Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 173 di 173 PrimaPrima ... 73123163171172173
Risultati da 1,721 a 1,730 di 1730

Discussione: Chiacchiere della sezione «Liturgia»

  1. #1721
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Località
    Venezia
    Messaggi
    649
    Citazione Originariamente Scritto da SantoSubito Visualizza Messaggio
    Intervengo sempre sulla solita questione, alla quale aggiungo poi un passaggio. Mi riferisco al fatto che il Papa è supremo legislatore in materia liturgica e quindi può far quel che vuole, chiarendo poi la questione sul fatto che "non sarebbe una priorità per il Papa" la Liturgia.

    1. Ovviamente la frase che recita "il Papa è supremo legislatore in materia liturgica e quindi può far quel che vuole" è corretta. Niente da dire. Mi pongo però il problema di questa assurda implicazione logica, che sottostà spesso in chi commenta con questa frase ad ogni cosa strana che fa il Santo Padre: cioè, siccome il Papa è supremo legislatore, allora può fare quello che vuole. E questo, permettetemi, non può essere accettato come vero, per due ragioni. Una di ordine squisitamente giuridico: il fatto che io sono colui che legifera, che quindi dice che questo è giusto o sbagliato, non mi può autorizzare a scavalcare quella legge che io stesso stabilisco. Altrimenti arriviamo al cortocircuito tale che io stabilisco che il furto è un reato e io stesso che l'ho stabilito vado a rubare.
    Un altro, a mio parere più importante, è un cortocircuito teologico/liturgico: la lex orandi è sempre e per sempre lex credendi, è un binomio e non 2 monadi, e anche attraverso la Liturgia che santifica il Santo Padre conferma i suoi fratelli. Sai che tarantella esce fuori se per caso il Papa, perché è il Papa e può fare quel che vuole, inizia a inventare parti della Messa o a dire cose che non deve dire (attenzione: non ho affermato che il Papa lo faccia, sto estremizzando il discorso della presunta libertà del Papa).
    Morale della favola: il Papa che è supremo legislatore in materia, pur potendo derogare, è ancor di più soggetto alle regole che lui stesso approva, sia per coscienza morale che per esigenza divina: è lui che conferma i fratelli, anche e soprattutto nell'evento di grazia liturgico. Difatti, tutti i "cambiamenti" criticati al Santo Padre non riguardano la teologia della Messa o cose così. Mi auguro di non sentire più il leitmotiv "il Papa fa ciò che vuole".
    Ti ringrazio per questo intervento, che avrei voluto fare personalmente ma me n'è mancato il tempo iersera.
    Dividerei la tua analisi dell'apodittica affermazione "il papa è il supremo legislatore liturgico" in due: la seconda parte, sulla questione della lex credendi e, quindi, della Tradizione (con la maiuscola), è un tema ampio e approfondirlo ci porterebbe troppo lontano.
    Credo che, nel frangente citato da Pivialista e chiosato da Laudato come in molti altri, basti dire che il supremo legislatore manifesta la propria potestà mediante un atto legislativo, in assenza del quale ogni suo atto deliberato contro la legge vigente (da lui stesso stabilita o quantomeno approvata in quanto non modificata formalmente) è a tutti gli effetti un abuso. Il paragone del furto è molto calzante.

  2. #1722
    Saggio del Forum L'avatar di Laus Deo
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Bologna
    Età
    58
    Messaggi
    2,473
    Giusto per sorridere un po':
    Citazione Originariamente Scritto da Cavariese Visualizza Messaggio
    In questo il Papa non ha torto. Un secolo e mezzo, facciamo due, sono il 2% della storia cristiana, quindi sì, si può definire una moda.
    In realtà, un secolo e mezzo o due sono l'8-10 % della storia cristiana... Dire che due secoli sono il 2% della storia cristiana, vorrebbe dire che il cristianesimo è iniziato... 8 millenni avanti Cristo!!

  3. #1723
    Iscritto L'avatar di Giancrisostomo
    Data Registrazione
    May 2022
    Località
    In orbe terrarum
    Messaggi
    154
    Citazione Originariamente Scritto da Cavariese Visualizza Messaggio
    Copio dalla pagina ufficiale dell'attendibilissimo Bollettino:

    "Ma carissimi, ancora i merletti, le bonete…, ma dove siamo?"

    ...

    Bonete ha detto, bonete hanno scritto, bonete in spagnolo significa:

    https://es.wikipedia.org/wiki/Bonete_(indumentaria)

    In breve, se ho capito bene, sono particolari berrette ecclesiastiche spagnole, si distinguono da quelle in uso al clero (quando ci sono) e indica tutta una serie di privilegi e status a seconda del colore, del fiocco, del filetto. In senso un po' più lato è ipotizzabile una critica a una certa episcopite dei capitoli, per chi vuole riascoltate Branduardi.
    Con "Boneta" in spagnolo si intende semplicemente la berretta, che in Spagna ha una forma particolare, ma il Santo Padre è argentino, non credo conosca le pecularità delle vesti liturgiche regionali, quindi il Papa ha criticato l'uso generale della berretta, che non mi sembra siano state abolite dopo il Concilio Vaticano II.
    Vedremo se con il prossimo concistoro imporrà ai neocardianli il galero per evitare di contraddirsi usando a sua volte le berrette.

  4. #1724
    CierRino L'avatar di Verbum Domini
    Data Registrazione
    Jul 2020
    Località
    Casa mia
    Età
    20
    Messaggi
    6,245
    Non mi sembra il caso di aprire una nuova discussione quindi scrivo qui:

    Conoscete per caso siti dove fare libretti per celebrazioni religiose (non matrimoni)?
    Ci aspettano molte celebrazioni solenni in Parrocchia nel 2023 e quindi volevano vedere se c'era qualche modo di farli per conservare il ricordo delle particolari celebrazioni.
    "Tu hai innalzato san Francesco alle vette della perfezione evangelica"

  5. #1725
    Collaboratore di "Dottrina della Fede" L'avatar di SantoSubito
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Padova
    Età
    30
    Messaggi
    3,506
    Citazione Originariamente Scritto da Verbum Domini Visualizza Messaggio
    Non mi sembra il caso di aprire una nuova discussione quindi scrivo qui:

    Conoscete per caso siti dove fare libretti per celebrazioni religiose (non matrimoni)?
    Ci aspettano molte celebrazioni solenni in Parrocchia nel 2023 e quindi volevano vedere se c'era qualche modo di farli per conservare il ricordo delle particolari celebrazioni.
    Si, dal mio pc ahahahah
    Crediamo in un solo Dio, non in un Dio solo!

  6. #1726
    CierRino L'avatar di Verbum Domini
    Data Registrazione
    Jul 2020
    Località
    Casa mia
    Età
    20
    Messaggi
    6,245
    Ah lo dici a me? Ho il desktop pieno di libretti pronti per le prossime celebrazioni più una cartella di archivio ma sembra che le prossime celebrazioni vogliono proprio fare i libretti per tutti (tipo A5 credo) so che si può fare benissimo al computer ma pensavo ci fosse qualche sito per fare qualcosa di più ufficiale quindi per questo chiedevo
    "Tu hai innalzato san Francesco alle vette della perfezione evangelica"

  7. #1727
    Iscritto
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Altavilla Milicia
    Messaggi
    137
    Citazione Originariamente Scritto da Verbum Domini Visualizza Messaggio
    Ah lo dici a me? Ho il desktop pieno di libretti pronti per le prossime celebrazioni più una cartella di archivio ma sembra che le prossime celebrazioni vogliono proprio fare i libretti per tutti (tipo A5 credo) so che si può fare benissimo al computer ma pensavo ci fosse qualche sito per fare qualcosa di più ufficiale quindi per questo chiedevo
    Ma intendi per creare il libretto (aspetto grafico, impaginazione, testi, immagini ecc...) o per la stampa dei libretti stessi?

  8. #1728
    CierRino L'avatar di Verbum Domini
    Data Registrazione
    Jul 2020
    Località
    Casa mia
    Età
    20
    Messaggi
    6,245
    Tutte e due.
    "Tu hai innalzato san Francesco alle vette della perfezione evangelica"

  9. #1729
    Veterano di CR L'avatar di Bessarione
    Data Registrazione
    May 2015
    Località
    Nel mondo
    Messaggi
    1,198
    Citazione Originariamente Scritto da Abbas S:Flaviae Visualizza Messaggio
    La liturgia è catabasi di Dio e anabasi dell'uomo, queste due dimensioni si fondono insieme e vanno parimenti rispettate perché l'azione liturgica sia pienamente e realmente vissuta. Tralasciando l'aspetto della catabasi, che esula da questo thread, vorrei dire una parola sull'anabasi.
    Anabasi è propriamente l'ascesa dell'uomo verso Dio, come risposta alla discesa di Dio verso l'uomo, e si esprime proprio attraverso la lode mediante il culto. Questo aspetto non può che assumere modalità differenti a seconda della cultura in cui l'azione di lode viene a compiersi, semplicemente perché il modo in cui un norvegese loda (che sia lode a Dio o agli uomini poco cambia) è differente dal modo in cui lo fa un siciliano, un palestinese, un cinese, un congolese o un brasiliano.
    Entra in gioco, qui, la questione sempre attuale dell'inculturazione, che non dobbiamo mai perdere di vista. La liturgia dev'essere unisona ma mai asettica, deve aiutarci a lodare Dio non come un gruppo di corde vocali clonate, ma come un coro, ove, pur cantando il medesimo inno, alcuni sono bassi, altri tenori, altri soprani e così via.
    Questo lo dico perché certi commenti appaiono fortemente irrispettosi della sensibilità culturale e spirituale di alcuni popoli. A me può non piacere il continuo cantare delle celebrazioni africane, ma rispetto profondamente la loro cultura e mi commuove la passione e la gioia, assai tangibili delle loro celebrazioni. Allo stesso modo guardo a una celebrazione solenne fatta in Sardegna, ove la sensibilità di quel popolo ama lodare Dio anche attraverso la solenne bellezza del filet e dell'intaglio, che sono un'antica tradizione soprattutto nel Meridione e nelle Isole.
    Il Papa, come giustamente è stato fatto notare, condanna l'abuso di queste cose e, soprattutto, condanna chi le usa per abbellire se stesso anziché onorare e lodare Dio, ma questo non significa che vanno bruciati o disprezzati. Bisogna solo saperli usare nel modo e nel momento giusto.
    Invito a un maggior rispetto della cultura e delle tradizioni, che sono fondamentali per la fede, una fede asettica è già morta, perché nessuno la sentirà propria. Se Dio avesse voluto una fede asettica non si sarebbe manifestato al suo popolo e, soprattutto, non si sarebbe incarnato per farsi Uomo fra gli uomini, sarebbe rimasto nel lontano abisso della sua eternità, facendosi immaginare come un irraggiungibile puntino bianco.
    E' chiaro che la cultura deve rispettare a sua volta la fede e la liturgia, evitando gli abusi, perché è solo con questo rispetto reciproco che possono aiutare l'uomo a crescere.
    Rispondo qui per non andare off topic nella discussione originaria.
    Concordo perfettamente con quanto scrive Abbas.
    La Liturgia ha delle regole che devono rispettate in tutto il mondo, ma ciò che non è regolamentato (cioè l'estetica che possono assumere paramenti, la musica sacra, l'arte e l'architettura delle chiese) deve essere conforme alla cultura del luogo per predisporre alla preghiera e far percepire maggiormente il "sacro".

    Porto un esempio nella musica sacra.
    Nella nostra cultura occidentale, l'organo è uno strumento che immediatamente porta la mente in un contesto religioso, mentre chitarre o tamburi generalmente creano un'atmosfera da festa profana, predispongono al divertimento più che alla preghiera.
    In Africa, invece, il tamburo è da sempre associato a contesti religiosi, tant'è che nel rito etiopico il tamburo ha assunto una particolare simbologia cristiana: al suo interno vi sono tre sassolini che rappresentano la Trinità, il lato più grande simboleggia l'Antico Testamento, il più piccolo il Nuovo, mentre richiamano la flagellazione di Gesù le stringhe che tengono le membrane legate al corpo del tamburo (spesso dipinto di rosso, colore che abbonda durante la Passione).

    E' evidente quindi che in Etiopia il tamburo rimanda immediatamente al "sacro", mente in una celebrazione occidentale il tamburo spesso non aiuta la preghiera, rimanda alla banda comunale se è un tamburo occidentale, crea un'atmosfera esotica e non sacra se è un tamburo africano, in ogni caso rischia di distrarre i fedeli incuriositi dalla presenza di uno strumento insolito per la liturgia.

    Un'immagine di tamburo usato nella liturgia etiopica:

    Fonte

    Francisco Summo Pontifici et Universali Patri: pax, vita et salus perpetua!

  10. #1730
    Iscritto L'avatar di tarcisio2
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Catania
    Messaggi
    198
    Citazione Originariamente Scritto da Verbum Domini Visualizza Messaggio
    Ah lo dici a me? Ho il desktop pieno di libretti pronti per le prossime celebrazioni più una cartella di archivio ma sembra che le prossime celebrazioni vogliono proprio fare i libretti per tutti (tipo A5 credo) so che si può fare benissimo al computer ma pensavo ci fosse qualche sito per fare qualcosa di più ufficiale quindi per questo chiedevo
    Che io sappia se ne occupano alcuni ragazzi di un'associazione cattolica che si chiama Forma Ecclesia. Prova a scrivere a loro.
    Pace e Gioia!!

Discussioni Simili

  1. Commissione liturgica
    Di Cerimax nel forum Liturgia Ambrosiana
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 14-06-2015, 14:52
  2. Inculturazione liturgica
    Di pelio nel forum Liturgia
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 23-04-2010, 17:27
  3. 60^ settimana liturgica nazionale
    Di Giovanni Buono nel forum Principale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 29-08-2009, 22:15

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>