Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 13 di 63 PrimaPrima ... 3111213141523 ... UltimaUltima
Risultati da 121 a 130 di 629

Discussione: Marco Frisina - Coro della Diocesi di Roma

  1. #121
    Concordo con te. Certo non escludo che l'approdo a Frisina della musica liturgica sia il ridultato di una serie di errori. Senza parlare della burrasca sessantottina che non merita, anche la impostazione ceciliana, in particolare il Perosi, ha dato il suo grande impulso a una certa "tonalizzazione eccessiva del canto sacro". Basti esaminare l'accompagnamento gregoriano in voga in quegli anni, eccessivamente tonale. In effetti, il motivo principale della "freschezza" della musica di Bartolucci è dovuta a un modo diverso di concepire la polifonia e cioè come figlia del gregoriano: tonale in definitiva. Quando Frisina andò da Bartolucci per chiedere al Maestro di poter collaborare con Lui, so che il discendente del Princeps gli ha imposto di studiare almeno 10 anni di gregoriano con lui. Non sono certo della fonte di tale informazione, ma rende bene il concetto della impostazione "sacra" della musica da Chiesa. Che dici?

  2. #122
    Indubbiamente Frisina è il primo passo di una "restaurazione" che segue la "rivoluzione" degli anni 70, e che parte da una impostazione prettamente tonale: non parlo quindi di "linearità delle armonie" citando solo le singole parti corali, ma anche l'insieme (tonica, dominante, sottodominante, e poco più). La "tonalizzazione" ha certo radici nella polifonia perosiana, ma è anche frutto di una mentalità che, volente o nolente, non può non tener conto delle tendenze della musica profana, generalmente tonale e basata su pochi accordi. Quanto al discorso della formazione, certamente chi si approccia alla musica sacra non può prescindere dallo studio del passato, e dalla tradizione del gregoriano.

  3. #123
    Citazione Originariamente Scritto da Giuseppe Siri Visualizza Messaggio
    Sono al mio primo intervento... tuttavia, sono un pò amareggiato di come si osanni con grande facilità alla musica che oggi fa successo. Attenzione, conosco Frisina da tanti anni, perchè ho notato subito come l'orecchiabilità dei suoi primi canti (raccolta Benedici il Signore, Non Temere, ecc...) è assolutamente proficua sia dal punto di vista della actuosa participatio dell'Assemblea, sia dal punto di vista della ricchezza spirituale dei Testi, che il fedele ha la possibilità di "ruminare" in se e sentirli come suo patrimonio spirituale e come fonte di meditazione. Frisina ha il grande merito di aver portato nel cuore di tanti fedeli, con la musica, dei testi fino ad ora poco valorizzati, in primis le Sacre Scritture. Quindi dal punto di vista pastorale a don Marco, un bel dieci e lode non glielo toglie nessuno: l'Assemblea partecipa, canta, è coinvoolta nel mistero celebrato con delle parole adatte.
    Se però dobbiamo formulare un parere sulla "musica" in sè, beh, allora non si può essere molto generosi con don Marco.
    Il musicista vero non si faccia trarre in inganno dalla cultura "dell'immediato". Sono d'accordo sulle analisi fatte in modo magistrale da alcuni di voi a proposito dell'equilibrio presente nella musica di Frisina tra orchestrazione, quindi professionalità, e popolaritò, ovvero pastoralità. Tuttavia un "vero musicista" non potrà mai dire che la musica di Frisina è il non plus ultra della musica sacra oggi... siamo onesti!
    Però, te lo dico da musicista perosiano e "tradizionalista" nel quadro attuale Frisina mi pare come il migliore compositore di musica sacra attuale.
    Un poco come le raccolte perosiane tipo Exaudi Domine, Ecce panis, Ave verum a 2 voci con Organo.

  4. #124
    Citazione Originariamente Scritto da alexanderw4 Visualizza Messaggio
    Però, te lo dico da musicista perosiano e "tradizionalista" nel quadro attuale Frisina mi pare come il migliore compositore di musica sacra attuale.
    Un poco come le raccolte perosiane tipo Exaudi Domine, Ecce panis, Ave verum a 2 voci con Organo.
    La penso allo stesso modo. In quegli anni secondo me usciva Perosi come Frisina oggi.

    Sono perfettamente d'accordo con l'ossrvazione che la musica leggera influisce moltissimo sulle forme della musica sacra. Alcuni canti si potrebbe cantare anche a san Remo, con ottimo successo credo. Che dite?

  5. #125
    Citazione Originariamente Scritto da Giuseppe Siri Visualizza Messaggio
    Alcuni canti si potrebbe cantare anche a san Remo, con ottimo successo credo. Che dite?
    Non esageriamo !
    Altrimenti torniamo alla Missa dell'homme armèe...
    C'è stato anche un Concilio, lo studiamo anche nella storia della musica, che proibì i temi profani nelle messe a più voci.
    Il senso del sacro deve caratterizzare le composizioni liturgiche.

  6. #126
    bannato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Età
    35
    Messaggi
    22
    Concordo con Siri: già lo vedo don Marco all'Ariston a mietere successi...

  7. #127
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    6
    Il Maestro mons. Marco Frisina e il Coro della diocesi di Roma
    a Finale Ligure

    Sabato 3 marzo 2007
    Ore 17.00: Presso il Complesso monumentale di Santa Caterina in Finalborgo, Conferenza del Maestro mons. Marco Frisina sul tema: “La comunicazione della fede attraverso la musica”.
    Ore 21.00: Concerto del Coro della diocesi di Roma diretto dal Maestro mons. Marco Frisina nella chiesa di San Biagio in Finalborgo dal titolo “100 Voci per un tetto”.

    Domenica 4 marzo 2007
    Ore 10.30: Santa Messa presieduta da mons. Marco Frisina e animata dal Coro della diocesi di Roma insieme alla corale del luogo.

    Ultima modifica di da.ny; 19-02-2007 alle 12:28

  8. #128
    Se è per questo tutti i preti musicisti hanno dovuto concedere qualcosa allo star system.
    Anche il giovane Perosi, ribattezzato il pretino prodigio, era coccolato dal jet set umbertino (da Renato Fucini a Gabriele D'Annunzio) senza contare le tourné in Francia e Germania. E non è il caso di spendere troppe parole su don
    Antonio Vivaldi che -con scandalo di qualcuno- andava in mezza Europa a far rappresentare le sue opere in tranquilla compagnia delle primedonne.

  9. #129
    Veterano di CR L'avatar di Abaz
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Magna Verona
    Età
    33
    Messaggi
    1,734
    Don Frisina a me piace moltissimo, e spesso cerco di ispirarmi alle sue melodie.

  10. #130
    Iscritto L'avatar di manuele
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    in seminario
    Età
    34
    Messaggi
    82
    sto riascoltando l'ultimo cd di Frisina:

    O Luce Radiosa

    è meraviglioso

Discussioni Simili

  1. Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 20-10-2008, 12:32
  2. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 21-04-2008, 06:14
  3. L'«Adoro te devote» nella lettura di mons. Marco Frisina
    Di Umanista nel forum Lo Scaffale di CR
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-02-2008, 20:08

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •