Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 39

Discussione: Diaconato permanente e forma straordinaria del Rito Romano

  1. #1
    Utente Senior L'avatar di Organista Romano
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Domi meae
    Età
    28
    Messaggi
    616

    Diaconato permanente e forma straordinaria del Rito Romano

    Siccome nella scuola che frequento (fratelli delle scuole cristiane) è presente un diacono permanente che, oltre ad insegnare, si occupa della pastorale scolastica, riflettevo se nel Rito Antico un diacono sposato avesse potuto esercitare il suo "ministero".
    Prevedo già che qualcuno mi risponderà "se è stato ordinato diacono è diacono a tutti gli effetti", ma nel VO le norme prescrivono che il diacono deve essere chierico, quindi facente parte del clero, ergo tonsurato: però (nel VO) la condizione di chierico impone anche l'obbligo del celibato a partire dalla tonsura...

    Vi ringrazio per le risposte

  2. #2
    piero.s
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Organista Romano Visualizza Messaggio
    Siccome nella scuola che frequento (fratelli delle scuole cristiane) è presente un diacono permanente che, oltre ad insegnare, si occupa della pastorale scolastica, riflettevo se nel Rito Antico un diacono sposato avesse potuto esercitare il suo "ministero".
    Prevedo già che qualcuno mi risponderà "se è stato ordinato diacono è diacono a tutti gli effetti", ma nel VO le norme prescrivono che il diacono deve essere chierico, quindi facente parte del clero, ergo tonsurato: però (nel VO) la condizione di chierico impone anche l'obbligo del celibato a partire dalla tonsura...

    Vi ringrazio per le risposte
    Non so se ti puo` essere di aiuto, ma il diacono permanente e` un chierico.
    Vi sono delle norme canoniche es. can 236 che consentono ad un diacono permanente di accedere all'Ordine Sacro anche se sposato.
    Ma ti ricordo che puo` essere sposato una sola volta! All'eventuale morte della moglie il diacono permanete non puo` piu` risposarsi.

    Ciao

    Piero

  3. #3
    Utente Senior L'avatar di Organista Romano
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Domi meae
    Età
    28
    Messaggi
    616
    Citazione Originariamente Scritto da piero.s Visualizza Messaggio
    Non so se ti puo` essere di aiuto, ma il diacono permanente e` un chierico.
    Vi sono delle norme canoniche es. can 236 che consentono ad un diacono permanente di accedere all'Ordine Sacro anche se sposato.
    Ma ti ricordo che puo` essere sposato una sola volta! All'eventuale morte della moglie il diacono permanete non puo` piu` risposarsi.

    Ciao

    Piero
    ma per le rubriche o canoni VO un chierico ha diritti e doveri: tra questi v'è il celibato

  4. #4
    piero.s
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Organista Romano Visualizza Messaggio
    ma per le rubriche o canoni VO un chierico ha diritti e doveri: tra questi v'è il celibato
    Nel Codice Canonico attuale il dovere di celibato non e` piu` presente. Se non nei limiti che ti ho precedentemente descritto.

    Ciao
    Piero

  5. #5
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    62,324
    Citazione Originariamente Scritto da Organista Romano Visualizza Messaggio
    ma per le rubriche o canoni VO un chierico ha diritti e doveri: tra questi v'è il celibato
    Il Codice di Diritto Canonico del 1983 vale anche per i fedeli che seguono la forma straordinaria del Rito Romano, non vorrei che tu pensassi che per loro sia ancora in vigore quello del 1917. E, dato che il Codice di Diritto Canonico del 1983 prevede la figura del Diacono permanente uxorato (il già citato Can. 236, ma anche il 1031 §2), ciò vale anche per il VO. Non si tratta di una questione di rubriche liturgiche, ma di diritto canonico. E, in questo campo, Lex posterior abrogat priorem (Can. 20)
    «Vigilate ergo, quia nescitis qua die Dominus vester venturus sit».
    (Matth. 24,42)

  6. #6
    piero.s
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Organista Romano Visualizza Messaggio
    ma per le rubriche o canoni VO un chierico ha diritti e doveri: tra questi v'è il celibato
    Nel Codice Canonico attuale il dovere di celibato non e` piu` presente. Se non nei limiti che ti ho precedentemente descritto. Pertanto le norme precedenti, incompatibili (es: il celibato), vengono di diritto annullate.

    Ciao
    Piero

  7. #7
    piero.s
    visitatore
    Scusa Vox Populi, ma abbiamo detto la stessa cosa in simultanea.... Singolare !

  8. #8
    VTR
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Organista Romano Visualizza Messaggio
    ...riflettevo se nel Rito Antico un diacono sposato avesse potuto esercitare il suo "ministero".
    Il diaconato permanente anche a uomini sposati è stato reintrodotto solamente dal Concilio Vat. II.
    Nel VO, manco ci pensavano lontanamente al diacono sposato.

  9. #9
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    62,324
    Citazione Originariamente Scritto da VTR Visualizza Messaggio
    Il diaconato permanente anche a uomini sposati è stato reintrodotto solamente dal Concilio Vat. II.
    Nel VO, manco ci pensavano lontanamente al diacono sposato.
    Sì, ma attualmente un Diacono permanente potrebbe a pieno diritto svolgere il suo ministero liturgico anche in una celebrazione nella forma straordinaria, in quanto la sua figura è legittimata dal Diritto Canonico.
    «Vigilate ergo, quia nescitis qua die Dominus vester venturus sit».
    (Matth. 24,42)

  10. #10
    VTR
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Vox Populi Visualizza Messaggio
    Sì, ma attualmente un Diacono permanente potrebbe a pieno diritto svolgere il suo ministero liturgico anche in una celebrazione nella forma straordinaria, in quanto la sua figura è legittimata dal Diritto Canonico.
    Si, perfetto ma io rispondevo all'utente che nella domanda si riferiva a prima
    ...riflettevo se nel Rito Antico un diacono sposato avesse potuto esercitare il suo "ministero".
    L'utente non parlava di una celebrazione (oggi) con VO, ma si riferiva a prima.

Discussioni Simili

  1. La mia prima messa nella forma straordinaria del Rito Romano
    Di Fidei Depositum nel forum Liturgie secondo l'Usus Antiquior dei Riti Romano e Ambrosiano
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 21-01-2009, 09:41

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>