Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 3 di 198 PrimaPrima 123451353103 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 1972

Discussione: Peculiarità delle Celebrazioni del Papa nel corso dell'anno liturgico

  1. #21
    Saggio del Forum L'avatar di Pikachu
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    6,634
    Citazione Originariamente Scritto da Vox Populi Visualizza Messaggio
    Beh, il fatto che sia inserito nel calendario dell'Ufficio delle Celebrazioni (non della Prefettura della Casa Pontificia o di un altro ente Vaticano) significa che, anche se non dovesse trattarsi di una vera e propria liturgia (Messa o Liturgia delle Ore), dovrebbe essere comunque qualcosa di più di una semplice udienza
    Giusto, non ci avevo pensato...
    A questo punto, come avevi già ipotizzato, potrebbe trattarsi di una Adorazione Eucaristica (un pò come l'incontro con i bambini della Prima Comunione di cinque anni fa) oppure di un momento di preghiera (in abito corale e stola).


  2. #22
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    59,958
    UFFICIO DELLE CELEBRAZIONI LITURGICHE
    DEL SOMMO PONTEFICE

    CONVERSIONE DI SAN PAOLO
    (25 gennaio 2010)



    Il significato della solennità

    La celebrazione liturgica della Conversione di San Paolo mette in luce la straordinaria potenza della grazia di Dio, che sovrabbonda dove abbonda il peccato. La svolta decisiva della vita dell’apostolo si compie sulla via di Damasco, dove egli viene raggiunto dal Signore risorto, che lo interpella: “Saulo, Saulo, perché mi perseguiti?” (At 9, 4).

    Questa celebrazione, già presente in Italia nel sec. VIII, entrò nel calendario Romano sul finire del sec. X. e conclude in modo significativo la settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, ricordando che non c’è vero ecumenismo senza conversione (cf. Concilio Vaticano II, Decreto sull’ecumenismo “Unitatis redintegratio”, 7).

    Per il presente anno, il tema che ispira la riflessione e la preghiera per l’unità dei cristiani è quello della testimonianza. Per questo motivo il testo biblico proposto è l’intero capitolo 24 del Vangelo di San Luca e il titolo della settimana è: “Di tutte questa cose mi siete testimoni” (Lc 24, 28).

    La celebrazione

    La celebrazione dei Vespri si svolge nel modo consueto.

    E’ previsto, all’inizio della celebrazione, l’indirizzo di saluto del Card. Walter Kasper, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani.

    Proclamazione delle preghiere salmiche:

    - Sua Eminenza il Metropolita Gennadios – Arcivescovo ortodosso d’Italia e Malta, Esarca per l’Europa Meridionale (Patriarcato Ecumenico)

    - Rev.do Canonico David Richardson – Rappresentante dell’Arcivescovo di Canterbury presso la Santa Sede (Direttore “Anglican center” di Roma)

    Proclamazione delle letture bibliche

    - Rev.mo Archimandrita Aren Shaheenian – Rettore della Comunità di Milano e Roma (Chiesa Apostolica Armena in Italia)

    - Rev.do Pastore Holger Milkau – Decano Chiesa Evangelica Luterana in Italia

    Lettura delle intercessioni

    Studenti borsisti del Comitato Cattolico per la Collaborazione Culturale presso il Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani

    La lettura breve comprenderà, oltre quella abitualmente prevista per la celebrazione dei Vespri in questa solennità, ovvero I Cor 15, 9-10, anche un brano del capitolo 24 del Vangelo di San Luca (24, 36-49), proposto per riprendere il tema della Settimana di preghiera.

    Assisteranno il Santo Padre, in qualità di Cardinali diaconi, il Card. Andrea Cordero Lanza di Montezemolo – Arciprete Emerito della Basilica di San Paolo fuori le mura – e il Card. Giovanni Coppa.

    Svolgeranno il servizio all’altare gli studenti religiosi appartenenti all’Ordine Benedettino.

    Il canto sarà animato dalla Cappella Musicale Pontificia “Sistina”, coadiuvata dal coro guida per l’assemblea e dal coro dei Monaci dell’Ordine Benedettino.

    Al canto del “Magnificat”, verrà incensata, oltre al crocifisso, l’altare, il Santo Padre e l’assemblea dei fedeli, la tomba dell’apostolo Paolo.

    Alcuni brevi spazi di silenzio, dopo il canto dei salmi e dopo l’omelia del Santo Padre, intendono sottolineare la dimensione del raccoglimento orante, come parte integrante della celebrazione liturgica.

    fonte: Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice

  3. #23
    Iscritto L'avatar di AugustinusPipia
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Arcidiocesi Arborense
    Età
    32
    Messaggi
    56
    Citazione Originariamente Scritto da Vox Populi Visualizza Messaggio
    UFFICIO DELLE CELEBRAZIONI LITURGICHE
    DEL SOMMO PONTEFICE

    CONVERSIONE DI SAN PAOLO
    (25 gennaio 2010)



    [...] Al canto del “Magnificat”, verrà incensata, oltre al crocifisso, l’altare, il Santo Padre e l’assemblea dei fedeli, la tomba dell’apostolo Paolo.
    Scusate se posto qui quest'intervento tuttavia non so come si porti nell'apposita discussione!! Leggendo questo stralcio della notifica dell'U.C.L.S.P notiamo che verrà incensata anche la tomba dell'apostolo Paolo, perciò si dovrà scendere nella Confessione. Questo fa pensare che sarà utilizzato il trono monumentale della Basilica Ostiense al posto del tronetto che veniva collocato proprio davanti ai gradini della Confessione lasciando appunto libero il passaggio!!!

  4. #24
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    59,958
    A dire il vero, aprendo questo thread (con il consenso del Serafico Moderatore) avevo intenzione di creare un luogo ove parlare delle particolarità rituali delle celebrazioni pontificie senza limitarsi, come purtroppo avviene spesso, a parlare di sedie o di altezza delle mitrie (per quelli ci sono le apposite discussioni)...
    Et tunc videbunt Filium hominis venientem in nube
    cum potestate et gloria magna.
    (Luc. 21, 27)

  5. #25
    Saggio del Forum L'avatar di Pikachu
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    6,634
    Citazione Originariamente Scritto da AugustinusPipia Visualizza Messaggio
    Scusate se posto qui quest'intervento tuttavia non so come si porti nell'apposita discussione!! Leggendo questo stralcio della notifica dell'U.C.L.S.P notiamo che verrà incensata anche la tomba dell'apostolo Paolo, perciò si dovrà scendere nella Confessione. Questo fa pensare che sarà utilizzato il trono monumentale della Basilica Ostiense al posto del tronetto che veniva collocato proprio davanti ai gradini della Confessione lasciando appunto libero il passaggio!!!
    Questo non è del tutto vero: infatti per incensare il sepolcro non è necessario scendere nella Confessione, perchè il sarcofago dell'Apostolo è visibile (e "incensabile") anche da un'apertura chiusa da una grata che si apre nell'altare papale.


  6. #26
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    59,958
    Vabbè, tanto valeva che non lo aprissimo nemmeno questo thread, in meno di un giorno è già diventato l'ennesima disputazione sulle seggiole, e prevedo che a breve ricominceremo anche qui a misurare le mitre. Come direbbe il Serafico Moderatore: che amarezza...
    Et tunc videbunt Filium hominis venientem in nube
    cum potestate et gloria magna.
    (Luc. 21, 27)

  7. #27
    Partecipante a CR L'avatar di radulfus
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Diocesi di Brescia
    Messaggi
    546
    Mamma mia che esagerato! Per due messaggi... su, su, c'é di peggio.

  8. #28
    Decano e Saggio del Forum L'avatar di Cardinale Bellarmino
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Età
    37
    Messaggi
    3,384
    Citazione Originariamente Scritto da radulfus Visualizza Messaggio
    Mamma mia che esagerato! Per due messaggi... su, su, c'é di peggio.
    Non è questione di due messaggi... poteva anche essere uno... ma è brutto vedere che, gira che ti rigira, le questioni sono sempre le stesse. Su questa cosa ha sacrosanta ragione Vox...
    Il Bellarmino insegna con grande chiarezza e con l’esempio della propria vita che non può esserci vera riforma della Chiesa se prima non c’è la nostra personale riforma e la conversione del nostro cuore. (Papa Benedetto XVI, Udienza Generale del 23 febbraio 2011)

  9. #29
    Partecipante a CR L'avatar di radulfus
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Diocesi di Brescia
    Messaggi
    546
    Basta spostare i messaggi nella dicussione sulla sede (senza troppe amarezze), magari gli autori non ci avevano pensato... la prossima volta forse lo faranno.

  10. #30
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    59,958
    Citazione Originariamente Scritto da Cardinale Bellarmino Visualizza Messaggio
    Non è questione di due messaggi... poteva anche essere uno... ma è brutto vedere che, gira che ti rigira, le questioni sono sempre le stesse.
    Eh sì. Eppure, in riferimento alle celebrazioni del Papa nel corso dell'anno liturgico, ce ne sarebbero di cose da dire: ad esempio, si potrebbe parlare della valenza ecumenica dei Vespri di domani, con l'intervento attivo dei membri delle varie confessioni cristiane.
    Oppure, riguardo non solo alla celebrazione di domani, ma anche ad altre passate o future, si potrebbe riflettere sul ruolo sempre più importante che, durante il pontificato di Benedetto XVI, sta assumendo la celebrazione solenne della Liturgia delle Ore (credo che, almeno in epoca moderna, Benedetto XVI sia il Pontefice che più di ogni altro presieda celebrazioni dei Vespri), mentre fino a un recente passato ciò accadeva difficilmente.
    Chissà quanti spunti potremmo trovare, senza finire sempre a parlare delle solite questioni di arredamento o di sartoria... (attenzione: non dico di non parlare più di sedi o di paramenti, ma per questo ci sono le apposite discussioni)
    Et tunc videbunt Filium hominis venientem in nube
    cum potestate et gloria magna.
    (Luc. 21, 27)

Discussioni Simili

  1. Programmi di canti per le Celebrazioni Liturgiche
    Di Dadux nel forum Musica ed Arte Sacra
    Risposte: 2593
    Ultimo Messaggio: 28-11-2021, 11:54
  2. Risposte: 457
    Ultimo Messaggio: 27-11-2021, 23:40
  3. L'Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice
    Di Vox Populi nel forum Liturgie Papali
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 11-10-2021, 13:44
  4. Liturgia e danza
    Di Taita nel forum Liturgia
    Risposte: 153
    Ultimo Messaggio: 16-08-2020, 21:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •