Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 23

Discussione: Mons. Fernando Lugo

  1. #1
    Iscritto L'avatar di Basilio
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Bologna
    Età
    64
    Messaggi
    147

    Mons. Fernando Lugo

    Cosa sentiamo di poter dire?

    Fernando Lugo, vescovo di San Pedro, 57 anni, sospeso a divinis, esponente di quella Teologia della Liberazione dell'ex sacerdote brasiliano Leonardo Boff è riuscito a metter fine a 61 anni di dominio del partito Colorado.



    IL PARAGUAY VOLTA PAGINA: ELEGGE LUGO, VESCOVO DEI POVERI
    dell'inviato Maurizio Salvi

    ASUNCION - Non sembra più lo stesso Paraguay. In solo 24 ore la chiara affermazione presidenziale di Fernando Lugo, il vescovo sospeso a divinis vicino alla Teologia della Liberazione e leader di una coalizione di centro-sinistra, ha compiuto il miracolo di rimettere in moto un paese che sembrava rassegnato al suo ruolo di fanalino di coda latinoamericano. Indubbiamente l'Alleanza patriottica per il cambiamento (Apc), nata appena otto mesi fa e che ha ottenuto il 40,82% nelle presidenziali, distanziando di 10 punti il Partito Colorado di Blanca Ovelar (30,72) e di 18 l'Unace dell'ex generale Lino Oviedo (21,98), ha lavorato su un terreno reso fertile dalla crisi del caudillismo 'colorado'.

    Ciononostante, il voto a favore del 'cambio' è stato massiccio e diffuso su tutto il territorio nazionale, e Lugo ha vinto in dieci dei 17 dipartimenti del paese, mentre nel Partito Colorado è cominciato un impressionante regolamento di conti, le cui conseguenze sono ancora imprevedibili. Incontrando i giornalisti nel suo quartier generale, il leader dell'Apc si è presentato oggi con un barattolo di miele in mano, regalatogli da un ammiratore, e sorridendo ha detto: "Questo serve a migliorare la mia voce!". Poi ha assicurato che "il mio governo sarà integrato da persone idonee e oneste, e non ci sarà bisogno di far parte di un partito politico per lavorare nella pubblica amministrazione".

    "E' stato bello - dice riferendosi al risultato elettorale Rosa, una indigena che gestisce un banchetto di prodotti artigianali sulla Plaza de los Heroes - ma adesso bisogna appoggiare Lugo, perché da solo non ce la può fare. Dobbiamo dal basso esercitare pressioni perché si approvino leggi a favore della gente". I paraguaiani hanno trascorso la notte insonne ad Asuncion ed in altre località del paese per festeggiare il risultato elettorale e celebrare l'inizio della fine del 'continuismo' sviluppatosi attorno alla dittatura di Alfredo Stroessner. L'esperienza di Lugo - che si insedia il 15 agosto e che ha già fatto sapere che non si trasferirà nella residenza presidenziale ufficiale Mburuvicha Roga (Casa dela Autorità in lingua guaranì) - sarà sicuramente in salita, perché la sua vittoria non significa immediatamente la trasformazione di uno Stato e di istituzioni che i 'colorados' hanno costruito per i loro fini di potere.

    Per il momento tutto quello che Lugo ha è l'appoggio di una maggioranza relativa di paraguaiani, una eterogenea coalizione formata da forze conservatrici, progressiste e di estrema sinistra, e il sostegno prevedibile di molte nazioni della regione che hanno accolto con entusiasmo la sua vittoria. In Parlamento, nei diversi organismi dello Stato e nella Giustizia, solo per citare alcune aree pubbliche, il futuro governo si troverà con la possibile resistenza dei 'colorados' sconfitti, che non gli renderanno il lavoro facile.

    Le priorità con cui Lugo si dovrà confrontare riguardano la povertà che coinvolge oltre due milioni di persone, un terzo della popolazione, il flusso migratorio che priva il Paraguay delle forze migliori e dei giovani, e soprattutto la riforma agraria, per distribuire la terra ai tanti contadini paraguaiani che ne sono privi. "Per poter fare tutto questo - ha confessato oggi Lugo - dovremo mettere mano ad una riforma della Costituzione nel 2009 che permetta di eliminare istituzioni che non funzionano o che sono incredibilmente ingiuste, come la Corte suprema, per cui la Carta Magna prevede cinque giudici del Partito Colorado e quattro dell'opposizione".
    (ANSA)

  2. #2
    Iscritto L'avatar di Basilio
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Bologna
    Età
    64
    Messaggi
    147


    INTERVISTA
    "Il Manifesto", 4 marzo 2007

    L’ira di Joseph Ratzinger è caduta come una folgore su Asuncion alla fine di dicembre. Con la stessa severità in cui negli anni 80 castigò il teologo della liberazione brasiliano Fernando Boff, il papa - che visiterà il Sudamerica in maggio - ha rifiutato la rinuncia di monsignor Lugo alla carica di vescovo, cosa che implica impedirgli di candidarsi alla presidenza, e attraverso il cardinale Giovanni Battista Re lo ha avvertito che può essere scomunicato.
    Lei è il nuovo Boff della chiesa latinoamericana?
    Non proprio. Ho una sospensione canonica che in qualche modo mi toglie il mio ministero, che è ciò che io avevo sollecitato. E l’ho fatto perché in Paraguay la legge proibisce di candidarsi ai ministri di qualsiasi religione.
    Come giudica il papa?
    Credo che Ratzinger non sia più quello della Teologia della fede, oggi il pontefice deve accentuare il proprio carattere di pastore universale.
    Si considera un religioso della teologia della liberazione?
    Sì, credo che sia stata l’ispirazione più grande della mia formazione. E’ stato l’aiuto scientifico e intellettuale fondamentale delle mie scelte. Credo che la teologia della liberazione e le comunità ecclesiastiche siano strumenti di avvicinamento al popolo e determinano un tipo di prete vicino alla vita di ogni giorno, che non soffre un divorzio tra fede e vita.
    Che cosa le ha lasciato la sua visita in Chiapas?
    Ho avuto la fortuna di stare in Chiapas con tatic (padre, ndt) Samuel Ruiz nel 1995. Quel viaggio mi ha dato una nuova prospettiva della ricchezza interculturale che arriva alla chiesa quando si fa indigena. Credo che il grande sforzo di Samuel abbia lasciato il segno dimostrando che nella vita di questa gente c’è Cristo incarnato, il Cristo salvatore, liberatore

  3. #3
    Iscritto L'avatar di Defensor Fidei
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Venetiae
    Età
    38
    Messaggi
    162
    Posso dire solo che mi fa pena.

  4. #4
    utente cancellato
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Messaggi
    0
    I preti devono fare i preti. La politica la lascino agli altri.

  5. #5
    Fedelissimo di CR L'avatar di Andrea71
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Savigliano (CN)
    Età
    50
    Messaggi
    4,565
    Citazione Originariamente Scritto da Miles Christi Visualizza Messaggio
    I preti devono fare i preti. La politica la lascino agli altri.

    Il problema è che il vescovo in questione è un esponente della Teologia della Liberazione, e per questa teologia la fede è principalmente una questione politica.

  6. #6
    utente cancellato
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Messaggi
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Andrea71 Visualizza Messaggio
    Il problema è che il vescovo in questione è un esponente della Teologia della Liberazione, e per questa teologia la fede è principalmente una questione politica.
    Infatti: quello che dici è tragicamente vero.
    Purtroppo, questo è un errore ampiamente diffuso anche da noi. Infatti credo che la crisi del sacerdozio sia dovuta, tra le altre cose, alla perdita dell'identità sacerdotale: uno che è prete spesso non capisci se è più politico, assistente sociale, agitatore sindacale o se è "pontifex" tra Dio e gli uomini.

    Guareschi fa dire nei suoi libri.... "stupidi uomini! Fanno a gara a stare meglio qui in terra, piuttosto che in Cielo: e non capiscono che se pensassero a stare meglio in Cielo, alla fine starebbero meglio anche su questa terra"....

  7. #7
    Veterano di CR L'avatar di hildegarda
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Roma
    Età
    59
    Messaggi
    1,536
    Per quanto si possa contestare la sua posizione nei confronti della gerarchia ecclesiastica penso che, se veramente ne è sicuro, abbia fatto una buona scelta. Come qualcuno ha detto la teologia della liberazione è una teologia politica, quindi l'ha riportata nel campo suo proprio. L'aver chiesto la sospensione mi pare dimostri a pieno la sua buona fede nei confronti del suo paese. In un sudamerica dove ancora vige la legge del più forte e gli unici governi che si "interessano" dei poveri sono marxisti, vedi Chavez, potrebbe inaugurare una svolta differente, vicino alla gente senza allontanarla da Dio come succede altrove. Anche se a noi può sembrare contestabile, mettendolo nella situazione in cui si trova mi pare che Lugo abbia agito con coerenza e correttezza, cosa che non si può dire di tanti preti che, per ideali molto meno nobili, vedi il buon Sguotti, prentendono dalla Chiesa chissà cosa. Il suo commento sul papa non lo trovo condivisibile, ma sarei contenta di saperne di più, due parole appena si prestano a qualsivoglia interpretazione.
    Mi auguro che se la cavi e porti al suo paese del bene.

  8. #8
    utente cancellato
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Messaggi
    0
    Citazione Originariamente Scritto da hildegarda Visualizza Messaggio
    (...)In un sudamerica dove ancora vige la legge del più forte e gli unici governi che si "interessano" dei poveri sono marxisti, vedi Chavez, potrebbe inaugurare una svolta differente, vicino alla gente senza allontanarla da Dio come succede altrove. (...)
    Non mi sembra che in cinquant'anni Fidel Castro abbia fatto così tanto bene ai poveri... E nemmeno Chavez, che ha diffuso attorno a sè solo odio e corruzione.

  9. #9
    Veterano di CR L'avatar di hildegarda
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Roma
    Età
    59
    Messaggi
    1,536
    Citazione Originariamente Scritto da Miles Christi Visualizza Messaggio
    Non mi sembra che in cinquant'anni Fidel Castro abbia fatto così tanto bene ai poveri... E nemmeno Chavez, che ha diffuso attorno a sè solo odio e corruzione.
    Appunto, fosse mai che lui se la cavi un pochetto meglio...almeno non dovrebbe chiudere la chiese
    NB, le virgolette nel testo avevano un certo significato.....
    soprassiedo su quello che penso di Chavez perchè veramente poco carino da parte di una signora, ma avendo amici venezuelani le notizie che ho sono a dir poco deprimenti.

  10. #10
    utente cancellato
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Messaggi
    0
    Citazione Originariamente Scritto da hildegarda Visualizza Messaggio
    Appunto, fosse mai che lui se la cavi un pochetto meglio...almeno non dovrebbe chiudere la chiese
    Vedi, io sono convinto della sua personale integrità: non credo che si farà corrompere o che agirà in maniera malvagia per tornaconto personale: ma è da dire che la politica è l'arte del possibile, non di quello che idealmente vorremmo. Senza contare che far muovere uno stato richiede una grande conoscenza della macchina amministrativa e burocratica.
    Faccio un esempio semplicissimo. Lugo ha promesso una grande riforma agraria e di dare la terra ai contadini. Proposta ottima e condivisibile. Ma è dimostrato storicamente che non puoi prendere un'azienda, dividerla per 1000 contadini e ottenere gli stessi risultati. Nei primi tempi la produzione cade, perchè un'unica azienda è più efficiente ed ha maggiori economie di scala. Quindi il rischio è che quei 1000 si trovino nella miseria più nera e peggio di prima. Vedremo quello che farà. Io resto della mia idea, i preti facciano i preti.

Discussioni Simili

  1. Mons. Oscar Romero
    Di caravaggio nel forum Storia della Chiesa e Agiografia
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 18-08-2007, 07:26
  2. Mons. Sequeri
    Di Cardinale Tosi nel forum Dottrina della Fede
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 05-04-2007, 15:17

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>