Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 64 di 70 PrimaPrima ... 14546263646566 ... UltimaUltima
Risultati da 631 a 640 di 693

Discussione: Un pensiero sul Vangelo del giorno...

  1. #631
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    15,266
    «Inter persecutiones mundi et consolationes Dei peregrinando procurrit Ecclesia».
    (Sant’Agostino, De civitate Dei, XVIII, 51, 2).




  2. #632
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,185
    In quel tempo, alcuni farisei si avvicinarono e, per metterlo alla prova, domandavano a Gesù se è lecito a un marito ripudiare la propria moglie. Ma egli rispose loro: «Che cosa vi ha ordinato Mosè?». Dissero: «Mosè ha permesso di scrivere un atto di ripudio e di ripudiarla».Gesù disse loro: «Per la durezza del vostro cuore egli scrisse per voi questa norma. Ma dall’inizio della creazione [Dio] li fece maschio e femmina; per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una carne sola. Così non sono più due, ma una sola carne. Dunque l’uomo non divida quello che Dio ha congiunto».

    Gesù al tranello dei farisei che gli chiedono se è lecito ripudiare per un marito ripudiare la propria moglie Lui risponde che dall'inizio della Creazione l'uomo e la donna erano uguali e che il loro legame era perfetto, e Dio benedisse questa unione perchè erano uguali davanti a Dio e al Creato perchè non erano più due ma una carne sola e quindi l'uomo non deve dividere ciò che Dio ha unito, perchè il sacramento del Matrimonio è sacro e quando ci si unisce davanti a Lui l'uomo non deve dividere ciò che Dio ha benedetto.
    Ultima modifica di Pollo; 08-10-2021 alle 19:29
    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  3. #633
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,185
    Gesù disse: «Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza. Tutto è stato dato a me dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo.Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero».

    Gesù e anche Dio Padre hanno scelto come testimoni della loro Parola, non persone importanti ma persone umili e piccole che forse non capiscono pienamente quello che Gesù dice ma Lo ascoltano con umiltà e piacere, Lui si è rivelato attraverso di loro e chi ha visto Gesù ha visto anche il Padre e le persone semplici sono le prime testimoni della grandezza del Figlio di Dio che porta un peso leggero da portare a loro cioè parole di conforto e di amore, e tutti coloro che stanchi e oppressi troveranno in Gesù il vero ristoro per la loro vita perchè Lui è venuto sulla terra per far conoscere l'Amore Divino di Dio attraverso di Lui e la Sua Parola che dà la vera vita.
    Ultima modifica di Pollo; 08-10-2021 alle 19:29
    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  4. #634
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,185
    In quel tempo, mentre erano in cammino, Gesù entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo ospitò.Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. Marta invece era distolta per i molti servizi.Allora si fece avanti e disse: «Signore, non t’importa nulla che mia sorella mi abbia lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti». Ma il Signore le rispose: «Marta, Marta, tu ti affanni e ti agiti per molte cose, ma di una cosa sola c’è bisogno. Maria ha scelto la parte migliore, che non le sarà tolta».

    A volte per servire Gesù basta poco, è sufficiente ascoltare la Sua Parola con amore come fa Maria invece Marta era distolta per i molti servizi perchè per lei servire Gesù vuol dire ospitarLo bene, ma tutto questo per Gesù non è abbastanza e quando Marta si fa avanti per dire a Gesù che la sorella l'aiuti a servire, Lui dice che lei si affanna per troppe cose, anche per Lui importanti ma materiali, mentre una sola è la più importante ed è quella di servirLo ascoltandoLo e Maria ha capito che è questa la parte migliore che poteva scegliere e non le sarà tolta, perchè chi Lo ascolta con attenzione e soprattutto con amore sceglie sempre bene perchè sceglie Gesù stesso.
    Ultima modifica di Pollo; 08-10-2021 alle 19:29
    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  5. #635
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,185
    Gesù si trovava in un luogo a pregare; quando ebbe finito, uno dei suoi discepoli gli disse: «Signore, insegnaci a pregare, come anche Giovanni ha insegnato ai suoi discepoli».Ed egli disse loro: «Quando pregate, dite:Padre,sia santificato il tuo nome,venga il tuo regno;dacci ogni giorno il nostro pane quotidiano,e perdona a noi i nostri peccati,anche noi infatti perdoniamo a ogni nostro debitore,e non abbandonarci alla tentazione».

    Gesù prega sempre il Padre e uno dei suoi discepoli gli chiede di insegnare loro come pregare Dio, e Gesù risponde che quando pregano devono chiamare Dio come nostro Padre, di santificare il Suo Nome sempre e chiederGli sempre di perdonare i nostri peccati e chi prega deve fare altrettanto per assomigliarGli in tutto e per tutto come figli che rispettano il loro Padre e come tale di amarLo e rispettarLo sempre.
    Ultima modifica di Pollo; 08-10-2021 alle 19:28
    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  6. #636
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,185
    Ebbene, io vi dico: chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. Perché chiunque chiede riceve e chi cerca trova e a chi bussa sarà aperto.Quale padre tra voi, se il figlio gli chiede un pesce, gli darà una serpe al posto del pesce? O se gli chiede un uovo, gli darà uno scorpione? Se voi dunque, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro del cielo darà lo Spirito Santo a quelli che glielo chiedono!».

    Gesù dice che con la buona educazione e con la buona volontà si può ottenere tutto sia dagli uomini che da Dio, perchè nessun padre darebbe cose cattive ai suoi figli ma cose buone, e così anche Dio Padre non darà mai cose cattive a chi Gli chiede lo Spirito Santo o qualsiasi cosa buona che Gli si chiede, è con la buona volontà che si ottiene ciò che si vuole, cercare ciò che si è perduto e a chi bussa sarà sempre aperto, con i modi e con tutto il nostro rispetto verso gli uomini e anche verso Dio.
    Ultima modifica di Pollo; 08-10-2021 alle 19:28
    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  7. #637
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,185
    Chi non è con me, è contro di me, e chi non raccoglie con me, disperde.Quando lo spirito impuro esce dall’uomo, si aggira per luoghi deserti cercando sollievo e, non trovandone, dice: “Ritornerò nella mia casa, da cui sono uscito”. Venuto, la trova spazzata e adorna. Allora va, prende altri sette spiriti peggiori di lui, vi entrano e vi prendono dimora. E l’ultima condizione di quell’uomo diventa peggiore della prima».

    Gesù dice che chi non è con Lui è contro di Lui, e chi Lo accusa di scacciare gli spiriti impuri per opera del demonio Gesù dice che quando scaccia un demone è come una casa che torna pulita ma se la trova così lo spirito impuro ne trova altri sette e l'uomo ritorna più indemoniato di prima, chi invece crede nell'operato di Gesù la sua mente è pulita e non permette a nessun spirito impuro di tornare di nuovo perchè ha permesso al Figlio di Dio di lasciare che il suo spirito sia pulito e quindi nessun demonio tornerà più a tormentarlo.
    Ultima modifica di Pollo; 08-10-2021 alle 19:28
    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  8. #638
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,185
    In quel tempo, mentre Gesù parlava, una donna dalla folla alzò la voce e gli disse: «Beato il grembo che ti ha portato e il seno che ti ha allattato!».Ma egli disse: «Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!».

    Una donna elogia Gesù dicendo che è beata colei che le ha fatto da madre, e Lui risponde che sono beati piuttosto coloro che ascoltano la Parola di Dio che Gesù proclama e la osserva, con queste parole Lui sembra sminuire la Madre ma in realtà la elogia perchè Lei è stata la prima a credere in Dio e ad osservare ciò che il Padre le ha affidato, e cioè l'aver creduto di essere stata la prescelta per diventare la Madre del Figlio di Dio con una missione ben precisa, salvare il mondo grazie alla venuta di Colui che avrebbe salvato il mondo con la Sua Parola che viene da Dio.
    Ultima modifica di Lady Joan Marie; 09-10-2021 alle 15:17
    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  9. #639
    Fedelissimo di CR L'avatar di Lady Joan Marie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bisceglie
    Età
    43
    Messaggi
    3,185
    Allora Gesù fissò lo sguardo su di lui, lo amò e gli disse: «Una cosa sola ti manca: va’, vendi quello che hai e dallo ai poveri, e avrai un tesoro in cielo; e vieni! Seguimi!». Ma a queste parole egli si fece scuro in volto e se ne andò rattristato; possedeva infatti molti beni.
    Gesù, volgendo lo sguardo attorno, disse ai suoi discepoli: «Quanto è difficile, per quelli che possiedono ricchezze, entrare nel regno di Dio!».

    Gesù incontra un giovane ricco, che si sentiva a posto per avere la vita eterna osservando i comandamenti che Dio aveva dato a Mosè, ma Gesù lo fissò e gli disse che gli mancava una cosa più importante da fare e cioè di vendere tutto quello che aveva e di darlo ai poveri e avrebbe avuto un tesoro dal Cielo e di seguirLo perchè il tesoro sarebbe stato Gesù stesso perchè è Lui l'unico vero bene della vita, ma a queste parole quel tale se ne andò triste perchè possedeva molti beni e Gesù commentò che è difficile per quelli che sono ricchi entrare nel Regno di Dio, infatti quel giovane voleva avere la vita eterna perchè pensava che questa si ottiene facilmente e non capiva che per entrare in essa bisogna liberarsi delle cose terrene e avere lo sguardo su Gesù l'unico che dà veramente la vita eterna con il bene che si deve fare agli altri, come Lui lo fa gratuitamente a chi crede veramente in Lui.
    Il Re è invaghito della tua bellezza. E' Lui il tuo Signore: rendigli omaggio (SALMO44)

  10. #640
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    15,266
    «Inter persecutiones mundi et consolationes Dei peregrinando procurrit Ecclesia».
    (Sant’Agostino, De civitate Dei, XVIII, 51, 2).




Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •