Non credo che si sia mai posto il problema del riscaldamento, perché l'Oratorio di san Rocco veniva utilizzato dai craveggesi in estate quando gli animali erano portati a pascolare alla Colma, a 1600-1700 m. (Quella che vedi a lato nella fotografia non è la porta ma... la finestra! si vede nella parte anteriore della chiesina il porticato quasi completamente sommerso!).
Oggi nell'Oratorio viene celebrata la Santa Messa solo in occasione di feste (soprattutto san Rocco, 16 agosto) e matrimoni.

Vi riporto un documentario un po' artigianale ma estremamente suggestivo ed evocativo sulla grande Craveggia. Io mi sono commosso: