Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 37

Discussione: Maltrattamenti e violenze domestiche. Nullità del matrimonio?

  1. #1
    Partecipante a CR L'avatar di Soli Deo gloria
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    roma
    Età
    62
    Messaggi
    627

    Maltrattamenti e violenze domestiche. Nullità del matrimonio?

    Ciao a tutti,
    vi scrivo per porvi una questione delicata.

    Scrivo a nome di una mia cugina che mi ha chiesto consiglio, e siccome su certe cose non ci capisco molto, mi rivolgo a voi.

    Lei è stata sposata per sette anni con un uomo che le ha fatto vedere veramente i "sorci verdi": le ha usato violenza psicologica e anche fisica, malmenandola gravemente, tanto che ne porta ancora i segni.

    Ha cercato di resistere (7 anni) affidandosi a Dio, sperando che quest'"uomo" (le virgolette non sono casuali) cambiasse, si convertisse e rispettasse il sacramento del matrimonio. Invano.

    Il problema è che, prima di sposarsi, lui non aveva dato grossi segni di quella che era la sua vera "natura" (sempre che si possa chiamarla così), se non una certa "stranezza" di carattere, che comunque non faceva sospettare la sua violenza.

    Dopo sposati, le cose sono andate precipitando. Mia cugina ha rischiato seriamente di non essere più nel mondo dei vivi. E' riuscita a liberarsi di lui, è divorziata, e si sta lentamente riprendendo da questa disavventura.

    Non pensa a tutt'oggi ad avere nuovi rapporti sentimentali, ma non si sa mai...anche perchè credo che un po' di felicità la meriterebbe.

    Ha in corso il procedimento penale avanti il Tribunale, per questi fatti, come parte lesa.

    Le mia domanda sono queste:

    Il suo matrimonio è valido per la Chiesa?

    Può avere l'annullamento dalla Sacra Rota, considerando che da questo infelicissimo matrimonio è nato anche un figlio?

    Qual è la posizione del Magistero della Chiesa di fronte a simili nefandezze?
    Nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi

  2. #2
    Iscritto L'avatar di AuroraDivina
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    Sicilia
    Età
    28
    Messaggi
    330
    Il matrimonio è valido per la Chiesa e si puoi avere l'annullamento del matrimonio dalla sacra rota con l'opportuno procedimento(sono necessarie le testimonianze)...Parlo così perché mia madre ha avuto lo stesso rapporto con il suo ex marito che la picchiava,la tradiva,la umiliava dal quale ha avuto 2 figli e dopo diversi anni ha ricevuto l'annullamento dalla Sacra Rota!
    E' l'Amore che fa la differenza!Totus Tuus Domine!

  3. #3
    Partecipante a CR L'avatar di Soli Deo gloria
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    roma
    Età
    62
    Messaggi
    627
    Purtroppo non c'è stato proprio nulla da fare, lei c'ha provato con ogni mezzo,...e senno' perchè sarebbe statacon "quello lì "per sette lunghi anni?Mi chiedo però una cosa: perchè questa poveretta deve scontare a vita una colpa che non ha commesso?
    Nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi

  4. #4
    Partecipante a CR L'avatar di Soli Deo gloria
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    roma
    Età
    62
    Messaggi
    627
    Per Auroradivina: grazie, anche a nome di mia cugina per il tuo consiglio, appena posso glielo riferisco, almeno recupera un po' di speranza.La procedura è costata molto?Lo chiedo perchè, la povera,oltre alle botte , quella persona le ha ripulito pure il conto in banca:bel soggettino, vero? La mia considerazione precedente, sulla giustezza del Canone, non voleva mancare di rispetto ne' a chi mi consiglia ne' al Magistero della Chiesa in cui credo,è stato solo un moto del cuore, perchè francamente viene da pensarlo:oltre che cornuta pure mazziata?(è il caso di dirlo)
    Nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi

  5. #5
    Saggio del Forum L'avatar di lucpip
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Varés
    Età
    53
    Messaggi
    8,764
    Citazione Originariamente Scritto da Soli Deo gloria Visualizza Messaggio
    Purtroppo non c'è stato proprio nulla da fare, lei c'ha provato con ogni mezzo,...e senno' perchè sarebbe statacon "quello lì "per sette lunghi anni?Mi chiedo però una cosa: perchè questa poveretta deve scontare a vita una colpa che non ha commesso?
    guarda la cosa migliore è che tua cugina chieda una consulenza. Qui ti indico il link alla pagina del sito del tribunale lombardo che spiega cosa è: http://www.terl.it/consulenza.html

    Qui gli trovi gli indirizzi di tutti i tribunali regionali per vedere quello che fa il caso vostro per competenza: http://www.siti.chiesacattolica.it/p...?id_pagina=945
    Ogni giorno che passa è un giorno in meno - COMING SOON!

  6. #6
    Iscritto L'avatar di AuroraDivina
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    Sicilia
    Età
    28
    Messaggi
    330
    Citazione Originariamente Scritto da Soli Deo gloria Visualizza Messaggio
    Per Auroradivina: grazie, anche a nome di mia cugina per il tuo consiglio, appena posso glielo riferisco, almeno recupera un po' di speranza.La procedura è costata molto?Lo chiedo perchè, la povera,oltre alle botte , quella persona le ha ripulito pure il conto in banca:bel soggettino, vero? La mia considerazione precedente, sulla giustezza del Canone, non voleva mancare di rispetto ne' a chi mi consiglia ne' al Magistero della Chiesa in cui credo,è stato solo un moto del cuore, perchè francamente viene da pensarlo:oltre che cornuta pure mazziata?(è il caso di dirlo)
    Un pò costosa si...Mia madre è stata fortunata perché alcuni sacerdoti l'hanno aiutata anche economicamente...Comunque mai perdere la speranza Dio aprirà una via dove sembra non ci sia!! Forza e coraggio...una preghiera assicurata...
    E' l'Amore che fa la differenza!Totus Tuus Domine!

  7. #7
    Iuris Utriusque Doctor L'avatar di Canonista
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,252
    Citazione Originariamente Scritto da Soli Deo gloria Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti,
    vi scrivo per porvi una questione delicata.

    Scrivo a nome di una mia cugina che mi ha chiesto consiglio, e siccome su certe cose non ci capisco molto, mi rivolgo a voi.

    Lei è stata sposata per sette anni con un uomo che le ha fatto vedere veramente i "sorci verdi": le ha usato violenza psicologica e anche fisica, malmenandola gravemente, tanto che ne porta ancora i segni.

    Ha cercato di resistere (7 anni) affidandosi a Dio, sperando che quest'"uomo" (le virgolette non sono casuali) cambiasse, si convertisse e rispettasse il sacramento del matrimonio. Invano.

    Il problema è che, prima di sposarsi, lui non aveva dato grossi segni di quella che era la sua vera "natura" (sempre che si possa chiamarla così), se non una certa "stranezza" di carattere, che comunque non faceva sospettare la sua violenza.

    Dopo sposati, le cose sono andate precipitando. Mia cugina ha rischiato seriamente di non essere più nel mondo dei vivi. E' riuscita a liberarsi di lui, è divorziata, e si sta lentamente riprendendo da questa disavventura.

    Non pensa a tutt'oggi ad avere nuovi rapporti sentimentali, ma non si sa mai...anche perchè credo che un po' di felicità la meriterebbe.

    Ha in corso il procedimento penale avanti il Tribunale, per questi fatti, come parte lesa.

    Le mia domanda sono queste:

    Il suo matrimonio è valido per la Chiesa?

    Può avere l'annullamento dalla Sacra Rota, considerando che da questo infelicissimo matrimonio è nato anche un figlio?

    Qual è la posizione del Magistero della Chiesa di fronte a simili nefandezze?

    Mi spiace per tua cugina.

    E' necessario però che abbia un contatto con un esperto, perchè è una situazione da valutare personalmente e non è possibile fare niente qui su un forum.

    Non preoccuparti per i costi, sono molto contenuti (se l'avvocato è onesto).
    Civilista sine canonista, parum valet; canonista sine civilista, nihil

  8. #8
    Saggio del Forum L'avatar di lucpip
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Varés
    Età
    53
    Messaggi
    8,764
    Citazione Originariamente Scritto da Canonista Visualizza Messaggio

    Non preoccuparti per i costi, sono molto contenuti (se l'avvocato è onesto).
    Nei link che ho indicato sopra vi è anche un'indicazione di costi.
    Ogni giorno che passa è un giorno in meno - COMING SOON!

  9. #9
    Moderatrice L'avatar di AntonellaB
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Torino
    Messaggi
    8,375
    Mio marito ed io abbiamo fatto il corso prematrimoniale "privatamente" con un sacerdote che era (ormai defunto) giudice del tribunale ecclesiastico e si occupava proprio delle pratiche di nullità. Un giorno ci parlo di una signorina di ottima famiglia che sposò un rampollo della borghesia torinese. Magnifico matrimonio, famiglie credenti e praticanti e anche gli sposi partecipi con piena consapevolezza al sacramento.
    Qualche mese dopo il giudice incontrò la sposina che era disperata, sull'orlo dell'esaurimento nervoso. Alla richiesta di spiegazioni lei gli fece vedere una parte del braccio (l'unica che il pudore consentisse) ed era piena di morsi profondi. Insomma per farle breve, lo sposo aveva delle turbe sessuali e doveva far del male, morsicare e percuotere la sposina per avere dei rapporti intimi.
    Ebbene, dopo un attento esame e valutazione, il suo matrimonio fu dichiarato nullo poichè lei era all'oscuro di questo lato della personalità del marito. Quindi è necessaria la valutazione di un esperto.
    Finchè....non ritorni....il Signore!

  10. #10
    CierRino d'oro L'avatar di Chicco
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    12,112
    Io ora non mi voglio mettere al posto di Dio ma umanamente in questi casi di violenza in famiglia nonostante tutti i tentativi di preservare la situazione troverei umana la separazione, diverso è se uno si separa per fesserie. A meno che l'altra persona non scelga il martirio. Spero che Dio in questi casi particolari non sia così severo. Visto che Dio è buono farei sinceramente fatica a comprendere che "voglia la povera moglie rimanga con un marito violento" anche per il bene dei figli.

    Comunque anche nei casi che il matrimonio non possa valere io spero che questa donna ritrovi la sua felicità con i figli anche da singol, sempre meglio di avere un uomo violento acanto che la maltrati.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>