Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 8 di 8 PrimaPrima ... 678
Risultati da 71 a 79 di 79

Discussione: Dimissioni del Papa per malattia e infermità

  1. #71
    Iscritto
    Data Registrazione
    Dec 2014
    Località
    provincia di Salerno
    Età
    35
    Messaggi
    363
    Citazione Originariamente Scritto da ******* Visualizza Messaggio
    Secondo molti, la lettera di dimissioni fu scritta dal cardinale Benedetto Caetani.
    e il fatto che la lettera fu scritta da questo cardinale significa che quel papa venne costretto da qualcuno a dimettersi contro la sua volontà?

  2. #72
    Bannato
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Età
    38
    Messaggi
    43,267
    Citazione Originariamente Scritto da YESHUA RE DEI RE. Visualizza Messaggio
    e il fatto che la lettera fu scritta da questo cardinale significa che quel papa venne costretto da qualcuno a dimettersi contro la sua volontà?
    Mi pare ovvio. San Celestino V fu un martire.

  3. #73
    Partecipante a CR L'avatar di Gaudium et Spes
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    a casa mia
    Messaggi
    572
    A me non pare ovvio per nulla. Celestino V si rivolse al card. Caetani perché era il più grande canonista dell'epoca e non voleva sbagliare circa la validità del proprio atto di rinuncia. Poi il card. Caetani fu eletto papa con il nome di Bonifacio VIII, ma gli storici non sono concordi sulla leggendaria negatività della sua figura.

  4. #74
    Moderatore L'avatar di Carbonate
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Carbonate
    Messaggi
    8,387
    Citazione Originariamente Scritto da ******* Visualizza Messaggio
    Secondo molti, la lettera di dimissioni fu scritta dal cardinale Benedetto Caetani.
    Io sapevo che il Card. Caetani supportò Papa Celestino nella sua scelta di rinunciare al Pontificato (certo, non facciamo le "verginelle" candide e pure: probabimente si prodigò così tanto anche perchè sapeva bene di avere ottime probabilità di prenderne il posto ) aiutandolo nei passi formali - forse anche nella stesura materiale della lettera: il fatto che il Card. Caetani fosse certamente più esperto di diritto canonico e della "vita di curia" rispetto a Papa Celestino, che invece aveva sempre vissuto da semplice monaco, lo rende plausibile - ma che la scelta di fondo fosse stata comunque del Pontefice.

    Citazione Originariamente Scritto da YESHUA RE DEI RE. Visualizza Messaggio
    e il fatto che la lettera fu scritta da questo cardinale significa che quel papa venne costretto da qualcuno a dimettersi contro la sua volontà?
    Dipende. Se anche la lettera è stata scritta materialmente da un'altra persona ma con il consenso libero dell'interessato direi proprio di no.

    In ogni caso credo che fare ipotesi su un fatto del 1200 ragionando secondo la mentalità attuale sia pressochè inutile: con Celestino V siamo in un'epoca in cui la concezione umana del Papato era profondamente diversa da quella del nostro tempo. Il trono di Pietro era, essenzialmente, il trono di un regno - per altro uno dei più prestigiosi d'Europa vista l'importanza avuta dalla Chiesa in quegli anni - che veniva regolarmente conteso dagli esponenti di tre o quattro famiglie nobili, spesso oggetto di trattative che con la fede poco avevano a che fare...

    Insomma: che ci potessero essere "intrighi di palazzo" a quell'epoca è abbastanza plausibile e, alla fine, nella cronotassi ufficiale nessuno ritiene o ha mai ritenuto Papa Bonifacio un Pontefice illegittimo, anche perchè non fu contemporaneo a nessun "antipapa" che potesse metterne in discussione l'autorità.

  5. #75
    Saggio del Forum
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Messaggi
    10,314
    Citazione Originariamente Scritto da ******* Visualizza Messaggio
    Secondo molti, la lettera di dimissioni fu scritta dal cardinale Benedetto Caetani.
    Le dimissioni furono pronunciate a voce da Celestino di fronte ai cardinali, non scritte su una fantomatica lettera. Inoltre è probabile che il Caetani avesse aiutato il Papa a scrivere il testo del discorso, ma non per indurlo a farlo, ma semplicemente perchè fu Celestino a chiedere consiglio al Caetani in quanto questi era uno dei maggiori canonisti dell'epoca (e cercò di sconsigliare Celestino a dimettersi).
    Sulla vicenda consiglio la lettura di questo libro.

  6. #76
    Moderatore L'avatar di Carbonate
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Carbonate
    Messaggi
    8,387
    Citazione Originariamente Scritto da ******* Visualizza Messaggio
    Mi pare ovvio. San Celestino V fu un martire.
    La Chiesa lo venera come confessore, non come martire.
    Inoltre fu lo stesso Bonifacio VIII - che pure non fu uno stinco di santo - a introdurne il processo di canonizzazione.

  7. #77
    Saggio del Forum
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Messaggi
    10,314
    Citazione Originariamente Scritto da ******* Visualizza Messaggio
    Mi pare ovvio. San Celestino V fu un martire.
    Assolutamente no. Nel suo processo di canonizzazione la Francia cercò in ogni modo di far passare il martirio di Celestino, ma la Chiesa ha sempre rifiutato questa tesi. Proprio Clemente V (che pure era francese) istituì una commissione per indagare esattamente le cause della morte di Celestino e alla fine dovette concludere che non venne in alcun modo perseguitato né tanto meno martirizzato e scagionò Bonifacio da ogni presunta colpa. Infatti San Celestino è ricordato solo come Papa e non come martire! Fu poi la propaganda francese a fare in modo che i posteri lo ricordassero come tale (e a quanto ci sono riusciti molto bene, visto che ancora oggi molti ne sono convinti...).

  8. #78
    Bannato
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Età
    38
    Messaggi
    43,267
    Martire nel senso di povera vittima, non martire come testimone della fede (san Lorenzo, san Callisto ecc.).

  9. #79
    Cronista di CR L'avatar di PaoVac
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Archidioecesis Taurinensis
    Età
    47
    Messaggi
    7,941
    riprendo dal blog di Magister http://magister.blogautore.espresso....e-nuove-norme/ la notizia della creazione di una piattaforma di condivisione di proposte fatte da canonisti, teologi e studiosi in genere su due argomenti molto spinosi, la sede impedita e la condizione del Papa emerito, sicuramente interessante https://www.progettocanonicosederomana.com/ verrà poi redatta una proposta da presentare al Pontefice regnante
    Quid quaeritis viventem cum mortuis? (Lc 24, 5)

Discussioni Simili

  1. Il Papa è stipendiato?
    Di marcobo88 nel forum Diritto Canonico
    Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 21-12-2007, 11:17
  2. NEW: Intervista del Papa
    Di Franciscus parvulus nel forum Principale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 21-10-2007, 19:06
  3. Primo Papa
    Di JHS nel forum Principale
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 09-06-2007, 14:09

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •