Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 29 di 176 PrimaPrima ... 1927282930313979129 ... UltimaUltima
Risultati da 281 a 290 di 1751

Discussione: Il caso "Vatileaks": fughe di notizie, indagini e processi

  1. #281
    Collaboratore di "Dottrina della Fede" L'avatar di evergreen
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    7,534
    Citazione Originariamente Scritto da malloreddus Visualizza Messaggio
    gentile evergreen, senza nulla togliere alla probabile esagerazione polemica (ma condivisibile al 100%) di Agapino-1, mi preme sottolineare una cosa importante: non è che ogni anno dei valenti e industriosi artisti dell'intaglio o dei fonditori d'arte o degli scultori rinomati si mettano a produrre delle statue colossali per il presepe di Piazza San Pietro, e neanche ci sono i sarti della floreria che rspolverano e curano damaschi e sete preziose per abbellire le medesime statue. Sono statue realizzate da San Vincenzo Pallotti nel 1842 per il presepe di Sant'Andrea della Valle. Ordunque i 500.000 uro e poi 350.000 vanno ad esser caricati sulla realizzazione in polistirolo legno e tubi innocenti delle capanne, delle architetture e delle scenografie. Non le pare un po' troppino????
    Citazione Originariamente Scritto da DenkaSaeba25 Visualizza Messaggio
    E' quello che dico anche io. Con 350.000 euro si fa un presepe ex-novo ogni anno.
    Poi, per carità, non sono fatti miei. Ma anche considerando un eventuale costo di restauro, anche prendendo la neve vera dall'Everest o dall'Antartide non credo si arriverebbe ad un costo così assurdo.

    Scusate ma....siccome mons. Viganò ha fatto spendere 300.000 euro per il presepe, dunque state dicendo che la sua è stata una cattiva gestione?
    Eppure in questa discussione mons. Viganò veniva precedentemente esaltato per la sua ottima gestione.
    Non capisco...

  2. #282
    CierRino L'avatar di Vaticanista
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Reggio Emilia e Bologna
    Età
    33
    Messaggi
    7,088
    300 mila euro sono sempre un pò meno di 550.

  3. #283
    Saggio del Forum L'avatar di lucpip
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Varés
    Età
    53
    Messaggi
    8,764
    Santo Mattone: cosa c’è dietro la guerra del governatorato Vaticano

    Il “grande accusatore” ha incontrato Barack Obama. Ne dà notizia ufficialmente l’Osservatore Romano. Così l’ex segretario generale del Governatorato, monsignor Carlo Maria Viganò, che con le sue lettere diffuse alla stampa ha scosso i sacri palazzi per le denunce di corruzione e malversazioni all’ombra del Cupolone, ha iniziato la sua “missione” di nunzio apostolico negli Stati Uniti come previsto dal protocollo diplomatico. Niente dimissioni dunque, come ventilato da alcuni quotidiani, dopo il duro comunicato della Sala Stampa della Santa Sede che pochi giorni fa difendeva la trasparenza dell’operato del Governatorato e rigettava le accuse dell’ex segretario generale.

    Ma, come spesso accade nella Chiesa, se in superficie le acque sembrano essersi acquietate, in profondità continua ad agitarsi la tempesta.

    Dietro allo scontro acceso da monsignor Viganò in realtà c’è una guerra molto più vasta che coinvolge alcune tra le imprese più in vista nel panorama dei costruttori italiani che da anni lavorano in Vaticano e un gruppo di cardinali e prelati “di riferimento”. La più antica impresa di costruzioni che ha avuto accesso in Vaticano all’indomani dei Patti Lateranensi è la Castelli.

    L’azienda, fondata a Milano (dove ha costruito, tra l’altro, il palazzo della Rinascente) fu chiamata a Roma da Pio XI per costruire la Città del Vaticano con i fondi ottenuti dallo Stato italiano a seguito degli accordi del ’29. Nel 1996 la Castelli si lega al Gruppo Re, vicino alla Compagnia delle Opere di Comunione e Liberazione. La Castelli-Re diventa così il principale costruttore per enti ecclesiastici e consolida la sua posizione in Vaticano. Accanto alla Castelli opera tradizionalmente in Vaticano, anche se da tempi più recenti, l’Italiana Costruzioni dei fratelli Navarra (che sta curando il restauro del colonnato di piazza san Pietro).

    Durante gran parte del lungo pontificato di Wojtyla, Castelli-Re e Italiana Costruzioni sono le imprese più titolate in Vaticano grazie anche alla fiducia dei sostituti Giovanni Battista Re, prima, e Leonardo Sandri poi, entrambi divenuti in seguito cardinali. Con il Giubileo, il futuro cardinale Crescenzio Sepe, e il suo consulente di fiducia, Angelo Balducci puntano a far inserire in Vaticano anche altre imprese più piccole e aggressive sul fronte dei prezzi, come il gruppo Anemone e la Lamino. L’Italcementi del gruppo Pesenti invece godeva dell’appoggio e della fiducia dell’ex cardinale Vicario di Roma, Camillo Ruini, che li chiamò anche a collaborare alla costruzione della famosa chiesa del Giubileo, di Richard Meier (la “chiesa delle vele” a Tor Tre Teste). Il cardinale Angelo Sodano, invece, tramite il fratello Alessandro (anch’egli costruttore) puntava a far entrare sempre di più in Vaticano il gruppo Ligresti.

    Ma non c’è stato solo lo scontro tra i grandi gruppi di costruzione e le piccole imprese ad animare la guerra all’ombra dei Sacri Palazzi. Durissimo anche il confronto tra monsignor Viganò e monsignor Paolo Nicolini, delegato per l’amministrazione dei Musei Vaticani, molto vicino a Comunione e Liberazione. Dietro allo scambio di accuse tra Nicolini e Viganò, alle origini del trasferimento di quest’ultimo, ci sarebbe stata anche la resistenza di Viganò a far entrare le imprese di fiducia dell’amministratore dei Musei Vaticani, vicine a Cl.

    ignazio.ingrao

    Fonte: http://blog.panorama.it/italia/2012/...rato-vaticano/
    Ogni giorno che passa è un giorno in meno - COMING SOON!

  4. #284
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    Cagliari
    Età
    56
    Messaggi
    719
    Gentile Lucpip, grazie per la preziosa funzione di ufficio stampa: mi stavo giusto domandando in questi giorni, dove fosse sparito Ignazio Ingrao...... chi manca ancora tra i romanzieri e stornellatori di vaticane novelle?

  5. #285
    Saggio del Forum L'avatar di lucpip
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Varés
    Età
    53
    Messaggi
    8,764
    Citazione Originariamente Scritto da malloreddus Visualizza Messaggio
    Gentile Lucpip, grazie per la preziosa funzione di ufficio stampa: mi stavo giusto domandando in questi giorni, dove fosse sparito Ignazio Ingrao...... chi manca ancora tra i romanzieri e stornellatori di vaticane novelle?
    Dovere!
    Ogni giorno che passa è un giorno in meno - COMING SOON!

  6. #286
    Saggio del Forum L'avatar di lucpip
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Varés
    Età
    53
    Messaggi
    8,764
    comunque con fare più o meno strumentale con sta fuga di documenti riservati sta succedendo un vero casino, oltre a quello che è uscito oggi e di cui Vox ha chiesto di non parlare (e purtroppo sembra che comunque il documento sia autentico anche se farneticante nel merito) sta uscendo un'altra buriana sulla Basilica del Santo di Padova. A questo punto mi chiedo: Qui prodest?
    Ultima modifica di Ambrosiano; 10-02-2012 alle 17:19
    Ogni giorno che passa è un giorno in meno - COMING SOON!

  7. #287
    Saggio del Forum L'avatar di lucpip
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Varés
    Età
    53
    Messaggi
    8,764
    qui il commento di torniellihttp://vaticaninsider.lastampa.it/homepage/inchieste-ed-interviste/dettaglio-articolo/articolo/benedeto-xvi-benedict-xvi-benedicto-xvi-12483/ di cui riporto il passo finale. L'ho letto dopo il mio precedente commento.

    L’unica vera notizia sta nel fatto che un appunto – autentico, seppure così palesemente sconclusionato – inviato da un cardinale al Papa e transitato per la Segreteria di Stato poco più di un mese fa, sia a disposizione dei media. Segno che la pubblicazione delle lettere di monsignor Viganò al Papa e al cardinale Bertone, come pure gli appunti e i «memo» sullo Ior e altri documenti dei quali si è discusso in questi giorni, fa parte di una strategia e s’inserisce in una evidente lotta interna al Vaticano, dagli esiti incerti e comunque devastanti. Una lotta che ha sullo sfondo non soltanto la successione al cardinale Bertone, ma anche il conclave.
    Ogni giorno che passa è un giorno in meno - COMING SOON!

  8. #288
    Veterano di CR L'avatar di donton
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Caraglio (CN)
    Messaggi
    1,322
    Citazione Originariamente Scritto da lucpip Visualizza Messaggio
    comunque con fare più o meno strumentale con sta fuga di documenti riservati sta succedendo un vero casino, oltre a quello che è uscito oggi e di cui Vox a chiesto di non parlare (e purtroppo sembra che comunque il documento sia autentico anche se farneticante nel merito) sta uscendo un'altra buriana sulla Basilica del Santo di Padova. A questo punto mi chiedo: Qui prodest?
    ... Cui prodest?
    A parte questo, mi pongo la stessa domanda!

  9. #289
    Saggio del Forum L'avatar di lucpip
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Varés
    Età
    53
    Messaggi
    8,764
    Citazione Originariamente Scritto da donton Visualizza Messaggio
    ... Cui prodest?
    A parte questo, mi pongo la stessa domanda!
    Te ghe razun
    Ogni giorno che passa è un giorno in meno - COMING SOON!

  10. #290
    Triumviro emerito di Liturgie papali L'avatar di Liturgo
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Roma
    Età
    30
    Messaggi
    2,189
    Non comprendo la ratio dell'invito di Vox ma mi adeguo.

    Mi limito a dire che il documento in questione anche se farneticante (o secondo me inquietante) sembra essere reale (non mi sento di mettere in discussione la serietà investigativa del Fatto Quotidiano, e Travaglio ha parlato della presenza di "sacri timbri", con evidente riferimento ai timbri che gli uffici vaticani appongono sulle missive quando le ricevono), e denuncia ancora una volta una pericolosissima fuga di notizie, che danneggia enormemente la Santa Sede e la Chiesa tutta. Di questa fuga, delle ragioni, e di chi ne trae giovamento varrebbe la pena discutere; varrebbe la pena parlare di perchè queste "rivelazioni" stanno avvenendo con una modalità che è difficile non ritenere sistematica, data sia la frequenza che l'importanza delle notizie.

    Concludo dicendo che in questo momento il nostro primo dovere è quello di pregare per la Chiesa, barca scossa da onde sempre più grandi, e purtroppo ancor più danneggiata da rematori fraudolenti.

    Domine, Veni ad liberandum nos!

    PS: se questo post costituisce una violazione dell'invito di Vox, vi chiederei all'atto della cancellazione la cortesia personale di notificarmi nel merito le ragioni.
    "Mihi ostendit Deus neminem communem aut inmundum dicere hominem "
    At 10:28

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>