Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 5 di 15 PrimaPrima ... 34567 ... UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 147

Discussione: Il tradimento di Giuda

  1. #41
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    771

    In difesa di Giuda

    Citazione Originariamente Scritto da Nistasio Visualizza Messaggio

    Gentile Lino stavolta cerco di stare aderente alla scrittura, ma prima faccio una precisazione riguardo quel tuo saggio in cui non hai mai scritto che Giuda e satana perseguono lo stesso ideale: infatti hai scritto quanto riporto:"...proposizione conclusiva della precedente dove Giuda deve fare perché si è accordato con la volontà di Satana. " Forse l'ho interpretata male...

    In conclusione, caro Lino, capisco che mi è difficile prendere le difese di Giuda,quando Gesù dice "Uno di voi è un diavolo" cioè è uno che mi è contrario ,avverso come per un momento lo è stato anche Pietro...
    Laggo solo ora e ti rispondo, gentile Nistasio.
    Il titolo di quel saggio, in realtà, è un paradosso giacché esso è a lato della comune opinione. Come avrai potuto notare, Giuda è trattato molto male, perché mettere il Signore alla prova - perlomeno nell'ebraismo - è un peccato gravissimo. Migliore, però, questa mia accusa piuttosto che l’altra con la quale l’Iscariota è ridotto a bestia priva di libero arbitrio, a un animale costretto alla consegna di Gesù per fare adempiere il disegno, come lo considerano in tanti cattolici. Da questo punto di vista, e solo da questo punto di vista, io difendo Giuda riconoscendogli la libertà di azione donata da Dio a ogni uomo e, soprattutto, io rispetto Dio, giacché Egli è fedele alle promesse e mai si sarebbe rimangiato il libero arbitrio concesso a Adamo.

    Comunque la si metta, i piani letterali concernenti Giuda sono pieni di contraddizioni. Questo, però, non è un'anomalia nella lettera dei Vangeli, dove sovente le contraddizioni si sciolgono sul piano del simbolo. Valore miserrimo dei trenta denari a parte - che magnifica somma! - ci si rende conto che (anche sul piano teologico) non è alla Passione e alla Croce che Satana poteva essere interessato? Che il suo desiderio il diavolo l'aveva espresso chiaramente, auspicandosi nelle tentazioni sia un Messia regale sia l'intervento delle potenze divine in favore di un simile Messia? E Giuda, nel quale entra Satana, che agisce spinto da Satana, perché doveva pensarla diversamente?

    La settimana scorsa ho avuto una piccola disputa verbale col bravo professor Gnerre, il quale in una sua conferenza ha commesso - a mio modesto avviso – lo sbaglio di affermare che gli evangelisti raffigurano gli apostoli come vigliacchi perché questi abbandonano Gesù. Gli ho fatto notare che dopo una sconfitta sempre i seguaci abbandonano i leader e si disperdono, senza che questo possa significare che i seguaci, che tante battaglie hanno sostenuto, siano vili. I seguaci che abbandonano, quasi sempre, sono semplicemente delusi Quegli apostoli, forse, veramente speravano tutti nell'intervento delle potenze divine. Giuda, nella mia lettura, è colui che cerca di mettere alle strette il Signore e i suoi angeli. Con questa lettura perlomeno si motivano il senso simbolico dei trenta denari, il bacio, l'appellativo di "Maestro", la restituzione dei soldi, il suicidio, l'acquisto di un campo "per seppellire gli stranieri". E si comprende perché un uomo che gestiva una doviziosa borsa possa mettere a rischio i suoi "prelievi" per la miseria di trenta denari che, però, simboleggiano il riscatto di una schiava.
    Un caro saluto.
    Ultima modifica di lino; 29-04-2010 alle 15:43

  2. #42
    Iscritto L'avatar di domingo7
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Chiavari
    Età
    63
    Messaggi
    323

    Giuda....forse solo una pedina...

    Tutta la Sacra Scrittura insegna che “Dio vuole misericordia e non sacrificio, conoscenza e non olocausti” (Osea 6,6 e Matteo 9,13). Per lunghi secoli, il buon Dio tentò di salvare l’umanità in modo amorevole, paterno ed incruento, ma la ferocia e la follia dell’uomo resero vani tali tentativi. Sicuramente il peccato originale fu un’offesa infinita recata all’infinito amore di Dio.

    L’umanità peccò di furto, di superbia e di grave incredulità nei confronti del creatore. Adamo ed Eva prestarono fede alle menzogne del tentatore, lasciandosi convincere del fatto che Dio non fosse un padre infinitamente buono e amorevole ma un despota crudele, egoista e geloso del suo potere.

    In pratica, i nostri progenitori accettarono di condividere le infamie a cui, nel segreto, il demonio aveva sempre creduto. Nessuna offerta riparatrice e nessun sacrificio avrebbero potuto ristabilire la fiducia originale tra la terra ed il cielo. Ma Dio amò tanto il mondo da mandare il suo Figlio Unigenito, affinché chiunque avesse creduto in lui non morisse, ma avesse la vita eterna. Dio non ha mandò il Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo si salvasse per mezzo di lui.

    Gli uomini preferirono però le tenebre alla luce, perché le loro opere erano malvagie. La parabola dei vignaiuoli omicidi (Matteo 21,33-44) sembra mostrare che la croce fu una scelta obbligata, imposta non dall’amore di Dio verso la sofferenza ma dalla malvagità umana e dall’ostinato rifiuto della Parola di Dio, dell'annuncio dei Profeti e del Messaggio di Cristo. La parabola del banchetto nuziale (Matteo 22,1-14) pare insegnare poi come Dio non abbia inviato suo Figlio nel mondo per per immolarlo sulla croce ma per celebrare le nozze messianiche con il popolo d'Israele, per ristabilire un'alleanza eterna con tutta l'umanità e per inaugurare un regno glorioso su tutto il creato (Daniele 2,44; Daniele 7,27; Daniele 12,1-2).


    Il rifiuto ostinato del Salvatore cambiò brutalmente il corso della storia, obbligando Gesù a seguire la via del Calvario. Sembra pertanto logico concludere che non è tanto Dio che avrebbe potuto salvare diversamente l’uomo, ma piuttosto l’uomo che avrebbe potuto salvarsi in modo differente, accettando Cristo, il suo Regno ed il suo Vangelo……


    Tutte le profezie dell'Antico Testamento lasciavano aperta anche la possibilità dell'accettazione del Redentore, Redentore che prudentemente venne con potenza di segni e di miracoli, in un tempo in cui la pena di morte era stata inibita al popolo ebraico....

    Ci volle pertanto proprio l'ispirazione del demonio per farlo crocifiggere per motivi politici dal potere romano....proprio quando il potere ebraico era impossibilitato ad applicare la legge mosaica ...

    Giuda fu pertanto solo una pedina di un disegno diabolico di grandissimo respiro…..

    Vista l’impossibilità di dividere il Padre dall’umanità del Figlio con le tentazioni (e di costruire così un potentissimo impero temporale nel mondo), Satana il Diavolo escogitò il modo di aggirare il blocco alla pena di morte messo dai romani al popolo ebraico ….probabilmente convinto di potersi così liberare definitivamente dal pericoloso Messia…..e qui ci volle un'intelligenza che il povero Giuda quasi sicuramente .....non aveva....
    Ultima modifica di domingo7; 29-04-2010 alle 16:17 Motivo: integrazione

  3. #43
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    771
    Citazione Originariamente Scritto da domingo7 Visualizza Messaggio

    Ci volle pertanto proprio l'ispirazione del demonio per farlo crocifiggere per motivi politici dal potere romano....proprio quando il potere ebraico era impossibilitato ad applicare la legge mosaica ...
    Dunque, domingo7, a tuo avviso l'intelligentissimo Satana desiderava la Passione e Morte di nostro Signore? Da dove lo evinci, nelle Scritture?

    P.S.
    La risposta m'interessa perché in essa c'è il cardine di ogni altro ragionamento, assodato che Giuda operò avendo in sé Satana
    Ultima modifica di lino; 29-04-2010 alle 16:37

  4. #44
    Iscritto L'avatar di domingo7
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Chiavari
    Età
    63
    Messaggi
    323

    Carissimo Lino

    Dunque, domingo7, a tuo avviso l'intelligentissimo Satana desiderava la Passione e Morte di nostro Signore? Da dove lo evinci, nelle Scritture?

    Non sono teologo e quindi potrei sbagliare...

    Satana volle la morte dei nostri antenati carnali Adamo ed Eva
    ed è facilissimo che intendesse far fuori il nostro antenato spirituale Gesù Cristo...

    Cristo lo chiamo infatti omicida e padre della menzogna...


    Egli è stato omicida fin da principio e non ha perseverato nella verità, perché non vi è verità in lui. Quando dice il falso, parla del suo, perché è menzognero e padre della menzogna [Giovanni 8,44]

  5. #45
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    771
    Citazione Originariamente Scritto da domingo7 Visualizza Messaggio
    Non sono teologo e quindi potrei sbagliare...

    Satana volle la morte dei nostri antenati carnali Adamo ed Eva
    ed è facilissimo che intendesse far fuori il nostro antenato spirituale Gesù Cristo...

    Cristo lo chiamo infatti omicida e padre della menzogna...


    Egli è stato omicida fin da principio e non ha perseverato nella verità, perché non vi è verità in lui. Quando dice il falso, parla del suo, perché è menzognero e padre della menzogna [Giovanni 8,44]
    Io la penso diversamente, caro Domingo. Qualora si ritenga che Satana abbia voluto la croce di Cristo, allora bisogna considerarlo stupidissimo, privo di quell'intelligenza malvagia che normalmente gli è accreditata. Gesù, infatti, aveva detto:
    "Io, quando sarò elevato da terra, attirerò tutti a me». Questo diceva per indicare di qual morte doveva morire" (Gv 12,32-33). Satana, allora, desiderando la morte di Gesù, avrebbe desiderato il compimento del disegno dell'ultima ora. Nemmeno io sono un teologo ma mi pare che teologicamente non regga.
    A Pietro, d'altra parte, che aveva protestato contro l'idea dell'uccisione, Gesù risponde: «Lungi da me, satana! Tu mi sei di scandalo, perché non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini!» (cfr. Mt 16,23). Satana è il principe di questo mondo, il suo pensiero è quello degli uomini.
    La Passione e Morte di Cristo per volontà di Satana non regge. Ben altro desiderava Satana e, in fondo, i suoi desideri li aveva espressi bene. Nè ha senso ipotizzare che Satana non riconoscesse in Gesù Iddio, e quindi la Sua facoltà di risorgere. Per conseguenza, allora, Satana avrebbe desiderato tutto ciò che è salvezza per l'uomo.

    Per coerenza con l'episodo della possessione di Giuda nell'Ultima Cena, la stessa volontà di Satana deve possedere Giuda.

  6. #46
    Iscritto L'avatar di domingo7
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Chiavari
    Età
    63
    Messaggi
    323

    Carissimo Lino

    Ben altro desiderava Satana e, in fondo, i suoi desideri li aveva espressi bene. Nè ha senso ipotizzare che Satana non riconoscesse in Gesù Iddio, e quindi la Sua facoltà di risorgere
    Posso sicuramente sbagliarmi ma Satana tentò di uccidere fisicamente Gesù invitandolo a gettarsi dal monte con la scusa che secondo il Salmo 90 il giusto sarebbe stato soccorso dagli angeli di Dio e tentò di ottenere il suicidio spirituale di Cristo invitandolo ad adorare il Principe maligno di questo mondo....

    Quanto poi alla capacità di comprendere il mistero dell'incarnazione, Satana ebbe grosse difficoltà, anche se forse riuscì ad intuire qualche cosa....prova ne è che invitò Cristo ad un miracolo senza possibilità di giochi di prestigio: la trasformazione delle pietre in pani .... in pieno deserto...

    Sulla capacità di resurrezione, anche riconoscendo in Cristo il mistero del Dio fatto uomo, Satana rischiò il tutto per tutto.....è probabile che pensasse che se era Dio non sarebbe neppure morto, scendendo dalla croce su invito della folla....

    La morte, di cui Satana era principe e signore, gli sembrò sicuramente un laccio tanto potente da non lasciar spazio a nessuna prospettiva di liberazione.....

  7. #47
    utente cancellato
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    1,397
    Scusate se m'intrufolo nel vostro dialogo.
    Secondo me, se Satana sceglie Giuda tra i Dodici, ciò vuol dire che le intenzioni di Giuda erano affini a quelle del Maligno. Affini, non per forza uguali. Satana è il Male personificato, mentre Giuda è uno degli Apostoli, che seguiva Gesù: quindi questo mi fa pensare che i loro sentimenti avessero solo qualcosa in comune, ma fossero diversi.
    Neanch'io sono teologa e nessuno potrà dirci come realmente andarono le cose nel cuore di Giuda e nella mente di Satana (poiché, sempre secondo me, non sbaglio a dire che Satana non ha un cuore).

    Il Maligno vuole con tutte le sue forze la perdizione dell'umanità. Non può combattere contro Dio, ma allo stesso tempo può combattere con l'Uomo-Dio, cioé Gesù, che avendo accettato di venire al mondo assumendo natura umana, è passibile di tentazione come tutti gli uomini "normali". Nel deserto, infatti, Satana combatte con Gesù: ricordo che nel film Jesus, il demonio intima a Gesù di spogliarsi della natura divina (se Gesù non vi avesse rinunciato, sarebbe stato inattaccabile, no?). Non so se questa idea sia teologicamente valida, ma effettivamente un combattimento ad armi pari poteva verificarsi tra un uomo e il Maligno, poiché tra Dio e il Maligno non vi è proprio possibilità di scontro, dato che il diavolo, per quanto superbo, è sottomesso a Dio.
    Spero anche qui di non aver detto una castroneria.

    A questo punto, con Gesù-uomo dinanzi a lui, il diavolo tenta in tutti i modi di vincere su Dio con i tranelli che conosciamo. Ma Gesù resiste, e il diavolo si propone di tornare ancora, "al momento opportuno".
    Satana dunque sapeva che Gesù avrebbe dovuto patire una morte terribile, e ordisce il suo piano per coglierlo di nuovo nella sua normalissima debolezza umana: per fare questo si serve di Giuda, tentandolo. E Giuda si lascia tentare e fa quello che Satana gli ispira: probabilmente Giuda aveva un altro intento, forse voleva costringere Gesù a manifestare la sua gloria, forse si aspettava un capo militare o un re sfolgorante, e pensa che mettere Gesù dinanzi ad un "fatto compiuto" l'avrebbe smosso e, appunto, costretto a manifestarsi. Questo lo voleva anche Satana, ma con lo scopo - che Giuda forse non poteva nemmeno pensare - di allontanare definitivamente la Salvezza dall'umanità.

    Il momento opportuno è quello del Getsemani: ancora un deserto, peggiore del primo, ancora più buio e terribile, aggravato dall'abbandono (inconsapevole) degli Apostoli. E Satana fa leva, lentamente ed inesorabilmente, sulla paura di Gesù, sul dolore, sulla sua tristezza mortale. Posso quindi arrivare ad affermare che Satana bramava la Passione di Gesù, come mezzo per arrivare alla sua salvezza e all'incoronazione definitiva di principe del mondo, senza interferenze: lui è l'essere che tutto capovolge, e quindi non mi stupirei affatto che avesse pensato alla blasfemia più grande di tutte, cioé usare la Passione di Cristo come mezzo che cancella ogni possibilità di salvezza all'uomo e la garantisce solo al Male!
    Mentre Giuda, forse, ritiene che consegnare Gesù al sinedrio significhi farGli manifestare la sua potenza una volta per tutte. In questo la volontà di Giuda è quella più affine a quella del Maligno, che "entra in Giuda" e lo convince ancor di più che quello che sta facendo è giusto, nascondendo - lui, principe della menzogna - i suoi veri fini sotto altri scopi (la liberazione di Israele).

    In definitiva, credo che Satana volesse evitare a tutti i costi la Morte di Gesù e dunque la Sua Resurrezione, ma non la Sua Passione, che, anzi, avrebbe potuto portare l'uomo-Gesù a rifiutare la Sua Missione. Per fare questo, Satana si è servito di chi aveva un piano simile al suo, anche se solo in apparenza.

    Scusate il papiro.

  8. #48
    Iscritto L'avatar di domingo7
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Chiavari
    Età
    63
    Messaggi
    323

    Thumbs up Carissima Ester 80

    Giuda si lascia tentare e fa quello che Satana gli ispira: probabilmente Giuda aveva un altro intento, forse voleva costringere Gesù a manifestare la sua gloria, forse si aspettava un capo militare o un re sfolgorante, e pensa che mettere Gesù dinanzi ad un "fatto compiuto" l'avrebbe smosso e, appunto, costretto a manifestarsi. Questo lo voleva anche Satana, ma con lo scopo - che Giuda forse non poteva nemmeno pensare - di allontanare definitivamente la Salvezza dall'umanità.


    In definitiva, credo che Satana volesse evitare a tutti i costi la Morte di Gesù e dunque la Sua Resurrezione, ma non la Sua Passione, che, anzi, avrebbe potuto portare l'uomo-Gesù a rifiutare la Sua Missione. Per fare questo, Satana si è servito di chi aveva un piano simile al suo, anche se solo in apparenza.

    Molto interessante, acuto, profondo e ....sicuramente condivisibile....
    Ultima modifica di domingo7; 30-04-2010 alle 12:51

  9. #49
    Iscritto L'avatar di domingo7
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Chiavari
    Età
    63
    Messaggi
    323

    Comunque omicida

    Anche se il ruolo omicida di Satana non va sottovalutato....

    Dio assiste muto al serpente che inganna Eva ed Adamo (già sapendo che il tentatore avrebbe prevalso) e Dio assiste muto alla crocifissione di Cristo (già sapendo che il tentatore non avrebbe prevalso sulla natura umana di Gesù)....

    Evidentemente Dio rinunciò all'uso dello specchio magico (pur potendo usarlo) e si limitò a ad operare, a conoscere e a prevedere usando l'induzione, la deduzione e la sapienza....

    Così facendo si fece meno potente di quello che è, ma lasciò libere le parti di fare il loro gioco, senza interferire e senza manipolare la storia.....

    Storia dalla quale Satana esce omicida e padre della menzogna .....
    e Nostro Signore .....vincitore e risorto.....




    Scoppiò quindi una guerra nel cielo: Michele e i suoi angeli combattevano contro il drago. Il drago combatteva insieme con i suoi angeli, ma non prevalsero e non ci fu più posto per essi in cielo.

    Il grande drago, il serpente antico, colui che chiamiamo il diavolo e satana e che seduce tutta la terra, fu precipitato sulla terra e con lui furono precipitati anche i suoi angeli.

    Allora udii una gran voce nel cielo che diceva: «Ora si è compiuta la salvezza, la forza e il regno del nostro Dio e la potenza del suo Cristo, poiché è stato precipitato l'accusatore dei nostri fratelli, colui che li accusava davanti al nostro Dio giorno e notte.

    Ma essi lo hanno vinto per mezzo del sangue dell'Agnello e grazie alla testimonianza del loro martirio; poiché hanno disprezzato la vita fino a morire.

    [Apocalisse XII, 7-12]
    Ultima modifica di domingo7; 30-04-2010 alle 14:00 Motivo: integrazione

  10. #50
    Veterano di CR L'avatar di LOTARIO
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    ROMA
    Messaggi
    1,099
    Quello che mi colpisce nell'episodio é che il Diavolo si impossessò di Giuda quando il tradimentò divento reale, cioè quando il Signore lo indicò intingendo il pane.
    Il Demonio, in altri termini prese possesso nello stesso istante che la tentazione fu oltrepassata.
    Penso che questo succeda anche a tutti noi. Finché veramente lo vogliamo nulla può il Demonio se ci avvaliamo dell'aiuto di Dio.
    Laudetur Iesus Christus!

Discussioni Simili

  1. Giuda Iscariota
    Di massimo47 nel forum Dottrina della Fede
    Risposte: 129
    Ultimo Messaggio: 26-02-2017, 12:15
  2. Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 30-11-2009, 15:42
  3. Tradimento
    Di robertino nel forum Dottrina della Fede
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 06-10-2007, 22:47
  4. Quale versione per Giuda?
    Di franci65 nel forum Sacra Scrittura
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 08-09-2007, 23:39

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •