Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 198 1231151101 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 1972

Discussione: Peculiarità delle Celebrazioni del Papa nel corso dell'anno liturgico

  1. #1
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    59,929

    Peculiarità delle Celebrazioni del Papa nel corso dell'anno liturgico

    Dopo più di un anno dalla nomina di Mons. Guido Marini a Maestro delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice, possiamo fare una piccola statistica relativa ad alcune particolarità riguardanti la presenza o meno di concelebranti, le celebrazioni in cui vengono impiegati i Cardinali Diaconi assistenti eccetera:

    Messe celebrate solo dal Santo Padre, senza concelebranti

    • Solennità dell'Epifania del Signore (Basilica Vaticana)


    • Mercoledì delle Ceneri (Basilica di Santa Sabina)


    • Messa del Giorno di Pasqua (Sagrato della Basilica Vaticana).


    • Solennità del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo (Sagrato dell'Arcibasilica Lateranense).



    Concelebrazioni riservate ai soli Cardinali

    • Veglia Pasquale (Basilica Vaticana).


    • Messa del Giorno di Pentecoste (Basilica Vaticana).


    • Messa della Notte di Natale (Basilica Vaticana).


    • Messe da Requiem (esequie di Cardinali defunti a Roma, anniversario della morte di Giovanni Paolo II, eventuali anniversari di altri Pontefici defunti, Messa per i Cardinali e Vescovi defunti nell'anno) (Basilica Vaticana o Sagrato della stessa).



    Concelebrazioni con un numero stabilito di concelebranti

    • Solennità di Maria SS. Madre di Dio (Basilica Vaticana): Segretario di Stato, Presidente del Pontificio Consiglio per la Giustizia e la Pace, Segretario del medesimo Consiglio, Sostituto della Segreteria di Stato, Segretario per i Rapporti con gli Stati.


    • Festa del Battesimo del Signore (Cappella Sistina): Elemosiniere Apostolico, Vice-Camerlengo di S.R.C..


    • Domenica delle Palme (Sagrato della Basilica Vaticana):
      anno in cui si celebrerà una GMG o "anno ponte" tra il successivo a una GMG e l'anno della GMG (cfr il messaggio seguente di Cardinale Bellarmino per una chiara spiegazione dei termini usati):Cardinale Vicario e Arcivescovo Vice-gerente di Roma, Presidente e Segretario del Pontificio Consiglio per i Laici.


      anno successivo a una GMG: i concelebranti sopra citati più l'Ordinario della Diocesi in cui si è svolta la GMG (e un suo Ausiliare specificamente delegato per l'organizzazione della GMG, se presente) e l'Ordinario della Diocesi in cui si svolgerà la GMG successiva (e un suo Ausiliare specificamente delegato per l'organizzazione della GMG, se presente)


    • Ordinazioni Presbiterali della Diocesi di Roma (Basilica Vaticana): Cardinale Vicario, Arcivescovo Vice-gerente e Vescovi ausiliari di Roma, Superiori dei Seminari, Parroci degli ordinandi, sacerdoti neo-ordinati


    • Solennità dei Santi Apostoli Pietro e Paolo (Basilica Vaticana): Arcivescovi metropoliti che ricevono il pallio durante la celebrazione.


    • Solennità dell'Assunzione della B.V. Maria (Chiesa Parrocchiale di Castel Gandolfo): Segretario di Stato, Vescovo di Albano, Parroco e Vice-parroco di Castel Gandolfo.


    • Visite Pastorali nelle Parrocchie romane: Cardinale Vicario, Vescovo Ausiliare di settore, Cardinale titolare della Chiesa (se può partecipare), Parroco della Parrocchia. (se la Parrocchia è affidata a un Ordine religioso, può concelebrare anche il Superiore Provinciale e/o Generale del medesimo)


    • Celebrazioni di apertura e chiusura di assemblee del Sinodo dei Vescovi: Cardinali, Vescovi e Sacerdoti membri dell'Assemblea Sinodale.


    • Canonizzazioni (Sagrato della Basilica Vaticana): Cardinali, Vescovi e Sacerdoti che hanno legami con i nuovi santi.



    Concelebrazioni aperte a tutti i Cardinali, Vescovi e Sacerdoti presenti

    • Giovedì Santo, Messa del Crisma (Basilica Vaticana).


    • Giovedì Santo, Messa in Coena Domini (Arcibasilica Lateranense).



    Per quanto riguarda i Diaconi:



    • Solennità di Maria SS. Madre di Dio, Solennità dell'Epifania del Signore Mercoledì delle Ceneri, Canonizzazioni : due Cardinali Diaconi assistenti; due Diaconi effettivi ministranti.

    • Domenica delle Palme: due Cardinali Diaconi assistenti, due Diaconi effettivi ministranti, tre Diaconi effettivi per il canto del Passio.

    • Giovedì Santo, Messa del Crisma: due Diaconi effettivi assistenti, due Diaconi effettivi ministranti, sei Diaconi effettivi per gli Olii Santi (due per ciascuna ampolla).

    • Messa del Giorno di Pasqua: due Cardinali Diaconi assistenti, due Diaconi effettivi ministranti, due Diaconi effettivi per il rito del Resurrexit.

    • Tutte le altre celebrazioni (cfr elenco precedente): due Diaconi effettivi assistenti, due o più Diaconi effettivi ministranti (a seconda delle esigenze, ad esempio per aspersione con l'acqua benedetta, Comunione di numerosi concelebranti eccetera)
    Ultima modifica di Vox Populi; 03-01-2009 alle 21:03
    Et tunc videbunt Filium hominis venientem in nube
    cum potestate et gloria magna.
    (Luc. 21, 27)

  2. #2
    Decano e Saggio del Forum L'avatar di Cardinale Bellarmino
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Età
    37
    Messaggi
    3,383
    Citazione Originariamente Scritto da Vox Populi Visualizza Messaggio
    Domenica delle Palme (Sagrato della Basilica Vaticana): Cardinale Vicario e Arcivescovo Vice-gerente di Roma, Presidente e Segretario del Pontificio Consiglio per i Laici.
    Per quanto riguarda la Domenica delle Palme, riguardando gli ultimi anni, notiamo che ci sono - solitamente - due casi:
    • l'anno successivo ad una Giornata Mondiale della Gioventù: concelebrano, oltre al Cardinale Vicario, al Vicegerente, al Presidente e al Segretario del Pontificio Consiglio per i Laici, anche l'Arcivescovo della Città dove è stata celebrata l'ultima G.M.G. e l'Arcivescovo dove verrà celebrata la successiva G.M.G.
    • l'anno in cui si celebra la G.M.G. oppure l'anno ponte (tra l'anno dello scambio e l'anno della G.M.G.), in cui vale quello che ha detto Vox.
    In base agli archivi delle immagini presenti nella pagina dell'Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice osserviamo che:

    2001 (anno successivo alla G.M.G. di Roma)
    Caso particolare poichè la sede della GMG è stata Roma e quindi l'Ordinario Diocesano è il Santo Padre ed è rappresentato dal Cardinale Vicario, che solitamente è già tra i Concelebranti

    Concelebrano con il Santo Padre, oltre ai sopra indicati Presuli, anche l'Arcivescovo di Toronto e uno dei Vescovi Ausiliari di Toronto.

    Dall'Omelia del Santo Padre per la Messa della Domenica delle Palme 2001:
    Saluto in particolare i giovani della Delegazione canadese, guidata dall'Arcivescovo di Toronto Card. Ambrozic, che sono qui tra noi per accogliere la Croce intorno alla quale si raccoglieranno i giovani d'ogni continente nella prossima Giornata Mondiale del Duemiladue. A tutti e a ciascuno indico ancora una volta con forza nella Croce di Cristo il cammino di vita e di salvezza, la via per giungere alla palma del trionfo nel giorno della risurrezione.


    2002 (anno della G.M.G. di Toronto)
    Concelebrano con il Santo Padre:
    • Card. Camillo Ruini, Vicario di Sua Santità per la Diocesi di Roma
    • Card. James Francis Stafford, Presidente del Pontificio Consiglio per i Laici
    • S.E. Mons. Cesare Nosiglia, Arcivescovo Vicegerente di Roma
    • S.E. Mons. Stanislaw Rylko, Vescovo Segretario del Pontificio Consiglio per i Laici



    2003 (anno successivo alla G.M.G. di Toronto)
    Concelebrano con il Santo Padre:
    • Card. Camillo Ruini, Vicario Generale di Sua Santità per la Diocesi di Roma
    • Card. James Francis Stafford, Presidente del Pontificio Consiglio per i Laici
    • Card. Joachim Meisner, Arcivescovo di Koln
    • Card. Karl Lehmann, Vescovo di Mainz
    • Card. Aloysius Matthew Ambrozic, Arcivescovo di Toronto
    • S.E. Mons. Cesare Nosiglia, Arcivescovo Vicegerente di Roma
    • S.E. Mons. Stanislaw Rylko, Vescovo Segretario del Pontificio Consiglio per i Laici
    • Vescovo Ausiliare di Toronto
    • Vescovo Ausiliare di Koln
    Nelle foto presenti nella pagina dell'Ufficio non si vedono bene i concelebranti, ma in questa foto si vede che le sedie per i concelebranti dovrebbero essere 9 o 10



    2004 (anno ponte)
    Concelebrano con il Santo Padre:
    • Card. Camillo Ruini, Vicario Generale di Sua Santità per la Diocesi di Roma
    • S.E. Mons. Stanislaw Rylko, Arcivescovo Presidente del Pontificio Consiglio per i Laici
    • S.E. Mons. Luigi Moretti, Arcivescovo Vicegerente di Roma
    • S.E. Mons. Josef Clemens, Vescovo Segretario del Pontificio Consiglio per i Laici
    2005 (anno della G.M.G. di Colonia)
    E' un anno particolare in quanto il Santo Padre non ha partecipato al Sacro Rito e sulla pagina dell'Ufficio delle Celebrazioni non è presente alcuna immagine.

    2006 (anno successivo alla G.M.G. di Colonia)
    Concelebrano con il Santo Padre alcuni Cardinali, Arcivescovi e Vescovi. Nella foto non si riconoscono tutti, ma si vede che sono più di 4:



    Si riconoscono il Card. Joachim Meisner, Arcivescovo di Koln, George Pell, Arcivescovo di Sydney, Camillo Ruini, Vicario Generale per la Diocesi di Roma, l'Arcivescovo Luigi Moretti, Vicegererente di Roma, il Vescovo Josef Clemens, Segretario del Pontificio Consiglio per i Laici.

    2007 (anno ponte)
    Concelebrano con il Santo Padre:
    • Card. Camillo Ruini, Vicario Generale di Sua Santità per la Diocesi di Roma
    • S.E. Mons. Stanislaw Rylko, Arcivescovo Presidente del Pontificio Consiglio per i Laici
    • S.E. Mons. Luigi Moretti, Arcivescovo Vicegerente di Roma
    • S.E. Mons. Josef Clemens, Vescovo Segretario del Pontificio Consiglio per i Laici
    2008 (anno della G.M.G. di Sydney)
    Concelebrano con il Santo Padre:
    • Card. Camillo Ruini, Vicario Generale di Sua Santità per la Diocesi di Roma
    • Card. Stanislaw Rylko, Presidente del Pontificio Consiglio per i Laici
    • S.E. Mons. Luigi Moretti, Arcivescovo Vicegerente di Roma
    • S.E. Mons. Josef Clemens, Vescovo Segretario del Pontificio Consiglio per i Laici

    Detto questo, entriamo nell'ambito delle ipotesi e diciamo che, nella Messa della Domenica delle Palme del 5 aprile 2009, dovrebbero concelebrare:
    • Card. Agostino Vallini, Vicario Generale di Sua Santità per la Diocesi di Roma
    • Card. Stanislaw Rylko, Presidente del Pontificio Consiglio per i Laici
    • Card. George Pell, Arcivescovo di Sydney
    • Card. Antonio Maria Rouco Varela, Arcivescovo di Madrid
    • S.E. Mons. Luigi Moretti, Arcivescovo Vicegerente di Roma
    • S.E. Mons. Josef Clemens, Vescovo Segretario del Pontificio Consiglio per i Laici
    • S.E. Mons. Anthony Fisher, O.P., Vescovo Ausiliare di Sydney, Coordinatore della G.M.G. della Conferenza Episcopale Australiana;
    • S.E. Mons. ..., Coordinatore della G.M.G. della Conferenza Episcopale Spagnola
    Ultima modifica di Cardinale Bellarmino; 03-01-2009 alle 16:06

  3. #3
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    59,929
    Citazione Originariamente Scritto da Cardinale Bellarmino Visualizza Messaggio
    Per quanto riguarda la Domenica delle Palme, riguardando gli ultimi anni, notiamo che ci sono - solitamente - due casi:
    Questo particolare mi era del tutto sfuggito di mente, ti ringrazio per averlo ricordato

    2005 (anno della G.M.G. di Colonia)
    E' un anno particolare in quanto il Santo Padre non ha partecipato al Sacro Rito e sulla pagina dell'Ufficio delle Celebrazioni non è presente alcuna immagine.
    ci sono alcune immagini di Catholicpressphoto, ma non sono molto chiare:
    qui si vedono di spalle due concelebranti:



    siccome subito davanti al concelebrante visibile a sinistra ci sono un Cerimoniere Pontificio e i Diaconi e a destra si vede un altro concelebrante, parzialmente coperto dal Card. Ruini, ipotizzo che i concelebranti fossero solo questi due, o al massimo un terzo, non visibile nella foto (sicuramente non quattro, in quanto altrimenti sarebbero stati posizionati a due a due, mentre, come detto sopra, a sinistra ve n'è indubbiamente uno solo).
    E' pertanto possibile che quell'anno gli unici concelebranti siano stati l'Arcivescovo Vicegerente, S.E. Mons. Moretti, e l'Arcivescovo Presidente del Pont. Consiglio per i Laici, S.E. Mons. Rylko (eventuale terzo concelebrante non visibile nella foto, S.E. Mons. Clemens, Vescovo Segretario del citato Pont. Cons.)
    Et tunc videbunt Filium hominis venientem in nube
    cum potestate et gloria magna.
    (Luc. 21, 27)

  4. #4
    Decano e Saggio del Forum L'avatar di Cardinale Bellarmino
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Età
    37
    Messaggi
    3,383
    Per tornare a discorsi seri e inerenti all'argomento...

    1° gennaio: Solennità di Maria SS. Madre di Dio
    Confermando tutto quello che ha scritto Vox, sottolineo però una cosa: tradizionalmente, almeno fino a un po’ di anni fa, insieme al Santo Padre, in occasione della celebrazione del 1° gennaio, Solennità di Maria SS. Madre di Dio e Giornata Mondiale della Pace, non concelebrava il Sostituto alla Segreteria alla Segreteria di Stato ma solamente:
    • il Cardinale Segretario di Stato
    • il Cardinale Presidente del Pontificio Consiglio per la Giustizia e la Pace
    • l’Arcivescovo Segretario per i Rapporti con gli Stati
    • il Vescovo Segretario del Pontificio Consiglio per la Giustizia e la Pace
    1° gennaio 2001
    Con un po’ di lungimiranza ed un ottima vista, dalla foto che segue si noterà come le sedie per i concelebranti sono esclusivamente 4:


    1° gennaio 2002:
    Dalla foto si osserva come i concelebranti fossero solo 4:


    1° gennaio 2003:
    Dalle immagini presenti nella pagina dell’Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice non cogliamo i concelebranti (le immagini sono solo 2 e riguardano direttamente il Santo Padre), ma dalla Notificazione dell’Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche cogliamo che:

    Concelebreranno con il Santo Padre il Card. Angelo Sodano, Segretario di Stato, Mons. Renato Raffaele Martino, Arcivescovo tit. di Segerme, Presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, Mons. Jean-Louis Tauran, Arcivescovo tit. di Telepte, Segretario per i Rapporti con gli Stati della Segretaria di Stato, e Mons. Giampaolo Crepaldi, Vescovo tit. di Bisarcio, Segretario del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace.
    In realtà poi Giovanni Paolo II presiede esclusivamente i Riti di Introduzione, la Liturgia della Parola e i Riti di conclusione (cfr. http://212.77.1.245/news_services/bulletin/news/12537.php?index=12537&po_date=01.01.2003 &lang=it) e quindi accade che:

    Celebra l’Eucarestia il Card. Angelo Sodano, Segretario di Stato. Concelebrano: S.E. Mons. Leonardo Sandri, Arcivescovo tit. di Cittanova, Sostituto della Segreteria di Stato; S.E. Mons. Jean-Louis Tauran, Arcivescovo tit. di Telepte, Segretario per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato, S.E. Mons. Renato Raffaele Martino, Arcivescovo tit. di Segerme, Presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, e S.E. Mons. Giampaolo Crepaldi, Vescovo tit. di Bisarcio, Segretario del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace.


    1° gennaio 2004:
    Dal Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede apprendiamo che:

    Alle ore 10 di questa mattina, nella Patriarcale Basilica Vaticana, il Santo Padre Giovanni Paolo II presiede la Celebrazione della Solennità di Maria Santissima Madre di Dio in occasione della XXXVII Giornata Mondiale della Pace, che quest’anno ha per tema: "Un impegno sempre attuale: educare alla pace".

    Celebra l’Eucarestia il Card. Angelo Sodano, Segretario di Stato. Concelebrano: il Card. Renato Raffaele Martino, Presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace; S.E. Mons. Leonardo Sandri, Arcivescovo tit. di Cittanova, Sostituto della Segreteria di Stato; S.E. Mons. Giovanni Lajolo, Arcivescovo tit. di Cesariana, Segretario per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato, e S.E. Mons. Giampaolo Crepaldi, Vescovo tit. di Bisarcio, Segretario del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace.
    Nella pagina dell’Ufficio delle Celebrazioni è presente questa foto:


    in essa, con un po’ di vista buona, notiamo che il Card. Sodano e i concelebranti sono tutti disposti dallo stesso lato, il Card. Sodano ha una sedia distaccata dagli altri concelebranti. In totale 5 sedie.

    1° gennaio 2005:
    Per quest’anno le foto della pagina dell’Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche non aiutano. Ci viene in soccorso il Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede (cfr. http://212.77.1.245/news_services/bulletin/news/15897.php?index=15897&po_date=01.01.2005 &lang=it) dove si conferma quanto detto per i due anni precedenti:

    Alle ore 10 di questa mattina, nella Patriarcale Basilica Vaticana, il Santo Padre Giovanni Paolo II presiede la Celebrazione della Solennità di Maria Santissima Madre di Dio in occasione della XXXVIII Giornata Mondiale della Pace, che quest’anno ha per tema: "Non lasciarti vincere dal male, ma vinci con il bene il male" (Rm 12,21).

    Celebra l’Eucarestia il Card. Angelo Sodano, Segretario di Stato. Concelebrano: il Card. Renato Raffaele Martino, Presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace; S.E. Mons. Leonardo Sandri, Arcivescovo tit. di Cittanova, Sostituto della Segreteria di Stato; S.E. Mons. Giovanni Lajolo, Arcivescovo tit. di Cesariana, Segretario per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato, e S.E. Mons. Giampaolo Crepaldi, Vescovo tit. di Bisarcio, Segretario del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace.

    1° gennaio 2006:
    Il 2006 è il primo anno in cui celebra la Messa del 1° gennaio Papa Benedetto XVI. Invece di ritornare alla tradizione iniziale (in cui il Sostituto non concelebra), si sceglie di mantenerlo tra i concelebranti, come indica il Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede (cfr. http://212.77.1.245/news_services/bulletin/news/17757.php?index=17757&po_date=01.01.2006 &lang=it) e come è confermato dalla immagine:



    Alle ore 10 di questa mattina, nella Patriarcale Basilica Vaticana, il Santo Padre Benedetto XVI presiede la Celebrazione della Solennità di Maria Santissima Madre di Dio in occasione della XXXIX Giornata Mondiale della Pace sul tema: "Nella verità, la pace".


    Concelebrano con il Santo Padre il Card. Angelo Sodano, Segretario di Stato, il Card. Renato Raffaele Martino, Presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, Mons. Leonardo Sandri, Arcivescovo tit. di Cittanova, Sostituto della Segreteria di Stato, Mons. Giovanni Lajolo, Arcivescovo tit. di Cesariana, Segretario per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato, e Mons. Giampaolo Crepaldi, Vescovo tit. di Bisarcio, Segretario del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace.

    1° gennaio 2007:
    Anche in questo anno viene confermato quanto accaduto l’anno precedente: si veda il Bollettino della Sala Stampa (cfr. http://212.77.1.245/news_services/bulletin/news/19660.php?index=19660&po_date=01.01.2007 &lang=it) e l’immagine presente nella pagina dell’Ufficio delle Celebrazioni.



    Alle ore 10 di questa mattina, nella Basilica Vaticana, il Santo Padre Benedetto XVI presiede la Celebrazione della Solennità di Maria Santissima Madre di Dio nell’ottava di Natale e in occasione della XL Giornata Mondiale della Pace sul tema: «La persona umana, cuore della pace».

    Concelebrano con il Papa il Card. Tarcisio Bertone, Segretario di Stato; il Card. Renato Raffaele Martino, Presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace e del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti; Mons. Leonardo Sandri, Arcivescovo tit. di Cittanova, Sostituto della Segreteria di Stato; Mons. Dominique Mamberti, Arcivescovo tit. di Sagona, Segretario per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato; Mons. Giampaolo Crepaldi, Vescovo tit. di Bisarcio, Segretario del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace.
    N.B.: Rispetto all’anno precedente Mons. Giampaolo Crepaldi è stato spostato dal lato sinistro a quello destro dell’Altare.
    Ultima modifica di Cardinale Bellarmino; 04-01-2009 alle 15:44

  5. #5
    Decano e Saggio del Forum L'avatar di Cardinale Bellarmino
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Età
    37
    Messaggi
    3,383
    2 febbraio: Festa della Presentazione del Signore
    Dopo aver “analizzato” le diverse celebrazioni del 1° gennaio dal 2001 al 2007 (cosa che vale anche nel 2008), adesso vediamo cosa è successo, sempre dal 2001 al 2008 nella festa della Presentazione del Signore (2 febbraio).

    2 febbraio 2001
    Il Cardinale Eduardo Martinez Somalo, Prefetto della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica, ha presieduto sia il Rito della Benedizione delle Candele con la annessa Processione, che la Santa Messa all’Altare della Confessione.

    Il Papa ha assistito in abito talare e stola, tenendo l’Omelia e impartendo la Benedizione Apostolica.





    2 febbraio 2002
    Come nel 2001, il Cardinale Eduardo Martinez Somalo ha presieduto la Benedizione delle Candele, la Processione e la Santa Messa e il Papa ha assistito in abito talare e stola, tenendo l’Omelia e impartendo la Benedizione Apostolica.





    1° febbraio 2003
    Il Santo Padre ha presieduto, indossando il piviale e la mitra, il Rito della Benedizione delle Candele e la Processione. La Santa Messa è stata presieduta dal Card. Eduardo Martinez Somalo, mentre il Papa assisteva in abito talare e stola.





    2 febbraio 2004
    Il Santo Padre ha presieduto in casula e mitra il Rito della Benedizione delle Candele e la Processione; ha poi mantenuto la Casula nel corso della Messa, in cui la Liturgia Eucaristica è stata presieduta dal Card. Eduardo Martinez Somalo.





    2 febbraio 2005
    Sia la Processione che la Santa Messa sono state presiedute dall’Arcivescovo Franc Rodè, C.M., Prefetto della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica. Il Santo Padre non ha assistito al Sacro Rito.





    2 febbraio 2006
    Il Santo Padre Benedetto XVI, che per la prima volta da Pontefice partecipava al Rito, ha presieduto in piviale la Benedizione delle Candele e la Processione, indossando poi i paramenti di rito per la celebrazione della Santa Messa.





    2 febbraio 2007
    Il Santo Padre non ha preso parte né alla Processione, né alla Celebrazione della Santa Messa presieduta dal Card. Franc Rodè, Prefetto della Congregazione. Al termine del Rito, indossando la mozzetta e la stola, è sceso nella Basilica Vaticana per salutare i presenti, rivolgere a loro la sua parola ed impartire la Benedizione Apostolica.





    2 febbraio 2008
    Come per il 2007, il Santo Padre non ha preso parte né alla Processione, né alla Celebrazione della Santa Messa presieduta dal Card. Franc Rodè, Prefetto della Congregazione. Al termine del Rito, indossando la mozzetta e la stola, è sceso nella Basilica Vaticana per salutare i presenti, rivolgere a loro la sua parola ed impartire la Benedizione Apostolica.





    N.B.: Le foto dal 2001 al 2006 sono tratte dalla pagina web dell'Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice; per gli anni 2007 e 2008 sono tratte dal sito www.catholicpressphoto.com

  6. #6
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    59,929
    le ricerche del sempre puntuale e preciso Cardinale Bellarmino mi hanno stimolato ad andare a ripescare nel mio archivio i 3 cd con le edizioni in formato pdf de L'Osservatore Romano negli anni 1997-98-99 (li avevo comprati sette-otto anni fa in quanto erano venduti a un prezzo speciale, non ho più comprato le annate successive perché negli ultimi anni è stato ampliato il materiale pubblicato sul sito della Santa Sede e quindi tutti i documenti del Papa e quelli più importanti dei vari organismi della Curia Romana sono reperibili lì).
    In questo modo sono riuscito a recuperare informazioni preziose circa l'argomento di cui io e Bellarmino stiamo parlando in questi messaggi.

    Iniziamo dalla
    solennità di Maria SS. Madre di Dio

    Nel 1997 il Papa ha celebrato la Messa da solo, senza concelebranti. Infatti, nell'articolo dell'OR riferito a tale celebrazione non vengono citati concelebranti, e da questa foto (chiedo scusa per la scarsa risoluzione, ma non dipende da me) si vede bene che il Papa, al momento della Consacrazione, è solo:


    Nel 1998, invece, hanno concelebrato con Giovanni Paolo II due Cardinali. Così leggiamo nell'articolo di Giampaolo Mattei relativo alla celebrazione:
    (...) Con il Papa hanno concelebrato il Cardinale Angelo Sodano, Segretario di Stato, ed il Cardinale Roger Etchegaray, Presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace (...)
    Nel giornale non ci sono immagini in cui si vedano i due concelebranti.

    Anche nel 1999 i concelebranti erano due; lo apprendiamo dall'articolo a firma di Gabriele Nicolò:
    (...) Con il Papa hanno concelebrato il Cardinale Angelo Sodano, Segretario di Stato, e l'Arcivescovo François Xavier Nguyên Van Thuân, Presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace (...)
    Nella foto (anch'essa di scarsa risoluzione) si può notare il Card. Sodano; il compianto Arcivescovo Van Thuân (poi Cardinale) invece è coperto da una colonna del baldacchino del Bernini, si intravvede solo parte della casula:



    Il 1° gennaio 2000 è una data particolare. Quell'anno, infatti, la Messa Papale della solennità di Maria SS. Madre di Dio ebbe luogo non nella Basilica Vaticana, bensì nella Basilica di S. Maria Maggiore, in quanto, prima di dare inizio alla celebrazione, Giovanni Paolo II aprì la Porta Santa di detta Basilica. Per quell'occasione, la concelebrazione fu aperta a tutti i Cardinali (non dispongo di testi o immagini, ma lo ricordo bene).

    Riassumendo, ipotizzando che fino al 1997 il Papa abbia celebrato la Messa del 1° gennaio da solo (non ho documenti o immagini relative agli anni precedenti, ma sarebbe strano che solo ed esclusivamente nel 1997 non ci fossero stati concelebranti) ed escludendo volutamente il caso del 1/01/2000 a motivo della particolarità sopra descritta possiamo dire che la consuetudine della concelebrazione da parte del Cardinale Segretario di Stato e del Presidente del Pont. Cons. per la Giustizia e la Pace abbia avuto inizio nel 1998, e che a partire dal 2001 si siano aggiunti altri concelebranti, come specificato nel messaggio di Cardinale Bellarmino.


    Solennità dell'Epifania del Signore

    In questa solennità, Giovanni Paolo II, dal 1979 al 2003 (con l'eccezione del 6 gennaio 2001, in cui la solennità dell'Epifania coincise con la Chiusura del Grande Giubileo), ha sempre conferito l'Ordinazione Episcopale a vari Presuli (nel 1979 l'unico consacrato fu il suo successore a Cracovia, Mons. Macharski; a partire dal 1980 gli ordinandi furono sempre più di uno).
    Solitamente (la mia documentazione parte sempre dal 1997, ma ritengo fosse così anche negli anni precedenti) in tale occasione, oltre ai neo-Vescovi, concelebravano solo i due Arcivescovi co-consacranti principali. Per la precisione:

    1997
    articolo dell'OR a firma di Giuseppe Fiorentino:
    (...) E' seguita l'imposizione delle mani da parte del Santo Padre, dei due conconsacranti, gli Arcivescovi Giovanni Battista Re, Sostituto della Segreteria di Stato, e Miroslav Stefan Marusyn, Segretario della Congregazione per le Chiese Orientali (...)
    In queste due immagini notiamo: nella prima, alla destra di Giovanni Paolo II, l'allora Sostituto della Segreteria di Stato Mons. Re; nella seconda, in abiti liturgici orientali, alla sinistra del Pontefice, l'allora Segretario della Congr. per le Chiese Orientali Mons. Marusyn:


    1998
    articolo dell'OR a firma di Gianfranco Grieco:
    (...) I due Arcivescovi ordinanti Giovanni Battista Re, Sostituto della Segreteria di Stato, e Jorge Maria Mejia, Segretario della Congregazione per i Vescovi, imponevano l'Evangeliario aperto sul capo degli eletti (...)
    1999
    articolo dell'OR a firma di Francesco M. Valiante:
    (...) il Papa ha imposto le mani sul loro capo. Lo stesso hanno fatto i due Arcivescovi conconsacranti - Giovanni Battista Re, Sostituto della Segreteria di Stato, e Francesco Monterisi, Segretario della Congregazione per i Vescovi - (...)
    2000
    dal Bollettino della Sala Stampa del 6 gennaio, apprendiamo che gli Arcivescovi conconsacranti furono S.E. Mons. Giovanni Battista Re, Sostituto della Segreteria di Stato, e S.E. Mons. Marcello Zago, O.M.I., Segretario della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli.

    2002
    il Bollettino della Sala Stampa non ci viene in aiuto, però guardando su Catholic Hierarchy le schede dei Vescovi ordinati in quell'occasione (ad esempio S.E. Mons. Lanzani), notiamo che i conconsacranti furono S.E. Mons. Leonardo Sandri, Sostituto della Segreteria di Stato, e S.E. Mons. Robert Sarah, Segretario della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli.


    2003
    anche in questo caso il bollettino non ci aiuta, quindi, come avvenuto per il 2003, ricorriamo a Catholic Hierarchy (scheda di S.E. Mons. Amato). I conconsacranti furono S.E. Mons. Leonardo Sandri, Sostituto della Segreteria di Stato, e S.E. Mons. Antonio Maria Vegliò, Segretario della Congregazione per le Chiese Orientali.


    Notiamo che, perlomeno a partire dal 1997, uno dei due conconsacranti è sempre stato l'Arcivescovo Sostituto della Segreteria di Stato;
    il secondo Arcivescovo conconsacrante è stato:
    • in due casi il Segretario della Congregazione dei Vescovi
    • in due casi il Segretario della Congregazione per le Chiese Orientali
    • in due casi, infine, il Segretario della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli.


    Come detto sopra, nell'Epifania del 2001 non vi furono le Ordinazioni Episcopali in quanto in quella data Giovanni Paolo II, dopo aver chiuso la Porta Santa della Basilica Vaticana, presiedette la solenne concelebrazione per la chiusura del Grande Giubileo del 2000. Per l'occasione la concelebrazione fu aperta a tutti i Cardinali, come leggiamo nella Notificazione di S.E. Mons. Piero Marini:
    I chierici ministranti, alcuni laici provenienti dai cinque continenti, i diaconi e i Cardinali concelebranti si riuniscono nel Braccio di Costantino, da dove alle ore 9.30 inizia la processione verso la Porta Santa.
    Nell'immagine, vediamo i Cardinali concelebranti in casula alle spalle del Santo Padre (egli indossa il piviale per la chiusura della Porta Santa, indosserà la casula una volta giunto all'altare allestito sul sagrato, per dare inizio alla S. Messa)



    Nel 2004 e nel 2005, Giovanni Paolo II, a motivo delle sue ormai precarie condizioni di salute, non celebrò pubblicamente la Messa nella solennità dell'Epifania del Signore.

    Benedetto XVI nel 2006 riprese la consuetudine della Messa Papale nel giorno dell'Epifania, senza però conferire le Ordinazioni Episcopali e senza la presenza di concelebranti.
    Et tunc videbunt Filium hominis venientem in nube
    cum potestate et gloria magna.
    (Luc. 21, 27)

  7. #7
    Decano e Saggio del Forum L'avatar di Cardinale Bellarmino
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Età
    37
    Messaggi
    3,383
    Mercoledì delle Ceneri

    8 marzo 2000
    Il Santo Padre, in mattinata, ha tenuto la consueta Udienza Generale del mercoledì, che

    ha forma di Liturgia penitenziale con l'imposizione delle Ceneri da parte del Santo Padre ad alcuni fedeli
    .

    Nel pomeriggio, come indicato dal Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede:

    Alle ore 16.30, nella Chiesa di Sant'Anselmo all'Aventino, si tiene un momento di preghiera cui fa seguito la processione penitenziale verso la Basilica di Santa Sabina. Alla processione prendono parte i Cardinali, gli Arcivescovi, i Vescovi, i Monaci Benedettini di Sant'Anselmo, i Padri Domenicani di Santa Sabina ed alcuni fedeli.

    Al termine della processione, nella Basilica di Santa Sabina, il Santo Padre presiede la Liturgia della Parola e, dopo l'omelia, il rito di benedizione e di imposizione delle Ceneri.
    La Liturgia Eucaristica è presieduta dall'Em.mo Card. Jozef Tomko, del titolo di Santa Sabina, Prefetto della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli.

    28 febbraio 2001
    Il Santo Padre ha assistito in piviale alla Celebrazione Eucaristica presiedendo i Riti di introduzione, la Benedizione e l’Imposizione delle Ceneri; il Card. Jozef Tomko, del Titolo di S. Sabina, ha presieduto la Liturgia Eucaristica.






    13 febbraio 2002
    Il Card. Jozef Tomko ha presieduto, in piviale, la processione penitenziale dalla Basilica di Sant’Anselmo alla Basilica di Santa Sabina.
    In Santa Sabina il Santo Padre, in piviale, ha assistito alla Celebrazione Eucaristica presiedendo i Riti di introduzione, la Benedizione e l’Imposizione delle Ceneri; il Cardinale ha presieduto la Liturgia Eucaristica.








    5 marzo 2003
    Come per il 2002, il Card. Jozef Tomko ha presieduto, in piviale, la processione penitenziale dalla Basilica di Sant’Anselmo alla Basilica di Santa Sabina.
    In Santa Sabina il Santo Padre, in piviale, ha assistito alla Celebrazione Eucaristica presiedendo i Riti di introduzione, la Benedizione e l’Imposizione delle Ceneri; il Cardinale ha presieduto la Liturgia Eucaristica







    25 febbraio 2004
    In mattinata, il Santo Padre ha presieduto nella Basilica Vaticana una Liturgia della Parola durante la quale ha avuto luogo il Rito della Benedizione e della Imposizione delle Ceneri. Diversamente dagli altri anni, in tale occasione il Santo Padre ha ricevuto le ceneri dal Card. Angelo Sodano, Segretario di Stato.





    9 febbraio 2005
    Il Santo Padre, ricoverato al Policlinico Gemelli, ha ricevuto le Ceneri dall’Arcivescovo Stanislaw Dziwisz, suo Segretario Particolare. Nella Basilica Vaticana, il Card. James Francis Stafford, Penitenziere Maggiore, ha presieduto la Liturgia della Parola, con il Rito della Benedizione e della Imposizione delle Ceneri.

    Il 9 febbraio 2005, Mercoledì delle Ceneri da cui ha inizio la Quaresima e che ovunque è giorno di digiuno, alle ore 10.30 nella Basilica Vaticana, avrà luogo la Celebrazione della Parola nella quale saranno benedette e imposte le ceneri.


    Nel pomeriggio, poi, il Card. Jozef Tomko, del Titolo di Santa Sabina, ha presieduto nella omonima Basilica la tradizionale Santa Messa, nel corso della quale ha imposto le ceneri ai presenti.

    Nel pomeriggio, alle ore 17 nella Basilica di Santa Sabina all'Aventino, il Signor Card. Jozef Tomko, Prefetto emerito della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli e Presidente del Pontificio Comitato per i Congressi Eucaristici Internazionali, celebrerà la Santa Messa Stazionale.




    1° marzo 2006
    Il Santo Padre Benedetto XVI ha presieduto, in abito corale, la Processione penitenziale dalla Basilica di Sant’Anselmo alla Basilica di Santa Sabina, per poi presiedere, con i paramenti di rito, la Messa con la Benedizione e l’Imposizione delle Ceneri nella Basilica di Santa Sabina; a lui sono state imposte – come da tradizione – dal Card. Jozef Tomko, titolare della medesima Basilica.







    21 febbraio 2007
    Come per il 2007, il Santo Padre Benedetto XVI ha presieduto, in abito corale, la Processione penitenziale dalla Basilica di Sant’Anselmo alla Basilica di Santa Sabina, per poi presiedere, con i paramenti di rito, la Messa con la Benedizione e l’Imposizione delle Ceneri nella Basilica di Santa Sabina; a lui sono state imposte – come da tradizione – dal Card. Jozef Tomko, titolare della medesima Basilica.







    6 febbraio 2008
    Il Santo Padre ha presieduto, in piviale, la Statio nella Basilica di Sant’Anselmo e la Processione Penitenziale. Indossati i paramenti di rito, ha presieduto nella Basilica di Santa Sabina la Santa Messa con la Benedizione e l’Imposizione delle Ceneri.





    N.B.: Le foto sono tratte dalla pagina web dell'Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice e dal sito Catholic Press Photo.
    Ultima modifica di Cardinale Bellarmino; 04-01-2009 alle 16:48

  8. #8
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    59,929
    La festa del Battesimo del Signore

    documentazione di riferimento: Archivio delle omelie di Giovanni Paolo II sul sito ufficiale della Santa Sede; archivio su cd-rom de L'Osservatore Romano, anni 1997-98-99; archivio dei bollettini della Sala Stampa Vaticana sul sito ufficiale della Santa Sede; archivio fotografico dell'Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice sul medesimo sito.

    La consuetudine che vede il Santo Padre amministrare il Sacramento del Battesimo ad alcuni bambini della festa del Battesimo del Signore è stata introdotta da Giovanni Paolo II, il quale ha presieduto per la prima volta questa celebrazione l'11 gennaio 1981.

    Di seguito l'elenco delle date, del luogo in cui si è svolta la celebrazione (ove indicato) e del numero dei bambini battezzati (ove indicato) per gli anni dal 1981 al 1996:
    • 11 gennaio 1981: Cappella Paolina del Palazzo Apostolico Vaticano (nove bambini);
    • 10 gennaio 1982: luogo non indicato (tredici bambini);
    • 9 gennaio 1983: Cappella Sistina (venti bambini);
    • 8 gennaio 1984: Basilica Vaticana (ventisette bambini);
    • 13 gennaio 1985: Cappella Sistina (nessuna indicazione circa il numero di bambini);
    • 12 gennaio 1986: Cappella Sistina (quarantadue bambini);
    • 11 gennaio 1987: luogo non indicato (quarantanove bambini);
    • 10 gennaio 1988: luogo non indicato (quarantadue bambini);
    • 8 gennaio 1989: Aula della Benedizione (quarantatre bambini);
    • 7 gennaio 1990: Aula della Benedizione (nessuna indicazione circa il numero di bambini);
    • 13 gennaio 1991: Aula della Benedizione (quarantadue bambini);
    • 12 gennaio 1992: luogo non indicato (quarantadue bambini);
    • nell'anno 1993 questa celebrazione non ebbe luogo, in quanto Giovanni Paolo II nella festa del Battesimo del Signore si trovava in Visita Pastorale ad Assisi
    • 9 gennaio 1994: Basilica Vaticana (quarantuno bambini);
    • 8 gennaio 1995: Cappella Sistina (diciannove bambini);
    • 7 gennaio 1996: Cappella Sistina (nessuna indicazione circa il numero di bambini)


    A partire dal 1997, riesco a fornire indicazioni più precise, grazie al supporto dei cd-rom con le annate de L'Osservatore Romano 97-98-99 e, per gli anni successivi, dell'archivio dei bollettini della Sala Stampa e l'archivio fotografico on-line dell'Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice.

    12 gennaio 1997: Cappella Sistina (diciannove bambini).
    Dall'articolo dell'OR a firma di Francesco M. Valiante apprendiamo i nomi dei due Arcivescovi concelebranti:
    • S.E. Mons. Oscar Rizzato, Elemosiniere Apostolico
    • S.E. Mons. Gabriel Montalvo, Presidente della Pontificia Accademia Ecclesiastica


    11 gennaio 1998: Cappella Sistina (diciannove bambini)
    Nell'articolo dell'OR a firma di Giampaolo Mattei sono indicati i nomi dei due Arcivescovi concelebranti:
    • S.E. Mons. Oscar Rizzato, Elemosiniere Apostolico
    • S.E. Mons. Gianni Danzi, Segretario Generale del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano e Segretario della Pontificia Commissione per lo Stato della Città del Vaticano


    10 gennaio 1999: Cappella Sistina (diciannove bambini)
    Sempre Giampaolo Mattei, nel suo articolo per l'OR, indica i nomi dei concelebranti, i quali, come nell'anno precedente, sono gli Arcivescovi Rizzato e Danzi.

    9 gennaio 2000: Cappella Sistina (diciotto bambini)
    Non sono riuscito a reperire informazioni circa i due Arcivescovi concelebranti.

    7 gennaio 2001: Cappella Sistina (diciotto bambini)
    Anche in questo caso, purtroppo, non ho trovato informazioni circa gli Arcivescovi concelebranti. Per la prima volta l'Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice pubblica sul sito ufficiale della Santa Sede alcune immagini della celebrazione, ma in nessuna di esse sono visibili i due concelebranti.

    13 gennaio 2002: Cappella Sistina (venti bambini)
    La situazione è la medesima del 2001: il Bollettino della Sala Stampa non fornisce indicazioni sui concelebranti, e in nessuna delle immagini pubblicate dall'Ufficio delle Celebrazioni essi si distinguono chiaramente.

    12 gennaio 2003: Cappella Sistina (ventidue bambini)
    Dalle fotografie dell'Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice riusciamo a ricostruire i dettagli della celebrazione:
    il Santo Padre, in casula, ha presieduto i Riti di Introduzione, la Liturgia della Parola e la Liturgia del Sacramento; ha poi semplicemente assistito alla Liturgia Eucaristica, mantenendo la casula.


    La S. Messa è stata celebrata da S.E. Mons. Oscar Rizzato, Elemosiniere Apostolico.

    Con lui ha concelebrato S.E. Mons. Paolo Sardi, Nunzio Apostolico con incarichi speciali.


    Nella festa del Battesimo del Signore degli anni 2004 e 2005, Giovanni Paolo II, a motivo delle precarie condizioni di salute, non ha celebrato la S. Messa con amministrazione dei Battesimi.


    Il nuovo Sommo Pontefice Benedetto XVI ha ripreso la consuetudine del suo predecessore a partire dal primo anno di Pontificato.

    8 gennaio 2006: Cappella Sistina (dieci bambini).

    Con il Santo Padre hanno concelebrato:
    • S.E. Mons. Oscar Rizzato, Elemosiniere Apostolico
    • S.E. Mons. Paolo Sardi, Nunzio Apostolico con incarichi speciali e Vice-Camerlengo di Santa Romana Chiesa


    8 gennaio 2007: Cappella Sistina (tredici bambini).
    Gli Arcivescovi concelebranti sono i medesimi dell'anno precedente:


    13 gennaio 2008: Cappella Sistina (tredici bambini).
    Per la prima volta da quando questa celebrazione ha luogo nella Cappella Sistina, la Messa è stata celebrata all'altare coram Deo della Cappella, e non su un altare provvisorio coram populo.

    Con il Sommo Pontefice hanno concelebrato gli Arcivescovi:
    • S.E. Mons. Félix del Blanco Prieto, Elemosiniere Apostolico
    • S.E. Mons. Paolo Sardi, Nunzio Apostolico con incarichi speciali e Vice-Camerlengo di Santa Romana Chiesa
    Ultima modifica di Vox Populi; 05-01-2009 alle 12:58
    Et tunc videbunt Filium hominis venientem in nube
    cum potestate et gloria magna.
    (Luc. 21, 27)

  9. #9
    Decano e Saggio del Forum L'avatar di Cardinale Bellarmino
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Età
    37
    Messaggi
    3,383
    LA BENEDIZIONE DEGLI AGNELLI NELLA FESTA DI S. AGNESE
    Documentazione: Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede; pagina web dell’Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice; Catholic Press Photo; Fotografia Felici.

    19 gennaio 1998
    Il Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede comunica che:

    Alle ore 12.30 di oggi, nella Sala del Tronetto, in occasione della Memoria liturgica di Sant'Agnese, il Santo Padre ha benedetto due agnelli vivi, presentati dal Capitolo Lateranense, la cui lana sarà utilizzata per confezionare i sacri Pallii che indossano il Papa stesso, i Patriarchi e gli Arcivescovi Metropoliti.


    19 gennaio 1999
    Il Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede comunica che:

    Alle ore 11.45 di oggi, nella Sala del Tronetto, in occasione della Memoria liturgica di Sant’Agnese, il Santo Padre ha benedetto due agnelli vivi, presentati dal Capitolo Lateranense, la cui lana sarà utilizzata per confezionare i sacri Pallii che indossano il Papa stesso, i Patriarchi e gli Arcivescovi Metropoliti.
    21 gennaio 2000
    Il Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede comunica che:

    A fine mattinata, nella Sala del Tronetto, in occasione della Memoria Liturgica di Sant'Agnese, il Papa benedice due agnelli vivi, presentati dal Capitolo Lateranense, la cui lana sarà utilizzata per confezionare i sacri Pallii .
    Come è noto il Pallio è un'insegna liturgica d'onore e di giurisdizione che viene indossata dal Papa e dagli Arcivescovi Metropoliti nelle loro Chiese e in quelle delle loro Province. E' costituito da una fascia di lana bianca su cui spiccano sei croci di seta nera.
    La Benedizione dei nuovi Pallii è fatta dal Papa il 29 giugno, Festività dei Santi Pietro e Paolo
    20 gennaio 2001
    Il Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede comunica che:

    A fine mattinata, nella Sala dell’Aula Paolo VI, in occasione della Memoria Liturgica di Sant’Agnese, il Papa benedice due agnelli vivi, presentati dal Capitolo Lateranense, la cui lana sarà utilizzata per confezionare i sacri Pallii.
    Come è noto il Pallio è un’insegna liturgica d’onore e di giurisdizione che viene indossata dal Papa e dagli Arcivescovi Metropoliti nelle loro Chiese e in quelle delle loro Province. E’ costituito da una fascia di lana bianca su cui spiccano sei croci di seta nera.
    La Benedizione dei nuovi Pallii è fatta dal Papa il 29 giugno, Festività dei Santi Pietro e Paolo.
    21 gennaio 2002
    Il Santo Padre benedice gli agnelli nella Cappella Urbano VIII del Palazzo Apostolico Vaticano, assistito da S.E. Mons. Piero Marini, Maestro delle Celebrazioni e da Mons. Konrad Kranjewski, Cerimoniere Pontificio.




    21 gennaio 2003
    Il Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede comunica che:

    A fine mattinata, in occasione della Memoria Liturgica di Sant’Agnese, il Papa ha benedetto due agnelli vivi, presentati dal Capitolo Lateranense, la cui lana sarà utilizzata per confezionare i sacri Pallii.
    Come è noto il Pallio è un’insegna liturgica d’onore e di giurisdizione che viene indossata dal Papa e dagli Arcivescovi Metropoliti nelle loro Chiese e in quelle delle loro Province. E’ costituito da una fascia di lana bianca su cui spiccano sei croci di seta nera.
    La Benedizione dei nuovi Pallii è fatta dal Papa il 29 giugno, Festività dei Santi Pietro e Paolo.
    21 gennaio 2004
    Il Santo Padre benedice gli agnelli nell’Aula Paolo VI al termine dell’Udienza Generale del mercoledì, assistito da S.E. Mons. Piero Marini, Maestro delle Celebrazioni Liturgiche.



    21 gennaio 2005
    Il Santo Padre benedice gli agnelli nella Biblioteca del Palazzo Apostolico Vaticano, assistito da S.E. Mons. Piero Marini, Maestro delle Celebrazioni Liturgiche e da Mons. Konrad Kranjewski, Cerimoniere Pontificio.



    21 gennaio 2006
    Il Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede comunica che:

    Alle ore 12 di questa mattina, nella Cappella Urbano VIII del Palazzo Apostolico Vaticano, in occasione della Memoria Liturgica di Sant’Agnese, il Santo Padre Benedetto XVI ha benedetto due agnelli vivi, presentati dal Capitolo Lateranense, la cui lana sarà utilizzata per confezionare i sacri Pallii.
    Come è noto il Pallio è un’insegna liturgica d’onore e di giurisdizione che viene indossata dal Papa e dagli Arcivescovi Metropoliti nelle loro Chiese e in quelle delle loro Province. E’ costituito da una fascia di lana bianca su cui spiccano sei croci di seta nera.
    La Benedizione dei nuovi Pallii è fatta dal Santo Padre il 29 giugno, Solennità di Santi Pietro e Paolo.
    20 gennaio 2007
    Il Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede comunica che:

    Questa mattina, nella Cappella Urbano VIII del Palazzo Apostolico Vaticano, in occasione della Memoria Liturgica di Sant’Agnese, il Santo Padre Benedetto XVI ha benedetto due agnelli vivi, presentati dal Capitolo Lateranense, la cui lana sarà utilizzata per confezionare i sacri Pallii.
    Come è noto il Pallio è un’insegna liturgica d’onore e di giurisdizione che viene indossata dal Papa e dagli Arcivescovi Metropoliti nelle loro Chiese e in quelle delle loro Province. È costituito da una fascia di lana bianca su cui spiccano sei croci di seta nera.
    La Benedizione dei nuovi Pallii è fatta dal Santo Padre il 29 giugno, Solennità dei Santi Pietro e Paolo.
    Dalle immagini di Catholic Press Photo notiamo che il Santo Padre è assistito da S.E. Mons. Piero Marini, Maestro delle Celebrazioni Liturgiche e da Mons. Enrico Viganò, Cerimoniere Pontificio. È altresì presente S.E. Mons. Antoni Stankiewicz, Decano del Tribunale della Rota Romana.



    21 gennaio 2008
    Il Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede comunica che:

    A fine mattinata, nella Cappella Urbano VIII del Palazzo Apostolico Vaticano, vengono presentati al Santo Padre Benedetto XVI due agnelli - benedetti questa mattina in occasione della memoria liturgica di Sant’Agnese nell'omonima Basilica sulla via Nomentana - la cui lana sarà utilizzata per confezionare i Pallii dei nuovi Arcivescovi Metropoliti.
    Il Pallio è un’insegna liturgica d’onore e di giurisdizione che viene indossata dal Papa e dagli Arcivescovi Metropoliti nelle loro Chiese e in quelle delle loro Province. È costituito da una fascia di lana bianca su cui spiccano sei croci di seta nera. Il rito dell'imposizione dei palli è compiuto dal Santo Padre il 29 giugno, Solennità dei Santi Pietro e Paolo.
    Dalle foto di Fotografia Felici osserviamo che il Santo Padre è assistito da Mons. Guido Marini, Maestro delle Celebrazioni Liturgiche e da Mons. Giulio Viviani, Cerimoniere Pontificio. È presente anche S.E. Mons. Antoni Stankiewicz, Decano del Tribunale della Rota Romana.

    Ultima modifica di Cardinale Bellarmino; 05-01-2009 alle 14:22

  10. #10
    Decano e Saggio del Forum L'avatar di Cardinale Bellarmino
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Età
    37
    Messaggi
    3,383
    Le celebrazioni nel tempo di Avvento
    Non vi è una particolare abitudine sulle Celebrazioni presiedute dal Santo Padre per l’inizio del Tempo di Avvento. Qualche volta i Pontefici hanno presieduto la Celebrazione dei Primi Vesperi, altre volte non hanno presieduto alcun Rito.

    Celebrazioni comuni a tutti gli anni sono l’Omaggio alla statua della Immacolata in Piazza di Spagna l’8 dicembre e, verso Natale, la Santa Messa con gli Universitari (che può essere presieduta dal Papa oppure dal Cardinale Vicario)

    Fonti: Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede; pagina web dell'Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice; il libro "MAGNUM IUBILAEUM" dell'Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice pubblicato nel 2008 dalla Libreria Editrice Vaticana; Foto Stefano Spaziani.

    1996
    Giovanni Paolo II ha presieduto, sabato 30 novembre, la Celebrazione dei Primi Vesperi della I Domenica di Avvento nella Basilica Vaticana, in occasione dell’inizio del trienno preparatorio al Giubileo, come indicato nella Lettera Apostolica Tertio Millennio ineunte.

    In tale celebrazione il Santo Padre, che era rivestito del piviale viola, era assistito da:
    • S.Em. Card. Roger Etchegaray, Presidente del Pontificio Consiglio per la Giustizia e la Pace e del Pontificio Consiglio Cor Unum, Presidente del Comitato per il Grande Giubileo dell'Anno 2000
    • S.E. Mons. Sergio Sebastiani, Arcivescovo titolare di Cesarea di Mauritania, Segretario del Comitato per il Grande Giubileo dell'Anno 2000


    1997
    Giovanni Paolo II ha presieduto, domenica 30 novembre, la Santa Messa della I Domenica del Tempo di Avvento nella Basilica Vaticana, in occasione dell’inizio del II anno di preparazione al Giubileo del 2000 e per la consegna della Croce della Missione cittadina della Diocesi di Roma.

    Dal Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede apprendiamo che hanno concelebrato con il Papa:
    • S.Em. Card. Roger Etchegaray, Presidente del Pontificio Consiglio per la Giustizia e la Pace e del Pontificio Consiglio Cor Unum, Presidente del Comitato per il Grande Giubileo dell'Anno 2000
    • S.Em. Card. Camillo Ruini, Vicario Generale di Sua Santità per la Diocesi di Roma
    • S.E. Mons. Crescenzio Sepe, Arcivescovo titolare di Grado, Segretario del Comitato per il Grande Giubileo dell'Anno 2000;
    • S.E. Mons. Cesare Nosiglia, Arcivescovo titolare di Vittoriana, Vicegerente del Vicariato di Roma:
    • i Vescovi Presidenti delle diverse Commissioni del Giubileo;
    • i Vescovi Ausiliari della Diocesi di Roma;
    • il Prelato Segretario del Vicario di Roma;
    • i Parroci Prefetti e i Presbiteri in servizio pastorale nella Diocesi di Roma


    1998
    Giovanni Paolo II ha presieduto la Santa Messa della I Domenica del Tempo di Avvento nella Basilica Vaticana, preceduta dalla consegna e dalla lettura della Bolla di Indizione dell’Anno Santo Incarnationis Mysterium e per l’inizio del terzo anno di preparazione al Giubileo del 2000.

    La Santa Messa è stata preceduta, nel portico della Basilica Vaticana, da una statio durante la quale il Santo Padre ha consegnato agli Arcipreti delle quattro Basiliche Papali (allora Patriarcali) e a un rappresentante del Collegio dei Protonotari Apostolici il testo della Bolla di indizione.





    1999
    Giovanni Paolo II non ha presieduto alcun Rito per l’inizio del Tempo di Avvento. Oltre all’Omaggio alla Statua dell’Immacolata e alla Messa per gli Universitari, il Papa ha presieduto la Messa per la Visita alla Parrocchia di S. Innocenzio I Papa e S. Guido vescovo e la Messa per la visita alla Parrocchia dei SS. Urbano e Lorenzo a Prima Porta.


    2000
    Giovanni Paolo II non ha presieduto alcun Rito per l’inizio del Tempo di Avvento. In occasione dell’anno giubilare, il Papa – durante l’Avvento – ha presieduto la Messa per il Giubileo dei Disabili, la Messa per il Giubileo dei Catechisti, la Messa per il Giubileo dello Spettacolo.


    2001
    Il Santo Padre Giovanni Paolo II non ha presieduto alcuna celebrazione per l’inizio del Tempo di Avvento. Ha invece compiuto il tradizionale omaggio alla statua della Immacolata in Piazza di Spagna e ha presieduto la Santa Messa per gli Universitari Romani (11 dicembre).



    2002
    Il Santo Padre non ha presieduto alcuna celebrazione particolare per l’inizio del Tempo di Avvento. Domenica 1° dicembre, I di Avvento, proseguendo la tradizione di incontrare le Parrocchie romane nella Aula Paolo VI in Vaticano, ha presieduto la Santa Messa per la Comunità Filippina presente a Roma.



    Quindi, oltre all'Omaggio alla Statua dell'Immacolata in Piazza di Spagna e alla Messa per gli Universitari romani, il Papa ha presieduto la Messa per i fedeli della Parrocchia di S. Giovanni Nemopuceno (Sala Clementina)


    2003
    Il Santo Padre non ha presieduto alcuna celebrazione particolare per l’inizio del Tempo di Avvento. Ha compiuto il tradizionale omaggio alla Statua della Immacolata e ha assistito alla Messa per gli Universitari presieduta dal Card. Ruini.


    2004
    Il Santo Padre non ha presieduto alcuna celebrazione particolare per l’inizio del Tempo di Avvento. Ha compiuto l’omaggio alla Statua della Immacolata e ha assistito alla Messa per gli Universitari presieduta dal Card. Ruini.

    Celebrazione particolare di quest’anno è stata la Cappella Papale nel 150° anniversario della definizione del dogma della Immacolata Concezione. Il Papa ha presieduto i Riti di Introduzione, la Liturgia della Parola e i Riti di conclusione, lasciando al Card. Camillo Ruini, Vicario Generale per la Diocesi di Roma, che ricordava il 50° anniversario di sacerdozio, di presiedere la Liturgia Eucaristica e i Riti di comunione.



    2005
    Il Santo Padre Benedetto XVI ha presieduto nella Basilica Vaticana, la Celebrazione dei Primi Vesperi della I Domenica del Tempo di Avvento.



    Oltre al tradizionale Omaggio alla Statua della Madonna in Piazza di Spagna e al saluto al termine della Messa per gli Universitari, il Papa ha presieduto, la mattina dell'8 dicembre, la Santa Messa per il XL anniversario della conclusione del Concilio Vaticano II e, domenica 18 dicembre, ha compiuto la Visita alla Parrocchia di S. Maria Consolatrice al Tiburtino, di cui era Titolare come Cardinale Presbitero.



    2006
    Il Santo Padre ha presieduto nella Basilica Vaticana, la Celebrazione dei Primi Vesperi della I Domenica del Tempo di Avvento.



    Oltre all’Omaggio alla statua della Immacolata, il Santo Padre ha visitato la Parrocchia romana di S. Maria Stella dell’Evangelizzazione.




    2007
    Il Santo Padre ha presieduto nella Basilica Vaticana, la Celebrazione dei Primi Vesperi della I Domenica del Tempo di Avvento.



    Il Santo Padre, inoltre, il 2 dicembre, I Domenica di Avvento, si è recato in visita presso la Sede del Sovrano Militare Ordine di Malta in Roma, celebrando la Santa Messa e il 16 dicembre, III Domenica di Avvento, ha presieduto la Dedicazione della Chiesa di Santa Maria del Rosario ai Martiri Portuensi



    2008
    Il Santo Padre ha presieduto nella Basilica Vaticana, la Celebrazione dei Primi Vesperi della I Domenica del Tempo di Avvento.

    Il giorno successivo, 30 novembre, si è recato in visita presso la Basilica di San Lorenzo al Verano dove ha presieduto la Santa Messa, in occasione del 1750° anniversario del martirio del Santo.

    Ultima modifica di Vox Populi; 06-01-2009 alle 13:54

Discussioni Simili

  1. Risposte: 457
    Ultimo Messaggio: Ieri, 23:40
  2. Programmi di canti per le Celebrazioni Liturgiche
    Di Dadux nel forum Musica ed Arte Sacra
    Risposte: 2592
    Ultimo Messaggio: 26-11-2021, 08:14
  3. L'Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice
    Di Vox Populi nel forum Liturgie Papali
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 11-10-2021, 13:44
  4. Liturgia e danza
    Di Taita nel forum Liturgia
    Risposte: 153
    Ultimo Messaggio: 16-08-2020, 21:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •