Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 17 di 25 PrimaPrima ... 71516171819 ... UltimaUltima
Risultati da 161 a 170 di 242

Discussione: L'aborto non può essere terapeutico

  1. #161
    CierRino
    Data Registrazione
    Nov 2016
    Località
    Italia
    Età
    28
    Messaggi
    6,192
    Citazione Originariamente Scritto da Chicco Visualizza Messaggio
    Infatti, non è una scuochezza.

    Mi diceva una signora che conoscevo anni fa, (chi sa se è ancora viva) con molto risentimento, che era stato un grave errore chiudere i centri per il sostegno dei piccoli che le famiglie non potevano tenere.

    Basta pensare in tutta Europa, così negli USA quanto sia diventata una prassi normale spacciata per diritto quella di abortire, senza che molta gente ne sia realmente cosciente di cosa sia in realtà.

    Io posso capire i giusti diritti delle donne come quelli al voto, o riguardo il lavoro, ma questo non può essere un diritto giusto.
    Intendi gli orfanotrofi quando parli di chiusura dei centri per sostegno dei piccoli?
    Se ho parlato male, dimostra dov'è il male; ma se ho parlato bene, perché mi percuoti?

  2. #162
    Partecipante a CR L'avatar di nessuno11
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Bologna
    Età
    59
    Messaggi
    550
    E' un tema veramente difficile.

    Bisognerebbe tuttavia affrontarlo con franchezza. Le disquisizione di lana caprina su quando l'embrione diventa persona umana mi sembra surreale. Non capisco con quale coraggio sia portata avanti. Posso assicurare che quando mia moglie mi comunicò il risultato del test (positivo), non essendo il primo figlio.....mi sentii mancare Nonostante l'avessimo cercato, nonostante fosse una bellissima notizia, io dovetti sdraiarmi sul letto perché mi girava la testa.

    Una strana reazione per un ovulo fecondato. Altro che embrione, feto.............. ammasso di cellule qualcuno dice!

    C'è un figlio/a in arrivo. Tuo figlio!

    Il resto sono tutte baggianate tecnico-scientifiche che nulla hanno a che vedere con la realtà dell'evento. Il problema nasce quando il bimbo/a non è voluto. Non quando il bimbo/a diventa bimbo/a da un punto di vista scientifico e giurisprudenziale.

    Stabilito che si tratta di una persona, anche se solo in costruzione, e dunque assumendosi la responsabilità di discuterne in questa prospettiva di realtà, Il problema si pone, dicevo, quando la madre non ne vuole sapere e non vuole sentire ragioni. Nemmeno quelle del padre. Primo punto dolente della legislazione attualmente in vigore in Italia: il padre non conta nulla.

    Detto questo cosa facciamo? Sanzioniamo la madre? L'arrestiamo?

    Come si vede non è una questione semplice. Tutt'altro.

    Per non sottrarmi alla responsabilità di cercare una risposta, dirò la mia. Senza pretesa di avere la verità in tasca.

    Penso che vada costruito un percorso importante (investire molte, molte risorse) per dare sostegno alla madre. Un sostegno assolutamente straordinario ed efficace. Se proprio non vuole saperne di tenersi il bambino/a allora proporle di darlo in affido. Favorendo anche questa scelta con una qualche forma di sostegno.

    Insomma io penso che i comportamenti virtuosi vadano aiutati. Non li si può obbligare.

  3. #163
    Gran CierRino di Platino e Diamanti L'avatar di sere85
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    provincia Brescia
    Età
    37
    Messaggi
    10,837
    Citazione Originariamente Scritto da nessuno11 Visualizza Messaggio
    E' un tema veramente difficile.

    Bisognerebbe tuttavia affrontarlo con franchezza. Le disquisizione di lana caprina su quando l'embrione diventa persona umana mi sembra surreale. Non capisco con quale coraggio sia portata avanti. Posso assicurare che quando mia moglie mi comunicò il risultato del test (positivo), non essendo il primo figlio.....mi sentii mancare Nonostante l'avessimo cercato, nonostante fosse una bellissima notizia, io dovetti sdraiarmi sul letto perché mi girava la testa.

    Una strana reazione per un ovulo fecondato. Altro che embrione, feto.............. ammasso di cellule qualcuno dice!

    C'è un figlio/a in arrivo. Tuo figlio!

    Il resto sono tutte baggianate tecnico-scientifiche che nulla hanno a che vedere con la realtà dell'evento. Il problema nasce quando il bimbo/a non è voluto. Non quando il bimbo/a diventa bimbo/a da un punto di vista scientifico e giurisprudenziale.

    Stabilito che si tratta di una persona, anche se solo in costruzione, e dunque assumendosi la responsabilità di discuterne in questa prospettiva di realtà, Il problema si pone, dicevo, quando la madre non ne vuole sapere e non vuole sentire ragioni. Nemmeno quelle del padre. Primo punto dolente della legislazione attualmente in vigore in Italia: il padre non conta nulla.

    Detto questo cosa facciamo? Sanzioniamo la madre? L'arrestiamo?

    Come si vede non è una questione semplice. Tutt'altro.

    Per non sottrarmi alla responsabilità di cercare una risposta, dirò la mia. Senza pretesa di avere la verità in tasca.

    Penso che vada costruito un percorso importante (investire molte, molte risorse) per dare sostegno alla madre. Un sostegno assolutamente straordinario ed efficace. Se proprio non vuole saperne di tenersi il bambino/a allora proporle di darlo in affido. Favorendo anche questa scelta con una qualche forma di sostegno.

    Insomma io penso che i comportamenti virtuosi vadano aiutati. Non li si può obbligare.
    Concordo con te e sottolineo una frase: Il padre non conta nulla. Esattamente. Questa è una cosa che ho sempre ritenuto agghiacciante.
    Ho una coppia di amici che hanno due bambini di 6 e 4 anni ed ora è attesa in queste settimane la nascita del terzo.
    Terzo, diciamo così, "capitato" tanto che, il marito ci raccontava aveva un po' spinto all'inizio sull'interruzione della gravidanza, ma lei è stata irremovibile. A pareri inversi, ora, non staremmo aspettando nessuna nascita.
    Chi vuol esser lieto sia, di doman non c'è certezza

  4. #164
    Cronista di CR L'avatar di PaoVac
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Archidioecesis Taurinensis
    Età
    48
    Messaggi
    8,117
    Citazione Originariamente Scritto da teophilius Visualizza Messaggio
    Il punto, a mio modesto parere, è che l'embrione è una persona in potenza.
    non sono d'accordo, l'embrione è una persona già in atto, al massimo gli spermatozoi e gli ovuli sono persone in potenza
    Quid quaeritis viventem cum mortuis? (Lc 24, 5)

  5. #165
    Gran CierRino L'avatar di Aleksej
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Località
    Cagliari
    Età
    59
    Messaggi
    8,083
    Citazione Originariamente Scritto da PaoVac Visualizza Messaggio
    non sono d'accordo, l'embrione è una persona già in atto, al massimo gli spermatozoi e gli ovuli sono persone in potenza
    Spermatozoi ed ovuli non possono essere persone in potenza, manca loro metà del patrimonio genetico necessario per potersi definire tali. Ed infatti, lasciati a loro stessi, non diventeranno mai persona. Sarebbe come dire che un singolo protone è un atomo di idrogeno in potenza.
    "Chi cerca la verità cerca Dio, che lo sappia o no."

  6. #166
    CierRino d'oro L'avatar di Chicco
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    12,112
    Citazione Originariamente Scritto da Messa Visualizza Messaggio
    Intendi gli orfanotrofi quando parli di chiusura dei centri per sostegno dei piccoli?
    Penso che si riferisse a dei centri che in qualche modo si prendesseo cura dei piccoli che la mamma non poteva portare avanti o comunque dei centri temporanei dove poi i bambini venivano sistemati in adozione a qualche famiglia.

    E ricordo che aveva un certo risentimento verso questa chiusura perché adesso chi ha delle difficoltà nell'ignoranza è più facile che abortisca.
    Non fare agli altri ciò che non vuoi sia fatto a te!!! Sei fortunato? Bene!! Divertiti, goditi ciò che di buono hai ma non fare del male a nessuno!!

  7. #167
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    22,861
    Per quelle che sono le mie conoscenze, io concordo con PaoVac.
    La filosofia c’insegna che la potenza è la possibilità di divenire (dal latino: potens ‘che può’), mentre l’atto è la realizzazione della medesima: l’ente ch’aveva la possibilità di divenire qualcosa è, appunto, divenuto quel qualcosa.
    Ora non possiamo dire che l’embrione sia una persona in potenza: non è che possa divenire una persona, ma lo è già, in tutto e per tutto. La potenza (possibilità di divenire persona) è realizzata, quindi è persona in atto.
    Direi anche ch’i gameti possano considerarsi persone in potenza: hanno la possibilità di divenire persone. Certo non da soli, ma l’hanno, ed anzi esistono per quello. Sono molteplici i casi in cui una potenza non può realizzarsi da sé stessa: noi laici, ad esemplo, siamo preti in potenza, benché per realizzare questa potenza abbiamo bisogno d’un intervento esterno e sovrannaturale (la imposizione delle mani del Vescovo). Allo stesso modo i gameti sono persone in potenza, benché non è detto che lo divegnano e non possono divenirlo senza altri gameti. Al momento della fecondazione la potenza verrà realizzata e diverranno persona in atto, materia elevata alla forma della esistenza.
    Ultima modifica di Laudato Si’; 07-07-2022 alle 22:27
    «Originális mácula cuncta respérsit sæcula;
    sola post Natum vítiis numquam contácta díceris».




  8. #168
    Gran CierRino L'avatar di Aleksej
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Località
    Cagliari
    Età
    59
    Messaggi
    8,083
    Citazione Originariamente Scritto da Laudato Si’ Visualizza Messaggio
    Direi anche ch’i gameti possano considerarsi persone in potenza: hanno la possibilità di divenire persone. Certo non da soli, ma l’hanno, ed anzi esistono per quello.
    Con questo principio che assumi, anche un singolo quark ha la possibilità di diventare persona. Certo, non da solo. Non ha alcun senso, a mio parere. Un ovulo fecondato, e cioè completo dell'intero patrimonio genetico e quindi dell'informazione necessaria e sufficiente, è una persona in potenza. Un ovulo non fecondato, no. Se fosse come tu dici, dovremmo pensare che ogni 28 giorni ogni donna fertile elimini una persona in potenza.
    "Chi cerca la verità cerca Dio, che lo sappia o no."

  9. #169
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    22,861
    Citazione Originariamente Scritto da Aleksej Visualizza Messaggio
    Con questo principio che assumi, anche un singolo quark ha la possibilità di diventare persona.
    Semmai parte d’una persona. Mentre in vece dai gameti nasce il corpo degli uomini: venendo fecondato, un gamete diviene persona.

    Citazione Originariamente Scritto da Aleksej Visualizza Messaggio
    Un ovulo fecondato, e cioè completo dell'intero patrimonio genetico e quindi dell'informazione necessaria e sufficiente, è una persona in potenza.
    Un ovulo fecondato è già una persona: «Ad ogni essere umano, dal concepimento alla morte naturale, va riconosciuta la dignità di persona» (Congregazione per la Dottrina della Fede, Istruzione Dignitas Personae, n. 1). È già quindi da considerare persona in atto, non più in potenza.
    Ultima modifica di Laudato Si’; 08-07-2022 alle 00:12
    «Originális mácula cuncta respérsit sæcula;
    sola post Natum vítiis numquam contácta díceris».




  10. #170
    Fedelissimo di CR L'avatar di teophilius
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Torino
    Età
    56
    Messaggi
    4,806
    Citazione Originariamente Scritto da PaoVac Visualizza Messaggio
    non sono d'accordo, l'embrione è una persona già in atto, al massimo gli spermatozoi e gli ovuli sono persone in potenza
    Guarda, non sto certo a spaccare il capello su questo punto e non ho nessuna difficoltà a riconoscerlo persona in atto. Però tieni conto che, in un eventuale dibattito, già sarebbe faticoso far accettare all'avversario l'essere in potenza, figurati l'essere in atto. Tieni presente che molti neppure assumono il ritenerlo un essere umano.
    E tergerà ogni lacrima dai loro occhi; non ci sarà più la morte, nè lutto, nè lamento, nè affanno, perché le cose di prima sono passate \[T]/

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>