Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 14 di 15 PrimaPrima ... 412131415 UltimaUltima
Risultati da 131 a 140 di 144

Discussione: Messe da campo & co.

  1. #131
    Iscritto L'avatar di TeIgitur
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Italia (in passato anche U.S.)
    Messaggi
    376
    Citazione Originariamente Scritto da Abbas S:Flaviae Visualizza Messaggio
    Sono certo che il 90% dei cattolici non abbiano idea di cosa sia un paliotto o meglio non associano il termine all'oggetto, ma sanno benissimo che una bici o una gigantografia di Lassie non vanno messe davanti a un altare. Poi ci sono altri cattolici a cui sta bene mettere una bici davanti all'altare, ma a quelli andrebbe bene così anche se sapessero cos'è un paliotto.
    Allora mettiamola così: lo so che se ne parla in un'altra discussione, ma qui ne voglio parlare dal punto di vista che emerge da quanto stiamo dicendo: quanto è comune, invece, mettere a mo' di antependio davanti all'altare il cartellone preparato dai bambini del catechismo? Secondo me, piuttosto comune. Quanti di quelli che vanno a messa pensa che sia sbagliato o peggio ancora un abuso, cioè un qualcosa che "non si deve fare"? Secondo me, pochi. Quanti si rattristerebbero se arrivasse un nuovo parroco che da un giorno all'altro dicesse "io il cartellone davanti all'altare non lo voglio vedere?" Conosco però dei sacerdoti che non si limiterebbero a dire ai catechisti di far sparire il cartellone, bensì instraderebbe loro e i bambini a fare cose più utili soprattutto a loro. Chi non vede nulla di male nella "messa del ciclista" è ovvio che non vede nulla di male nemmeno nel cartellone; ma sarà vero anche il viceversa? Più in generale, quanto le norme liturgiche vengono viste come norme anche dal popolo? E' probabile che il popolo non sia nemmeno a conoscenza dell'esistenza di norme liturgiche, al di là di quelle che regolano le preghiere che vengono recitate nella liturgia. Ma a questo punto diventa chiaro che il concetto stesso di abuso non è comprensibile, e non c'è nulla di male nella messa del ciclista in sé. (Tralasci.ando ovviamente il discorso della riverenza dovuta al Corpo di Cristo, dato che non vedere nulla di male in questo porta la cosa su un altro livello e ne converrete anche voi.)

    (fonte: tuttosamo.it , Samo (RC)) (fonte: comunitasantacrocegarbagnate.it, Garbagnate Milanese) (fonte: parrocchialagaccio.it, Genova)
    Ultima modifica di Gerensis; 22-09-2022 alle 16:06
    Rorate, caeli, desuper, et nubes pluant iustum. Aperiatur terra, et germinet Salvatorem

  2. #132
    CierRino L'avatar di Verbum Domini
    Data Registrazione
    Jul 2020
    Località
    Casa mia
    Messaggi
    6,510
    Meglio un cartellone (come quelli della seconda e terza foto) che una bicicleta davanti l’altare… pure io alle Messe del Catechismo lo faccio mettere a volte davanti all’altare. Nei tempi forti invece su una pedana affianco il Battistero.
    Santi e Sante dell'Ordine Serafico, pregate per noi!

  3. #133
    Gran CierRino di Platino e Diamanti L'avatar di sere85
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    provincia Brescia
    Età
    37
    Messaggi
    10,833
    Io è da un po' che penso di non potermi più considerare parte della religione cattolica, e quando mi addentro in certi messaggi (paliotto, candele, cartelloni) me ne convinco sempre di più.
    Se devo dare poi la mia personalissima opinione sulla vicenda, Mons Tremolada ha sbagliato alla grande con quella lettera. Sbagliato non nel richiamare don Corazzina, che andava sicuramente richiamato, ma a darla in mano ai media nazionali. Non mi sembra che Mons. Delpini si sia comportato in ugual modo.
    Si parla di video virale ma virale lo è diventato dopo la pubblicazione della sua lettera, perchè prima quella Messa l'avevano vista in pochissimi. Non sò se si è accorto del gigantesco autogol fatto dato che due giorni dopo ha fatto quella breve postilla all'inizio del convegno del clero.
    Chi vuol esser lieto sia, di doman non c'è certezza

  4. #134
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    Apr 2022
    Località
    Lario
    Messaggi
    525
    A me sembra che la differenza stia più nel come hanno risposto ai richiami i due sacerdoti, che nei richiami. Per altro non me la sento di prendermela con Mons. Tremolada viste le condizioni in cui si trova e visto che dovrebbe pensare soprattutto a riposare e invece si trova a dover redarguire un suo prete che compete per il record mondiale di abusi.

  5. #135
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    62,325
    Citazione Originariamente Scritto da sere85 Visualizza Messaggio
    Se devo dare poi la mia personalissima opinione sulla vicenda, Mons Tremolada ha sbagliato alla grande con quella lettera. Sbagliato non nel richiamare don Corazzina, che andava sicuramente richiamato, ma a darla in mano ai media nazionali. Non mi sembra che Mons. Delpini si sia comportato in ugual modo.
    In verità sia Mons. Delpini che Mons. Tremolada si sono comportati nello stesso modo, pubblicando i rispettivi interventi sui siti ufficiali diocesani, poi ripresi dai vari mezzi di comunicazione:


    Personalmente ritengo sia stato corretto da parte dei due presuli intervenire con dichiarazioni pubbliche, in quanto pubblico è lo scandalo dato dai due sacerdoti con il loro comportamento.

    Aggiungo che il video era già circolato in rete ancor prima dell'intervento di Mons. Tremolada, ed era stato strumentalizzato da siti tradizionalisti per imbastire le solite critiche pretestuose nei confronti della riforma liturgica e del Papa, e la responsabilità ultima di tutto ciò è ancora di don Corazzina, in quanto se non avesse fatto e ripreso tale pagliacciata, ci saremmo risparmiati anche tali critiche.
    «Vigilate ergo, quia nescitis qua die Dominus vester venturus sit».
    (Matth. 24,42)

  6. #136
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    22,733
    Citazione Originariamente Scritto da Verbum Domini Visualizza Messaggio
    Meglio un cartellone (come quelli della seconda e terza foto) che una bicicleta davanti l’altare…
    Sicuramente è meglio il cartellone della bicicletta, concordo, ma secondo me ancor meglio sarebbe se s’evitassero entrambi . Se proprio bisogna mettere il cartellone (magari non gigante), a mio parere è più consono posizionarlo allato (possibilmente in maniera che non sia la prima cosa d’impatto visivo e non distolga l’attenzione dei fedeli dalla celebrazione).

    Citazione Originariamente Scritto da sere85 Visualizza Messaggio
    Io è da un po' che penso di non potermi più considerare parte della religione cattolica, e quando mi addentro in certi messaggi (paliotto, candele, cartelloni) me ne convinco sempre di più.
    Perché (abitudine pur troppo assai diffusa in questi tempi) si considera la forma come una cosa inutile, adducendo come scusa che «l’importante è la sostanza» e cadendo così nel solito benaltrismo e negli altrettanto soliti luoghi comuni (le rubriche liturgiche di cui ci si può tranquillamente infischiare perché sono mere formalità, tanto «non muore nessuno», e le cose che possono essere fatte praticamente come si vuole, perché se le regole impunemente non vengono rispettate è come se non ci fossero, e nell’anomia – cosa mai buona – ogni opzione è valida).
    Ebbene, secondo me francamente non v’è nulla di più falso e sbagliato!
    Perché, se è vero che è la sostanza a giungere a noi e a lasciarci qualche cosa, è altresì vero che la sostanza non può arrivare a noi senza la forma.
    Banalmente: se io interloquisco con te, ovviamente t’interesserà cosa ti dico (la sostanza) e non tanto come te lo dico (la forma), ma se io non sono in grado di dirlo tu non capirai cosa ti voglio dire. Vedi dunque che la forma è un mezzo e non un fine, ma un mezzo indispensabile, perché, se essa manca o non è corretta, il fine non vien raggiunto.
    Nella Liturgia vale lo stesso. I fini sono la nostra santificazione e la gloria di Dio, ma capirai che non li possiamo raggiungere se non attraverso i segni dei paramenti, degli ornamenti, del rispetto delle norme e del decoro, che sono sì mezzi e non fini, ma mezzi essenziali per aiutarci ad entrare nel Mistero. È anche mediante i segni che la Liturgia parla all’uomo.
    Ultima modifica di Laudato Si’; 22-09-2022 alle 16:16
    «Vigilate ergo, quia nescitis qua die Dominus vester venturus sit».
    (Matth. 24, 42).



  7. #137
    Gran CierRino di Platino e Diamanti L'avatar di sere85
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    provincia Brescia
    Età
    37
    Messaggi
    10,833
    Citazione Originariamente Scritto da Vox Populi Visualizza Messaggio
    In verità sia Mons. Delpini che Mons. Tremolada si sono comportati nello stesso modo, pubblicando i rispettivi interventi sui siti ufficiali diocesani, poi ripresi dai vari mezzi di comunicazione:


    Personalmente ritengo sia stato corretto da parte dei due presuli intervenire con dichiarazioni pubbliche, in quanto pubblico è lo scandalo dato dai due sacerdoti con il loro comportamento.

    Aggiungo che il video era già circolato in rete ancor prima dell'intervento di Mons. Tremolada, ed era stato strumentalizzato da siti tradizionalisti per imbastire le solite critiche pretestuose nei confronti della riforma liturgica e del Papa, e la responsabilità ultima di tutto ciò è ancora di don Corazzina, in quanto se non avesse fatto e ripreso tale pagliacciata, ci saremmo risparmiati anche tali critiche.
    A me non sembra che il tenore delle due lettere sia il medesimo: quello che, probabilmente, don Mattia si è sentito dire tra 4 mura, don Corazzina l'ha preso su tutti i giornali. Per Mons. Tremolada un "atto dovuto fatto con schiettezza che proviene da affetto sincero", ma come l'ha messa ha fatto un enorme autogol che ancora qui si sente..
    Quello che sicuramente e senza dubbio ha sbagliato è la non risposta di don Corazzina il quale non può limitarsi a condividere la risposta delle acli bresciane: ha sbagliato, che chieda scusa.

    I siti tradizionalisti li lascio bollire tra di loro e possono strumentalizzare quello che vogliono, tanto quelli darebbero la colpa al Papa anche se uno starnutisce...
    Chi vuol esser lieto sia, di doman non c'è certezza

  8. #138
    CierRino
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Italia
    Messaggi
    5,509
    Certe messe neocatecumenali sono molto peggio. Si inizi da lì a fare ordine.

  9. #139
    Moderatore L'avatar di Carbonate
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Carbonate
    Messaggi
    8,847
    Citazione Originariamente Scritto da Marco123 Visualizza Messaggio
    Certe messe neocatecumenali sono molto peggio. Si inizi da lì a fare ordine.
    Con tutte le perplessità che si possono avere - e io sono il primo ad averne, non l'ho mai nascosto - su alcuni aspetti del rito neocatecumenale, resta il fatto che il rito neocatecumenale segue dei libri liturgici legittimamente approvati dall'autorità competente e quindi a quelli ci dobbiamo attenere, al di là dei nostri gusti personali.

    La "Messa dei ciclisti" è un'altra roba.

  10. #140
    Moderatore e Cronista di CR L'avatar di Abbas S:Flaviae
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Civitas Calatanisiadensis
    Messaggi
    9,757
    Citazione Originariamente Scritto da TeIgitur Visualizza Messaggio
    Allora mettiamola così: lo so che se ne parla in un'altra discussione, ma qui ne voglio parlare dal punto di vista che emerge da quanto stiamo dicendo: quanto è comune, invece, mettere a mo' di antependio davanti all'altare il cartellone preparato dai bambini del catechismo? Secondo me, piuttosto comune. Quanti di quelli che vanno a messa pensa che sia sbagliato o peggio ancora un abuso, cioè un qualcosa che "non si deve fare"? Secondo me, pochi.
    Questi cartelloni non sono molto diversi, ovviamente nella concezione dell'idea non nella resa "artistica", di molti paliotti sparsi per tutta la cattolicità, dove appaiono in bella vista panorami romantici, animali, scene di vita (per lo più nobile) quotidiana, che incorniciano una Croce che spesso si perde e scompare nell'affollamento di figure. Ciò è soprattutto ravvisabile nei paliotti argentei con figure a basso e altorilievo.
    Il problema di certi occhi che guardano è l'apparenza delle cose, ma qui bisogna guardare alla sostanza. Un paliotto che celebra il signorotto locale del '500 sarà sicuramente più bello del cartellone dei bambini del catechismo, ma nel suo scopo ed essenza è molto meno accettabile, perché nell'opera dei bambini c'è amore e preghiera (fatta alla maniera dei bambini), mentre nel bellissimo e artistico paliotto del '500 c'è solo la voglia di celebrare se stessi.
    Questo ovviamente non è sempre così, né tutti i paliotti del '500 hanno queste derive (fortunatamente direi), ma è un esempio per riportare il nostro sguardo al di là dell'apparenza.
    vi prego, vi imploro con umiltà e con fiducia – permettete a Cristo di parlare all’uomo.

Discussioni Simili

  1. Messe votive e per varie necessità
    Di boy83 nel forum Liturgia
    Risposte: 241
    Ultimo Messaggio: 05-10-2022, 16:16
  2. Messe con intenzioni collettive
    Di Card.Luciani nel forum Diritto Canonico
    Risposte: 45
    Ultimo Messaggio: 04-03-2020, 19:28
  3. Messe parate in Terzo
    Di Almutasin nel forum Liturgia
    Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 29-07-2015, 11:01

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>