Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 6 di 10 PrimaPrima ... 45678 ... UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 94

Discussione: matrimonio misto con un divorziato?

  1. #51
    utente cancellato
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Canonista Visualizza Messaggio
    Mi spiace leggere queste parole, specialmente da una persona della tua maturità.
    Mi dispiace, ma le decisioni vanno prese a cuor leggero. Affrontare una scelta di vita della quale non siamo perfettamente specchio è un rischio verso l'infelicità. Certe scelte, poi, condizionano anche la vita sentimentale futura.
    Certo, se poi parliamo di rimanere nell'ortodossia, non ci sono vie traverse. Su questo punto credo che non ci sia nulla da fare.

  2. #52
    Phantom
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Fiat Lux Visualizza Messaggio
    Cosa-cosa? E io dovrei sottoporre i miei sentimenti a dei codici scritti, solo perché qualcuno mi dice di fare così?
    E l'obbedienza che contraddistingue noi Cattolici dvoe va a finire?

  3. #53
    utente cancellato
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    0
    Citazione Originariamente Scritto da ******* Visualizza Messaggio
    E l'obbedienza che contraddistingue noi Cattolici dvoe va a finire?
    Sai, non per essere brutale (e nemmeno mi riguarda), ma a volte davanti a due seni e due natiche noi esseri umani perdiamo un po' la testa. Così, è solo una realtà di cui sarebbe sciocco non tener conto.

  4. #54
    CierRino d'oro L'avatar di ITER PARA TUTUM
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Chiavari (GE) e Val di Vara (SP)
    Età
    67
    Messaggi
    10,274
    In altre parole diciamo che: se l'amica che ha aperto questa discussione compirà una scelta peccaminosa (e così sarà se deciderà per il matrimonio civile o la convivenza) e dovrà per questo essere lapidata, qualcuno dovrà scagliare la prima pietra, e quel qualcuno non sarò certo io... questo non mi esime, certamente, dal dire la verità e cioè che tale scelta è gravemente peccaminosa.

    Quello che posso e devo pretendere è soltanto che chi si trova, come accaduto a me, in stato di peccato grave continuativo senza intenzione di smettere, esattamente come avevo fatto io sia conscio del suo status irregolare e quindi si neghi i Sacramenti, salvo poi a riprenderli se e quando le condizioni che glielo vietano vengano a cessare.

    Però una condanna definitiva, se è il caso, solo Dio la può pronunciare: anche il confessore, con il suo altissimo ministero di giudice e medico che a noi laici è negato, non è infallibile, quindi può benissimo accadere che il confessore dia o neghi l'assoluzione e che Dio, che vede più in là, prenda la decisione finale in modo diverso, in tal caso però noi non lo sapremo mai.
    Ultima modifica di ITER PARA TUTUM; 30-05-2011 alle 14:49

  5. #55
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    teramo
    Età
    48
    Messaggi
    10
    ciao miletto, scusami ma non riesco a rispondere ai tuoi messaggi privati (non capisco per quale motivo...vabbè).
    Ti rispondo qui: grazie mille per i tuoi consigli, per il tuo tono non accusatorio e per le tue preghiere. Farò certamente un salto nella chiesa di cui parli, che conosco.
    Ciao!

  6. #56
    Iuris Utriusque Doctor L'avatar di Canonista
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,252
    Citazione Originariamente Scritto da Fiat Lux Visualizza Messaggio
    Mi dispiace, ma le decisioni vanno prese a cuor leggero. Affrontare una scelta di vita della quale non siamo perfettamente specchio è un rischio verso l'infelicità. Certe scelte, poi, condizionano anche la vita sentimentale futura.
    Certo, se poi parliamo di rimanere nell'ortodossia, non ci sono vie traverse. Su questo punto credo che non ci sia nulla da fare.
    Citazione Originariamente Scritto da Fiat Lux Visualizza Messaggio
    Sai, non per essere brutale (e nemmeno mi riguarda), ma a volte davanti a due seni e due natiche noi esseri umani perdiamo un po' la testa. Così, è solo una realtà di cui sarebbe sciocco non tener conto.
    Se questo è il modo di ragionare, allora non definiamoci cattolici.
    Essere cattolici significa mettere Cristo al primo posto su tutto, anche su eventuali sentimenti.
    Perchè rompere un matrimonio sacramento valido è qualcosa di molto grave.
    Non c'è alternativa che tenga.

    Se invece bastano un bel culo e due belle tette a mandare a rotoli la nostra fede... beh, poveri noi.

    Citazione Originariamente Scritto da ITER PARA TUTUM Visualizza Messaggio

    Però una condanna definitiva, se è il caso, solo Dio la può pronunciare: anche il confessore, con il suo altissimo ministero di giudice e medico che a noi laici è negato, non è infallibile, quindi può benissimo accadere che il confessore dia o neghi l'assoluzione e che Dio, che vede più in là, prenda la decisione finale in modo diverso, in tal caso però noi non lo sapremo mai.
    La condanna verso la persona spetta solo a Dio; la condanna di una rottura di un matrimonio valido e sacramento spetta già alla Chiesa.
    Civilista sine canonista, parum valet; canonista sine civilista, nihil

  7. #57
    CierRino d'oro L'avatar di ITER PARA TUTUM
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Chiavari (GE) e Val di Vara (SP)
    Età
    67
    Messaggi
    10,274
    Citazione Originariamente Scritto da Canonista Visualizza Messaggio
    Se invece bastano un bel culo e due belle tette a mandare a rotoli la nostra fede... beh, poveri noi.

    La condanna verso la persona spetta solo a Dio; la condanna di una rottura di un matrimonio valido e sacramento spetta già alla Chiesa.
    Che proprio bastino a mandare a rotoli la nostra fede, mi auguro vivamente di no; tanto è vero che anche quando ero stabilmente nel peccato, comunque la fede l'ho conservata e mi ha aiutato moltissimo ad uscire da quella situazione.

    Dio sa comprendere le nostre debolezze e - anche quando siamo nell'errore - ci aiuta ad uscirne; se non avesse avuto questa volontà, il Figlio di Dio non avrebbe avuto bisogno di soffrire tanto per la salvezza dei peccatori.

    Parlando di "condanna" mi riferivo a quella eterna, all'Inferno; la Chiesa può (e deve)certamente proclamare che chi è nella tale situazione offende gravemente la legge divina, ma non che meriti realmente l'Inferno.

  8. #58
    Iscritto
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    roma
    Messaggi
    64
    Cara ANNAPENELOPE posso immaginare il tuo stato di confusione e perche' no di sofferenza... il cuore ti porta verso quest'uomo la tua fede ti consiglia invece di non entrare in peccato con lui... cosa fare allora visto che in entrambi i casi la sofferenza c'e'e genera aime' altra sofferenza... consigliati con un sacerdote... fai un percorso di discernimento se per te essere cristiana e' importante dovresti purtroppo lasciare quest'uomo sposato ... (sembra un suggerimento alquanto folle!) la chiesa ho scoperto che come una MADRE pone in qualche modo dei vincoli per il nostro bene non perche' vuole essere spietata con il nostro cuore e i nostri sentimenti... ma come vivrai sulla tua pelle non e' facile la tua situazione... vorresti piu' accoglienza... ci sono delle parrocchie che fanno dei corsi per dei separatie divorziati e spesso dei sacerdoti accompagnano in un cammino di rinnovamento anche delle coppie con il tuo " problema" ... perche' non cercare allora?

    buon cammino e ricordati che il Signore ti ama sempre e comunque e siamo solo noi che lo possiamo cacciar via dal cuore ...

  9. #59
    Iuris Utriusque Doctor L'avatar di Canonista
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,252
    Citazione Originariamente Scritto da ITER PARA TUTUM Visualizza Messaggio
    Che proprio bastino a mandare a rotoli la nostra fede, mi auguro vivamente di no; tanto è vero che anche quando ero stabilmente nel peccato, comunque la fede l'ho conservata e mi ha aiutato moltissimo ad uscire da quella situazione.

    Come vedi, la risposta la stai dando tu stesso: siccome per te la fede era al primo posto nella vita, hai fatto terminare quella situazione di peccato.
    Civilista sine canonista, parum valet; canonista sine civilista, nihil

  10. #60
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    NOVARA
    Età
    40
    Messaggi
    1,069
    È inutile dire che scegliere tra cuore e fede non è sempre facile e non è detto che si sia subito forti per sacrificare il cuore. Io farei un percorso con un padre spirituale e soprattutto dialogherei con Dio nella preghiera. Prega per avere forza e discernimento.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>