Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 2 di 20 PrimaPrima 123412 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 193

Discussione: XXVIII Giornata Mondiale della Gioventù (Rio de Janeiro, 23-28 luglio 2013)

  1. #11
    Iscritto L'avatar di cardinale1987
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Località
    genova
    Messaggi
    391
    Citazione Originariamente Scritto da Vox Populi Visualizza Messaggio
    Escludendo le Giornate a livello diocesano, che si celebrano ogni anno in occasione della Domenica delle Palme, questa è la cronologia delle GMG:

    • 31 marzo 1985 (Roma)
    • 11-12 aprile 1987 (Buenos Aires, Argentina)
    • 15-20 agosto 1989 (Santiago de Compostela, Spagna)
    • 10-15 agosto 1991 (Częstochowa, Polonia)
    • 10-15 agosto 1993 (Denver, USA)
    • 10-15 gennaio 1995 (Manila, Filippine)
    • 19-24 agosto 1997 (Paris, Francia)
    • 15-20 agosto 2000 (Roma)
    • 23-28 luglio 2002 (Toronto, Canada)
    • 16-21 agosto 2005 (Koln, Germania)
    • 15-20 luglio 2008 (Sydney, Australia)
    • 16-21 agosto 2011 (Madrid, Spagna)
    • 2013 (Rio de Janeiro, Brasile)
    In merito a questa ricerca, mi è venuta in mente una curiosità che sicuramente Vox e i forumisti molto più esperti di me sapranno "soddisfare"...
    Mi chiedevo quali erano cardinali e/o gli arcivescovi che hanno accolto il Santo Padre nella loro Diocesi sedi delle Giornate Mondiali della Gioventù che si sono svolte dal 1987 ad oggi.
    Delle ultime me li ricordo, sotto il pontificato di Benedetto XVI il card. Meisner a Colonia nel 2005, il card. Pell a Sydney nel 2008, e ovviamente il card. Rouco Varela quest'anno a Madrid, mentre sotto Giovanni Paolo II delle Giornate che io ricordo ad accoglierlo vi furono rispettivamente il card. Sin a Manila nel 1995, il card. Lustiger a Parigi nel 1997, il card. Ruini a Roma nel 2000 nella GMG celebrata nell'anno del Grande Giubileo ( in quanto, all'epoca Vicario Generale di Roma, carica come ben sapete equiparata ad Ordinario diocesano), e nel 2002 dal card. Ambrozic a Toronto. Delle prime Giornate per ovvi motivi anagrafici non me li ricordo chi fossero. Chiedo a qualcuno di voi se se lo ricorda o se ne è in qualche modo a conoscenza.
    "Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo!"(Karol Wojtyla)

  2. #12
    Partecipante a CR L'avatar di Concesio
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Località
    Tridentinum
    Messaggi
    606
    Citazione Originariamente Scritto da cardinale1987 Visualizza Messaggio
    In merito a questa ricerca, mi è venuta in mente una curiosità che sicuramente Vox e i forumisti molto più esperti di me sapranno "soddisfare"...
    Mi chiedevo quali erano cardinali e/o gli arcivescovi che hanno accolto il Santo Padre nella loro Diocesi sedi delle Giornate Mondiali della Gioventù che si sono svolte dal 1987 ad oggi.
    Delle ultime me li ricordo, sotto il pontificato di Benedetto XVI il card. Meisner a Colonia nel 2005, il card. Pell a Sydney nel 2008, e ovviamente il card. Rouco Varela quest'anno a Madrid, mentre sotto Giovanni Paolo II delle Giornate che io ricordo ad accoglierlo vi furono rispettivamente il card. Sin a Manila nel 1995, il card. Lustiger a Parigi nel 1997, il card. Ruini a Roma nel 2000 nella GMG celebrata nell'anno del Grande Giubileo ( in quanto, all'epoca Vicario Generale di Roma, carica come ben sapete equiparata ad Ordinario diocesano), e nel 2002 dal card. Ambrozic a Toronto. Delle prime Giornate per ovvi motivi anagrafici non me li ricordo chi fossero. Chiedo a qualcuno di voi se se lo ricorda o se ne è in qualche modo a conoscenza.
    A Denver nel 1993 era Arcivescovo l'attuale Card. James Francis Stafford che non a caso, forse per la bella organizzazione, nel 1996 fu chiamato a presiedere il Pontificio Consiglio per i Laici.
    Nel 1989 era Arcivescovo di Santiago de Compostela l'allora mons. Rouco Varela che quest'anno ha accolto il Papa anche a Madrid.
    Venite et Videbitis

  3. #13
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,137
    Riassumendom questi sono gli Ordinari (o equiparati) che hanno accolto il Papa nel loro territorio in occasione delle edizioni internazionali della GMG:

    • 31 marzo 1985: Card. Ugo Poletti, Vicario Generale per la Diocesi di Roma
    • 11-12 aprile 1987: Card. Juan Carlos Aramburu, Arcivescovo di Buenos Aires
    • 15-20 agosto 1989: Mons. Antonio Maria Rouco Varela, Arcivescovo di Santiago de Compostela
    • 10-15 agosto 1991: Mons. Stanislaw Nowak, Arcivescovo di Częstochowa
    • 10-15 agosto 1993: Mons. James Francis Stafford, Arcivescovo di Denver
    • 10-15 gennaio 1995: Card. Jaime Lachica Sin, Arcivescovo di Manila
    • 19-24 agosto 1997: Card. Jean-Marie Lustiger, Arcivescovo di Paris
    • 15-20 agosto 2000: Card. Camillo Ruini, Vicario Generale per la Diocesi di Roma
    • 23-28 luglio 2002: Card. Aloysius Matthew Ambrozic, Arcivescovo di Toronto
    • 16-21 agosto 2005: Card. Joachim Meisner, Arcivescovo di Koln
    • 15-20 luglio 2008: Card. George Pell, Arcivescovo di Sydney
    • 16-21 agosto 2011: Card. Antonio Maria Rouco Varela, Arcivescovo di Madrid


    Per quanto riguarda l'organizzazione vaticana della GMG, il Presidente del Pontificio Consiglio per i Laici che ha preparato più Giornate è stato il Card. Eduardo Francisco Pironio (sei GMG, dal 1985 al 1995); i suoi successori ne hanno invece preparate tre a testa (Stafford 1997-2000-2002; Rylko 2005-2008-2011)
    Primus Petrus apóstolus; nec Paulus impar grátia,
    electiónis vas sacræ Petri adæquávit fidem.
    (Liturgia Horarum, Hymnus ad Laudes matutinas in sollemnitate SS. Petri et Pauli)

  4. #14
    Nuovo iscritto L'avatar di alexandermagnus
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    Archidioecesis Taurinensis
    Età
    34
    Messaggi
    25
    :-)

  5. #15
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,137
    La gioia dei vescovi brasiliani per la scelta del Papa di indire la prossima Gmg a Rio de Janeiro

    “Una grande sfida”, ma anche “un momento molto speciale per la Chiesa in Brasile”: con queste parole, i vescovi brasiliani hanno accolto con gioia la scelta di Benedetto XVI di indire la prossima Giornata Mondiale della Gioventù nel 2013 a Rio de Janeiro. L’annuncio del Papa è arrivato ieri, al termine della Messa conclusiva della 26.ma GMG, svoltasi a Madrid. In serata, quindi, i rappresentanti della Conferenza episcopale brasiliana hanno tenuto una conferenza stampa nella capitale spagnola per manifestare il proprio entusiasmo e la propria gratitudine al Pontefice. All’incontro con i giornalisti sono intervenuti il presidente della CNBB, card. Raymundo Damasceno Assis, l’arcivescovo di Rio de Janeiro, mons. Orani João Tempesta, e il presidente della Commissione episcopale per la Pastorale giovanile brasiliana, don Eduardo Pinheiro. Nel suo intervento, il card. Damasceno Assis ha ringraziato il Papa per aver scelto Rio de Janeiro ed ha parlato di “responsabilità” per affrontare “una grande sfida” come questa, ribadendo che si metterà presto in contatto con il Pontificio Consiglio per i Laici per avviare i preparativi. Stretta sarà anche la collaborazione con il CELAM, la Conferenza episcopale dell’America Latina, ha aggiunto il porporato, così da coinvolgere il maggior numero possibile di giovani in tutto il continente. “Il lavoro sarà particolarmente intenso – ha continuato il card. Damasceno Assis – dato che la prossima GMG è stata anticipata di un anno, rispetto ai tre canonici, poiché il Brasile ospiterà, nel 2014, i Mondiali di calcio”. Il presidente della CNBB ha quindi aggiunto: “L’America Latina è il continente con il maggior numero di cattolici al mondo, pari al 47% della popolazione, e quindi la 27.ma GMG darà molti frutti non solo per i giovani del Brasile, ma anche per tutta la zona latinoamericana”. Dal suo canto, mons. João Tempesta ha sottolineato che la tradizionale Campagna di Fraternità che la Chiesa brasiliana promuove ogni anno sarà dedicata, nel 2013, proprio alla gioventù. “La scelta di Rio de Janeiro – ha detto invece don Pinheiro – rappresenta un momento molto speciale per la Chiesa in Brasile. La prossima GMG mostrerà una Chiesa viva, creativa, in parte proprio grazie ai giovani”. Al momento, la CNBB non si è sbilanciata sul possibile numero di partecipanti all’evento, ma ha comunque assicurato che, da parte dello Stato, c’è stata la massima disponibilità per accogliere la GMG nel Paese. Da sottolineare che questa è la seconda GMG ad essere ospitata da un Paese latinoamericano: nel 1987, infatti, toccò all’Argentina, precisamente a Buenos Aires. Certo, nel frattempo l’America Latina è cambiata, sottolineano i vescovi, ma nonostante i miglioramenti, la realtà registra ancora un aumento della concentrazione della ricchezza nelle mani di pochi e della povertà in moltissimi altri. “La globalizzazione – ha aggiunto il presidente della CNBB – ha inoltre portato alla standardizzazione della cultura, con la conseguente perdita di una propria identità culturale”, soprattutto fra i giovani, sui quali, a detta di don Pinheiro, influiscono molto anche i mass media. Intanto, il prossimo 18 settembre, il Brasile accoglierà la Croce e l’Icona Mariana simboli delle GMG, voluti da Giovanni Paolo II rispettivamente nel 1984 e nel 2003. La Croce sarà ricevuta dall’Arcidiocesi di San Paolo e da qui partirà per un pellegrinaggio nelle 274 diocesi del Paese, nell’arco dei due anni di preparazione all’evento. Per accogliere la Croce, l’Arcidiocesi di San Paolo ha organizzato una Messa solenne, che avrà luogo alle 16.30 a Campo di Marte. La Croce della GMG resterà a San Paolo fino al 31 ottobre; la tappa successiva sarà Belo Horizonte, dove arriverà il 19 novembre per il pellegrinaggio nella Regione ecclesiastica Leste 2. L’ultima tappa della Croce prima di arrivare a Rio de Janeiro sarà la Valle do Paraíba, nel marzo del 2013. (A cura di Isabella Piro)


    fonte: Radio Vaticana
    Primus Petrus apóstolus; nec Paulus impar grátia,
    electiónis vas sacræ Petri adæquávit fidem.
    (Liturgia Horarum, Hymnus ad Laudes matutinas in sollemnitate SS. Petri et Pauli)

  6. #16
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,137
    Nel corso dell'udienza generale di questa mattina, il Santo Padre Benedetto XVI ha annunciato quali saranno i temi delle due prossime Giornate Mondiali della Gioventù, quella a livello diocesano del 2012 e quella internazionale del 2013 a Rio:

    E ora desidero annunciare i temi delle prossime Giornate Mondiali della Gioventù. Quella dell’anno prossimo, che si svolgerà nelle singole Diocesi, avrà come motto: "Siate sempre lieti nel Signore!", tratto dalla Lettera ai Filippesi (4,4); mentre nella Giornata Mondiale della Gioventù del 2013 a Rio de Janeiro, il motto sarà il mandato di Gesù: "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" (cfr Mt 28,19). Fin d’ora affido alla preghiera di tutti la preparazione di questi molto importanti appuntamenti.


    fonte: Sala Stampa della Santa Sede
    Primus Petrus apóstolus; nec Paulus impar grátia,
    electiónis vas sacræ Petri adæquávit fidem.
    (Liturgia Horarum, Hymnus ad Laudes matutinas in sollemnitate SS. Petri et Pauli)

  7. #17
    Bannato
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Età
    39
    Messaggi
    43,056
    Mi pare di ricordare che già nel 2005 si pensava di fare una GMG in Brasile.

  8. #18
    Iscritto L'avatar di cardinale1987
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Località
    genova
    Messaggi
    391
    Citazione Originariamente Scritto da Vox Populi Visualizza Messaggio
    Riassumendom questi sono gli Ordinari (o equiparati) che hanno accolto il Papa nel loro territorio in occasione delle edizioni internazionali della GMG:

    • 31 marzo 1985: Card. Ugo Poletti, Vicario Generale per la Diocesi di Roma
    • 11-12 aprile 1987: Card. Juan Carlos Aramburu, Arcivescovo di Buenos Aires
    • 15-20 agosto 1989: Mons. Antonio Maria Rouco Varela, Arcivescovo di Santiago de Compostela
    • 10-15 agosto 1991: Mons. Stanislaw Nowak, Arcivescovo di Częstochowa
    • 10-15 agosto 1993: Mons. James Francis Stafford, Arcivescovo di Denver
    • 10-15 gennaio 1995: Card. Jaime Lachica Sin, Arcivescovo di Manila
    • 19-24 agosto 1997: Card. Jean-Marie Lustiger, Arcivescovo di Paris
    • 15-20 agosto 2000: Card. Camillo Ruini, Vicario Generale per la Diocesi di Roma
    • 23-28 luglio 2002: Card. Aloysius Matthew Ambrozic, Arcivescovo di Toronto
    • 16-21 agosto 2005: Card. Joachim Meisner, Arcivescovo di Koln
    • 15-20 luglio 2008: Card. George Pell, Arcivescovo di Sydney
    • 16-21 agosto 2011: Card. Antonio Maria Rouco Varela, Arcivescovo di Madrid
    Grazie mille della ricerca, ineccepibile come sempre...
    Davvero curioso questo piccolo record del card. Varela, che ha accolto come vescovo ordinario della diocesi ospitante il Santo Padre per due Giornate Mondiali della Gioventù differenti, però... e per di più a distanza di 22 anni dalla prima Giornata e con due ponttefici differenti, davvero un dato rilevante.
    "Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo!"(Karol Wojtyla)

  9. #19
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,137
    Primi contatti del cardinale Ry|lko con i responsabili brasiliani

    Già al lavoro per Rio 2013

    La Giornata mondiale della gioventù è un cantiere sempre aperto. Ne sa qualcosa il cardinale Stanis|law Ry|lko, già proiettato verso il prossimo appuntamento a Rio de Janeiro nel 2013. Rispondendo alle domande del nostro giornale, il presidente del Pontificio Consiglio per i Laici sottolinea il grande lavoro preparatorio che accompagna solitamente il tempo che separa la celebrazione di questi grandi eventi ecclesiali «sempre nuovi». Sarebbe infatti un errore considerarli ripetitivi. Essi infatti esprimono, spiega il porporato, la continua novità del Vangelo e al tempo stesso «la continuità della Chiesa». Il cardinale conosce bene tutti i meccanismi che si muovono intorno a queste celebrazioni, essendo stato capo ufficio della sezione Giovani nei raduni a Santiago de Compostela nel 1989, a Cze#stochowa nel 1991 e a Denver nel 1993, poi segretario nel 1995 e infine, dal 2003, presidente del dicastero vaticano per i laici.

    Da Madrid 2011 a Rio de Janeiro 2013 la strada è lunga.

    Sì, ma il tempo stringe. Per questo abbiamo già cominciato a lavorare a Madrid. Ho avuto un primo incontro con l’arcivescovo della città carioca e con una rappresentanza della Conferenza episcopale nazionale. Abbiamo fissato una scaletta per i prossimi appuntamenti. Intanto parte per il Brasile la grande croce di legno che sempre precede le Gmg, come un aratro che prepara il terreno per la seminagione. Giungerà nell’arcidiocesi di San Paolo e dà qui inizierà il pellegrinaggio nelle 274 diocesi del Paese, nell’arco dei due anni di preparazione all’avvenimento.

    Dunque una sfida pastorale continua?

    L’obiettivo di ogni Gmg è costruire ponti tra l’avvenimento straordinario dei raduni internazionali con il Papa e la celebrazione nella vita ordinaria e concreta dei giovani che vivono nella realtà odierna. È su questo terreno che si misura la qualità della pastorale giovanile.

    Da dove cominciare?

    È molto importante insistere sul fatto che quando si spengono i riflettori e tutto torna alla normalità quotidiana, occorre dare un seguito alle Gmg nella pastorale ordinaria. Negli incontri a Madrid c’è stata una seminagione grandiosa grazie alla presenza e alla parole di Benedetto XVI così penetranti. Ma adesso arriva il tempo del raccolto, delle verifiche: dobbiamo controllare come ciò che abbiamo investito a livello di Chiesa universale venga recepito e coltivato nelle realtà locali. Soprattutto i giovani che hanno optato per la vita consacrata o sacerdotale meritano uno speciale accompagnamento, affinché la loro vocazione non sia un fuoco di paglia.

    Cosa porta con sé dell’esperienza vissuta a Madrid?

    Soprattutto il clima di spiritualità della Via Crucis a Plaza de Cibeles. La rappresentazione della Passione di Cristo nelle Gmg non è infatti un accessorio. Al contrario, dev’essere un catalizzatore, perché è necessario che i giovani incontrino Gesù. Molti di loro, del resto, hanno intuito già da diverse edizioni che uno dei luoghi dove ciò può avvenire è nel mistero pasquale. Di qui l’importanza della Via Crucis, di cui nell’edizione di quest’anno era molto evidente la simbiosi tra la tradizione e l’oggi. È stato un momento veramente forte della Gmg targata Madrid, perché ha condensato in sé due aspetti: da una parte le immagini dei pasos così eloquenti e le parole delle meditazioni che li hanno accompagnati hanno fatto rivivere il mistero pasquale di Cristo nell’oggi di un giovane del terzo millennio; dall’altra, il canto e la musica veramente impressionanti, sintesi meravigliosa tra parola, immagini e giovani, che sono stati letteralmente trascinati dentro questo mistero.

    GIANLUCA BICCINI

    27 agosto 2011


    fonte: L’Osservatore Romano
    Primus Petrus apóstolus; nec Paulus impar grátia,
    electiónis vas sacræ Petri adæquávit fidem.
    (Liturgia Horarum, Hymnus ad Laudes matutinas in sollemnitate SS. Petri et Pauli)

  10. #20
    Collaboratore di "Dottrina della Fede" L'avatar di SantoSubito
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Padova
    Età
    30
    Messaggi
    3,432
    Il mio viceparroco ha detto che ha saputo già le date, dal 22 al 28 luglio. Ne sapete qualcosa?
    Crediamo in un solo Dio, non in un Dio solo!

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>