Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 22 di 22 PrimaPrima ... 12202122
Risultati da 211 a 216 di 216

Discussione: L'aborto non può essere terapeutico

  1. #211
    CierRino
    Data Registrazione
    Nov 2016
    Località
    Italia
    Età
    27
    Messaggi
    6,058
    Citazione Originariamente Scritto da nessuno11 Visualizza Messaggio
    Naturalmente posso essere in errore tuttavia ho la netta sensazione che non sarà una discussione tecnico-scientifica a dirimere la questione.
    Affatto, ma chiarire il punto di vista scientifico è fondamentale.

    Lèssi tempo addietro che in uno studio avessero chiesto a molti embriologi (credo qualche centinaio) quando pensassero che la vita umana iniziasse, e il 95% disse chiaramente fosse il concepimento.

    Su Reddit ho letto lo sfogo di un embriologo che, pur essendo pro-aborto, criticava quanti declassassero l’embrione ad un parassita o un grumo di cellule, definendolo “un’entità complessa e vitale”.

    Come vedi iniziare da un autentico punto di vista scientifico permette di affrontare l’argomento con basi valide. Altrimenti è come parlare di energia nucleare senza sapere nemmeno come funziona la sua produzione.


    Io frequento tante persone diverse e, non temendo il confronto, ho avuto contraddittori che, sinceramente, faccio fatica a credere che siano stati reali e non immaginati. Una persona è arrivata a paragonare l'embrione ad un tumore, un'altra abbracciava l'opzione cinese e tante altre corbellerie che vi risparmio. Questo è lo stato dell'arte dell'attuale umanità. Certo non di tutta, ma ditemi voi se in una discussione come quella sull'aborto che va avanti dagli anni '70, avete mai sentito paragonare il feto ad un cancro. Io mai prima d'ora.
    Paragonare l’embrione ad un tumore è ridicolo già scientificamente.
    Se qualcuno sostiene questa eresia scientifica deve informarsi prima di tutto, poi potrà pure continuare a sostenere l’aborto, ma non deformi la realtà dei fatti.

    Quindi non solo non si può discuterne su un piano religioso (pura folli vista l'apostasia del giorno d'oggi) ma nemmeno si può farlo su un piano tecnicistico, scientifico o filosofico.
    Infatti c’è poco da discutere, c’è da educare sul tema.


    Questo pensarono? O forse si resero conto che c'era un figlio/a in arrivo? Nel bene e nel male sia chiaro. Ma il pensiero fu quello: "sta arrivando un figlio/a". Non ci fu un'altro sentire.

    I genitori non potranno negare questa cosa qua. I non genitori dovranno semplicemente ascoltare questo sentire da chi c'è passato.
    Il problema è che loro si appellerebbero al fatto che tu stesso stai parlando di “arrivare”, e prima di arrivare a destinazione la destinazione non c’è ancora.
    Potrebbero dirti che non era ancora un essere umano in quel momento.
    Se ho parlato male, dimostra dov'è il male; ma se ho parlato bene, perché mi percuoti?

  2. #212
    CierRino
    Data Registrazione
    Nov 2016
    Località
    Italia
    Età
    27
    Messaggi
    6,058
    Citazione Originariamente Scritto da sere85 Visualizza Messaggio
    ok, vedo che concordate con quello che volevo dire io. Probabilmente io non mi ero espressa molto bene nella foga di scrivere....



    Con che serietà si trattava l'argomento, con che calma e con che autorevolezza... non intervistavano Fedez come oggi
    Oggi è tutto un gridare e puntare il dito via social al disallineato di turno, mentre si elogia chiunque la pensi come il mainstream, non importa quanta reale comprensione abbia dell’argomento.
    Purtroppo è una conseguenza della società post-digitale in cui viviamo, c’è poco da fare.

  3. #213
    Fedelissimo di CR L'avatar di teophilius
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Torino
    Età
    56
    Messaggi
    4,783
    Citazione Originariamente Scritto da PaoVac Visualizza Messaggio
    ritenere che l'embrione è persona in potenza fa il gioco proprio degli abortisti! infatti se è persona in potenza e non in atto, quando la diverrebbe? dopo un certo numero di giorni? quindi prima si potrebbe uccidere tranquillamente?
    In realtà NON fa per niente il gioco degli abortisti. Il punto non è "quando diviene in atto" ma proprio il fatto che diverrà in atto. Questa semplice verità è comunemente accettata, solo in questo caso c'è l'arbitraria non-considerazione dell'essere in potenza. Di nuovo, ricordiamo che l'essere potenza essenziale non è un "essere probabile", non significa "non c'è ma potrebbe essere", significa invece che di certo diverrà ciò che al momento è essenzialmente in potenza. Ovvio, capisco nel dibattito attuale si appiattisce "potenza" a "probabile" e che è praticamente del tutto assente la distinzione "essenziale / accidentale", questo però non è un buon motivo per non riportare all'attenzione il reale significato dei termini, anzi proprio per questa attuale incomprensione è necessario (per quanto non ovviamente sufficiente), imho, una chiara assunzione della realtà di quei termini.
    E tergerà ogni lacrima dai loro occhi; non ci sarà più la morte, nè lutto, nè lamento, nè affanno, perché le cose di prima sono passate \[T]/

  4. #214
    Fedelissimo di CR L'avatar di teophilius
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Torino
    Età
    56
    Messaggi
    4,783
    Citazione Originariamente Scritto da Messa Visualizza Messaggio
    Il problema è che loro si appellerebbero al fatto che tu stesso stai parlando di “arrivare”, e prima di arrivare a destinazione la destinazione non c’è ancora.
    Potrebbero dirti che non era ancora un essere umano in quel momento.
    Invece, imho, è proprio quella l'assunzione da contrastare. La destinazione c'è: quella cosa sarà una persona, non un vaso di fiori, non un criceto, non una lampada. Quella cosa è destinata ad essere persona e se qualcuno dice "non è ancora un essere umano in quel momento" allora chi lo dice non è un essere umano in quel momento.
    E tergerà ogni lacrima dai loro occhi; non ci sarà più la morte, nè lutto, nè lamento, nè affanno, perché le cose di prima sono passate \[T]/

  5. #215
    CierRino
    Data Registrazione
    Nov 2016
    Località
    Italia
    Età
    27
    Messaggi
    6,058
    Citazione Originariamente Scritto da teophilius Visualizza Messaggio
    Invece, imho, è proprio quella l'assunzione da contrastare. La destinazione c'è: quella cosa sarà una persona, non un vaso di fiori, non un criceto, non una lampada. Quella cosa è destinata ad essere persona e se qualcuno dice "non è ancora un essere umano in quel momento" allora chi lo dice non è un essere umano in quel momento.
    La penso allo stesso modo, infatti in un'eventuale discussione con abortisti io propendo sempre per ricordare che, indipendentemente che sia vita umana o meno, quell'esserino diverrà in maniera altamente probabile un adulto e un anziano, come lo siamo diventati (o diventeremo) noi.
    Se ho parlato male, dimostra dov'è il male; ma se ho parlato bene, perché mi percuoti?

  6. #216
    Gran CierRino L'avatar di Aleksej
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Località
    Cagliari
    Età
    58
    Messaggi
    7,791
    Citazione Originariamente Scritto da Messa Visualizza Messaggio
    La penso allo stesso modo, infatti in un'eventuale discussione con abortisti io propendo sempre per ricordare che, indipendentemente che sia vita umana o meno, quell'esserino diverrà in maniera altamente probabile un adulto e un anziano, come lo siamo diventati (o diventeremo) noi.
    Infatti. Comunque non tutti coloro favorevoli ad una legge che regolamenti l'aborto sono dei fanatici, ho trovato diverse persone con le quali si può discutere, e che di sicuro non considerano il nascituro come un tumore. Il problema di fondo è che comunque considerano il diritto della madre di decidere o meno se portare avanti la gravidanza superiore a quello dell'embrione.
    "Chi cerca la verità cerca Dio, che lo sappia o no."

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>