Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 27 di 27

Discussione: Transessualismo

  1. #21
    Carolum
    visitatore
    Innanzitutto esistono casi di ermafroditismo. Rari ma non rarissimi.
    Con genitali che sono a metà strada, un po' maschili e un po' femminili.
    Per esempio casi di iperclitoridismo. Oppure casi di ipospadia.

    Penso che sia del tutto lecito e doveroso che la medicina aiuti queste persone.
    Individuando, sia con metodo psicologici e che genetici, quale è il sesso preponderante di queste persone, e quindi con terapie ormonali e chirurgiche, renderli pienamente maschi o pienamente femmine.

    Poi, più sottili, i casi di transessualismo autentico. Stati patologici, in cui un corpo appare prevalenetmente di un sesso, ma in realtà si riconosce che la persona e dell'altro sesso.
    Anche in questo caso è doverosa la chirurgia.

    Val la pena ricordare che nei primi stadi di sviluppo embrionale, siamo tutti uguali, maschi e femmine. Anzi, siamo tutti femmine. Poi i maschi, sotto l'azione di ormoni, virano e tramutano i genitali. Le grandi labbra si saldano e diventano lo scroto. Il clitoride aumenta di volume e diventa il pene. Le gonadi scendono e diventano i testicoli. Può succedere che in qualche caso sfortunato questo processo sia incompleto.

    Poi esistono i transessuali di vizio, e probabilmente sono la maggioranza dei "trans". Maschi e femmine a tutti gli effetti. Ma che vizio cambiano sesso, o prendono le parvenze dell'altro. Questi ovviamente non vanno confusi con i casi precedenti.

  2. #22
    utente cancellato
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Rovigo
    Messaggi
    999
    Citazione Originariamente Scritto da ago86 Visualizza Messaggio
    Per prima cosa, va detto che il cambiamento di sesso non è l'unico sbocco per chi è affetto da transessualismo, e il dottor Bruto Maria Bruti è più competente di me su tale tema. In ogni caso, cambiare sesso è compiere un peccato mortale. A chi si è fatto operare è negata la comunione, che io sappia. Ma, ripeto, bisogna stare attenti a non finire nella massa di chi dice che il transessualismo è una "naturale" condizione umana. La dottrina cattolica insegna a riguardo che esso deve essere contrastato, non accettato. Se non si tiene conto di ciò, si fanno un sacco di errori.
    Dal punto di vista della teologia morale, il fatto che cambiare sesso sia peccato mortale è una questione molto dibattuta e non ancora risolta, ci sono posizioni contrastanti e tuttavia con buone argomentazioni. quindi prima di dire che è peccato mortale è meglio informarsi...

  3. #23
    Phantom
    visitatore
    Non bisogna confondere il transessuale con l'ermafrodita.
    Il primo è un uomo (o viceversa) a tutti gli effetti che si sente donna (viceversa) e quindi si traveste oppure cambia sesso chirurgicamente.
    L'ermafrodita invece nasce con una malformazione genetica che presenta entrambe le caratteristiche sessuali. Sta a lui/lei decidere poi quale sesso farsi asportare.
    Ricordo che suscitò polemiche la partecipazione di una donna di colore ex ermafrodita alle Olimpiadi del 2004, nella nazionale Brasiliana di judo; la donna perse in combattimento con un'Italiana e l'Italiana disse che fu molto faticoso perché l'aspetto era di donna (anche se con lineamenti mascolini) ma la forza era quella di un uomo.

  4. #24
    Partecipante a CR L'avatar di Radames
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Età
    41
    Messaggi
    921
    Citazione Originariamente Scritto da ******* Visualizza Messaggio
    Non bisogna confondere il transessuale con l'ermafrodita.
    Il primo è un uomo (o viceversa) a tutti gli effetti che si sente donna (viceversa) e quindi si traveste oppure cambia sesso chirurgicamente.
    L'ermafrodita invece nasce con una malformazione genetica che presenta entrambe le caratteristiche sessuali. Sta a lui/lei decidere poi quale sesso farsi asportare.
    Ricordo che suscitò polemiche la partecipazione di una donna di colore ex ermafrodita alle Olimpiadi del 2004, nella nazionale Brasiliana di judo; la donna perse in combattimento con un'Italiana e l'Italiana disse che fu molto faticoso perché l'aspetto era di donna (anche se con lineamenti mascolini) ma la forza era quella di un uomo.

    Di solito è il medico a decidere insieme al paziente, solitamente una delle due caratteristiche è comunque "dominante", comunque vi invito a considerare anche i problemi psicologici di queste persone che sottolineo sono PERSONE quindi prima di giudicarle pensiamo alla carità che i cristiani devono avere nei confronti del prossimo!

  5. #25
    Phantom
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Radames Visualizza Messaggio
    Di solito è il medico a decidere insieme al paziente, solitamente una delle due caratteristiche è comunque "dominante", comunque vi invito a considerare anche i problemi psicologici di queste persone che sottolineo sono PERSONE quindi prima di giudicarle pensiamo alla carità che i cristiani devono avere nei confronti del prossimo!
    Per carità, il massimo rispetto, è una malformazione genetica e non una depravazione; certo il medico ha una grande responsabilità nel consigliare il suo paziente.

  6. #26
    silvia74
    visitatore
    massimo rispetto per chi ha una patologia evidentemente fisica di ermafroditismo...
    nessuna giustificazione per i tipi come Luxuria o Eva Robin's, evidenti viziosi ed esibizionisti, come tutti i partecipanti ai vari gay pride...che tristezza...

  7. #27
    Vecchia guardia di CR L'avatar di westmalle
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    2,574

    Post

    La chiesa luterana negli Usa la scorsa settimana ha eletto il primo vescovo (o tecnicamente vescovA) transgender:

    https://religionnews.com/2021/05/09/...gender-bishop/

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>