Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 110 di 130 PrimaPrima ... 1060100108109110111112120 ... UltimaUltima
Risultati da 1,091 a 1,100 di 1297

Discussione: Interviste, dialoghi e testi non magisteriali di Papa Francesco

  1. #1091
    Cronista di CR L'avatar di PaoVac
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Archidioecesis Taurinensis
    Età
    48
    Messaggi
    8,024
    Citazione Originariamente Scritto da Laudato Si’ Visualizza Messaggio
    Per noi cattolici è sbagliato perché così ci viene svelato dalla Sacra Scrittura e dalla Rivelazione e così ci viene insegnato e tramandato dalla Tradizione e dal Magistero della Chiesa.
    Che comunque per chi non crede non hanno nessun valore... infatti le più avvedute menti cattoliche, quando si parla di temi come questi, spostano il discorso su un piano razionale e umano, penso ad esempio a siti come UCCR... ossia le ragioni della fede perfezionano e danno fondamento al dato naturale, non lo sostituiscono altrimenti scadiamo nel fideismo... penso che l'utente intendesse questo...
    Quid quaeritis viventem cum mortuis? (Lc 24, 5)

  2. #1092
    Amministratore L'avatar di Raffaele
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    4,762
    Citazione Originariamente Scritto da Laudato Si’ Visualizza Messaggio
    Per noi cattolici è sbagliato perché così ci viene svelato dalla Sacra Scrittura e dalla Rivelazione e così ci viene insegnato e tramandato dalla Tradizione e dal Magistero della Chiesa.
    Fai un pochino di confusione. Ti è stato obiettato - giustamente - che una legge civile deve avere delle motivazioni di principio condivisibili anche da chi non ha la fede, altrimenti si violerebbe la libertà religiosa. Non si può - ad esempio - imporre per legge la partecipazione alla Messa. Ma nel nostro caso si tratta di una posizione conforme alla fede, e da essa confermata, ma argomentabile anche e prima di tutto razionalmente, senza dunque presupporre il cristianesimo: il documento della CDF del 2003, cui mi sono in precedenza riferito, ma che tutti hanno snobbato, ne parla ai punti 6, 7, 8, 9. Il fatto che questi argomenti non siano convincenti per uomini pieni di pregiudizi mediaticamente indotti, attaccati giorno e notte allo schermino di uno smartphone, e non educati a ragionare è un'altra questione. Qualcuno ha cercato di difendere le unioni civili purchè non si faccia riferimento a figli e ad altre caratteristiche tipiche del matrimonio: si tratta di una posizione alquanto sdrucciolevole. Chi sostiene questo istituto solitamente lo fa appunto per istituire un "similmatrimonio", nell'attesa di dargli direttamente questo nome. L'intento è quello di far cadere - nel giro di qualche tempo - ogni differenziazione o per iniziativa del legislatore, o del giudice, e questo per motivi legati a come viene inteso il principio di uguaglianza. Detto in altre parole: delle vedove sole di cui si è parlato purtroppo non importa niente alla maggior parte delle persone che sostengono queste leggi.
    In Cristo l'universo è creato e tutto sussiste in lui.

  3. #1093
    Cronista di CR L'avatar di Freddi
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Bergamo
    Età
    36
    Messaggi
    1,011
    Ma alla fine, dopo queste parole del Papa, un cattolico impegnato in politica è giusto che si batta contro le unioni civili fra omosessuali oppure non deve farlo?
    Perché mi sembra che si sia sorvolato su questo particolare: ha ancora un senso, in giro per il mondo, che i cattolici si schierino attivamente contro forme di unione diverse dal matrimonio?
    Ovviamente in chiesa c'è solo il Sacramento Matrimonio fra uomo e donna, che non può essere modificato ma quando siamo fuori dalle porte della chiesa che dobbiamo fare?
    Anche i Family Day italiani si basavano su basi scorrette o comunque traballanti?

    Possono sembrare domande provocatorie ma che deve fare un cattolico che vuole impegnarsi socialmente e politicamente?

  4. #1094
    Veterano di CR L'avatar di Ulell
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Prov di Bari
    Età
    41
    Messaggi
    1,594
    Citazione Originariamente Scritto da Lele93 Visualizza Messaggio
    Rispetto molto la tua posizione. Perché se si assume che il dialogo non è più un valore, ma bisogna solo testimoniare la dottrina e la fede, allora non serve porsi il problema dal punto di vista degli altri.
    Ma è quando, in un ottica di dialogo, che oggi è prevalente, si pretende di argomentare con gli altri dicendo: perché per noi è sbagliato punto, che iniziano i problemi. Perché quello non è dialogo, non argomentazione, non è nulla, se la premessa iniziale era dialogo.
    Mi spiace, non è chiacchierando che si ha la conversione, ne argomentando.

    Se io, ad un ateo non cattolico, gli argomento dicendo:

    "Gesù quando ha salvato la giovane adultera dalla lapidazione dicendole di non peccare più, non dicendole fai come ti pare" quello mi riderà comunque in faccia (se mi riferisco al divorzio, per esempio).

    O ancora "La vita non appartiene a te, ma a Chi te ne ha fatto dono" quello ti ride in faccia due volte.

    Il Papa ha ragione quando dice che va "DIMOSTRATA" la fede. Ma la fede la dimostri sopratutto restando saldo ai principi cattolici NONOSTANTE il mondo remi nella direzione opposta.

    Giovanni Paolo II faceva lo stesso, mentre tutti erano filo americani lui andava a New York e li prendeva a schiaffi durante la messa. Idem con la Polonia che LUI aveva salvato dal comunismo.

    Non le mandava di certo a dire. Come faceva un certo Nostro Signore. O ti pare che Cristo dialogava coi farisei?
    Fedele al Papa!

  5. #1095
    Veterano di CR L'avatar di Ulell
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Prov di Bari
    Età
    41
    Messaggi
    1,594
    Citazione Originariamente Scritto da Freddi Visualizza Messaggio
    Ma alla fine, dopo queste parole del Papa, un cattolico impegnato in politica è giusto che si batta contro le unioni civili fra omosessuali oppure non deve farlo?
    Perché mi sembra che si sia sorvolato su questo particolare: ha ancora un senso, in giro per il mondo, che i cattolici si schierino attivamente contro forme di unione diverse dal matrimonio?
    Ovviamente in chiesa c'è solo il Sacramento Matrimonio fra uomo e donna, che non può essere modificato ma quando siamo fuori dalle porte della chiesa che dobbiamo fare?
    Anche i Family Day italiani si basavano su basi scorrette o comunque traballanti?

    Possono sembrare domande provocatorie ma che deve fare un cattolico che vuole impegnarsi socialmente e politicamente?
    Il problema di un cattolico vero oggi giorno è che non sarebbe votato. Ricordiamoci che uno dei "sostenitori" delle idee cattoliche più combattivo di sempre è un divorziato risposato (a las vegas).

    Io seguo un altro partito, tuttavia la sua segreteria è convivente e ha pure una figlia fuori dal matrimonio.

    Il problema è che forse noi cattolici dovremmo imparare a restare fedeli alle nostre idee al costo di essere martirizzati.

    personalmente è quello che tento di fare ogni giorno, però vi assicuro che non è facile perchè l'idea di sottrarmi agli sfottò, alle accuse di bigottismo e di leccapapismo, mi fanno sempre più venir voglia di scapparmene in un isola deserta e non sentire più quello che accade nel mondo.
    Fedele al Papa!

  6. #1096
    Gran CierRino
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    vinci
    Età
    62
    Messaggi
    7,983
    "Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi..."
    Chi segue Gesù Cristo è pronto al combattimento. A testimoniare coi fatti la bellezza del Matrimonio e della Famiglia. Quelli che hai descritto tu (politici che hanno solo una parvenza, di cristianesimo, che fanno tanti proclami ma poi vivono all'opposto) lasciamoli da parte, che è meglio.

  7. #1097
    Veterano di CR L'avatar di Ulell
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Prov di Bari
    Età
    41
    Messaggi
    1,594
    Citazione Originariamente Scritto da Ultimitempi Visualizza Messaggio
    "Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi..."
    Chi segue Gesù Cristo è pronto al combattimento. A testimoniare coi fatti la bellezza del Matrimonio e della Famiglia. Quelli che hai descritto tu (politici che hanno solo una parvenza, di cristianesimo, che fanno tanti proclami ma poi vivono all'opposto) lasciamoli da parte, che è meglio.
    Non è che non possiamo votare.
    Piuttosto che votare chi promulga idee non mie o peggio, sataniche, preferisco votare chi non ha una vita ineccepibile ma almeno promulga idee mie.
    Fedele al Papa!

  8. #1098
    Veterano di CR L'avatar di Restauratore
    Data Registrazione
    Jun 2018
    Località
    Altamura
    Età
    46
    Messaggi
    1,891
    Citazione Originariamente Scritto da Ultimitempi Visualizza Messaggio
    "Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi..."
    Chi segue Gesù Cristo è pronto al combattimento. A testimoniare coi fatti la bellezza del Matrimonio e della Famiglia. Quelli che hai descritto tu (politici che hanno solo una parvenza, di cristianesimo, che fanno tanti proclami ma poi vivono all'opposto) lasciamoli da parte, che è meglio.
    Sarà meglio invece votare quelli che non vivono certo tanto meglio ma sono buoni perché accolgono gli immigrati (facendo un male agli immigrati stessi) e che poi ti portano DDL Zan, Unioni Civili, Matrimoni e adozioni gay, eutanasia, cannabis ecc?
    Mi accusano di essere preconciliare ma mi consolo pensando che anche Gesù lo era

  9. #1099
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    18,949
    Citazione Originariamente Scritto da Restauratore Visualizza Messaggio
    [...] accolgono gli immigrati (facendo un male agli immigrati stessi) [...].
    Concordo sul resto del tuo messaggio, ma perché aprendo le porte agli emigranti si farebbe loro del male? Sono persone bisognose di aiuto: vanno accolte, non rispedite indietro come dei pacchi postali...
    Però il tema è off-topic; inoltre non vorrei che si sfoci in un discorso politico.
    Ultima modifica di Laudato Si’; 20-09-2021 alle 15:01
    «Spiritus Sanctus, quem mittet Pater in nomine meo,
    ille vos docebit omnia et suggeret vobis omnia, quae dixi vobis»
    (Io. 13, 26).




  10. #1100
    Veterano di CR L'avatar di Restauratore
    Data Registrazione
    Jun 2018
    Località
    Altamura
    Età
    46
    Messaggi
    1,891
    Citazione Originariamente Scritto da Laudato Si’ Visualizza Messaggio
    Concordo sul resto del tuo messaggio, ma perché aprendo le porte agli emigranti si farebbe loro del male? Sono persone bisognose di aiuto: vanno accolte, non rispedite indietro come dei pacchi postali...
    Il tema è estremamente complicato, di cui non possiamo parlare senza cadere nel politico, che è vietato. Però, per quanto l'accoglienza sia un valore bellissimo, bisogna rendersi conto di quale è il vero bene per tutti: accogliere tutti smodatamente fa il male degli immigrati (di quelli che non scappano dalla guerra ma dalla povertà), che, rischieranno la vita per una vita in uno stato di povertà peggiore di quello del loro paese, fa il male dello Stato, e fa il bene solo degli scafisti, che sugli immigrati provano a guadagnarci. Meno partenze, meno sbarchi, meno morti
    Mi accusano di essere preconciliare ma mi consolo pensando che anche Gesù lo era

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>