Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 260 di 264 PrimaPrima ... 160210250258259260261262 ... UltimaUltima
Risultati da 2,591 a 2,600 di 2637

Discussione: Liturgia delle Ore - Breviario

  1. #2591
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Località
    Venezia
    Messaggi
    649
    Citazione Originariamente Scritto da Carbonate Visualizza Messaggio
    Se non sbaglio - ma prego gli "storici" di correggermi perché sto andando puramente a memoria, non ho fonti sottomano al momento - i Primi Vespri sono liturgicamente più antichi, proprio perché si rifanno all'antico computo del calendario che faceva iniziare il giorno dal tramonto del sole, mentre i Secondi Vespri sono stati introdotti nella Liturgia solo in epoca successiva, quando la definizione liturgica del giorno si è discostata da quella civile.

    Detto questo, all'atto pratico non direi che c'è una maggiore importanza degli uni rispetto agli altri. La solennità della celebrazione pubblica la fa anche, spesso, la tradizione storico-liturgica del luogo o le diverse opportunità: a Milano si celebrano con eguale solennità i Primi Vespri di S. Ambrogio e i Secondi Vespri dell'Epifania.
    Esattamente, tant'è vero che alcune feste avevano i primi vespri ma non i secondi, e solo dal 1955 è iniziato un radicale taglio dei primi vespri di moltissime feste.
    Il Caeremoniale Episcoporum pre-riforma afferma chiaramente che "i primi vespri sono più solenni dei secondi".

  2. #2592
    Moderatore L'avatar di Carbonate
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Carbonate
    Messaggi
    8,778
    Citazione Originariamente Scritto da Traditio Marciana Visualizza Messaggio
    e solo dal 1955 è iniziato un radicale taglio dei primi vespri di moltissime feste.
    Aehm... a Roma.
    A Milano abbiamo ancora assolutamente tutti i nostri Primi Vespri per tutte le solennità, le feste e le memorie dell'anno.

    A parte le battute, grazie della precisazione.

  3. #2593
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Località
    Venezia
    Messaggi
    649
    Oh Mediolanum felix quod tantarum uesperarum es purpuratum praetiosa sollemnitate!

  4. #2594
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    11,967
    Citazione Originariamente Scritto da Carbonate Visualizza Messaggio
    Se non sbaglio - ma prego gli "storici" di correggermi perché sto andando puramente a memoria, non ho fonti sottomano al momento - i Primi Vespri sono liturgicamente più antichi, proprio perché si rifanno all'antico computo del calendario che faceva iniziare il giorno dal tramonto del sole, mentre i Secondi Vespri sono stati introdotti nella Liturgia solo in epoca successiva, quando la definizione liturgica del giorno si è discostata da quella civile.

    Detto questo, all'atto pratico non direi che c'è una maggiore importanza degli uni rispetto agli altri. La solennità della celebrazione pubblica la fa anche, spesso, la tradizione storico-liturgica del luogo o le diverse opportunità: a Milano si celebrano con eguale solennità i Primi Vespri di S. Ambrogio e i Secondi Vespri dell'Epifania.
    Le Norme generali del Calendario liturgico ambrosiano, al punto 2, hanno questa nota:
    L'antico rito ambrosiano non aveva secondi vespri; in epoca più recente furono introdotti, ma con rito più semplice dei primi vespri e soltanto in determinati giorni.
    Le memorie non ebbero mai i secondi vespri; nelle più solenni feste dei santi, come i Patroni o i Titolari, si ebbero sempre i primi vespri con particolare solennità, celebrati fino ad oggi con le vigilie.
    La cosa appare chiara nella la festa di S. Carlo, assegnata al 4 novembre nonostante il santo fosse morto nelle ore vespertine del giorno 3.

  5. #2595
    Iscritto
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    N/D
    Messaggi
    96

    Errore Ora Media di oggi

    Non credo che se ne sia mai parlato, ma mi è capitato di notarlo poco fa recitando l'ora terza. Nell'edizione italiana della Liturgia delle ore c'è un errore di tradizione della rubrica sull'utilizzo dei salmi, che si ripercuote anche nell'app della CEI.La rubrica dice: "Salmi della III domenica. Se la festa cade il 7 gennaio, salmi della II domenica. Se la festa cade l'8 o il 9 gennaio, salmi del lunedì della I settimana". Mi sono detto: "Strano che di domenica dobbiamo dire i salmi di lunedì che poi utilizzeremo domani..."http://www.cattoliciromani.com/images/smileimport/perple.pngSono andato a controllare il calendario liturgico regionale e dice: "All'ora media, salmi della domenica, I settimana".Nell'editio typica invece la seconda parte della rubrica è spiegata meglio (e tradotta male in italiano): "Quando festum Baptismatis Domini celebratur die, QUI IMMEDIATE SEQUITUR DOMINICAM DIE 7 VEL 8 IANUARII OCCURRENTE, psalmi de feria II hebd. I".Quindi attenzione: oggi Salmi della III domenica!!! (oppure della I, tanto è lo stesso salmo, il 117)
    Ultima modifica di marcobo88; 09-01-2022 alle 08:27

  6. #2596
    Moderatore L'avatar di Famulus Mariae
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Diocesi di Milano, Zona Pastorale IV
    Età
    52
    Messaggi
    5,404
    Grazie!!
    Fiat - Zelo zelatus sum pro Domino Deo exercituum. (1 Re 19,14)
    Oremus pro Pontifice nostro Francisco. Dominus conservet eum, et vivificet eum, et beatum faciat eum in terra, et non tradat eum in animam inimicorum eius.


    Pietro è la Roccia, che conferma i fratelli per mandato di nostro Signore Gesù Cristo. Al Romano Pontefice, "nella persona del Principe degli Apostoli, fu affidato, per volere divino, dallo stesso Cristo Signore il supremo compito e il potere di pascere gli agnelli e le pecore, di confermare nella fede i fratelli, di reggere e governare tutta la Chiesa" (Pio IX, Ineffabilis Deus). Alla fine è l'unico di cui non possiamo dubitare, altrimenti non potremmo dirci Cattolici.

    E tra voi, tra il Collegio Cardinalizio, c’è anche il futuro Papa al quale già oggi prometto la mia incondizionata reverenza ed obbedienza. (Benedetto XVI, Saluto di congedo agli Em.mi Signori Cardinali presenti in Roma, Sala Clementina, 28 febbraio 2013)

  7. #2597
    Iscritto
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    N/D
    Messaggi
    96
    Ad una decina di giorni dalla Quaresima, qualcuno sa qualcosa della ristampa del vol. II della LITURGIA HORARUM che era stata messa in commercio l'estate scorsa e poi ritirata? Non mi sembra al momento ancora disponibile...

  8. #2598
    Iscritto
    Data Registrazione
    Aug 2016
    Località
    Torino
    Età
    40
    Messaggi
    159
    Citazione Originariamente Scritto da marcobo88 Visualizza Messaggio
    Ad una decina di giorni dalla Quaresima, qualcuno sa qualcosa della ristampa del vol. II della LITURGIA HORARUM che era stata messa in commercio l'estate scorsa e poi ritirata? Non mi sembra al momento ancora disponibile...
    E' ancora bloccata da una fantomatica ristampa legata al fatto che nell'edizione di settembre sono emersi degli errori e la LEV (!!!) sostiene di non avere notizie certe su quando sarà disponibile.Ora, che un editore non sappia quando lo stampatore (suo fornitore) gli fornirà le copie è al limite dell'assurdo, per cui sotto ci deve essere dell'altro.Anche perché mi aspettavo anche un decreto della CCDVDS, visto che dopo tutto questo tempo (ultima edizione 2000) non può trattarsi di mera ristampa ma di nuova edizione (ad esempio vanno allineate tutte le orazioni alle nuove collette del tempo di Pasqua previste dal Missale Romanum 2002).Comunque per l'edizione lussuosa da 130 euro (ma perché farla?) alcuni siti danno un'uscita al 28 febbraio (chissà se vero)Per l'economica mi han promesso news appena disponibili ma oramai dispero che arrivi in tempo per l'inizio della Quaresima.

  9. #2599
    Partecipante a CR L'avatar di Prosit
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Casa
    Messaggi
    975
    Citazione Originariamente Scritto da spegaudente Visualizza Messaggio
    E' ancora bloccata da una fantomatica ristampa legata al fatto che nell'edizione di settembre sono emersi degli errori e la LEV (!!!) sostiene di non avere notizie certe su quando sarà disponibile.Ora, che un editore non sappia quando lo stampatore (suo fornitore) gli fornirà le copie è al limite dell'assurdo, per cui sotto ci deve essere dell'altro.Anche perché mi aspettavo anche un decreto della CCDVDS, visto che dopo tutto questo tempo (ultima edizione 2000) non può trattarsi di mera ristampa ma di nuova edizione (ad esempio vanno allineate tutte le orazioni alle nuove collette del tempo di Pasqua previste dal Missale Romanum 2002).Comunque per l'edizione lussuosa da 130 euro (ma perché farla?) alcuni siti danno un'uscita al 28 febbraio (chissà se vero)Per l'economica mi han promesso news appena disponibili ma oramai dispero che arrivi in tempo per l'inizio della Quaresima.
    Condivido la tua perplessità. Fortunatamente possiedo un'edizione degli anni '80 ancora in buono stato e continuo ad utilizzare quella. Ho comprato in aggiunta il piccolo libro con le celebrazioni del santorale aggiunte negli ultimi anni. Tuttavia, mi pare che si possa evidenziare una scarsa cura o poca propensione a ripubblicare l'editio typica latina dei testi liturgici. Oltre alla Liturgia horarum, restano introvabili l'Ordo baptismi parvulorum (pubblicato l'ultima volta nel 2003), l'Ordo paenitentiae (pubblicato l'ultima volta nel 1983), l'Ordo unctionis infirmorum (pubblicato l'ultima volta nel 1972) e il De sacra communione et de cultu mysterii eucharistici extra missam (pubblicato l'ultima volta nel 1974).

    Va bene che con la "Traditionis custodes" viene fortemente limitato l'uso della liturgia prima del Concilio Vaticano II, ma almeno si lasci la possibilità di poter reperire i testi liturgici in lingua latina attualmente in vigore. Le mie ipotesi sono due: una legata al fatto che sono pochi coloro che fanno richiesta di questi volumi. Già è tanto se i sacerdoti sanno celebrare in modo appena sufficiente con i testi in lingua volgare, figuriamoci adoperando i testi in lingua latina. L'altra ipotesi è che si abbia una certa reticenza a diffondere testi liturgici in lingua latina, come se in un certo senso pregare con la Liturgia horarum del Concilio Vaticano II fosse cosa diciamo... "pre-conciliare". Lo stesso vale per gli altri libri liturgici.
    "Introibo ad altare Dei, ad Deum qui laetificat juventutem meam..."

  10. #2600
    Iscritto
    Data Registrazione
    Aug 2016
    Località
    Torino
    Età
    40
    Messaggi
    159
    Citazione Originariamente Scritto da Prosit Visualizza Messaggio
    Le mie ipotesi sono due: una legata al fatto che sono pochi coloro che fanno richiesta di questi volumi. Già è tanto se i sacerdoti sanno celebrare in modo appena sufficiente con i testi in lingua volgare, figuriamoci adoperando i testi in lingua latina. L'altra ipotesi è che si abbia una certa reticenza a diffondere testi liturgici in lingua latina, come se in un certo senso pregare con la Liturgia horarum del Concilio Vaticano II fosse cosa diciamo... "pre-conciliare". Lo stesso vale per gli altri libri liturgici.
    Temo la prima che hai detto, purtroppo non ho mai visto un sacerdote con la LH, se non c'è quel bacino produrre un volume che acquistano in pochi di per se non conviene, per quanto la missione di una casa editrice vaticana non dovrebbe guardare solo al mercato.La tua seconda considerazione la vedo al contrario: il non diffondere testi latini "ufficiali" porta automaticamente gli amanti della preghiera nella lingua madre di Romana Chiesa verso il vetus ordo, di cui è facilissimo reperire testi anche di nuova stampa. Del resto la sparizione del vangelo in latino nelle liturgie papali mi sembra che vada in questo senso, io però lo considero un errore perché in questo caso la lingua servirebbe più ad unire che a dividere.

Discussioni Simili

  1. Liturgia delle Ore ambrosiana
    Di Gregorius nel forum Liturgia Ambrosiana
    Risposte: 322
    Ultimo Messaggio: 20-09-2022, 12:30
  2. Liturgia delle ore (Bizantina)
    Di angelus nel forum Liturgie Orientali
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 19-08-2012, 19:16
  3. Liturgia delle Ore
    Di Aloisius Gonzaga nel forum Dizionario Liturgico
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-07-2007, 18:50

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>