Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 63 di 66 PrimaPrima ... 13536162636465 ... UltimaUltima
Risultati da 621 a 630 di 659

Discussione: Un pensiero sul Vangelo del giorno...

  1. #621
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,137
    Un giorno Gesù si trovava in un luogo solitario a pregare. I discepoli erano con lui ed egli pose loro questa domanda: «Le folle, chi dicono che io sia?». Essi risposero: «Giovanni il Battista; altri dicono Elìa; altri uno degli antichi profeti che è risorto».
    Allora domandò loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Pietro rispose: «Il Cristo di Dio».
    Egli ordinò loro severamente di non riferirlo ad alcuno. «Il Figlio dell’uomo – disse – deve soffrire molto, essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e risorgere il terzo giorno».

    Gesù chiede ai suoi discepoli chi credono che sia Lui per le folle che Lo seguono e loro rispondono con varie opzioni, chi Elìa, chi Giovanni Battista e altri uno degli antichi Profeti, ma quando chiede loro chi è Lui per loro, Pietro risponde che è il Cristo di Dio, per Gesù non è motivo di vanto esserLo infatti ordina ai suoi discepoli di non dirlo a nessuno, perchè nonostante sia il Figlio di Dio non avrà nessun privilegio da parte degli uomini, anzi, sarà rifiutato da chi avrebbe dovuto accoglierLo come meritava e addirittura ucciso ma poi risorgere il terzo giorno per amore di chi ha creduto veramente in Lui e nel Suo operato di salvezza che riguarda tutti coloro che Lo amano e hanno creduto che Lui è veramente il Cristo.


    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  2. #622
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,137
    In quel giorno, mentre tutti erano ammirati di tutte le cose che faceva, Gesù disse ai suoi discepoli: «Mettetevi bene in mente queste parole: il Figlio dell’uomo sta per essere consegnato nelle mani degli uomini».
    Essi però non capivano queste parole: restavano per loro così misteriose che non ne coglievano il senso, e avevano timore di interrogarlo su questo argomento.

    Gesù non fa del bene per essere ammirato per quello che fa, anzi non avrà nessun ringraziamento da parte degli uomini e dice ai suoi discepoli che sta per essere consegnato nelle loro mani non per onorarlo ma per ucciderlo, loro non capivano queste parole perchè non capivano come fa uno che fa del bene essere consegnato nelle mani degli uomini ed è per questo motivo che avevano paura a chiederGli spiegazioni, perchè per loro Gesù era il loro Maestro di vita e le sue parole restavano un mistero.
    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  3. #623
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    14,630
    «Regina Sacratissimi Rosarii,
    ora pro nobis».




  4. #624
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,137
    Chi scandalizzerà uno solo di questi piccoli che credono in me, è molto meglio per lui che gli venga messa al collo una macina da mulino e sia gettato nel mare. Se la tua mano ti è motivo di scandalo, tagliala: è meglio per te entrare nella vita con una mano sola, anziché con le due mani andare nella Geènna, nel fuoco inestinguibile. E se il tuo piede ti è motivo di scandalo, taglialo: è meglio per te entrare nella vita con un piede solo, anziché con i due piedi essere gettato nella Geènna. E se il tuo occhio ti è motivo di scandalo, gettalo via: è meglio per te entrare nel regno di Dio con un occhio solo, anziché con due occhi essere gettato nella Geènna, dove il loro verme non muore e il fuoco non si estingue».

    Gesù dice che chi scandalizza uno solo di coloro che vengono considerati piccoli dagli altri ma che credono in Gesù è meglio per loro che sia gettato in mare, perchè chi crede in Gesù che sia piccolo o grande vede in Lui motivo di salvezza e di speranza per la propria vita, Gesù inoltre dice che se per caso una parte del proprio corpo è motivo di scandalo cioè di peccato, è meglio tagliarla piuttosto che finire intero nel fuoco della Geènna cioè dell'inferno perpetuo, perchè commettere un peccato grave anche solo con una parte di chi pecca è meglio toglierla via, perchè chi tocca o chi guarda con intenzioni cattive è destinato a finire male e dice Gesù che è meglio per lui correggersi altrimenti non si è degni del Regno di Dio ma del fuoco eterno.

    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  5. #625
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,137
    In quel tempo, nacque una discussione tra i discepoli, chi di loro fosse più grande.
    Allora Gesù, conoscendo il pensiero del loro cuore, prese un bambino, se lo mise vicino e disse loro: «Chi accoglierà questo bambino nel mio nome, accoglie me; e chi accoglie me, accoglie colui che mi ha mandato. Chi infatti è il più piccolo fra tutti voi, questi è grande».

    Tra i discepoli nasce una discussione su chi tra loro è il più grande e Gesù prende come esempio un bambino e dice che chi tra loro è il più piccolo davanti a Lui e davanti a Dio è il più grande, con questo Gesù vuole dire che chi si fa umile ai suoi occhi come fanno i bambini con Lui che Lo cercano sempre per avere la Sua compagnia, anche loro devono cercare Gesù ma non per farsi grande davanti a Lui ma con umiltà accoglierLo nella propria vita, e chi accoglie Lui, rende omaggio anche a Dio Padre che l'ha mandato sulla terra non per essere il Re del mondo ma il Re dei nostri cuori.
    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  6. #626
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,137
    Mentre stavano compiendosi i giorni in cui sarebbe stato elevato in alto, Gesù prese la ferma decisione di mettersi in cammino verso Gerusalemme e mandò messaggeri davanti a sé.
    Questi si incamminarono ed entrarono in un villaggio di Samaritani per preparargli l’ingresso. Ma essi non vollero riceverlo, perché era chiaramente in cammino verso Gerusalemme.
    Quando videro ciò, i discepoli Giacomo e Giovanni dissero: «Signore, vuoi che diciamo che scenda un fuoco dal cielo e li consumi?». Si voltò e li rimproverò. E si misero in cammino verso un altro villaggio.

    Gesù sa che è venuta l'ora della Sua Passione e prende la decisione di dirigersi verso Gerusalemme, per questo manda dei messaggeri per preparargli la via che Lo porterà alla Croce, e quando un villaggio di samaritani non vollero riceverLo i suoi discepoli Giacomo e Giovanni gli chiesero una degna punizione perchè non hanno voluto ricevere degnamente il loro Maestro e per questo motivo gli chiesero di bruciare il loro villaggio dal cielo, ma Gesù non volle e li rimproverò pure perchè Lui non è venuto sulla terra per punirla ma per averne misericordia anche con chi non Lo accetta, e allora andarono in un altro luogo.


    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  7. #627
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,137
    Gesù, visto Natanaèle che gli veniva incontro, disse di lui: «Ecco davvero un Israelita in cui non c’è falsità». Natanaèle gli domandò: «Come mi conosci?». Gli rispose Gesù: «Prima che Filippo ti chiamasse, io ti ho visto quando eri sotto l’albero di fichi». Gli replicò Natanaèle: «Rabbì, tu sei il Figlio di Dio, tu sei il re d’Israele!». Gli rispose Gesù: «Perché ti ho detto che ti avevo visto sotto l’albero di fichi, tu credi? Vedrai cose più grandi di queste!».
    Poi gli disse: «In verità, in verità io vi dico: vedrete il cielo aperto e gli angeli di Dio salire e scendere sopra il Figlio dell’uomo».

    Gesù alla risposta entusiastica di Natanaèle che Lo proclama Figlio di Dio e il vero Re d'Israele, gli risponde che vedrà cose ancora più grandi, e Gesù dice che vedranno i cieli aperti e gli angeli di Dio salire e scendere sul Figlio dell'uomo che hanno il compito sia di vegliare su Gesù che di proteggere gli uomini che credono veramente in Lui e in Dio Padre che l'ha mandato.

    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  8. #628
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,137
    Quando entrerete in una città e vi accoglieranno, mangiate quello che vi sarà offerto, guarite i malati che vi si trovano, e dite loro: “È vicino a voi il regno di Dio”. Ma quando entrerete in una città e non vi accoglieranno, uscite sulle sue piazze e dite: “Anche la polvere della vostra città, che si è attaccata ai nostri piedi, noi la scuotiamo contro di voi; sappiate però che il regno di Dio è vicino”. Io vi dico che, in quel giorno, Sòdoma sarà trattata meno duramente di quella città».Gesù manda i suoi discepoli ad annunciare il Regno di Dio e dice che chi li accoglierà saranno salvati ma chi non lo farà Sòdoma la grande città peccatrice del passato sarà trattata meno duramente di chi non accoglierà loro, perchè quando fu il tempo Sòdoma non ebbe messaggeri che annunciavano il Regno di Dio, mentre con Gesù il Regno è già in mezzo agli uomini, e chi non ascolta i suoi discepoli non accolgono nemmeno Gesù che è venuto sulla terra per portare l'Amore di Dio Padre e la salvezza per tutti gli uomini che crederanno in Loro e nei suoi messaggeri di pace.
    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  9. #629
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,137
    Gesù disse:«Guai a te, Corazìn, guai a te, Betsàida! Perché, se a Tiro e a Sidòne fossero avvenuti i prodigi che avvennero in mezzo a voi, già da tempo, vestite di sacco e cosparse di cenere, si sarebbero convertite. Ebbene, nel giudizio, Tiro e Sidòne saranno trattate meno duramente di voi.E tu, Cafàrnao, sarai forse innalzata fino al cielo? Fino agli inferi precipiterai!Chi ascolta voi ascolta me, chi disprezza voi disprezza me. E chi disprezza me, disprezza colui che mi ha mandato».Gesù rimprovera le città in cui ha operato miracoli e prodigi dicendo che se nelle città peccatrici del passato fossero avvenute le cose che Lui ha fatto per amore di Dio Padre si sarebbero convertite e avrebbero cambiato vita, perchè queste ultime non avevano mai conosciuto l'Amore di Dio fatto uomo cioè Gesù che è venuto sulla terra per redimerla anche attraverso i prodigi che Lui fa in Nome di Dio e chi non crede in Lui disprezza anche Dio Padre che l'ha mandato non certamente per condannare ma per salvare, e chi non crede in questo la sua sorte è già segnata.
    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  10. #630
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,137
    In quel momento i discepoli si avvicinarono a Gesù dicendo: «Chi dunque è più grande nel regno dei cieli?».Allora chiamò a sé un bambino, lo pose in mezzo a loro e disse: «In verità io vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli.Perciò chiunque si farà piccolo come questo bambino, costui è il più grande nel regno dei cieli. E chi accoglierà un solo bambino come questo nel mio nome, accoglie me.Guardate di non disprezzare uno solo di questi piccoli, perché io vi dico che i loro angeli nei cieli vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli».Alla domanda dei discepoli che chiedono a Gesù chi è il più grande nel Regno dei Cieli, Lui risponde con la presenza di un bambino, e come i bambini hanno bisogno di amore e protezione così si deve essere davanti a Dio, cioè consapevoli della nostra piccolezza davanti a Dio e come un bambino cercarLo e rendersi conto che abbiamo bisogno di Lui e chi accoglie uno di loro è come se accogliesse Gesù stesso e di non disprezzare mai uno di loro perchè i loro angeli li proteggono dall'Alto dei Cieli.
    Ultima modifica di Lady Joan Marie; 02-10-2021 alle 10:54 Motivo: Rimane tutto attaccato
    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •