Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 439 di 755 PrimaPrima ... 339389429437438439440441449489539 ... UltimaUltima
Risultati da 4,381 a 4,390 di 7541

Discussione: Il Cammino Neocatecumenale

  1. #4381
    Veterano di CR L'avatar di Ulell
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Prov di Bari
    Età
    42
    Messaggi
    1,670
    Citazione Originariamente Scritto da Vox Populi Visualizza Messaggio
    La discussione su Comunione e Liberazione era stata in passato chiusa temporaneamente (come del resto è successo a volte anche per il presente thread sul Cammino Neocatecumenale), ma poi era stata riaperta nello scorso febbraio e da allora non è stata più chiusa
    Pardon Vox, non avevo visto la riapertura.
    Faccio ammenda.

  2. #4382
    Iscritto
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    rt
    Età
    33
    Messaggi
    131
    La riflessione a cui ci vuole portare lazzaro circa l'intervento di Vallini è interessante,tra l'altro vi esorto anche a leggere la catechesi del papa di lunedì a san giovanni in laterano,anche se credo già l'avete fatto.

  3. #4383
    Partecipante a CR L'avatar di Giu244
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Catania
    Età
    67
    Messaggi
    655
    Citazione Originariamente Scritto da lazzaro Visualizza Messaggio
    Dopo tante chiacchiere qualche "fatto concreto".
    Dalla relazione del Cardinale Vicario di Roma Agostino Vallini (documento estremamente interessante di cui vi consiglio caldamente la lettura, scaricabile in formato Word qui http://www.vicariatusurbis.org/):
    "2) Ma la nostra riflessione va oltre il catecumenato degli adulti, che ha tappe e riti specifici, e si allarga agli itinerari da offrire a quei battezzati che “si riavvicinano” alla Chiesa e domandano di conoscere il Vangelo. Al riguardo esperienze positive non mancano, come quella del Cammino Neocatecumenale e di altri Gruppi e Movimenti ecclesiali. La stessa cosa, analogamente, vale anche per chi chiede, forse solo per tradizione o per adempiere un atto ritenuto in qualche modo un dovere, di ricevere da giovane o da adulto la Confermazione e talvolta l’Eucarestia."
    Ora, se avrete la bontà di leggere il documento, forse avremo la possibilità di "confrontarci" su di un terreno ben più serio dell'aria fritta sinora sciorinata.
    Grazie Lazzaro, ho appena letto il discorso del Santo Padre ed ora mi accingo a leggere la relazione del Vicario, ma ho preferito postare qui le prime impressioni a caldo.

    Mi ha colpito l'importanza che si attribuisce alla trasmissione delle fede, sia ai figli che agli adulti, e mi ha hatto meditare questa frase:
    La parola della fede rischia di rimanere muta, se non trova una comunità che la mette in pratica, rendendola viva ed attraente, come esperienza della realtà della vera vita.
    Come non leggere tra queste parola la necessità di non fermarsi solo all'annuncio ma anche ad alimentare costantemente il seme piantato nel cuore dell'uomo.

    Mi ha portato anche a pensare come Gesù non prese soltanto degli uomini diversi e fece loro un annuncio, ma visse con loro, insieme a loro, alimentando costantemente il messaggio di salvezza, mostrandolo e testimoniandolo con la sua vita e con le sue opere. Fece fare agli Apostoli un percorso che prima della crecefissione durò tre anni, e dopo la loro caduta per paura, dove sperimentarono ancora una volta la pochezza dell'uomo, si fermo ancora con loro da risorto, ma ancora questo cammino non si concluse fino alla piena formazione con il dono dello Spirito Santo.
    con la bocca dei bimbi e dei lattanti affermi la tua potenza contro i tuoi avversari S.8

  4. #4384
    Veterano di CR L'avatar di +PIPS
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    Roma
    Età
    33
    Messaggi
    1,456
    Ho letto l'intervento di Vallini stamattina in metro andando all'università. Davvero un bella riflessione, seria e fondata sulla realtà dei fatti. Apprezzo moltissimo il fatto che il Cardinale Vicario ponga moltissimi interrogativi su quanto la pastorale odierna sia in grado di offrire garanzie sicure per il precipuo momento dell'iniziazione cristiana, tema a cui è dedicato il Convegno. Mi è poi piaciuto moltissimo quando si è soffermato sull'importanza dell'esperienza pratica della predicazione: "prima dei catechismi i catechisti". Anche ricoleggato a quello che ha scritto Giu: una fede che trovi il suo fondamento prima che nella dottrina positiva nell'esperienza pratica (come d'altronde è accaduto storicamente).


    Passando ad altro, oggi in parrocchia abbiamo fatto il punto della situazione sulla GMG. Si sono iscritti circa 500 ragazzi della parrocchia. Saremo 10 pullman divisi in due gruppi: un gruppo evangelizzerà a Genova e l'altro a Nizza. Ci riincontreremo a Lourdes. Qui si era pensato pure di fare una evangelizzazione, ma ritenendo che la malattia e la sofferenza sia in quel luogo già una prova di alto valore catechetico per chi la sopporta, i catechisti hanno deciso che renderemo semplicemente servizio ai malati e ai sofferenti che saranno in quel posto in quei giorni. Poi si continuerà per Loyola, Avila, Villadolid, Leòn e Madrid.

    A Madrid, parteciperemo alla Via Crucis con il Santo Padre. Chi ha orecchi per intendere, intenda.
    AD QUEM IBIMUS

  5. #4385
    Iscritto L'avatar di lazzaro
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Roma
    Età
    57
    Messaggi
    348

    :)

    Carissimi fratelli,
    sono due giorni che rifletto sul documento del cardinal Vallini. E questa riflessione mi porta a confermare alcune sensazioni che ho percepito sin dall'esposizione del Vicario. Vorrei condividere queste sensazioni con voi, anche perché questa mi sembra l'occasione giusta per far finalmente uscire questo post dalle inutili paludi del chiacchiericcio.
    Innanzitutto mi ha colpito l'estremo coraggio nel denunciare, nei fatti, una pastorale conservativa e stereotipata figlia, con tutta probabilità, di una presunzione di fede oggi assolutamente inadeguata. A tale proposito non riesco ad immaginare quale reazione ci sara' domani nella mia più che sonnolenta parrocchia (vi terrò informati).
    L'altro punto (e per questa sera mi fermo qui) devo dire mi ha gioiosamente confermato la bontà dell'itinerario nel quale il Signore mi ha chiamato. E questo punto e' rappresentato dalla chiamata alla adesione di un "processo globale" attraverso il quale diventare cristiani, l'adesione ad un cammino "diffuso nel tempo" e scandito dall'ascolto della Parola, dalla celebrazione e dalla vita comunitaria. Ora, chiunque anche solo per sentito dire sa che l'esperienza neonatecumenale ha come cardine il tripode dato dalla Parola, dalla celebrazione eucaristica e dalla comunità
    "Non sono venuto per chiamare i giusti, ma i peccatori" (Marco 2, 17)

  6. #4386
    Iscritto L'avatar di Decio
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Umbria
    Età
    35
    Messaggi
    376
    Citazione Originariamente Scritto da lazzaro Visualizza Messaggio
    Dopo tante chiacchiere qualche "fatto concreto".
    Dalla relazione del Cardinale Vicario di Roma Agostino Vallini (documento estremamente interessante di cui vi consiglio caldamente la lettura, scaricabile in formato Word qui http://www.vicariatusurbis.org/):
    "2) Ma la nostra riflessione va oltre il catecumenato degli adulti, che ha tappe e riti specifici, e si allarga agli itinerari da offrire a quei battezzati che “si riavvicinano” alla Chiesa e domandano di conoscere il Vangelo. Al riguardo esperienze positive non mancano, come quella del Cammino Neocatecumenale e di altri Gruppi e Movimenti ecclesiali. La stessa cosa, analogamente, vale anche per chi chiede, forse solo per tradizione o per adempiere un atto ritenuto in qualche modo un dovere, di ricevere da giovane o da adulto la Confermazione e talvolta l’Eucarestia."
    Ora, se avrete la bontà di leggere il documento, forse avremo la possibilità di "confrontarci" su di un terreno ben più serio dell'aria fritta sinora sciorinata.
    Grazie mille lazzaro per la segnalazione. Lo stò leggendo in questo momento, molto interessante.

    Volevo poi condividere con voi la bellissima veglia di Pentecoste che abbiamo vissuto in cattedrale con il nostro Vescovo. Hanno partecipato attivamente tutti i vari gruppi e movimenti rendendo la celebrazione veramente ricca e si respirava una comunione bellissima. Mi è però dispiaciuto che non fossero presenti alcune persone per la loro, tutt'altro che velata, avversione ai movimenti.
    Devo dire comunque che il nostro Vescovo, dal punto di vista della comunione tra le varie realtà, sta facendo un opera stupenda sin da quando è arrivato. Prego per lui e per tutti i Vescovi del mondo che sappiano guidare ed ammaestrare noi "povere pecorelle".
    Tu sei il mio Dio, nelle tue mani sono i miei giorni (Sal 31,15)

  7. #4387
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    catania
    Età
    42
    Messaggi
    1,076
    Citazione Originariamente Scritto da +PIPS Visualizza Messaggio
    Ho letto l'intervento di Vallini stamattina in metro andando all'università. Davvero un bella riflessione, seria e fondata sulla realtà dei fatti. Apprezzo moltissimo il fatto che il Cardinale Vicario ponga moltissimi interrogativi su quanto la pastorale odierna sia in grado di offrire garanzie sicure per il precipuo momento dell'iniziazione cristiana, tema a cui è dedicato il Convegno. Mi è poi piaciuto moltissimo quando si è soffermato sull'importanza dell'esperienza pratica della predicazione: "prima dei catechismi i catechisti". Anche ricoleggato a quello che ha scritto Giu: una fede che trovi il suo fondamento prima che nella dottrina positiva nell'esperienza pratica (come d'altronde è accaduto storicamente).


    Passando ad altro, oggi in parrocchia abbiamo fatto il punto della situazione sulla GMG. Si sono iscritti circa 500 ragazzi della parrocchia. Saremo 10 pullman divisi in due gruppi: un gruppo evangelizzerà a Genova e l'altro a Nizza. Ci riincontreremo a Lourdes. Qui si era pensato pure di fare una evangelizzazione, ma ritenendo che la malattia e la sofferenza sia in quel luogo già una prova di alto valore catechetico per chi la sopporta, i catechisti hanno deciso che renderemo semplicemente servizio ai malati e ai sofferenti che saranno in quel posto in quei giorni. Poi si continuerà per Loyola, Avila, Villadolid, Leòn e Madrid.

    A Madrid, parteciperemo alla Via Crucis con il Santo Padre. Chi ha orecchi per intendere, intenda.

    O che bello! E magari c i incontriamo chissà...

  8. #4388
    Iscritto L'avatar di lazzaro
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Roma
    Età
    57
    Messaggi
    348
    "L’evangelizzazione, innanzitutto! Essa deve diventare il vostro impegno prioritario e permanente. Davanti alla sfide del secolarismo e della scristianizzazione è necessario reagire con coraggio e, insieme, con capacità innovativa, lucidità di analisi e fiducia nella forza dello Spirito Santo"
    "Il nostro non è tempo della semplice conservazione dell’esistente, ma della missione. E’ il tempo di proporre di nuovo, e prima di tutto, Gesù Cristo, il centro del Vangelo"
    Giovanni Paolo II (tratto dalla relazione del cardinal Vallini)
    "Non sono venuto per chiamare i giusti, ma i peccatori" (Marco 2, 17)

  9. #4389
    Veterano di CR L'avatar di FrancescoVeritas
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    San Benedetto del Tronto
    Età
    31
    Messaggi
    1,289
    Citazione Originariamente Scritto da aleale Visualizza Messaggio
    O che bello! E magari c i incontriamo chissà...
    Vi abbracciate, vi fate fare una foto e la mettete qua!

  10. #4390
    Partecipante a CR L'avatar di Giu244
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Catania
    Età
    67
    Messaggi
    655
    Citazione Originariamente Scritto da lazzaro Visualizza Messaggio
    "L’evangelizzazione, innanzitutto! Essa deve diventare il vostro impegno prioritario e permanente. Davanti alla sfide del secolarismo e della scristianizzazione è necessario reagire con coraggio e, insieme, con capacità innovativa, lucidità di analisi e fiducia nella forza dello Spirito Santo"
    "Il nostro non è tempo della semplice conservazione dell’esistente, ma della missione. E’ il tempo di proporre di nuovo, e prima di tutto, Gesù Cristo, il centro del Vangelo"
    Giovanni Paolo II (tratto dalla relazione del cardinal Vallini)
    La Chiesa già da molto tempo insiste su questo, se non sbaglio dall'Esortazione Apostolica di Giovanni Paolo II "Catechesi Tradendae", e credo che sempre più la necessità di una nuova evangelizzazione si faccia strada nelle coscienze.

    Ma, a mio avviso. occorre anche focalizzare un'altro aspetto. che emerge sia dal discorso di Benedetto XVI sia dalla relazione di Vallini, cosa fare dopo l'annuncio?

    Emergono delle risposte significative a queste domanda, che gli stessi fanno e che sono:
    - L'evangelizzazione non deve solo essere un annuncio, ma l'evangelizzazione deve essere permanente e continuativa in modo da alimentare sempre e rinnovare continuamente l'invito alla conversione;
    - Questo invito alla conversione, alla conoscenza, alla crescita deve esplicarsi in un contesto comunitario, alla luce della Parola di Dio, dei Sacramenti specialmente l'Eucarestia, e a di azione costante per il passaggio della fede, verso i propri figli e verso il mondo esterno;
    - Vi è anche un invito per i padrini, come un nuovo catecumenato, anche per coloro che pur avendo ricevuto il battesimo se ne sono dimenticati.


    Scusate, non è che si sta parlando dei neocatecumenali? Scherzo, ovviamente, ma credo di poter affermare, senza ombra di smentita, che il cammino è fortemente orientato verso questa direzione già da 40 anni. Non voglio dire così di esserne orgoglioso come il primo della classe, ma mi piace evidenziarlo perchè ciò da maggior ragione a chi si impegna in questo percorso, a conferma, se ce ne fosse ancora bisogno, di stare nel posto giusto.
    con la bocca dei bimbi e dei lattanti affermi la tua potenza contro i tuoi avversari S.8

Discussioni Simili

  1. Risposte: 175
    Ultimo Messaggio: 09-06-2017, 14:20
  2. Il Diacono nel Cammino Neocatecumenale
    Di Sasà Barresi nel forum Dottrina della Fede
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 16-06-2009, 23:59

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>