vita.

    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  4. #544
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,137
    Ma egli rispose loro: «Non avete letto quello che fece Davide, quando lui e i suoi compagni ebbero fame? Egli entrò nella casa di Dio e mangiarono i pani dell’offerta, che né a lui né ai suoi compagni era lecito mangiare, ma ai soli sacerdoti. O non avete letto nella Legge che nei giorni di sabato i sacerdoti nel tempio vìolano il sabato e tuttavia sono senza colpa? Ora io vi dico che qui vi è uno più grande del tempio. Se aveste compreso che cosa significhi: “Misericordia io voglio e non sacrifici”, non avreste condannato persone senza colpa. Perché il Figlio dell’uomo è signore del sabato».

    Gesù facendo l'esempio del re Davide che quando lui e i suoi compagni ebbero fame mangiarono i pani dei sacerdoti, vuole fare capire ai farisei che lo criticano sempre insieme ai suoi discepoli, che non si ha colpa alcuna quando si ha fame, e anche nel giorno di sabato si può fare quello che si vuole perchè non si può attaccarsi a dei cavilli religiosi solo perchè loro sono degli ipocriti e che non sanno il significato della frase che Dio dice e cioè che vuole misericordia e non sacrifici su persone che non hanno nessuna colpa.
    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  5. #545
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,137
    In quel tempo, i farisei uscirono e tennero consiglio contro Gesù per farlo morire. Gesù però, avendolo saputo, si allontanò di là. Molti lo seguirono ed egli li guarì tutti e impose loro di non divulgarlo, perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta Isaìa.

    Gesù sa che i farisei non lo vogliono in vita e allora se ne va insieme alla gente che credeva veramente in Lui e nel Suo operato divino guarendo tutti coloro che Lo seguivano raccomandandosi di non farlo sapere a tutti perchè Gesù fa del bene ma allo stesso tempo è umile e fedele a Dio Padre, come il servo fedele descritto dal profeta Isaìa che lo descrive pienamente in ciò che fa e che dice il Figlio di Dio.
    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  6. #546
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,137
    In quel tempo, gli apostoli si riunirono attorno a Gesù e gli riferirono tutto quello che avevano fatto e quello che avevano insegnato. Ed egli disse loro: «Venite in disparte, voi soli, in un luogo deserto, e riposatevi un po’». Erano infatti molti quelli che andavano e venivano e non avevano neanche il tempo di mangiare.
    Allora andarono con la barca verso un luogo deserto, in disparte.

    Gli Apostoli tornati dalla loro missione si riuniscono attorno a Gesù per dirgli tutto ciò che avevano detto e fatto nel Suo Nome e Gesù che si preoccupa sempre di coloro che Lo amano e Lo seguono dice loro venire in un luogo appartato per riposarsi, ed è per questo motivo che andò con loro in barca in un luogo deserto, per far riposare i suoi amati Apostoli dalla gente perchè questo è solo l'inizio della loro missione, e finchè Gesù sarà con loro potranno riposarsi assieme a Lui.


    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  7. #547
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,137
    In quel tempo, alcuni scribi e farisei dissero a Gesù: «Maestro, da te vogliamo vedere un segno».
    Ed egli rispose loro: «Una generazione malvagia e adultera pretende un segno! Ma non le sarà dato alcun segno, se non il segno di Giona il profeta. Come infatti Giona rimase tre giorni e tre notti nel ventre del pesce, così il Figlio dell’uomo resterà tre giorni e tre notti nel cuore della terra.
    Nel giorno del giudizio, quelli di Nìnive si alzeranno contro questa generazione e la condanneranno, perché essi alla predicazione di Giona si convertirono. Ed ecco, qui vi è uno più grande di Giona!

    Gli scribi e i farisei chiedono un segno a Gesù, non perchè credono veramente in Lui ma soltanto per metterlo alla prova e Gesù risponde che l'unico segno che vedranno sarà quello del profeta Giona e che come questo profeta è stato nel ventre del pesce per tre giorni anche Gesù starà nel sepolcro per poi risorgere il terzo giorno affinchè chi crederà in questo unico segno che avranno crederanno in Gesù e nella Sua natura divina perchè Lui è il Figlio di Dio e quindi anche più grande del profeta Giona.


    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  8. #548
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,137
    In quel tempo, mentre Gesù parlava ancora alla folla, ecco, sua madre e i suoi fratelli stavano fuori e cercavano di parlargli.
    Qualcuno gli disse: «Ecco, tua madre e i tuoi fratelli stanno fuori e cercano di parlarti».
    Ed egli, rispondendo a chi gli parlava, disse: «Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?».
    Poi, tendendo la mano verso i suoi discepoli, disse: «Ecco mia madre e i miei fratelli! Perché chiunque fa la volontà del Padre mio che è nei cieli, egli è per me fratello, sorella e madre».

    Gesù dicendo che sua madre e i suoi fratelli sono coloro che Lo ascoltano così facendo la volontà di Dio Padre Onnipotente, non vuole rinnegare nessuno della sua famiglia e tanto meno la Madre, semplicemente dice che nella Sua vita Lui ha altre priorità cioè divulgare il Vangelo a tutti coloro che Lo ascoltano e che cercano le Sue Parole di vita eterna, e non bastano i legami di sanque per essere considerati da Lui suoi fratelli, bisogna anche comportarsi come tali cercandoLo ovunque Egli sia.
    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  9. #549
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,137
    Egli parlò loro di molte cose con parabole. E disse: «Ecco, il seminatore uscì a seminare. Mentre seminava, una parte cadde lungo la strada; vennero gli uccelli e la mangiarono. Un’altra parte cadde sul terreno sassoso, dove non c’era molta terra; germogliò subito, perché il terreno non era profondo, ma quando spuntò il sole, fu bruciata e, non avendo radici, seccò. Un’altra parte cadde sui rovi, e i rovi crebbero e la soffocarono. Un’altra parte cadde sul terreno buono e diede frutto: il cento, il sessanta, il trenta per uno. Chi ha orecchi, ascolti».

    Con la parabola del seminatore Gesù vuole dire che non è facile seguirLo, perchè bisogna essere come il terreno buono che dà frutti e non come gli altri che si fanno sopraffare dagli eventi e non danno frutto alcuno, per seguire veramente Gesù bisogna ascoltarLo con il cuore e mettere in pratica la Sua Parola, non apparentemente ma come un terreno buono che accoglie il seme della Sua Parola e dà molto frutto.
    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  10. #550
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,137
    Detto questo, si voltò indietro e vide Gesù, in piedi; ma non sapeva che fosse Gesù. Le disse Gesù: «Donna, perché piangi? Chi cerchi?». Ella, pensando che fosse il custode del giardino, gli disse: «Signore, se l’hai portato via tu, dimmi dove l’hai posto e io andrò a prenderlo». Gesù le disse: «Maria!». Ella si voltò e gli disse in ebraico: «Rabbunì!» - che significa: «Maestro!». Gesù le disse: «Non mi trattenere, perché non sono ancora salito al Padre; ma va’ dai miei fratelli e di’ loro: “Salgo al Padre mio e Padre vostro, Dio mio e Dio vostro”».
    Maria di Màgdala andò ad annunciare ai discepoli: «Ho visto il Signore!» e ciò che le aveva detto.

    Gesù anche quando è Risorto si nasconde anche agli occhi di chi Lo ama, come la Maddalena che inizialmente non Lo riconosce ma quando la chiama per nome la sua gioia è immensa, tant'è che Gesù la incarica di dire ai suoi amati discepoli he Lo ha visto e tutto ciò che le aveva detto, ed è lei la prima testimone della Resurrezione di Gesù perchè Gesù si fa sempre trovare da chi Lo ama davvero, e non importa se è una donna o un discepolo per Lui l'importante è dare gioia a chi Lo ama e a chi Lo cerca.



    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •