Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 13 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 127

Discussione: I continui attacchi al Papa e alla Chiesa cattolica

  1. #1
    Iscritto L'avatar di Panzanella
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Viterbo
    Età
    64
    Messaggi
    71

    I continui attacchi al Papa e alla Chiesa cattolica

    E' da poco tempo che mi sono iscritto a questo forum, e finora ho solo letto.
    Leggo anche scritti di altri forum, ed ho notato un crescendo di attacchi indirizzati non solo alla Chiesa cattolica in particolare, ma a tutto il cristianesimo; sui forum più disparati, vi è una sfilza continua di attacchi incessanti condotti a volte in modo scoordinato, naif diciamo, cioè partoriti di getto dalle menti di pasionari anticristiani e atei per lo più inquadrati in gruppi della sinistra anarco-marxista, ma il più delle volte si nota una sorta di regìa sotterranea, ossia autentiche offensive programmate e fatte partire in maniera organizzata, in modo da poter colpire più a fondo.
    Gli argomenti sono i più disparati: oltre al “classico” tema della pedofilia, ormai stra-abusato e che inizia a non riscuotere successo più di tanto, ci sono anche temi più emotivamente coinvolgenti e non verificabili dai lettori medi, come le supposte stragi e massacri perpetrati nei Paesi del Terzo Mondo con il coinvolgimento diretto dei missionari.
    A tal proposito ho letto pochi minuti fa uno scritto in cui si dice che dei missionari cattolici sono responsabili di aver partecipato DIRETTAMENTE (cioè uccidendo personalmente secondo quando scritto) ai massacri del Rwanda nel 94, e che la Chiesa Cattolica sarebbe corresponsabile moralmente per non aver fatto nulla, se non addirittura fomentato gli scontri etnici.
    Ma questo è solo uno degli esempi, quello che ho letto pochi minuti fa, ma con una ricerchina in rete se ne possono trovare decine, in cui la Chiesa cattolica e i missionari vengono descritti come orchi assetati di sangue e schiavisti, e l'opera di evangelizzazione viene descritta come una sorta di crimine contro l'umanità.
    Giunto al colmo dell'indignazione nei confronti di questi calunniatori satanisti simpatizzanti dei terroristi, mi sono deciso a scrivere un accorato appello su questo sito sperando che VOI PRETI lo leggiate e possiate entrare nell'ordine di idee di correre ai ripari CONTRATTACCANDO e QUERELANDO chi diffonde menzogne sul conto VOSTRO di Ministri di Cristo, e NOSTRO di fedeli.
    (Scusate il carattere maiuscolo, ma ho la bile a 3000 nei confronti di quei marxsatanisti fiancheggiatori di terroristi, Al Quaeda o Brigate Rosse ...tutto fa brodo per loro, purchè si attacchi la Chiesa).
    Partiamo da un principio semplice ed elementare: Gandhi e la dottrina della non-violenza.
    E' mia ferma convinzione che l'avvocato Gandhi abbia potuto permettersi il lusso di fare “il Gandhi” solo ed esclusivamente perchè ha trovato gli Inglesi in un momento storico particolare del loro impero coloniale. Se fosse incappato con i comunisti cinesi, prima ancora di aprire bocca, avrebbe avuto una pallottola dritta in mezzo alla testa e un colpo di ruspa avrebbe chiuso la buca in modo che nessuno avrebbe mai supposto nemmeno l'esistenza di un tal Gandhi.
    Ecco, veniamo al punto.
    Noi Cristiani siamo sotto attacco da una minoranza buttata fuori dalla storia mischiata ad un arcipelago in cui confluisce di tutto, dai satanisti alla La Vey, ai profughi nel 68/77 con tutto il loro teatrino di scemenze che ogni giorno diventano sempre più impopolari.
    Ne ho parlato con vari sacerdoti, e l'atteggiamento che traspare, mi dispiace dirlo, non vorrei che fosse così, ma io lo trovo semplicemente desolante: lasciarsi dire di tutto, lasciarsi accusare di ogni nefandezza dell'umanità per controbilanciare quelle perpetrate nei settanta anni di comunismo.
    Noi “semplici” fedeli, ma soprattutto VOI sacerdoti, avete un obbligo morale nei confronti di due millenni di generazioni di Cristiani che vi e ci hanno preceduto: sulle vostre spalle poggia un'eredità morale che dovete difendere con le unghie e con i denti, non porgendo l'altra guancia, perchè i comunisti e i satanisti sono nemici fondamentalmente diversi dai colonialisti inglesi ad inizio 900 quando l'impero incominciava a scricchiolare ed andava in liquidazione.
    Abbiamo a che fare con seguaci di Marx-Lenin e dell'Anticristo: loro darebbero un occhio nella testa per vederci sparire, è il loro più grande desiderio.
    Gli attacchi perpetrati su internet sono così ben organizzati e condotti con un'intelligenza strategica, che se non hai cognizioni di causa sugli eventi storici, non sei in grado di rispondere.
    Voi preti dovete contrattaccare, difendere la vostra e la nostra storia ed identità culturale, querelare quegli scrittori e giornalisti che diffondono notizie palesemente false.
    Perchè per l'opinione della generazione dei ragazzini priva di conoscenze storiche, che sta venendo su in internet in questi anni, la Chiesa è sinonimo di atrocità, massacri, inquisizione, stermini e per loro, il messaggio cristiano si riduce a poche regolette stupide ed anacronistiche sulla sessualità negata ed il potere maschile.
    Questa è la loro scuola, e gli atei sia di tipo anarco-marxista che di stampo satanista non si lasciano sfuggire occasione per aggredire la Chiesa ed inculcare l'odio nei nostri e vostri confronti.
    Loro sanno cavalcare i moderni strumenti di informazione., e sanno bene come catturare la mente dei ragazzini cresciuti alla tastiera del computer.
    Concludo questa lettera amara, questo accorato appello, non saprei come definirlo, con poche scarne parole:
    forse meno teologia e più tecnica di comunicazione di massa sarebbe meglio per la causa della Chiesa Cattolica in Italia.
    L'evangelizzazione è qua, nel Paese del Vaticano, molto più che da altre parti del mondo.
    Non prendete per garantito che le prossime generazioni di Italiani saranno cattoliche, perchè i ragazzini di oggi cresciuti in internet sono una spugna di quello che gli viene propinato sul monitor, ossia l'equazione prete = pedofilo, missionario = schiavista ed assassino, cattolico = ipocrita e falso.
    Che disperazione! Preti, abbiate uno slancio di orgoglio, difendete i due millenni di eredità culturale e spirituale che avete accettato di portare, perchè quella è la croce da trascinare fino in cima al calvario.
    Non posso vedere più la NOSTRA CHIESA maltrattata ed umiliata così.
    ADESSO BASTAAAA!!!!!!!!!!!!!
    Scusatemi, ma ho diritto/dovere sacrosanto di difendere la Chiesa, che, in quanto fedele, è anche mia; ma ci deve essere rispondenza ed organizzazione, però. Perchè i nostri nemici sono organizzati e privi di ogni scrupolo.
    Scusatemi ancora, e adesso tolgo il disturbo.
    Edoardo

  2. #2
    Iscritto L'avatar di Panzanella
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Viterbo
    Età
    64
    Messaggi
    71
    Non so se questa sia la sezione giusta del forum, caso mai prego i moderatori di spostare dove lo ritenessero opportuno.

  3. #3
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Messaggi
    28
    Il Diavolo è nemico primo della Verità. Se esso ci attacca sempre, è segno che siamo nel giusto e che la Chiesa Cattolica è vera Sposa di Cristo. Altrimenti ci snobberebbe.

    Il cattolico avrà sempre da temere, in quanto avrà sempre tutto l'inferno contro; avrà sempre da gioire, in quanto ha tutto il Cielo dalla sua parte.
    Viva il Papa!

  4. #4
    Utente Senior L'avatar di vince
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Francoforte sul Meno
    Età
    53
    Messaggi
    622
    Questa... purtroppo... "è" l’Europa in cui viviamo... Noi pensavamo di vivere in paesi democratici, dove è possibile esprimere liberamente la propria fede e dove la Chiesa gode di piena autonomia... in realtà... ci troviamo in un sistema totalitario, dove la libertà di azione della Chiesa si va man mano riducendo. Il "potere"... che, nonostante le apparenze, non è un potere democratico... non può tollerare che esistano realtà sottratte al "suo" controllo. La Chiesa può esistere, certo, ma come semplice associazione di cittadini; come il circolo del tennis, tanto per intenderci. La Chiesa deve limitarsi all’organizzazione di alcune attività di culto; per il resto, esiste esclusivamente lo Stato!!!
    Che si sia arrivati a questo punto è anche colpa della Chiesa, che ha prestato il fianco a tale attacco. Innanzi tutto, negando che esistesse un complotto... che affonda le radici lontano nel tempo... ben pianificato contro di lei. Secondo, contribuendo fattivamente alla demolizione di sé stessa. È da decenni che si continua a ripetere che la Chiesa deve liberarsi dal potere, deve rinunciare ai suoi privilegi, deve ridiventare povera, ecc. Evidentemente, i sostenitori di tali suggestive teorie non hanno studiato la storia, e non sanno che, se la Chiesa ha, col passare dei secoli, acquisito anche un certo “potere temporale”, lo ha fatto solo per garantirsi quel minimo di libertà necessario per svolgere la propria missione. Non hanno capito che il mondo ha sempre fatto di tutto per impedire alla Chiesa di muoversi liberamente.
    La Chiesa aveva fatto dell’apertura e dell’aggiornamento la sua bandiera!!!
    Una "nuova" Chiesa finalmente adeguata all’uomo contemporaneo... Abbiamo visto i risultati... una Chiesa moribonda, che non vuole prendere atto del suo fallimento, e preferisce morire piuttosto che riconoscere umilmente i propri errori... es. l’immagine di quella conferenza episcopale belga “sequestrata” per un giorno intero e che non sa dire di meglio che «non è stata un’esperienza gradevole, ma tutto si è svolto in maniera corretta», descrive bene l’agonia di una Chiesa che sta morendo e accetta rassegnata la propria fine.
    Non è la pedofilia il problema piú grave della Chiesa attuale, sebbene siano in molti a crederlo e forse la Chiesa stessa. Il pericolo mortale è la mancanza del Gesú vero nella predicazione e nel vissuto della Chiesa; del Gesú che ha parlato alla mente, al cuore degli uomini, non di sessualità, o di diritti, o di poveri, ma di ciò che li definisce “uomini” al di là da questo... La Chiesa ha cominciato ad abbandonare l’umanità perché ha dimenticato chi era Cristo... Il problema è tutto qui!!!
    La "soluzione" al problema è rimettere al centro della nostra vita personale ed ecclesiale il Signore Gesú!!!
    Ritornando a noi ricordati che viviamo nel mondo, ma non siamo del mondo (Gv 17, 14)...
    NEL ma non DEL. La nostra vera vita non è qui. Siamo qui, ma non è questa la nostra casa. Non è qui che dobbiamo cercare la felicità, ma da tutt’altra parte.
    Questa è una speranza!!! Tutte le preoccupazioni e le disgrazie che possono capitarci in questa vita non devono troppo affligerci, perchè noi le viviamo, ma non sono preoccupazioni della nostra "vera vita". Non saranno per sempre, perchè noi non siamo di qui. Qui siamo di passaggio.
    La verà vita è là, davanti a Dio nel suo Regno, con la Vita Eterna.

    In Cristo
    Ultima modifica di vince; 18-08-2010 alle 16:57

  5. #5
    Gran CierRino
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Napoli
    Età
    44
    Messaggi
    9,304
    Che si attacchi la Chiesa in certi limiti è normale, specie di questi tempi. Non che sia bello, ma non mi starei a preoccupare più di tanto. Il Papa ha detto che i peggiori nemici della Chiesa spesso stanno al suo interno.......
    "Solo la carità salverà il mondo". San Luigi Orione.

  6. #6
    Gran CierRino
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Napoli
    Età
    44
    Messaggi
    9,304
    Citazione Originariamente Scritto da vince Visualizza Messaggio
    La Chiesa aveva fatto dell’apertura e dell’aggiornamento la sua bandiera!!!
    Una nuova Chiesa finalmente adeguata all’uomo contemporaneo... Abbiamo visto i risultati... una Chiesa moribonda, che non vuole prendere atto del suo fallimento, e preferisce morire piuttosto che riconoscere umilmente i propri errori... es. l’immagine di quella conferenza episcopale belga “sequestrata” per un giorno intero e che non sa dire di meglio che «non è stata un’esperienza gradevole, ma tutto si è svolto in maniera corretta», descrive bene l’agonia di una Chiesa che sta morendo e accetta rassegnata la propria fine.
    Fratello, la Chiesa non sta morendo! Anzi, è più viva che mai! E fai un torto a nostra amdre se pensi questo, dimostrando di avere scarsa fiducia nei nostri pastori e forse anche in Dio stesso. Forse il tuo sguardo è troppo rivolto al passato. Abbiamo tante sfide davanti e la Chiesa cammina insieme al mondo per annunziare il suo Signore morto e risorto.......
    "Solo la carità salverà il mondo". San Luigi Orione.

  7. #7
    Utente Senior L'avatar di Paolo86
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    NAPOLI
    Età
    35
    Messaggi
    585
    Citazione Originariamente Scritto da donato Visualizza Messaggio
    Che si attacchi la Chiesa in certi limiti è normale, specie di questi tempi. Non che sia bello, ma non mi starei a preoccupare più di tanto. Il Papa ha detto che i peggiori nemici della Chiesa spesso stanno al suo interno.......
    E dopo ha detto che ci hanno abbuffato loro e i continui attacchi ingiusti rivolti alla Chiesa

    Sono entrambe le cose Donato,una non eslude l' altra
    Se i fatti e la teoria non concordano ,cambia i fatti C'est facile

  8. #8
    Utente Senior L'avatar di vince
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Francoforte sul Meno
    Età
    53
    Messaggi
    622
    Citazione Originariamente Scritto da donato Visualizza Messaggio
    Fratello, la Chiesa non sta morendo! Anzi, è più viva che mai! E fai un torto a nostra amdre se pensi questo, dimostrando di avere scarsa fiducia nei nostri pastori e forse anche in Dio stesso. Forse il tuo sguardo è troppo rivolto al passato. Abbiamo tante sfide davanti e la Chiesa cammina insieme al mondo per annunziare il suo Signore morto e risorto.......
    ... è più viva che mai??? Beh allora guardati un pó intorno...

    Le strutture sulle quali si è retta la Chiesa fino a oggi stanno andando in rovina. La crisi è drammatica nelle sue cifre concrete, anche se ci si ostina a non discuterne pubblicamente. Dal Concilio vaticano II in poi il declino è stato inarrestabile. Il numero complessivo dei sacerdoti si è ridotto di due terzi, senza prendere in considerazione poi l’età media che supera i sessant’anni. Le religiose, che hanno rappresentato fin dall’inizio la presenza più diffusa e più fattiva della Chiesa cattolica e il cui rapporto con i consacrati di sesso maschile è stato sempre di tre a uno, in Europa oggi non si presentano quasi più alla porta dei conventi e si cercano in India, in Africa, nelle Filippine... con le conseguenze di «significato» che questo comporta, ma di cui non è politicamente corretto parlare...
    Negli Stati Uniti il numero delle religiose è passato dalle 180mila degli anni ’70 alle 68mila odierne, con un’età media di settanta anni e soltanto il 7% sotto i cinquanta, il che significa che si stanno estinguendo. I religiosi sacerdoti sono passati da 23mila a 14mila con una media di ottanta anni e soltanto il 21% sotto i sessanta. Si tratta di strutture fondamentali, del braccio "operativo" della Chiesa nel mondo, ma è evidente che sono abbandonate perché non rispecchiano più il rigore di «assoluto», quell’essenza del messaggio evangelico di cui ha sete l’uomo contemporaneo.
    Ripeto oggi piú che mai La "soluzione" è rimettere al "centro" della nostra vita personale ed ecclesiale il Signore Gesú!!!
    Più la Chiesa si avvicina alle altre religioni e più Gesù si allontana, perché Gesù non somiglia a nessuno e tanto meno può riassumersi nelle opere di bene, che pure sono riconosciute da tutti come un grande merito della Chiesa!!!
    Su Gesù non si può venire a patti, non si possono instaurare «dialoghi»!!!
    Non è vero che il dialogo è sempre possibile, come tanti oggi sostengono. È il sistema logico dell’uomo che lo impedisce perché non ammette contraddizioni, perché riconosce nella «forma» ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Nessuno lo sapeva meglio di Gesù, che aveva fondato la sua rivoluzione sulla battaglia contro l’impurità, contro i precetti tabuistici, contro il sacrificio, contro la preghiera rituale, contro tutto quello che «non viene dal cuore dell’uomo» e che assume valore soltanto attraverso la ripetizione.
    Qualcuno potrebbe pensare che, visto che le riforme conciliari non hanno ottenuto il loro effetto, la soluzione consista nel tornare sic et simpliciter alle forme precedenti al Concilio. Sarebbe ripetere lo stesso errore compiuto dagli ideologi del Vaticano II: pensare che il rinnovamento della Chiesa consista esclusivamente in un cambiamento delle sue forme esteriori.
    Inutile attendere riforme promosse dalla gerarchia; non è mai avvenuto nella storia della Chiesa. Le uniche riforme reali, durature, sono state quelle partite dal basso... come dimostra la storia del passato, dai movimenti penitenziali alla predicazione popolare, a San Francesco!!!
    Non attendiamo dalla gerarchia quel che essa non può dare; non carichiamola di pesi che non è in grado di portare. Accontentiamoci che essa ci indichi la strada da percorrere;
    il resto, poi, dobbiamo farlo noi!!!

  9. #9
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Messaggi
    28
    La Chiesa cattolica è eterna. Ha patito cose che avrebbero fatto cadere il più potente degli Imperi. Già la Storia bimillenaria e traviatissima della Chiesa ci fa capire quanto Cristo l'assista come figlia e l'ami come Sposa.

    Solo Dio non muore, e la Sua Chiesa, poiché Egli l'assiste sempre.
    Viva il Papa!

  10. #10
    Iscritto
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    300
    Citazione Originariamente Scritto da vince Visualizza Messaggio
    La Chiesa aveva fatto dell’apertura e dell’aggiornamento la sua bandiera!!!
    Sei sicuro?? Quando qualcuno vuole indicare chiusura ed arretratezza prende ad esempio proprio la Chiesa

    Citazione Originariamente Scritto da vince Visualizza Messaggio
    [...] l’immagine di quella conferenza episcopale belga “sequestrata” per un giorno intero e che non sa dire di meglio che «non è stata un’esperienza gradevole, ma tutto si è svolto in maniera corretta», descrive bene l’agonia di una Chiesa che sta morendo e accetta rassegnata la propria fine.
    Mi spiace per te, ma oggi non viviamo in una teocrazia e le regole dello Stato sono uguali per tutti, prelati compresi...

Discussioni Simili

  1. Risposte: 50
    Ultimo Messaggio: 27-03-2009, 17:09
  2. Non prestatevi agli attacchi alla Chiesa!
    Di bertilla nel forum Principale
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 05-09-2007, 10:30

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •