Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.

Visualizza Risultati Sondaggio: Nelle vostre Parrocchie con che frequenza si utilizza il Canone Romano?

Partecipanti
376. Non puoi votare in questo sondaggio
  • A tutte le messe (Specificare però se si tratta di Messe secondo il vecchio rito)

    15 3.99%
  • Spesso

    34 9.04%
  • A volte

    82 21.81%
  • Raramente

    171 45.48%
  • Mai

    74 19.68%
Pagina 14 di 34 PrimaPrima ... 4121314151624 ... UltimaUltima
Risultati da 131 a 140 di 340

Discussione: Preghiere Eucaristiche (Contiene sondaggio su: Frequenza dell'uso del Canone Romano)

  1. #131
    Iscritto
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Aprutium
    Età
    39
    Messaggi
    60
    Citazione Originariamente Scritto da a_ntv Visualizza Messaggio
    E qui ci sarebbe molto, proprio molto da dire.

    Si dice che la II è antica perché ispirata della cosiddetta Anafora di "Ippolito" (se fosse di Ippolito sarebbe della metà del 3 secolo di Roma)

    Al di là che se si confrontano i due testi si trovano più variazioni che similitudini (e non certo solo lessicali), il problema è che non è per nulla detto che tale anafora antica sia quella di "Ippolito".

    [...]

    Quindi purtroppo per il povero Greregy Dix, e per il povero Vagaggini, la Preghiera Eucaristica II si rifà ad un modello che non è così antico né romano come si credeva.

    PS: morale: nella liturgia fidarsi della tradizione e non degli studiosi in auge al momento
    Grazie per questo interessante intervento, a_ntv. Mi permetto di aggiungere, ricollegandomi al tuo discorso sulle variazioni più numerose delle differenze, il testo dell'anafora "di Ippolito". La fonte che ho trovato non è proprio super partes, ed il link non funziona, ma copio comunque i riferimenti bibliografici presenti.


    Ti rendiamo grazie, o Dio, per mezzo del tuo diletto figliolo [puerum] Gesù Cristo, che negli ultimi tempi hai inviato a noi come salvatore, redentore e messaggero della tua volontà; egli è il tuo Verbo inseparabile, per mezzo del quale hai creato tutte le cose e fu di tuo gradimento; che hai mandato dal cielo nel seno di una vergine e, accolto nel grembo, si è incarnato e si è manifestato come tuo figlio, nato dallo Spirito Santo e dalla Vergine. Per compiere la tua volontà e acquistarti un popolo santo, egli stese le mani nella passione per liberare dalla sofferenza coloro che confidano in te.
    Mentre si consegnava liberamente alla passione per distruggere la morte, spezzare le catene del demonio, calpestare l'inferno, illuminare i giusti, fissare la norma e manifestare la risurrezione, preso il pane ti rese grazie e disse: "Prendete, mangiate, questo è il mio corpo che sarà spezzato per voi".
    Allo stesso modo fece col calice dicendo: "Questo è il mio sangue che sarà versato per voi. Quando fate questo, fatelo in memoria di me". Ricordando dunque la sua morte e la sua risurrezione, ti offriamo il pane e il calice e ti rendiamo grazie per averci fatti degni di stare alla tua presenza e di renderti culto. E ti preghiamo di inviare il tuo Spirito Santo sull'offerta della santa Chiesa. Unendo in una sola cosa, dona a coloro che partecipano dei santi misteri la pienezza dello Spirito Santo per confermare la loro fede nella verità, affinché ti lodiamo e ti glorifichiamo per Gesù Cristo tuo figliolo, per il quale gloria e onore a te con lo Spirito Santo nella tua santa Chiesa ora e nei secoli dei secoli. Amen.
    [Pseudo-IPPOLITO, Tradizione apostolica, Introduzione, traduzione e note a cura di Elio Peretto, Roma, Città Nuova, 1996, pp. 108-111]
    Gratias tibi referimus, Deus, per dilectum puerum tuum Jesum Christum, quem in ultimis temporibus misisti nobis salvatorem et redemptorem et angelum voluntatis tuae, qui est verbum tuum inseparabile, per quem omnia fecisti et bene placitum tibi fuit, misisti de caelo in matricem virginis, quique in utero habitus incarnatus est et filius tibi ostensus est, ex Spiritu Sancto et virgine natus. Qui voluntatem tuam complens et populum sanctum tibi acquirens, extendit manus cum pateretur, ut a passione liberaret eos qui in te crediderunt.
    Qui cumque traderetur voluntariae passioni, ut mortem solvat et vincula diaboli dirumpat, et infernum calcet et iustos illuminet et terminum figat et resurrectionem manifestet, accipiens panem gratias tibi agens dixit: Accipite, manducate, hoc est corpus meum quod pro vubis confringetur.
    Similiter et calicem dicens: Hic est sanguis meus qui pro vobis effunditur. Quando hoc facitis, meam commemorationem facitis.
    Memores igitur mortis et resurrectionis ejus, offerimus tibi panem et calicem, gratias tibi agentes quia nos dignos habuisti astare coram te et tibi ministrare.
    Et petimus ut mittas Spiritum tuum Sanctum in oblationem sanctae ccclesiae: in unum congregans des omnibus qui percipiunt sanctis in repletionem Spiritus Sancti ad confirmationem fidei in veritate, ut te laudemus et glorificemus per puerum tuum Jesum Chrislum, per quem tibi gloria et honor Patri et Filio cum Sancto Spiritu in sancta ecclesia tua et nunc et in saecula saeculorum. Amen.
    Notevole, tra le varie cose, il fatto che l'invocazione per l'effusione dello Spirito Santo sia stata traslata dalla fine all'inizio della PE II.
    Ultima modifica di Narmo; 06-09-2010 alle 21:34

  2. #132
    Iscritto L'avatar di JMC
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Sponda "magra" del Lago Maggiore
    Età
    35
    Messaggi
    402
    però io che sono un sostenitore del Canone Romano tout court e che non può mai ascoltarlo perchè il parroco non vuole usarlo MAI, devo dire che preferisco la II alla III, la trovo , almeno nell'introduzione, più solenne nel ritmo del testo.
    Devo dire che nel tempo pasquale almeno mi salvo un po' usando la VI ambrosiana e nelle messe con a tema la passione la V ambrosiana

  3. #133
    Iscritto
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Cassano d'Adda
    Età
    31
    Messaggi
    272
    Ahimè nella mia parrocchia il Canone Romano è utilizzato circa tre volte l'anno. il problema serio è che ho sentito una preghiera eucaristica tutta cantata, o meglio urlata, dal sacerdote che non si trova nel messale tanto che il parroco appena prima del prefazio ha chiuso il messale e ha usato un altro libricino. penso proprio che ciò non sia possibile.

  4. #134
    Iscritto L'avatar di JMC
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Sponda "magra" del Lago Maggiore
    Età
    35
    Messaggi
    402
    dipende dal libricino...se è approvata dalla S.Sede....
    oppure il libricino conteneva le preghiere eucaristiche in canto...

  5. #135
    Iscritto
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Cassano d'Adda
    Età
    31
    Messaggi
    272
    Il Messale propone le melodie per il racconto dell'istituzione dell'Eucaristia, non per tutta la preghiera eucaristica dall'epiclesi alla dossologia finale (che può essere cantata). penso che si trattasse di un libricino contente la preghiera eucaristica neocatecumenale.

  6. #136
    Iscritto L'avatar di JMC
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Sponda "magra" del Lago Maggiore
    Età
    35
    Messaggi
    402
    ???? Perchè? Esiste pure la preghiera eucaristica neocatecumenale??????

  7. #137
    Iscritto L'avatar di Quas Primas
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Messaggi
    494
    Dai neocatecumenali ti puoi aspettare di tutto e di più, purtroppo.

  8. #138
    Iscritto
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Cassano d'Adda
    Età
    31
    Messaggi
    272
    In quella occasione si trattava di una preghiera eucaristica simile alla seconda, però con delle differenze: esempio durante il canone il popolo (in quell'occasione nella nostra parrocchia c'era pieno di neocatecumenali) interviene cantando (o meglio gridando) espressioni come maranatha, questo è il sacramento della nostra fede, o una lunga serie di amen urlati

  9. #139
    Iscritto L'avatar di Quas Primas
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Messaggi
    494
    Abuso liturgico molto grave quello citato sopra, purtroppo succede spesso...

  10. #140
    Vecchia guardia di CR L'avatar di westmalle
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    2,347

    Question

    Citazione Originariamente Scritto da Quas Primas Visualizza Messaggio
    Abuso liturgico molto grave quello citato sopra, purtroppo succede spesso...
    E non si può richiamare il sacerdote per il suo errore?

Discussioni Simili

  1. Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 02-12-2009, 14:31
  2. STUDIUM JURIS - Canone 124
    Di Papa Re nel forum Diritto Canonico
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 03-04-2008, 17:49

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •