Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 259 di 260 PrimaPrima ... 159209249257258259260 UltimaUltima
Risultati da 2,581 a 2,590 di 2596

Discussione: Liturgia delle Ore - Breviario

  1. #2581
    Collaboratore di "Dottrina della Fede" L'avatar di SantoSubito
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Padova
    Età
    30
    Messaggi
    3,175
    Citazione Originariamente Scritto da Card.Luciani Visualizza Messaggio
    L'acquisto è possibile per tutti, anche se (e qui chiedo conferma..) a breve dovrebbe essere pubblicata la Liturgia delle Ore con la nuova traduzione della Bibbia
    Commento la risposta con un "è parzialmente vero". Cioè: è vero che deve essere ripubblicata la LdO, e anche in tempi relativamente brevi (e sui tempi relativamente brevi rimando alla proverbiale calma CEI). É parzialmente vero però che verrà adottata la nuova traduzione 2008 in toto, così come recita il comunicato stampa della Presidenza di qualche tempo fa:
    Liturgia delle Ore. In vista della pubblicazione della seconda edizione italiana della Liturgia delle Ore, il Consiglio Permanente ha deciso di adottare la traduzione della Bibbia CEI 2008, autorizzando eventualmente l’apporto di piccole modifiche, in ordine alla recita corale e alla cantabilità di Salmi e Cantici biblici.
    A mio inutile parere, finirà così: si rivedranno gli inni e le antifone, le intercessioni e le invocazioni, le letture brevi e lunghe, saranno inseriti i nuovi santi e tutto ciò che concerne la modifica dei comuni e delle formule comuni ma, per i Salmi...si manterrà la vecchia traduzione con qualche piccolo aggiustamento in vista della ovvia cantabilità. E poi vedremo il pastrocchio.
    Dirige nos, Domine, ad augusta per angusta, sic itur ad astra excelsior!

  2. #2582
    Gran CierRino
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    vinci
    Età
    61
    Messaggi
    8,042
    Citazione Originariamente Scritto da Laudato Si’ Visualizza Messaggio
    Esatto. Pure i laici possono pregare con la Liturgia delle Ore (tuttavia oggi ci sono molte applicazioni apposite, quindi volendo il Breviario non è più indispensabile, anche se a mio umile e personale parere resta lo strumento migliore per pregare l’Ufficio).
    Confesso la mia arretratezza: io uso sempre ancora il breviario....
    Ci sono affezionato.

  3. #2583
    Veterano di CR L'avatar di Card.Luciani
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    (RM)
    Messaggi
    1,260
    Citazione Originariamente Scritto da SantoSubito Visualizza Messaggio
    Commento la risposta con un "è parzialmente vero". Cioè: è vero che deve essere ripubblicata la LdO, e anche in tempi relativamente brevi (e sui tempi relativamente brevi rimando alla proverbiale calma CEI). É parzialmente vero però che verrà adottata la nuova traduzione 2008 in toto, così come recita il comunicato stampa della Presidenza di qualche tempo fa:


    A mio inutile parere, finirà così: si rivedranno gli inni e le antifone, le intercessioni e le invocazioni, le letture brevi e lunghe, saranno inseriti i nuovi santi e tutto ciò che concerne la modifica dei comuni e delle formule comuni ma, per i Salmi...si manterrà la vecchia traduzione con qualche piccolo aggiustamento in vista della ovvia cantabilità. E poi vedremo il pastrocchio.
    Mi sfugge l'opportunità di dare vita a questo probabile pastrocchio. Nella celebrazione corale di utilizzerebbe la traduzione utilizzata nella Messa; quando poi si cantano i Salmi, a me risulta che piccoli adattamenti "de facto" siano permessi (ad es.accade già con i canti di Mons.Frisina, che so non essere amato da alcuni ma mi serviva un esempio). Ma attendo lumi dagli esperti!
    In necessariis unitas, in dubiis libertas, in omnibus charitas!

  4. #2584
    Collaboratore di "Dottrina della Fede" L'avatar di SantoSubito
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Padova
    Età
    30
    Messaggi
    3,175
    Citazione Originariamente Scritto da Card.Luciani Visualizza Messaggio
    Mi sfugge l'opportunità di dare vita a questo probabile pastrocchio. Nella celebrazione corale di utilizzerebbe la traduzione utilizzata nella Messa; quando poi si cantano i Salmi, a me risulta che piccoli adattamenti "de facto" siano permessi (ad es.accade già con i canti di Mons.Frisina, che so non essere amato da alcuni ma mi serviva un esempio). Ma attendo lumi dagli esperti!
    Risposta "diplomatica": il pastrocchio è da me definito in maniera impropria perché i nostri Vescovi tengono al canto dei Salmi, che è sempre da preferire rispetto alla recita corale. Quindi alcuni adattamenti per tutti sul Libro Liturgico vanno purtroppo eseguiti.

    Risposta "reale": siccome i Salmi vanno necessariamente cantati per loro intrinseca natura, e i Vescovi si sono accorti della devastante tragedia che hanno permesso basandosi solo e soltanto sull'aspetto letterale dei testi poetici (che appunto nascono poetici, è come rileggere domani la divina commedia a scuola...solo in prosa) hanno annunciato "piccoli adattamenti" perché effettivamente alcuni Salmi sono di difficile cantillazione. E sono rispettoso nell'affermarlo in questa maniera.
    Dirige nos, Domine, ad augusta per angusta, sic itur ad astra excelsior!

  5. #2585
    Partecipante a CR L'avatar di Prosit
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Casa
    Messaggi
    955

    Anglicanorum coetibus - The Personal Ordinariate of Our Lady of Walsingham

    Finalmente è stato pubblicata la nuova Liturgia delle Ore dell'Ordinariato inglese di Nostra Signora di Walsingham.
    Sarà usata all'interno delle comunità facenti parte dell'ordinariato.
    Oltre agli splendidi contenuti, anche tipograficamente è stato fatto un ottimo lavoro.
    Che bello sarebbe se la nostra versione italiana della Liturgia Horarum avesse la medesima cura!

    Alcune novità illustrate nella pagina Facebook dell'Ordinariato (Google traduttore): https://www.facebook.com/UKOrdinariate

    1) Divine Worship: Daily Office (Commonwealth Edition) conterrà non solo le Lodi e i Vespri tratti dalla tradizione del Book of Common Prayer, ma anche Prima e Compieta. Questi sono tratti dal libro di preghiere (inglese) del 1928 e completano le Greater Hours of Mattins e Evensong. L'ora di Prima ci presenta la possibilità di rendere il Credo Atanasiano e il Martirologio Romano una parte regolare della nostra preghiera quotidiana.

    2) Una delle caratteristiche distintive è l'inclusione di tutte le Lezioni per ogni giorno dell'anno. Ciò significa che il libro è flessibile come un breviario, ma preserva la tradizione liturgica anglicana nel modo in cui leggiamo la Scrittura nell'Ufficio divino.

    3) Una delle caratteristiche del Divine Worship: Daily Office (Commonwealth Edition) è l'inserimento degli uffici votivi. Questi possono essere associati ad un giorno particolare della settimana (ad esempio giovedì, giorno della Santissima Eucaristia), devozione o luogo, o per celebrare qualche occasione speciale nella vita della comunità in preghiera. Sono presenti gli uffici votivi della Santissima Eucaristia, Nostro Signore Gesù Cristo, Supremo ed Eterno Sommo Sacerdote, le cinque piaghe, i Santi Angeli, San Giuseppe, e i Santi Pietro e Paolo.

    4) Oltre alle ricchezze di Mattins e Evensong, Divine Worship: Daily Office (Commonwealth Edition) include testi che integrano e arricchiscono ulteriormente l'Ufficio. Questi includono Inni e Antifone, e anche testi che ci giungono dalla liturgia medievale inglese. Un esempio di questo è la sequenza "Alma Chorus Domini", che è destinata ad essere cantata a Compieta intorno a Pentecoste. Questo testo ci viene dall'uso di Sarum, in una traduzione fatta dagli anglicani che hanno voluto scavare nei tesori della tradizione cattolica inglese come espressione del loro desiderio di unità con la Chiesa cattolica.

    5) Negli ultimi cento anni circa, gli anglicani che guardavano alla riunione con la Chiesa cattolica hanno riscoperto pratiche liturgiche che articolavano quel desiderio nel modo in cui pregavano. Ciò ha portato alla pubblicazione di supplementi al Book of Common Prayer, e alcuni di questi testi sono stati accuratamente inclusi in Divine Worship: Daily Office (Commonwealth Edition). Tra questi c'è l'Ufficio dei Morti, che organizza i testi di questo antico Ufficio intorno a quelli per Mattin e Evensong nella tradizione anglicana. Per consuetudine questo Ufficio si celebra il lunedì di Avvento e di Quaresima, e il primo giorno libero del mese, se il calendario lo consente.





    "Introibo ad altare Dei, ad Deum qui laetificat juventutem meam..."

  6. #2586
    Veterano di CR L'avatar di Card.Luciani
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    (RM)
    Messaggi
    1,260


    Sulla medesima cura che si auspica per la versione italiana della LH..non ci scommetterei. Così, è una impressione personale!!
    Ultima modifica di Ambrosiano; 19-09-2021 alle 22:31 Motivo: Basta il riferimento al post sopra. Per favore evitiamo le citazioni chilometriche.
    In necessariis unitas, in dubiis libertas, in omnibus charitas!

  7. #2587
    Campione di Passaparola di Cattolici Romani L'avatar di Gerensis
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Casa
    Età
    50
    Messaggi
    8,332
    Sul blog di p. Matias Augé un articolo sulle orazioni salmiche:
    http://liturgiaedintorni.blogspot.co...-salmiche.html

    Riporto la bibliografia:
    C.A.L. (a cura di), Ascolta la mia voce. Lodi mattutine e Vespri secondo la Liturgia delle Ore, Marietti, Casale Monferrato 1983;
    David M. Turoldo - Gianfranco Ravasi, "Lungo i fiumi...." I Salmi. Traduzione poetica e commento, Edizioni Paoline, Cinisello Balsamo 1987;
    Giambattista Montorsi, Salmi. Preghiera di ogni giorno, Edizioni Messaggero, Padova 1991 (quarta ristampa);
    Paolino Beltrame Quattrocchi, I salmi preghiera cristiana. Salterio corale, Edizioni Piemme, Casale Monferrato 199412;
    Angel Aparicio – José Cristo Rey García, I Salmi preghiera della comunità. Per celebrare la Liturgia delle Ore, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 1995;
    Angelo De Simone, Guida alla Liturgia delle Ore. Commenti e orazioni per la celebrazione corale, San Paolo, Cinisello Balsamo 1996;
    Luigi Della Torre, Il canto di lode. Monizioni e orazioni per salmi e cantici. Lodi e Vespri, Paoline, Milano 1997;
    Ludwig Monti, I Salmi: preghiera e vita. Commento al Salterio, Edizioni Qiqajon, Comunità di Bose 2018;
    I Salmi. Pregarli, cantarli, comprenderli, Paoline – San Paolo, Edizioni San Paolo 2020

    Mi unisco all'auspicio finale per la pubblicazione del Supplemento alla Liturgia Horarum.

  8. #2588
    Iscritto
    Data Registrazione
    Aug 2016
    Località
    Torino
    Età
    39
    Messaggi
    137
    Mi unisco all'auspicio finale per la pubblicazione del Supplemento alla Liturgia Horarum.
    Ricordo una celebrazione dei primi vespri di Avvento con Benedetto XVI nel 2005 in cui ai salmi e al cantico seguiva l'orazione salmica.Purtroppo non sono più riuscito a trovare il pdf del libretto ma ho trovato questo accenno nella presentazione:https://www.vatican.va/news_services...advent_it.htmlPer meglio vivere lo spirito dell’Avvento, secondo quanto prevedono i Principi e norme per la Liturgia delle Ore, i due salmi e il cantico sono introdotti da una breve e appropriata monizione; ugualmente, secondo lo spirito della liturgia, ai salmi ed al cantico seguono le rispettive orazioni, ispirate ai testi biblici e alle antifone proprie. Ciò allo scopo di aiutare l’assemblea e il singolo fedele a «comprendere i salmi e trasformarli in preghiera cristiana»."Non so se qualcuno ha il libretto di quella celebrazione, in ogni caso potrebbe essere che quelle orazioni derivassero dal materiale preparatorio citato nell'articolo?

  9. #2589
    Vecchia guardia di CR L'avatar di Gregorius Paulus
    Data Registrazione
    Jun 2018
    Località
    Modena
    Età
    20
    Messaggi
    2,511
    Carissimi, volevo porvi un quesito sulla questione dei Vespri: di solito, quando si celebra solennemente la Liturgia delle Ore nelle chiese parrocchiali e nelle cattedrali, si suole dare più importanza e quindi solennità ai Primi o ai Secondi Vespri? Alcuni mi hanno detto che sono più importanti i Primi perché aprono la domenica/solennità, altri invece mi hanno detto che sono più importanti i Secondi perché fanno "pienamente" parte del giorno della Solennità, mentre i Primi Vespri, si trovano liturgicamente nel giorno di festa ma cronologicamente nella sua vigilia.
    Salus nostra in manu Tua, Maria Sanctissima. Ave Maria Purissima, senza peccato concepita.

  10. #2590
    Moderatore L'avatar di Carbonate
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Carbonate
    Messaggi
    8,417
    Citazione Originariamente Scritto da Gregorius Paulus Visualizza Messaggio
    Carissimi, volevo porvi un quesito sulla questione dei Vespri: di solito, quando si celebra solennemente la Liturgia delle Ore nelle chiese parrocchiali e nelle cattedrali, si suole dare più importanza e quindi solennità ai Primi o ai Secondi Vespri? Alcuni mi hanno detto che sono più importanti i Primi perché aprono la domenica/solennità, altri invece mi hanno detto che sono più importanti i Secondi perché fanno "pienamente" parte del giorno della Solennità, mentre i Primi Vespri, si trovano liturgicamente nel giorno di festa ma cronologicamente nella sua vigilia.
    Se non sbaglio - ma prego gli "storici" di correggermi perché sto andando puramente a memoria, non ho fonti sottomano al momento - i Primi Vespri sono liturgicamente più antichi, proprio perché si rifanno all'antico computo del calendario che faceva iniziare il giorno dal tramonto del sole, mentre i Secondi Vespri sono stati introdotti nella Liturgia solo in epoca successiva, quando la definizione liturgica del giorno si è discostata da quella civile.

    Detto questo, all'atto pratico non direi che c'è una maggiore importanza degli uni rispetto agli altri. La solennità della celebrazione pubblica la fa anche, spesso, la tradizione storico-liturgica del luogo o le diverse opportunità: a Milano si celebrano con eguale solennità i Primi Vespri di S. Ambrogio e i Secondi Vespri dell'Epifania.

Discussioni Simili

  1. Liturgia delle Ore ambrosiana
    Di Gregorius nel forum Liturgia Ambrosiana
    Risposte: 320
    Ultimo Messaggio: 21-10-2021, 23:18
  2. Liturgia delle ore (Bizantina)
    Di angelus nel forum Liturgie Orientali
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 19-08-2012, 20:16
  3. Liturgia delle Ore
    Di Aloisius Gonzaga nel forum Dizionario Liturgico
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-07-2007, 19:50

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •