Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 131 di 344 PrimaPrima ... 3181121129130131132133141181231 ... UltimaUltima
Risultati da 1,301 a 1,310 di 3438

Discussione: Vesti Pontificali VI

  1. #1301
    Fedelissimo di CR L'avatar di Cavariese
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Cavaria con Premezzo, decanato di Gallarate arcidiocesidi Milano
    Età
    46
    Messaggi
    4,443
    Citazione Originariamente Scritto da Pikachu Visualizza Messaggio
    Hai ragione.
    Chiedo scusa, mi ero confuso alla grande con qualche altro arazzo, probabilmente. L'apparizione del crocifisso mi lascia comunque perplesso per i motivi di cui abbiamo abbondantemente discusso nell'apposito thread (specie in occasione dei Vespri al Celio).

    A proposito della benedizione, farei ancora notare il bellissimo aspersorio utilizzato (che anzichè schizzare qualche goccia ha il getto di un idrante ):


    Daylife


    la foto del papa con la scritta plebe indica perfettamente la qualità del piviale, la battuta non è mia ma la sottoscrivo.

    ribadisco ma con le cose belle che hanno in sacrestia proprio quell'oggetto dovevano usare? prendiamolo come nostro esercizio di penitenza per la Settimana Santa.....

  2. #1302
    Aloisius Gonzaga
    visitatore
    come avevo già detto su questo parato, non è un regalo ma una vera e propria commissione da parte dell'Ufficio alle monache. So che è stato impegnato quasi tutto il reparto ricamo, quindi per quanto generose e devote, è impossibile che non sia stato retribuito. A quanto ne so doveva essere il parato ufficiale per le festività dei Santi Pietro e Paolo, poi non so come mai sia spuntato ieri. I disegni richiamano tutti particolari architettonici della Basilica, per cui è stato fatto uno studio dalle monache e dai committenti, quindi non è proprio fuori contesto. Che poi piaccia o non piaccia non discuto, ma definirlo un parato da quattro soldi mi pare oggettivamente poco rispettoso. Poi sono anche io del parere che ieri era fuori luogo, avrebbero potuto scegliere una pianeta e piviale antichi e riservare al venerdì santo qualcosa di più semplice. Oppure ripristinare il famoso parato rosso nuovo con pianeta riadattata, semplice ma bello. Ma in linea di massima penso che non ci sia un grande criterio nella scelta dei paramenti papali.

    In più ho scoperto in giro che la ditta Serpone che ha regalato le due (sfortunate) serie di casule usate anche al concistoro, non sono quelli della ditta Serpone presenti anche a Roma. Si tratta di omonimia. Uno infatti è serpone &co, l'altro serpone srl (che ha realizzato la mitria della Polverini invece e che, appunto, si trova sia a Napoli che Roma e che, secondo il catalogo, ha realizzato l'ultimo cuscino da faldistorio rosso con lo stemma papale)

  3. #1303
    CierRino
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    PADUA Nobilissima
    Messaggi
    5,942
    Ecco il catalogo: http://www.serpone.it/files/SerponeSrlAS2012.pdf

    Ribadisco i concetti che ho precedentemente espresso sull'affaire parato Rosano.


  4. #1304
    papalino
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Pikachu Visualizza Messaggio
    Non saprei.
    Comunque sta di fatto - non è la prima volta che lo dico - che indubbiamente anche Leone XIII, Pio XII e Giovanni XXIII sono stati, specie negli ultimi anni dei loro pontificati, anziani ed affaticati, ma non hanno mai indossato certe schifezze. Anzi, i famosi "manti leggeri" di Papa Pecci sono la dimostrazione che "poco peso" non implica per forza "taglio gotico" e/o "ricami da quattro soldi".
    Senza dubbio. E poi, ripeto, anche se non si é trattato di regalo, non credo c'entri nulla il non voler appesantire il Papa. Un pò per quello che giustamente dici tu, un pò perché vediamo come si utilizzino tranquillamente ancora paramenti come il piviale di Giovanni XXIII il 31 dicembre, pianete come quella dell'Epifania oppure ancora il piviale indossato per gli ultimi vespri con gli universitari o a S.Gregorio al Celio.

  5. #1305
    Iscritto L'avatar di JMC
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Sponda "magra" del Lago Maggiore
    Età
    36
    Messaggi
    402
    Citazione Originariamente Scritto da Ambrosiano Visualizza Messaggio
    No, le rubriche dicono:
    "Il sacerdote e i ministri, indossate le vesti di colore rosso richieste per la celebrazione della Messa, si recano dove è radunato il popolo. Il sacerdote può indossare il piviale, che deporrà dopo la processione per indossare la casula."
    Quindi sono possibili entrambe le scelte.
    Lo so benissimo, grazie!
    E infatti, per chi conosce l'italiano, " Avrebbero potuto usare" esprime un augurio, non significa affatto "hanno fatto un errore a usare la casula".

  6. #1306
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    11,847
    Citazione Originariamente Scritto da JMC Visualizza Messaggio
    Lo so benissimo, grazie!
    E infatti, per chi conosce l'italiano, " Avrebbero potuto usare" esprime un augurio, non significa affatto "hanno fatto un errore a usare la casula".
    Mi sono giustificato qualche post fa......

  7. #1307
    pluviale75
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Aloisius Gonzaga Visualizza Messaggio
    come avevo già detto su questo parato, non è un regalo ma una vera e propria commissione da parte dell'Ufficio alle monache. So che è stato impegnato quasi tutto il reparto ricamo, quindi per quanto generose e devote, è impossibile che non sia stato retribuito. A quanto ne so doveva essere il parato ufficiale per le festività dei Santi Pietro e Paolo, poi non so come mai sia spuntato ieri. I disegni richiamano tutti particolari architettonici della Basilica, per cui è stato fatto uno studio dalle monache e dai committenti, quindi non è proprio fuori contesto. Che poi piaccia o non piaccia non discuto, ma definirlo un parato da quattro soldi mi pare oggettivamente poco rispettoso. Poi sono anche io del parere che ieri era fuori luogo, avrebbero potuto scegliere una pianeta e piviale antichi e riservare al venerdì santo qualcosa di più semplice. Oppure ripristinare il famoso parato rosso nuovo con pianeta riadattata, semplice ma bello. Ma in linea di massima penso che non ci sia un grande criterio nella scelta dei paramenti papali.

    In più ho scoperto in giro che la ditta Serpone che ha regalato le due (sfortunate) serie di casule usate anche al concistoro, non sono quelli della ditta Serpone presenti anche a Roma. Si tratta di omonimia. Uno infatti è serpone &co, l'altro serpone srl (che ha realizzato la mitria della Polverini invece e che, appunto, si trova sia a Napoli che Roma e che, secondo il catalogo, ha realizzato l'ultimo cuscino da faldistorio rosso con lo stemma papale)
    C'è un piccolo errore... questo parato NON è stato realizzato dalle monache di Rosano, ma dalla ditta Serpone che ne ha fatto dono al Santo Padre, assieme alle orrende casule da concelebrazione. Che poi abbiamo utilizzato gli stilemi di Rosano... dice poco... ne sono certo. Come sono certo anche del fatto che l'Ufficio NON ha commissionato nulla. E sono pure certo del fatto che quel Serpone si forgia di titoli che non ha. Basta vedere sul catalogo e sul sito internet, o persino nelle varie ANSA che loro stessi hanno comunicato, sostenendo di aver recentemente ricevuto l'onorificenza (inesistente!) di "fornitore della Sacrestia Pontificia". Ma il reato di millantazione non esiste più???

  8. #1308
    CierRino
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    PADUA Nobilissima
    Messaggi
    5,942
    Che caos. E poi "ispirato a studi della Basilica Vaticana"... cioè, ricamare (in stile Rosano) sui lobi della mitria gli evangelisti dei pennacchi della cupola michelangiolesca (celebri opere del Cavalier d'Arpino) è un richiamo alle architetture di San Pietro? Mammamia...


  9. #1309
    pluviale75
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Il Padovano Visualizza Messaggio
    Che caos. E poi "ispirato a studi della Basilica Vaticana"... cioè, ricamare (in stile Rosano) sui lobi della mitria gli evangelisti dei pennacchi della cupola michelangiolesca (celebri opere del Cavalier d'Arpino) è un richiamo alle architetture di San Pietro? Mammamia...
    già...

  10. #1310
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Piemonte
    Età
    34
    Messaggi
    634
    C'è un piccolo errore... questo parato NON è stato realizzato dalle monache di Rosano, ma dalla ditta Serpone che ne ha fatto dono al Santo Padre, assieme alle orrende casule da concelebrazione.
    E' vero, sapevo anche io questa cosa. L'avevo letta su internet che era stato donato da loro per il 60°mo... daltronde, avrebbe senso che si fosse fatto fare un parato rosso completo apposta, e poi usare una casula diversa per la messa (casula che viene usata da alcuni anni per le palme)?

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>