Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 3 di 5 PrimaPrima 12345 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 47

Discussione: Consiglio Pastorale Parrocchiale: ruolo, norme ed esperienze

  1. #21
    CierRino d'oro
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Chiavari (GE) e Val di Vara (SP)
    Età
    67
    Messaggi
    10,233
    Non mi pare ci sia una legge precisa in proposito. Ritengo giusto che tutto quanto riguarda la vita parrocchiale debba essere deciso da chi effettivamente partecipa alla vita della Parrocchia, a partire dalla S. Messa, e non da chi si fa vedere soltanto quando c'è... da farsi vedere.

    Tuttavia io al posto di quel Parroco avrei esteso la possibilità di votare, previo avviso ai parrocchiani, ai partecipanti a TUTTE le S. Messe prefestive e festive (se ce n'è più di una) ed inoltre avrei organizzato in qualche modo la possibilità di votare anche agli ammalati impediti ad uscire di casa.

  2. #22
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Località
    Limone sul Garda (Bs)
    Età
    43
    Messaggi
    7
    @ ITER PARA TUTUM: concordo sì con quello che hai scritto, ma ritengo che riguardi gli "eleggibili" nel consiglio pastorale. Ritengo però che la possibilità di scegliere, quindi di votare, chi tra i "meritevoli" debba entrare nel consiglio a rappresentanza della comunità, debba essere data a tutti. Perché ( e mi ripeto) la comunità parrocchiale è composta da tutti, altrimenti c'è anche il rischio che diventi una cosa per pochi intimi, una cosa "elitaria".

    Cmq. se non esiste una regolamentazione a riguardo, in caso di contestazioni o lamentele, dipende tutto dal Vescovo e dalle sue eventuali decisioni.

    Grazie a tutti per le risposte.

  3. #23
    Nuovo iscritto L'avatar di Un Cavaliere
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    nei luogi dei Romanzi Cortesi
    Messaggi
    26
    Da quello che descrivi, sembra che il parroco volesse escludere alcuni, che ipotizzava non avrebbero partecipato. E' inutile in tali casi cercare una norma del diritto canonico al quale appellarsi! Forse è meglio prendere atto della situazione e trarre le dovute conclusioni, mostrando saggezza e buon senso.

    Ad ogni modo, per questo genere di cose, basta organizzare l'incontro in una data ed un orario prestabiliti... Anche in giorni feriali... o in serata...
    Stiamo parlando di "politica interna" ed in questo senso, il parroco avrebbe potuto/dovuto "moderare" e organizzare la votazione venendo incontro alle esigenze dei consiglieri, nel limite del possibile. Sembra invece che i rapporti tra alcuni consiglieri ed il parroco non fossero cristallini e soprattutto che non vi sia stata solidarietà tra gli stessi membri del consiglio, che avrebbero potuto proporre di rimandare la votazione. La sensazione è che il blitz fosse intenzionale.

    Nulla che riguardi un'inflessibile normativa in merito...che pare non esserci.
    Ultima modifica di Un Cavaliere; 17-04-2010 alle 22:58

  4. #24
    Iscritto
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    -
    Età
    55
    Messaggi
    328
    Verifica in diocesi: dovrebbe esistere un decreto vescovile degli anni 80 o più recente che fa da "legge quadro" per il CPP. In ogni caso la prassi che vedo in Italia è che si vota a fine messa in chiesa, con il semplice invito a non votare a chi è in quella chiesa solo occasionalmente (es. turisti). Mi pare sensato cmq pensare che vota per il CPP chi partecipa effettivamente alla vita della parrocchia. Capirei al massimo l'estensione del voto ai malati/anziani che cmq sono in "comunione" con la vita parrocchiale. L'elezione da parte di altri che compaiono solo per l'occasione non mi pare sensata: che ne sa della vita parrocchiale chi non viene a messa la domenica? Non mi pare che così si riservi il voto all' "élite": mi pare che sia coerente con il concetto di chiesa che nasce e si manifesta attorno all'eucaristia fonte e culmine di tutta la vita della Chiesa.

  5. #25
    Iuris Utriusque Doctor
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,250
    Citazione Originariamente Scritto da alexbenax Visualizza Messaggio
    Verifica in diocesi: dovrebbe esistere un decreto vescovile degli anni 80 o più recente che fa da "legge quadro" per il CPP. In ogni caso la prassi che vedo in Italia è che si vota a fine messa in chiesa, con il semplice invito a non votare a chi è in quella chiesa solo occasionalmente (es. turisti). Mi pare sensato cmq pensare che vota per il CPP chi partecipa effettivamente alla vita della parrocchia. Capirei al massimo l'estensione del voto ai malati/anziani che cmq sono in "comunione" con la vita parrocchiale. L'elezione da parte di altri che compaiono solo per l'occasione non mi pare sensata: che ne sa della vita parrocchiale chi non viene a messa la domenica? Non mi pare che così si riservi il voto all' "élite": mi pare che sia coerente con il concetto di chiesa che nasce e si manifesta attorno all'eucaristia fonte e culmine di tutta la vita della Chiesa.

    Concordo.

  6. #26
    Gran CierRino di Platino e Diamanti L'avatar di sere85
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    provincia Brescia
    Età
    36
    Messaggi
    10,163
    Riprendo questa discussione per non aprirne una nuova dal medesimo titolo e non per contraddire Vox (ed il Papa emerito)

    ma...

    secondo voi i consigli pastorali parrocchiali hanno davvero una qualche utilità?
    La risposta dovrebbe essere più o meno "aiuta il parroco ad avere più rapporto con i fedeli ed a prendere decisioni condivise" ma in concreto che prende le decisioni è il parroco (l'ultima parola e la decisione spetta al parroco nominato dal Vescovo, più o meno così ci è stato detto una volta durante predica) e quindi, a che pro?
    Oltretutto mi sembra una mezza farsa. Se le percentuali (come credo) degli eletti sono quelle ovunque il parroco avrà sempre la maggioranza, per esempio da me su 9 membri 4 sono scelti dal parroco e 5 eletti...
    Domani non andrò a votare (non per protesta, ma perchè ho altro da fare) ma non mi sembra una grande perdita

    Premetto di aver sempre abitato in una parrocchia molto piccola magari con più persone è diverso....

  7. #27
    CierRino d'oro
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Chiavari (GE) e Val di Vara (SP)
    Età
    67
    Messaggi
    10,233
    Parlo per quanto riguarda la mia personale esperienza (di qualche Consiglio Pastorale ho anche fatto parte); chi ha vissuto esperienze diverse avrà magari impressioni diverse.
    Intanto va detto che secondo il Diritto Canonico attuale (che però non è irreformabile) l'istituzione del Consiglio Pastorale Parrocchiale non è obbligatoria, ed anche dove è stato istituito le sue deliberazioni hanno valore solo consultivo, il Parroco non è obbligato a seguirle.
    Diverso sarebbe se il Consiglio Pastorale fosse obbligatorio e le sue deliberazioni fossero effettivamente vincolanti; questa cosa non è in linea con le norme attuali, ma neanche va contro alcun Dogma di Fede, perché non intacca le prerogative irreformabili dei Ministri Ordinati.


    Ciò premesso, le mie esperienze sono state quasi sempre negative, principalmente a causa di false applicazioni del Concilio (facendogli dire cose che i Padri Conciliari nemmeno si sono sognate). Per quanto mi riguarda, il fondo lo abbiamo toccato in una comunità in cui ero catechista ed animatore di liturgia, quando il parroco, in nome del Concilio, ha soppresso l'Adorazione Eucaristica, con voti quasi unanimi del consiglio. Solo a fatica, e dopo essermi rivolto al Vescovo, sono riuscito in quell'occasione ad ottenere che almeno venisse ufficializzato il mio voto contrario, l'unico.


    Attualmente nelle diverse parrocchie con cui ho a che fare non c'è più alcun Consiglio Pastorale.

  8. #28
    Moderatore epifanico L'avatar di Atanvarno
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Giussano
    Età
    33
    Messaggi
    2,241
    In primo luogo - andando brevemente off topic - esprimo il mio doloroso stupore per i fatti riportati da ITER PARA TUTUM.

    Personalmente penso che il Consiglio debba servire proprio a... consigliare, visto che alla fine è il parroco che decide. Voglio dire che, siccome un parroco non può vedere tutto (specie nelle realtà complesse come le Comunità Pastorali) è giusto che ci siano momenti in cui qualcuno può far notare problemi e difficoltà. Certo dipende anche dalla disponibilità del parroco e dal suo carattere (oltre che dal suo rapporto più o meno buono con la comunità). Se anche, alla fine, è lui che decide, può lasciare margini più o meno ampi di discussione su alcuni argomenti. Non so, non ho mai fatto parte del consiglio (anche se quest'anno sono tra i candidati): qualche dubbio ce l'ho anche io, ma spero possa essere una buona occasione. Sempre che venga eletto.

    Nella mia comunità pastorale i membri eletti sono molti, 24 persone(e anche i candidati non sono pochissimi), mentre non ho capito bene quanti saranno - quest'anno i membri eletti dal parroco oltre a quelli "di diritto" e rappresenteranno equamente le varie componenti della comunità.
    O Signore, dai a ciascuno la sua morte. La morte che è il frutto di quella vita in cui aveva amore, senso e necessità (R. M. Rilke)

  9. #29
    Fedelissimo di CR L'avatar di Cavalier
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Località
    Italia
    Messaggi
    3,527
    Citazione Originariamente Scritto da Atanvarno Visualizza Messaggio
    Personalmente penso che il Consiglio debba servire proprio a... consigliare, visto che alla fine è il parroco che decide. Voglio dire che, siccome un parroco non può vedere tutto (specie nelle realtà complesse come le Comunità Pastorali) è giusto che ci siano momenti in cui qualcuno può far notare problemi e difficoltà.

    Esatto.

    Per esempio, noi siamo circa 8.000 anime e abbiamo un consiglio di 30 parrocchiani. Ovvero i diaconi, più i rappresentanti di ogni "zona" della parrocchia, rappresentanti delle varie pastorali (sociale, familiare, giovanile, etc...), delle realtà associative attive (AC, AGESCI, ANSPI, etc...), della catechesi, della Caritas, etc...Ognuno riferisce problemi, necessità e proposte.

    Alla fine è solo il parroco che decide, questo è vero, ma per me il consiglio è utile non solo per "consigliare", ma anche per avere tutte queste persone nella stessa stanza così da avere una maggiore visione di insieme della parrocchia. Poi, e qui parlo per esperienza, bene e spesso è la "fiera delle coltellate alla schiena", ma penso dipenda più dalle persone che dal concetto in se di consiglio.

  10. #30
    Moderatore Ecumenico L'avatar di DenkaSaeba25
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Italia
    Età
    39
    Messaggi
    13,971
    Citazione Originariamente Scritto da ITER PARA TUTUM Visualizza Messaggio
    Diverso sarebbe se il Consiglio Pastorale fosse obbligatorio e le sue deliberazioni fossero effettivamente vincolanti; questa cosa non è in linea con le norme attuali, ma neanche va contro alcun Dogma di Fede, perché non intacca le prerogative irreformabili dei Ministri Ordinati.
    Più che altro perchè il parroco è responsabile legale della parrocchia. Se il CPP avesse un valore più che solamente consultivo si dovrebbe cambiare la legge e renderlo la "faccia" della parrocchia.

    Ma, visto le esperienze poco edificanti che ci sono state in Belgio ed Olanda - anche se ormai qualche anno fa -, dubito che si cambierà questo aspetto.
    Securus iudicat orbis terrarum

Discussioni Simili

  1. Elezioni del Consiglio Parrocchiale Parrocchiale
    Di teofilo nel forum Diritto Canonico
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 27-03-2011, 10:12
  2. Domicilio Diocesano O Parrocchiale
    Di charlie nel forum Diritto Canonico
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 14-03-2008, 20:09

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •