Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 18

Discussione: Elezione di un Patrono

  1. #1
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Ragusa
    Messaggi
    3

    Elezione di un Patrono

    Salve,
    volevo sapere come avviene l'elezione di un Patrono della città secondo le normative canoniche e/o liturgiche?
    E' ancora valida la bolla di Urbano VIII?
    Grazie.

  2. #2
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,321
    L'attuale riferimento normativo per la scelta di un Santo Patrono è il Cap. I (De Patronis costituendis) delle Normae circa Patronos costituendos et imagines B. M. Virginis coronandas, pubblicate dalla Congr. per il Culto Divino nel 1973. Il testo è pubblicato a partire dalla pagina 276 del n. 65[1973] degli Acta Apostolicae Sedis, consultabile sul sito della Santa Sede a questo indirizzo
    Ultima modifica di Vox Populi; 08-12-2015 alle 15:06 Motivo: correzione link non più attivo
    Oboedientia et Pax

  3. #3
    Fedelissimo di CR L'avatar di Amatrixian
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Nella provincia dei 7 laghi
    Età
    49
    Messaggi
    4,173
    E.. per curiosità (visto il santo del giorno) se una categoria di persone attualmente priva di specifico patrono volesse (o meglio un gruppo di esse, per intuibili ragioni) proporre un patrono?
    "Che vuol ch'io faccia del suo latinorum?"

  4. #4
    Veterano di CR L'avatar di Gabinus
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    Provincia di Roma
    Età
    43
    Messaggi
    1,677
    Nella mia Diocesi un paese intero ha scelto di cambiare Patrono, o meglio di eleggere Patrona la B.V.M. tanto venerata in un Santuario locale al posto di un poco venerato San Nicola.
    Sono state inviate richieste alla Congregazione per il Culto dal Vescovo diocesano, dall'Ufficio liturgico diocesano, dalle autorità civili e dalla comunità parrocchiale.
    Dopo attente ricerche, la Congregazione ha emanato un Decreto apposito, "declassando" San Nicola a Patrono secondario ed "elevando" la B.V.M. a Patrona principale.
    Pascolo degli eletti è la presenza del volto di Dio (S. Gregorio)

  5. #5
    Iscritto
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Trieste
    Messaggi
    473

    Patrono

    Citazione Originariamente Scritto da Gabinus Visualizza Messaggio
    Nella mia Diocesi un paese intero ha scelto di cambiare Patrono, o meglio di eleggere Patrona la B.V.M. tanto venerata in un Santuario locale al posto di un poco venerato San Nicola.
    Sono state inviate richieste alla Congregazione per il Culto dal Vescovo diocesano, dall'Ufficio liturgico diocesano, dalle autorità civili e dalla comunità parrocchiale.
    Dopo attente ricerche, la Congregazione ha emanato un Decreto apposito, "declassando" San Nicola a Patrono secondario ed "elevando" la B.V.M. a Patrona principale.
    La stessa cosa fu fatta (negli anni '80 se non erro) nella diocesi di Vicenza. Venne proclamata Patrona la Beata Vergine Maria sotto il titolo di Madonna di Monte Berico (solennità 8 settembre), il celebre Santuario mariano della grande diocesi veneta. San Vincenzo Martire (22 gennaio) fu declassato a Patrono secondario.

  6. #6
    CierRino L'avatar di Teofilo89
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Toscana
    Età
    32
    Messaggi
    5,665
    Da me, invece, la Madonna -patrona della diocesi col titolo di Maria SS. della Fontenuova- s'è vista "rincorsa" (2000) da un santo del luogo ai più sconosciuto, Allucio, d'età medioevale. E -devo dire- che è stato costruito un bel sentimento d'unione locale proprio grazie alla scelta di questo santo, così sconosciuto e quindi così "del posto".
    Non licet bovi quod licet Iovi

  7. #7
    CierRino d'oro L'avatar di ITER PARA TUTUM
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Chiavari (GE) e Val di Vara (SP)
    Età
    67
    Messaggi
    10,237
    Una curiosità storica che riguarda la mia parrocchia natale (fondata nella prima parte del secolo XVII, dismembrata non senza contestazione da una molto più antica intitolata a San Nicola).
    La nuova parrocchia godeva, secondo le norme canoniche di allora, del diritto di jus patronatus, riservato ai parrocchiani che per contro si erano impegnati a finanziare interamente le spese, non disponendo di contributi pubblici per la costruzione ed il mantenimento della chiesa e del parroco.
    Quando si trattò di stabilire a chi intitolare la nuova parrocchia, i parrocchiani (fra cui i miei antenati) manifestarono idee diverse, e si arrivò a 6 "candidati", fra i quali San Carlo Borromeo, da poco tempo canonizzato. Da notare che essendo il grande Arcivescovo passato di qui nel corso dei suoi viaggi, erano ancora in vita quelli che lo avevano conosciuto di persona.

    Alla fine fu deciso di accendere sei ceri di ugual peso e misura e di proclamare "vincitore della gara" quello che sarebbe durato di più.
    Il cero intitolato a San Carlo Borromeo fu il primo ad essere acceso e l'ultimo a spegnersi.
    E così la mia parrocchia natale è stata la prima al mondo a portare il titolo di San Carlo Borromeo. La chiesa attuale, costruita nel XX secolo, è invece intitolata al Sacro Cuore di Gesù, mentre rimane il patronato di San Carlo.

  8. #8
    Campione di Passaparola di Cattolici Romani L'avatar di Gerensis
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Casa
    Età
    50
    Messaggi
    8,595
    Citazione Originariamente Scritto da utente cancellato Visualizza Messaggio
    Anche nella Guida Liturgico-Pastorale 2015 della Conferenza Episcopale del Lazio non viene affatto menzionato come Patrono secondario della Diocesi, e viene solo ricordato che si tratta di una memoria (obbligatoria), come previsto nel Calendario Romano Generale. Si tratta dunque di un errore di Cathopedia e della Treccani...
    Da un testo un po' vecchiotto (Mario Sgarbossa e Luigi Giovannini, Il Santo del giorno, Edizioni Paoline, Roma 1978), ho trovato questo elenco dei santi patroni dell'Urbe, che gli autori dicono di aver attinto alla Bibliotheca Sanctorum (vol. XIII, Indici, Roma 1970):
    Pietro e Paolo - Caterina da Siena - Filippo Neri - Sebastiano - Lorenzo.

    La pubblicazione di questo volume della grande raccolta di agiografie, avviene nel periodo in cui entra in vigore il Calendario riformato in seguito ai decreti del Concilio (pubblicato in editio typica nel 1969), ma le norme che stabiliscono in dettaglio le celebrazioni proprie sui calendari particolari saranno pubblicate successivamente.
    Sarebbe interessante trovare una guida liturgica della Diocesi di Roma degli anni precedenti il 1970 (meglio ancora prima del 1962), per vedere com'erano "classificati" questi santi.
    Ultima modifica di Gerensis; 04-04-2022 alle 18:15

  9. #9
    Campione di Passaparola di Cattolici Romani L'avatar di Gerensis
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Casa
    Età
    50
    Messaggi
    8,595
    In realtà, santa Caterina da Siena, nel CRG, è una memoria; nei libri liturgici pubblicati in Italia risulta come festa, essendo la Patrona del nostro Paese (così dovrebbe essere anche nel resto d'Europa).
    A stretto rigor di logica, tutti i Calendari diocesani e religiosi italiani dovrebbero menzionare santa Caterina come festa (e rimandare al Messale e alla Liturgia delle Ore nazionali per i testi): fa bene, quindi, il proprio diocesano di Roma a evidenziarlo (come fa anche quello di Ravenna-Cervia, ma non quello di Como).

    Mi sa, però, che siamo un po' off topic... .


    Nota tecnica:
    Nonostante avessi cliccato su "Rispondi citando", non mi è apparso il quote.

  10. #10
    Partecipante a CR L'avatar di AlessandroBuffe
    Data Registrazione
    Jul 2014
    Località
    Italia
    Messaggi
    789
    Citazione Originariamente Scritto da Amatrixian Visualizza Messaggio
    E.. per curiosità (visto il santo del giorno) se una categoria di persone attualmente priva di specifico patrono volesse (o meglio un gruppo di esse, per intuibili ragioni) proporre un patrono?
    Domanda simile: se un'associazione (ma anche un banalissimo gruppo di persone) volesse proporre un "suo" patrono lo fa alla va' là che vai bene così o deve chiedere qualcosa a qualcuno?
    Tutto il nostro merito è di contribuire alla grazia.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>