Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 3 di 25 PrimaPrima 1234513 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 241

Discussione: Dante Alighieri e la Divina Commedia

  1. #21
    Iscritto L'avatar di Castelbuono
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Castelbuono
    Età
    32
    Messaggi
    455
    L'opera magna della nostra letteratura... non è assolutamente un viaggio reale è una fantasmagorica allegoria...
    io adoro le terzine della Pia

  2. #22
    Iscritto L'avatar di Castelbuono
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Castelbuono
    Età
    32
    Messaggi
    455
    Preghiera soltanto??? è un trattato di teologia

  3. #23
    Iscritto L'avatar di Riastartha
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    Lomellina
    Messaggi
    296
    Chissà perchè risulta difficile credere a quello che lo stesso Dante afferma?
    Come mai parecchi cattolici non prendono neanche in considerazione che una persona possa avere esperienze mistiche?
    Ricordo che a Dante è stata dedicata un'Enciclica e un Motu Proprio.E' stato l'unico laico ad aver avuto un tale onore.

  4. #24
    Iscritto L'avatar di aeneas9
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Ischia
    Messaggi
    275
    Citazione Originariamente Scritto da Riastartha Visualizza Messaggio
    Chissà perchè risulta difficile credere a quello che lo stesso Dante afferma?
    Come mai parecchi cattolici non prendono neanche in considerazione che una persona possa avere esperienze mistiche?
    Ricordo che a Dante è stata dedicata un'Enciclica e un Motu Proprio.E' stato l'unico laico ad aver avuto un tale onore.
    Puoi dirci con maggior precisione l'intestazione di codesta Enciclica e codesto Motu Proprio? Grazie.

  5. #25
    Iscritto L'avatar di aeneas9
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Ischia
    Messaggi
    275
    Come piacerebbe a Gigi Marzullo, mi rispondo da me: l'Enciclica è di Benedetto XV, In praeclara summorum(1921), nel sesto centenario dalla morte; il Motu Proprio è di Paolo VI, Altissimi cantus (1965), nel settimo centenario dalla nascita.

  6. #26
    Iscritto
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    napoli
    Messaggi
    154
    Citazione Originariamente Scritto da aeneas9 Visualizza Messaggio
    Come piacerebbe a Gigi Marzullo, mi rispondo da me: l'Enciclica è di Benedetto XV, In praeclara summorum(1921), nel sesto centenario dalla morte; il Motu Proprio è di Paolo VI, Altissimi cantus (1965), nel settimo centenario dalla nascita.
    Tu però credi che il viaggio di Dante sia realmente avvenuto?

  7. #27
    Iscritto L'avatar di aeneas9
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Ischia
    Messaggi
    275
    Penso di no. Però credo che nel comporre il poema Dante abbia assecondato la volontà di Dio, ossia abbia fatto proprio quel bene che il Signore voleva operare attraverso di lui.
    Conoscevo un anziano sacerdote che si preparò alla morte rileggendosi ( e meditando!) la Commedia.

  8. #28
    Iscritto
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    Genova
    Messaggi
    328
    Il tema del viaggio oltremondano era abbastanza comune all'epoca di Dante, e del resto fu sviluppato, pur in contesto pagano, già da Virgilio. Un antecedente abbastanza importante Dante lo ebbe, per esempio, nell'autore lombardo Bonvesin della Riva con il suo Libro delle Tre Scritture.
    Può essere che il bigbang da cui è scaturita la Divina Commedia sia un'esperienza mistica o qualcosa del genere, questo sì. Ma personalmente - scusate il mio razionalismo - sono convinto che al 95% l'opera sia frutto dell'altissimo ingegno poetico (e non solo) di Dante. Che poi lo Spirito divino lo abbia illuminato, è cosa assolutamente credibile: ma non nel senso di fargli descrivere l'aldilà come effettivamente è, ma in quello di richiamare l'uomo all'amore di Dio e alla consapevolezza che varcato il limite della vita terrena si entra nella sfera del trascendente e dell'eterno.

  9. #29
    Gran CierRino L'avatar di Ismael
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Groningen
    Età
    42
    Messaggi
    8,393
    Citazione Originariamente Scritto da Riastartha Visualizza Messaggio
    Chissà perchè risulta difficile credere a quello che lo stesso Dante afferma?
    Come mai parecchi cattolici non prendono neanche in considerazione che una persona possa avere esperienze mistiche?
    Ricordo che a Dante è stata dedicata un'Enciclica e un Motu Proprio.E' stato l'unico laico ad aver avuto un tale onore.

    Sì ma questo non toglie che la divina commedia sia un'opera letteraria di fantasia. È certamente basata sulla teologia e sulla cosmologia del tempo (come ha diviso l'universo in maniera geocentrica del sistema tolemaico ad esempio) ma non fu un viaggio vero e proprio.

    Può esserew che Dante abbia avuto esperienze mistiche e che queste siano state di influsso sulla sua opera, ma la Divina Commedia rimane comunque una opera letteraria di fantasia a sfondo religioso e morale.


    Che poi lo Spirito Santo abbia contibuito un po all'ispirazione dell'Opera è possibile, visto il grande successo e il grande impatto che ha avuto (e ancora ha).

    Citazione Originariamente Scritto da MaterAEcclesia Visualizza Messaggio
    Tu però credi che il viaggio di Dante sia realmente avvenuto?
    Non credo, non è stato canonizato e non è annoverato tra i mistici.

    Il viaggio di Dante è si un viaggio vero e proprio, ma non fisico, ma allegorico. Dante cerca inoltre di trasmettere diversi messaggi morali e teologici nella sua opera.

  10. #30
    Vecchia guardia di CR
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    Italia
    Messaggi
    2,236
    Citazione Originariamente Scritto da Ismael Visualizza Messaggio

    Il viaggio di Dante è si un viaggio vero e proprio, ma non fisico, ma allegorico. Dante cerca inoltre di trasmettere diversi messaggi morali e teologici nella sua opera.
    esattamente: per farlo realmente, Dante avrebbe dovuto prima morire, il che non è avvenuto, altrimenti non avrebbe potuto scriverla
    mi ricorda il film Marcellino pane e vino dove alla richiesta del piccolo di vedere la madre .....

Discussioni Simili

  1. Santa Faustina Kowalska e la devozione alla Divina Misericordia
    Di Arjuna nel forum Storia della Chiesa e Agiografia
    Risposte: 154
    Ultimo Messaggio: 23-02-2021, 14:16
  2. Provvidenza Divina
    Di Cristiano nel forum Dottrina della Fede
    Risposte: 49
    Ultimo Messaggio: 10-02-2014, 15:30
  3. "La divina commedia": il musical
    Di Organista nel forum Musica ed Arte Sacra
    Risposte: 34
    Ultimo Messaggio: 01-07-2008, 18:44

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •