Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Poteri del parroco sulle associazioni laicali

  1. #1

    Poteri del parroco sulle associazioni laicali

    E` un quesito un po` complesso, ma quali sono i diritti e i poteri di un parroco nelle associazioni laicali private (es: San. Vincenzo de Paoli) ?
    Io conosco il diritto di vigilanza, ma esistono altri diritti e altri doveri? (es: le puo` chiudere ed aprire a suo piacimento? Possono esisteri senza la sua autorizzazione? ecc.)
    Oltre al CIC esistono altre fonti normative al riguardo? Avete letto libri che descrivono queste problematiche?

    Grazie
    Piero
    /Piero

  2. #2
    Veterano di CR L'avatar di Abaz
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Magna Verona
    Età
    33
    Messaggi
    1,734
    Parlo per esperienza.
    Il parroco nei confronti delle associazioni laicali ha il potere di aprirle e di scioglierle.
    Senza la sua autorizzazione non possono esistere, o perlomeno appoggiarsi alla Parrocchia (e la San Vincenzo che non si appoggia alla Parrocchia mi sembra una cosa assurda, quindi senza autorizzazione non avrebbe motivo di esistere in quella Parrocchia).

    Però non so se questo avvenga per semplice obbedienza alla volontà del parroco o se sia espressamente previsto dal diritto.

  3. #3
    CierRino di diamante L'avatar di Servus Servorum
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Aggius (SS), Diocesi Tempio - Ampurias
    Età
    47
    Messaggi
    16,624
    Faccio parte di una Confraternita plurisecolare e, come previsto anche nello Statuto, la Confraternita dipende e risponde unicamente all'Ordinario Diocesano. Il Parroco è semplicemente il Direttore Spirituale della Confraternita ed ha il diritto/dovere di partecipare alle riunioni dell'assemblea dove può esprimere un voto puramente consultivo!
    Pace e Bene!

  4. #4
    Iscritto
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Località
    roseto degli abruzzi
    Messaggi
    197
    Il diritto canonico a tal riguardo non lo conosco, però reputo opportuno la sua vigilanza in quanto il bene della comunità parrocchiale dovrebbe essere una delle sue priorità!!!

Discussioni Simili

  1. diritti del parroco
    Di lelefantino nel forum Diritto Canonico
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 27-01-2010, 10:54
  2. Il Parroco di Radames
    Di Cardinale Ottaviani nel forum Liturgia Ambrosiana
    Risposte: 41
    Ultimo Messaggio: 25-09-2007, 12:01

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •