Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 17 di 176 PrimaPrima ... 715161718192767117 ... UltimaUltima
Risultati da 161 a 170 di 1751

Discussione: Il caso "Vatileaks": fughe di notizie, indagini e processi

  1. #161
    Saggio del Forum L'avatar di lucpip
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Varés
    Età
    53
    Messaggi
    8,764
    Altro articolo di Libero, sulla vicenda: http://rassegna.camera.it/chiosco_ne...Article=1A09A1
    Ogni giorno che passa è un giorno in meno - COMING SOON!

  2. #162
    Saggio del Forum L'avatar di lucpip
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Varés
    Età
    53
    Messaggi
    8,764
    INTERVISTA PARLA SANDRO MAGISTER, VATICANISTA DE «L'ESPRESSO»: «IL CARTEGGIO RIVELA ASSENZA DI COSCIENZA DA PARTE DI TUTTI I PROTAGONISTI»
    «Come Wikileaks. E chi esce peggio è la Segreteria di Stato»
    «Credo che si sia scoperchiato un fenomeno analogo a quello di Wikileaks», e che «chi esce in cattiva luce dai testi delle lettere di Viganò è la Segreteria di Stato».

    A parlare è Sandro Magister, vaticanista dell'Espresso, moderatore del sito multilingue www.chiesa.it. Non ritiene che l'affaire Viganò sia una vicenda «dai contorni limpidi». Perché «il carteggio rivela una assenza di coscienza da parte di tutti i protagonisti». Cosa insegna la vicenda di Viganò? «Credo che si sia scoperchiato un fenomeno analogo a quello di Wikileaks. Non siamo in presenza di investigazioni esterne che abbiano individuato malaffari all'interno delle mura vaticane e le abbiano portate alla luce del sole. Siamo in presenza di fasci di luce gettati l'uno sull'altro, retroscena fatti appunto anche di pagine non nobili che prima si nascondevano e oggi un po' meno». Di lettere come quelle di monsignor Carlo Maria Viganò è pieno il Vaticano. Come mai ora vengono alla luce? «Credo che questo sia l'effetto di un decadimento crescente. Siamo arrivati a un punto di rottura della capacità di governo della Curia da parte delle autorità che dovrebbero essere preposte. Chi esce più in cattiva luce da questi testi è la Segreteria di stato, quell'ufficio centrale che dovrebbe assicurare un disciplinato lavoro da parte degli uffici curiali e che si è mostrato clamorosamente non all'altezza. Si dice segreteria di Stato, si intende il capo, il cardinal Tarcisio Bertone». Quale aspetto della vicenda la colpisce maggiormente? «La figura di Viganò si è rivelata inizialmente sotto una luce quasi da eroe incontaminato, impegnatosi in una battaglia improba contro il malaffare. La mia impressione è che le cose non stanno affatto in questi termini così limpidi. Il carteggio rivela una assenza di coscienza da parte di tutti i protagonisti. Non direi che sia venuto alla luce qualcosa di penalmente criminoso, ma una serie di comportamenti scorretti, favoritismi, carrierismi, piccoli e grandi interessi mescolati. Tutto questo denota elementi che non possono essere divisi tra una parte buona e una cattiva in modo netto». E per quanto riguarda Viganò? «Lo stesso Viganò ha una ambizione abbastanza sfrenata, che oltretutto si esplica nel pretendere un cardinalato, quello legato alla carica di governatore, che di per sé non dovrebbe essere una pretesa corretta secondo il codice deontologico che dovrebbe animare la Curia. Stando anche ai vari richiami contro il carrierismo di Benedetto XVI. Abbiamo notato da questo carteggio che ci sono personalità in Vaticano che usano promettere cariche, quando il codice corretto assegna questo potere esclusivamente al Papa». A. G.


    fonte: http://www.iltempo.it/2012/01/29/131...ia_stato.shtml
    Ogni giorno che passa è un giorno in meno - COMING SOON!

  3. #163
    Iscritto L'avatar di Galvano
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Località
    Vicenza
    Età
    34
    Messaggi
    274
    Citazione Originariamente Scritto da Cavariese Visualizza Messaggio
    anche se a suo tempo Benedetto XVI disse che solo il papa può criticare un cardinale (cosa non del tutto condivisibile ma non dovrebbe esser un pronunciamento infallibile)
    Non ogni pronunciamento del Papa è infallibile!
    Loderanno il Signore quanti lo cercano: «Viva il loro cuore per sempre». Salmo 22

  4. #164
    macrina
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Galvano Visualizza Messaggio
    Non ogni pronunciamento del Papa è infallibile!
    Tra l'altro le parole del Papa erano: "Si ricorda che nella Chiesa, quando si tratta di accuse contro un Cardinale, la competenza spetta unicamente al Papa." Secondo me questo non significa che nessuno può criticare un cardinale ... Capisco il rispetto dovuto a un principe della Chiesa, ma l'impossibilità di criticare tout court mi sembra sospetta.

  5. #165
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    62,416
    Possiamo rientrare in argomento ed evitare ulteriori divagazioni? Grazie
    Venit Ioannes Baptista praedicans in deserto Iudaeae et dicens:
    «Paenitentiam agite; appropinquavit enim regnum caelorum».
    (Matth. 3, 1-2)

  6. #166
    Cronista di CR L'avatar di PaoVac
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Archidioecesis Taurinensis
    Età
    48
    Messaggi
    8,116
    Citazione Originariamente Scritto da A.G. Longhin Visualizza Messaggio
    Neanche oggi AVVENIRE ha accennato a questa scabrosa vicenda. Sono davvero curioso di leggere la posizione sull'argomento di questo giornale che reputo serio.
    Spero (per la stima che ho nel giornale) che non sia costretto (da chi sappiamo bene) ad una difesa d'ufficio "imbarazzata ed imbarazzante" come quella fatta a la 7 dal direttore dell'Osservatore Romano. lo spero davvero. Il silenzio tenuto finora non è incoraggiante, anzi!
    ne ha scritto nell'edizione del 27 gennaio a pagina 20, ha pubblicato la nota di Padre Lombardi e un commento che posto:

    Santa Sede, gestione trasparente e affidabile
    Padre Lombardi sulla trasmissione «Gli intoccabili»: se necessario pronti ad azioni legali

    «Abbiamo fatto il nostro dovere di cronisti». È la reazione di Gianluigi Nuzzi, autore e conduttore della trasmissione di La7 Gli intoccabili, alla nota del direttore della Sala Stampa vaticana padre Federico Lombardi, di cui pubblichiamo il testo integrale.

    Ma che cosa è successo, dunque, mercoledì sera? L’intero programma aveva un unico filo conduttore, peraltro assai caro a Nuzzi: il rapporto tra Chiesa e denaro. Tre i temi: oltre alla vicenda di monsignor Carlo Maria Viganò, ex segretario del Governatorato, oggi nunzio apostolico negli Stati Uniti, con Gian Maria Vian, direttore dell’Osservatore Romano , ospite in studio, anche un approfondimento su Ici e 8xmille con Franco Bechis, vicedirettore di Libero, e la vicenda giudiziaria che all’Aquila vede coinvolto, tra gli altri, il vescovo ausiliare monsignor Giovanni D’Ercole.

    «Il nostro dovere», per Nuzzi, è consistito nell’«individuare dei documenti, verificarne l’autenticità e renderli pubblici», anche se ad offrirli al pubblico s’erano già prestati alcuni quotidiani. Decisamente più ampia la prima parte, quella dedicata a Viganò, vicenda definita da Nuzzi, senza mezzi termini la «cronaca di una congiura». Il programma ha fatto uso di tutti gli artifici, anche spettacolari, delle inchieste 'scabrose', con ricorso frequente a testimoni con il volto oscurato e la voce contraffatta. A Vian, unico ospite in studio, Nuzzi rivolgeva, sia pure con i suoi modi pacati, domande fin troppo dirette, quasi inquisitorie («Esiste in Vaticano la cricca dei fornitori? Fuori i nomi! »), tanto da indurre Vian a minacciare: «Se continua così, me ne vado».

    Ieri, oltre a ribadire il prevedibile «abbiamo fatto il nostro dovere», di fronte alla pronta reazione vaticana Nuzzi sembrava voler smorzare la polemica: «Daremo atto dell’intervento della Santa Sede nella prossima puntata degli Intoccabili e inviteremo padre Lombardi, se riterrà di venire in trasmissione, perché possa meglio spiegare la sua posizione». Che poi, come Nuzzi da cronista di lungo corso sa bene, non è la «sua» ma la posizione della Santa Sede, di cui Lombardi è portavoce.

    in più on line c'è questo articolo http://www.avvenire.it/Chiesa/Pagine...sione-la7.aspx

    in effetti, una mezza difesa d'ufficio...
    Quid quaeritis viventem cum mortuis? (Lc 24, 5)

  7. #167
    Triumviro emerito di Liturgie papali L'avatar di Liturgo
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Roma
    Età
    30
    Messaggi
    2,189
    Secondo me oramai Bertone deve dimettersi, innocente o colpevole sta danneggiando l'immagine della Chiesa presso l'opinione pubblica internazionale. Deve dimettersi per tutelare la Santa Sede; possibilmente presto.
    "Mihi ostendit Deus neminem communem aut inmundum dicere hominem "
    At 10:28

  8. #168
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    62,416
    Citazione Originariamente Scritto da Liturgo Visualizza Messaggio
    Secondo me oramai Bertone deve dimettersi, innocente o colpevole
    Non entro nello specifico della vicenda in quanto, come ricordato nei giorni scorsi, spetta solo al Papa emettere un giudizio.
    Mi piacerebbe però sapere perché una persona (ripeto, non parlo di questa specifica vicenda, il soggetto potrebbe essere Bertone o una qualsiasi altra persona, compresi tu e io) dovrebbe dimettersi indipendentemente dalla sua innocenza o meno.
    Venit Ioannes Baptista praedicans in deserto Iudaeae et dicens:
    «Paenitentiam agite; appropinquavit enim regnum caelorum».
    (Matth. 3, 1-2)

  9. #169
    CierRino L'avatar di Teofilo89
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Toscana
    Età
    32
    Messaggi
    5,665
    Citazione Originariamente Scritto da Vox Populi Visualizza Messaggio
    Mi piacerebbe però sapere perché una persona (ripeto, non parlo di questa specifica vicenda, il soggetto potrebbe essere Bertone o una qualsiasi altra persona, compresi tu e io) dovrebbe dimettersi indipendentemente dalla sua innocenza o meno.
    Perché è prassi che, fino all'ultimo grado di giudizio della vicenda, il soggetto che riveste un importante incarico pubblico si dimetta. E' un costume d'onestà e di garanzia delle istituzioni che appartiene al mondo civile.

    Che poi in Italia ciò non abbia mai trovato applicazione negli ultimi decenni non è un nostro conformarci alla Giustizia Universale, quanto un brutto affaraccio che dovrebbe farci riflettere.
    Non licet bovi quod licet Iovi

  10. #170
    Collaboratore di "Dottrina della Fede" L'avatar di evergreen
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    7,534
    Citazione Originariamente Scritto da Canonista Visualizza Messaggio
    Cerchiamo di stare con i piedi per terra: il Vaticano non si trova sulla Luna, ma a Roma...
    E potete immaginare quanti "interessi" ruotano intorno a forniture, servizi, materiale, ecc.

    Certamente Mons. Viganò ha fatto il proprio dovere, ma bisogna anche tener conto che nella realtà romana non si possono pestare i piedi a troppe persone contemporaneamente.

    Certe cose vanno fatte in modo lento e gradatamente; il Mons. è passato da -7 milioni a +32: chissà quanti tagli ha dovuto fare!

    Con ciò non voglio accusarlo - anzi, ha avuto il coraggio di fare ciò che andava fatto - però, forse, lo scontro con il Segretario di Stato è avvenuto sui modi (troppo bruschi) e sui tempi (troppo velocemente).

    Questo è il mio pensiero.

    Condivido pienamente. Uno dei pochi messaggi obiettivi e lucidi che ho letto. Questo messaggio, a differenza di tante chiacchiere da bar contro la Curia, illustra brevemente e con chiarezza tutta la vicenda.

    Questo è anche il mio pensiero.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>