Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 2 di 25 PrimaPrima 123412 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 244

Discussione: Canto gregoriano: riflessioni ed esperienze nelle nostre comunità

  1. #11
    Iscritto L'avatar di tommasopini
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    provincia FI
    Età
    35
    Messaggi
    243
    Citazione Originariamente Scritto da fabivs Visualizza Messaggio
    Nella mia parrocchia, il gruppo liturgico (di cui faccio parte) stà componendo un nuovo libretto dei canti, da utilizzare tutto l'anno (per almeno tre anni).

    Ci si è posta questa questione: inserire o meno il canto Gregoriano, continuare a cantarlo o interrompere quest'abitudine???
    ...alcuni sostengono che oramai sia superato e "fuori moda"...ma secondo me bisognerebbe trovare il modo adatto per valorizzarlo...

    Vi ringrazio in anticipo per il vostro contributo.
    Non è assolutamemte fuori moda!
    Anche il Santo Padre chiede che venga rivalorizzato.
    Anche noi stiamo progettando un nuovo libretto per i canti, e buona parte è dedicata al Gregoriano. Forse però è meglio inserire solo i testi dei canti e pian piano farli ripassare all'assemblea!
    Vedrai che tutti canteranno!
    Un libro di canti per una parrocchia nel 2008 deve contenere un pò tutto: dal Gregoriano, a la Casa del Padre, i canti tradizionali, alcuni canti moderni e i canti del posto (tipo gli inni del patrono...)
    Comunque INSERITE REPERTORIO GREGORIANO!

  2. #12
    utente cancellato
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    0
    Inserite, inserite... il gregoriano non è fuori moda, è il canto proprio della liturgia cattolica.

  3. #13
    Non vedo nulla di anacronistico nel canto gregoriano. In certi ambienti si vuole far passare i sostenitori del gregoriano come dei folli che, in nome della tradizione, tornerebbero a viaggiare a dorso di mulo, su strade infangate e infestate da predoni, vestendosi di pelli di animali e cibandosi di brodo e pane duro. La verità è che il gregoriano fa parte della tradizione della Chiesa esattamente come i testi fondamentali dei grandi Santi della nostra storia, da Agostino a Francesco, da Tommaso a Giovanni Bosco. Come leggendo queste pagine è sempre possibile trovare spunti attuali ed efficaci, allo stesso modo il canto gregoriano è ancora in grado di rispondere alle esigenze di un'assemblea liturgica. Certo, se si è "persa l'abitudine", non è facile riprendere confidenza proponendo direttamente una "cum jubilo" o una "orbis factor", ma è sicuramente buona cosa partire dalla Missa Simplex, o dalla Missa de Angelis, per ottenere gradualmente buoni risultati. Qualora invece vi sia ancora dimestichezza con le principali messe, le antifone, gli inni... perchè eliminarli? E in nome di cosa? Di danni ne sono già stati fatti troppi un po'dappertutto, perchè peggiorare la situazione dove sarebbe ancora possibile evitarlo?

  4. #14
    Partecipante a CR L'avatar di OrganistaPavese
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    provincia di Pavia
    Età
    38
    Messaggi
    814
    Citazione Originariamente Scritto da thecrazypianist Visualizza Messaggio
    Non vedo nulla di anacronistico nel canto gregoriano. In certi ambienti si vuole far passare i sostenitori del gregoriano come dei folli che, in nome della tradizione, tornerebbero a viaggiare a dorso di mulo, su strade infangate e infestate da predoni, vestendosi di pelli di animali e cibandosi di brodo e pane duro.

    ...esagera...

    Citazione Originariamente Scritto da thecrazypianist Visualizza Messaggio
    La verità è che il gregoriano fa parte della tradizione della Chiesa esattamente come i testi fondamentali dei grandi Santi della nostra storia, da Agostino a Francesco, da Tommaso a Giovanni Bosco. Come leggendo queste pagine è sempre possibile trovare spunti attuali ed efficaci, allo stesso modo il canto gregoriano è ancora in grado di rispondere alle esigenze di un'assemblea liturgica. Certo, se si è "persa l'abitudine", non è facile riprendere confidenza proponendo direttamente una "cum jubilo" o una "orbis factor", ma è sicuramente buona cosa partire dalla Missa Simplex, o dalla Missa de Angelis, per ottenere gradualmente buoni risultati. Qualora invece vi sia ancora dimestichezza con le principali messe, le antifone, gli inni... perchè eliminarli? E in nome di cosa? Di danni ne sono già stati fatti troppi un po'dappertutto, perchè peggiorare la situazione dove sarebbe ancora possibile evitarlo

    Aggiungo: ascoltate, ascoltate, ascoltate.....Non basta la teoria, ma occorre capire.
    Procuratevi delle buone incisioni di canto gregoriano, con il testo latino, e ascoltate molto, non solo con l'orecchio "fisico", ma col cuore.
    In questo modo, riuscirete veramente a capire come si canta in gregoriano. E' un canto dolce, quasi sussurrato....Le note vanno "pensate" una ad una....
    Altrimenti rischia di diventare veramente noioso e "sterile".
    All'aurora, Cecilia esclamò: "Soldati di Cristo, gettate le opere delle tenebre, e prendete le armi della luce!"

  5. #15
    CierRino L'avatar di anacleto
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Novae
    Età
    38
    Messaggi
    4,966
    Guai perdere il gregoriano! È il canto proprio della Chiesa romana.
    È fuori moda quanto lo è il segno della croce. Aboliresti il segno della croce?
    Per di più, se avete già in repertorio qualche canto gregoriano, ci sono un'infinità di motivi per conservarlo e non ne troverei anche solo uno per sopprimerlo.
    Ultima modifica di anacleto; 18-01-2008 alle 20:00

  6. #16
    Iscritto L'avatar di secrista
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Età
    42
    Messaggi
    91
    Il canto gregoriano è retaggio di secoli di pietà, devozione e arte. é il vero canto liturgico romano. Mai lasciarlo perdere!!! Nella mia parrocchia lo stiamo rivalorizzando.

  7. #17
    Iscritto L'avatar di Dadux
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Maiori(SA)
    Età
    31
    Messaggi
    139
    Continuate questa lodevolissima tradizione

  8. #18
    Fedelissimo di CR L'avatar di ago86
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Jesi
    Età
    34
    Messaggi
    3,468
    L'unica cosa che rema contro il canto gregoriano è la lingua. Non si capisce molto il latino cantato. Però l'effetto è magnifico.

  9. #19
    utente cancellato
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    0
    Citazione Originariamente Scritto da ago86 Visualizza Messaggio
    L'unica cosa che rema contro il canto gregoriano è la lingua. Non si capisce molto il latino cantato. Però l'effetto è magnifico.
    Questo in effetti è un problema che sussiste con cantori che non sanno eseguire il gregoriano. Il canto gregoriano deve essere puro, semplice, privo della liricità che invece molti ci spiaccicano.

  10. #20
    Fedelissimo di CR L'avatar di VTR
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    N/A
    Messaggi
    3,044
    Citazione Originariamente Scritto da Fiat Lux Visualizza Messaggio
    ...è il canto proprio della liturgia cattolica.
    ... latina... di rito romano.

Discussioni Simili

  1. Canto gregoriano: articoli, manuali, cori celebri, audio e video in Rete
    Di OrganistaPavese nel forum Musica ed Arte Sacra
    Risposte: 114
    Ultimo Messaggio: 18-07-2021, 14:30

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •