Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 48 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 472

Discussione: Veglia pasquale

  1. #1
    Servus Servorum Dei
    visitatore

    Veglia pasquale

    Saprebbe qualcuno ricostruire la sequenza rituale precisa della liturgia battesimale -sia dei bambini che degli adulti- durante la Veglia Pasquale (N.O.)?

    Io ho avuto a che fare solo con battesimi di bambini e ogni anno si presenta l'annosa questio a proposito delle discordanze o delle mancate concordanze tra il rituale ed il messale.

  2. #2
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,328
    Per il Battesimo dei bambini:
    Battesimo durante la Veglia Pasquale (dai Praenotanda del rituale del Battesimo dei Bambini)

    Per il Battesimo degli adulti:
    Celebrazione dei Sacramenti dell'Iniziazione (dai Praenotanda del rituale dell'Iniziazione Cristiana degli adulti)

  3. #3
    Cardinale Bellarmino
    visitatore
    Il Messale Ambrosiano, per la Veglia Pasquale, propone tre formulari:

    1) Battesimo degli Adulti
    2) Battesimo dei Bambini
    3) Battesimo di Adulti e Bambini

    e quindi le formule sono adattate alle diverse circostanze...

  4. #4
    Servus Servorum Dei
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Marcus Visualizza Messaggio
    Ciao,
    avevo realizzato uno schema da utilizzare nella mia parrocchia visto che a seguire rituale e messale si esce pazzi (la scienza infusa degli innovatori liturgici...).
    Spero di riuscire a trovarlo o eventualmente di ricomporlo.
    Ciao!
    Marco
    Anch'io avevo fatto qualcosa del genere ma volevo sentire i vostri pareri.
    Per Vox: Non si tratta di leggere le norme del rito (cosa che ovviamente ho già fatto) ma di mettere insieme la Veglia e il Rituale: non è cosa immediata, secondo me!

  5. #5
    Servus Servorum Dei
    visitatore
    Posto il sussidio che avevo a suo tempo preparato. Attendo vostri commenti.

    RITO DEL BATTESIMO DEI BAMBINI
    DURANTE LA VEGLIA PASQUALE
    Terminata l’omelia, il sacerdote rivolge un’esortazione ai presenti con queste parole o con altre simili:
    Fratelli e sorelle carissimi,
    accompagniamo con la nostra unanime preghiera questi candidati al Battesimo, perché Dio Padre onnipotente nella sua grande bontà li guidi al fonte della rigenerazione.

    Due cantori intonano le litanie: tutti stanno in piedi (perché siamo nel Tempo Pasquale) e rispondono.

    LITANIE DEI SANTI
    Si cantano quindi le litanie nelle quali si possono aggiungere nomi di alcuni santi come ad es. quelli della Chiesa particolare, del titolare della chiesa, dei patroni del luogo e dei battezzandi.

    Signore, pietà Signore, pietà
    Cristo, pietà Cristo, pietà
    Signore, pietà Signore, pietà

    Santa Maria, Madre di Dio prega per noi
    San Michele prega per noi
    Santi angeli di Dio pregate per noi
    San Giovanni Battista prega per noi
    San Giuseppe prega per noi
    Santi Pietro e Paolo pregate per noi
    Sant’Andrea prega per noi
    San Giovanni prega per noi
    Santi Apostoli ed evangelisti pregate per noi

    Santa Maria Maddalena prega per noi
    Santi discepoli del Signore pregate per noi

    Santo Stefano prega per noi
    Sant’Ignazio d’Antiòchia prega per noi
    San Lorenzo prega per noi
    Sante Perpetua e Felìcita pregate per noi
    Sant’Agnese prega per noi
    Santi martiri di Cristo pregate per noi

    San Gregorio prega per noi
    Sant’Agostino prega per noi
    Sant’Atanasio prega per noi
    San Basilio prega per noi
    San Martino prega per noi

    Santi Cirillo e Metodio pregate per noi
    San Benedetto prega per noi
    San Francesco prega per noi
    San Domenico prega per noi
    San Francesco Saverio prega per noi
    San Giovanni Maria [Vianney] prega per noi
    Santa Caterina da Siena prega per noi
    Santa Teresa d’Avila prega per noi
    Santi e sante di Dio pregate per noi

    Nella tua misericordia salvaci, Signore
    Da ogni male salvaci, Signore
    Da ogni peccato salvaci, Signore
    Dalla morte eterna salvaci, Signore

    Per la tua incarnazione salvaci, Signore
    Per la tua morte e risurrezione salvaci, Signore
    Per il dono dello Spirito Santo salvaci, Signore

    Noi peccatori ti preghiamo ascoltaci, Signore
    Dona la grazia della vita nuova nel Battesimo
    a questi tuoi eletti ascoltaci, Signore

    Gesù, Figlio del Dio vivente, Gesù, Figlio del Dio
    ascolta la nostra supplica vivente, ascolta la
    nostra supplica.


    Il sacerdote, a mani giunte, dice l’orazione seguente:
    Dio onnipotente ed eterno,
    manifesta la tua presenza nei sacramenti del tuo amore,
    manda lo spirito di adozione
    a suscitare un popolo nuovo dal fonte battesimale,
    perché l’azione del nostro umile ministero
    sia resa efficace dalla tua potenza.
    Per Cristo nostro Signore.

    R. Amen.







    BENEDIZIONE DELL’ACQUA
    Il sacerdote benedice l’acqua battesimale; a mani giunte canta o dice la seguente orazione:

    O Dio,
    per mezzo dei segni sacramentali,
    tu operi con visibile potenza
    le meraviglie della salvezza;
    e in molti modi, attraverso i tempi,
    hai preparato l’acqua, tua creatura,
    ad essere segno del Battesimo.

    Fin dalle origini il tuo Spirito si librava sulle acque,
    perché contenessero in germe la forza di santificare;
    e anche nel diluvio hai prefigurato il Battesimo,
    perché, oggi come allora,
    l’acqua segnasse la fine del peccato
    e l’inizio della vita nuova.

    Tu hai liberato dalla schiavitù i figli di Abramo,
    facendoli passare illesi attraverso il Mar Rosso,
    perché fossero immagine
    del futuro popolo dei battezzati.

    Infine, nella pienezza dei tempi,
    il tuo Figlio, battezzato da Giovanni
    nell’acqua del Giordano,
    fu consacrato dallo Spirito Santo;
    innalzato sulla croce,
    egli versò dal suo fianco sangue e acqua,
    e dopo la sua risurrezione comandò ai discepoli:
    «Andate, annunziate il Vangelo a tutti i popoli,
    e battezzateli nel nome del Padre e del Figlio e dello spirito Santo».

    Ora, Padre,
    guarda con amore la tua Chiesa
    e fa scaturire per lei
    la sorgente del Battesimo.




    Infondi in quest’acqua, per opera dello Spirito Santo,
    la grazia del tuo unico Figlio,
    perché con il sacramento del Battesimo
    l’uomo, fatto a tua immagine,
    sia lavato dalla macchia del peccato,
    e dall’acqua e dallo Spirito Santo
    rinasca come nuova creatura.

    Immergendo, secondo l’opportunità, il cero pasquale, una o tre volte, nell’acqua, continua:
    Discenda,
    Padre, in quest’acqua,
    per opera del tuo Figlio,
    la potenza dello Spirito Santo.

    Tenendo il cero nell’acqua, prosegue:
    Tutti coloro che in essa riceveranno il Battesimo,
    sepolti insieme con Cristo nella morte
    con lui risorgano alla vita immortale.
    Per Cristo nostro Signore.

    R. Amen.

    Toglie il cero dall’acqua, mentre l’assemblea fa questa acclamazione o un’altra simile:
    Sorgenti delle acque, benedite il Signore:
    lodatelo ed esaltatelo nei secoli.


    RINNOVAZIONE DELLE PROMESSE BATTESIMALI
    Tutti accendono al cero pasquale la loro candela per la professione di fede.
    Il sacerdote si rivolge a tutta l’assemblea ed in particolare ai genitori, ai padrini e alle madrine dei battezzandi, con queste parole:

    Cari genitori, padrini e madrine,
    i bambini che voi presentate stanno per ricevere il Battesimo.
    Nel suo amore Dio darà loro una vita nuova e rinasceranno dall’acqua e dallo Spirito Santo.
    A voi il compito di educarli nella fede, perché la vita divina che ricevono in dono sia preservata dal peccato e cresca di giorno in giorno.
    Se dunque, in forza della vostra fede, siete pronti ad assumervi questo impegno, memori delle promesse del vostro Battesimo, rinunciate al peccato, e fate la vostra professione di fede in Cristo Gesù: è la fede della Chiesa nella quale i vostri figli vengono battezzati.

    E anche noi tutti qui presenti, che per mezzo del Battesimo siamo divenuti partecipi del mistero pasquale del Cristo, essendo sepolti insieme con lui nella morte, per risorgere con lui alla vita nuova, al termine del cammino penitenziale della Quaresima, uniamoci a questi genitori, padrini e madrine e rinnoviamo le promesse del nostro Battesimo.

    Sacerdote:
    Rinunziate al peccato,
    per vivere nella libertà dei figli di Dio?

    Tutti:
    Rinunzio.

    Sacerdote:
    Rinunziate alle seduzioni del male,
    per non lasciarvi dominare dal peccato?

    Tutti:
    Rinunzio.

    Sacerdote:
    Rinunziate a satana,
    origine e causa di ogni peccato?

    Tutti:
    Rinunzio.


    Poi il sacerdote prosegue:
    Credete in Dio,
    Padre onnipotente,
    creatore del cielo e della terra?

    Tutti:
    Credo.

    Sacerdote:
    Credete in Gesù Cristo,
    suo unico Figlio, nostro Signore,
    che nacque da Maria Vergine,
    morì e fu sepolto,
    è risuscitato dai morti
    e siede alla destra del Padre?


    Tutti:
    Credo.

    Sacerdote:
    Credete nello Spirito Santo,
    la santa Chiesa cattolica,
    la comunione dei santi,
    la remissione dei peccati,
    la risurrezione della carne e la vita eterna?

    Tutti:
    Credo.

    Il sacerdote conclude con la seguente orazione:
    Dio onnipotente,
    Padre del nostro Signore Gesù Cristo,
    che ci ha liberati dal peccato
    e ci ha fatto rinascere dall’acqua e dallo Spirito Santo,
    ci custodisca con la sua grazia
    in Cristo Gesù nostro Signore, per la vita eterna.

    Tutti:
    Amen.


    BATTESIMO
    Il celebrante fa avvicinare al fonte i genitori e i padrini del primo bambino, si fa ripetere il nome del piccolo, e poi rivolge loro questa domanda:

    Celebrante:
    Volete dunque che N. riceva il Battesimo
    nella fede della Chiesa
    che tutti insieme abbiamo professato?

    Genitori e padrini:
    Sì, lo vogliamo

    E subito il celebrante battezza il bambino, dicendo:
    N., io ti battezzo nel nome del Padre
    prima immersione o infusione
    e del Figlio
    seconda immersione o infusione
    e dello Spirito Santo.
    terza immersione o infusione.

    Allo stesso modo si comporta il celebrante con ogni battezzando: prima la domanda e poi l’abluzione sacramentale.
    È opportuno che dopo il Battesimo di ogni bambino il popolo intervenga con una breve acclamazione.


    UNZIONE CON IL SACRO CRISMA

    Il celebrante dice:
    Dio onnipotente,
    Padre del nostro Signore Gesù Cristo,
    vi ha liberato dal peccato
    e vi ha fatto rinascere dall’acqua e dallo Spirito Santo,
    unendovi al suo popolo;
    egli stesso vi consacra con il crisma di salvezza,
    perché inseriti in Cristo,
    sacerdote, re e profeta,
    siate sempre membra del suo corpo
    per la vita eterna.

    R. Amen.

    Quindi senza proferire parola, il celebrante fa l’unzione con il sacro crisma sul capo di ogni battezzato.


    CONSEGNA DELLA VESTE BIANCA

    Il celebrante dice:
    N. e N. siete diventati nuova creatura,
    e vi siete rivestiti di Cristo.
    Questa veste bianca
    sia segno della vostra nuova dignità:
    aiutati dalle parole e dall’esempio dei vostri cari,
    portatela senza macchia per la vita eterna.

    R. Amen.


    E si fa per ogni bambino la consegna della veste bianca. È bene che questa sia portata dalle singole famiglie.






    ASPERSIONE DELL’ASSEMBLEA IN RICORDO DEL BATTESIMO

    Quindi si attinge l’acqua dal fonte battesimale ed il sacerdote asperge l’assemblea mentre tutti cantano questa antifona o un altro canto di carattere battesimale:
    Ecco l’acqua,
    che sgorga dal tempio santo di Dio, alleluia;
    e a quanti giungerà quest’acqua
    porterà salvezza
    ed essi canteranno: alleluia, alleluia.

    Fatta l’aspersione, il sacerdote ritorna alla sede e guida la preghiera universale, alla quale per la prima volta prendono parte i neofiti.
    Non si dice il Credo.

  6. #6
    Servus Servorum Dei
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da diesirae Visualizza Messaggio
    E la consegna del cero acceso? Il Papa in San Pietro la fa...
    Fino a prova contraria, il rito del Battesimo dei bambini prevede che la consegna del cero accesso venga omessa durante la Veglia Pasquale (infatti tutti hanno già il cero acceso durante il rinnovo delle promesse battesimali).

  7. #7
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,328
    Citazione Originariamente Scritto da diesirae Visualizza Messaggio
    E la consegna del cero acceso? Il Papa in San Pietro la fa...
    la consegna del cero si omette se nella Veglia si celebra il Battesimo dei bambini. Il Papa in quell'occasione battezza gli adulti (i bambini li battezza il giorno del Battesimo del Signore, nella Sistina).
    Lo schema proposto da Servus Servorum Dei è, pertanto, corretto.

  8. #8
    Servus Servorum Dei
    visitatore
    Nessun commento c'è stato, però, sulla corretta sequenza rituale...

  9. #9
    Servus Servorum Dei
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da diesirae Visualizza Messaggio
    Beh, io ho fatto un commento per chiarirmi un dubbio su una cosa che non sapevo (consegna del cero) e poi mi avete spiegato tutto. Per il resto mi sembra vada bene.
    Ma vi siete accorti che c'è un adattamento non contemplato esplicitamente in alcuna rubrica di alcun libro liturgico?

  10. #10
    Servus Servorum Dei
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Servus Servorum Dei Visualizza Messaggio
    Posto il sussidio che avevo a suo tempo preparato. Attendo vostri commenti.

    RITO DEL BATTESIMO DEI BAMBINI
    DURANTE LA VEGLIA PASQUALE

    Terminata l’omelia, il sacerdote rivolge un’esortazione ai presenti con queste parole o con altre simili:
    Fratelli e sorelle carissimi,
    accompagniamo con la nostra unanime preghiera questi candidati al Battesimo, perché Dio Padre onnipotente nella sua grande bontà li guidi al fonte della rigenerazione.

    Due cantori intonano le litanie: tutti stanno in piedi (perché siamo nel Tempo Pasquale) e rispondono.

    LITANIE DEI SANTI
    Si cantano quindi le litanie nelle quali si possono aggiungere nomi di alcuni santi come ad es. quelli della Chiesa particolare, del titolare della chiesa, dei patroni del luogo e dei battezzandi.

    Signore, pietà Signore, pietà
    Cristo, pietà Cristo, pietà
    Signore, pietà Signore, pietà

    Santa Maria, Madre di Dio prega per noi
    San Michele prega per noi
    Santi angeli di Dio pregate per noi
    San Giovanni Battista prega per noi
    San Giuseppe prega per noi
    Santi Pietro e Paolo pregate per noi
    Sant’Andrea prega per noi
    San Giovanni prega per noi
    Santi Apostoli ed evangelisti pregate per noi

    Santa Maria Maddalena prega per noi
    Santi discepoli del Signore pregate per noi

    Santo Stefano prega per noi
    Sant’Ignazio d’Antiòchia prega per noi
    San Lorenzo prega per noi
    Sante Perpetua e Felìcita pregate per noi
    Sant’Agnese prega per noi
    Santi martiri di Cristo pregate per noi

    San Gregorio prega per noi
    Sant’Agostino prega per noi
    Sant’Atanasio prega per noi
    San Basilio prega per noi
    San Martino prega per noi

    Santi Cirillo e Metodio pregate per noi
    San Benedetto prega per noi
    San Francesco prega per noi
    San Domenico prega per noi
    San Francesco Saverio prega per noi
    San Giovanni Maria [Vianney] prega per noi
    Santa Caterina da Siena prega per noi
    Santa Teresa d’Avila prega per noi
    Santi e sante di Dio pregate per noi

    Nella tua misericordia salvaci, Signore
    Da ogni male salvaci, Signore
    Da ogni peccato salvaci, Signore
    Dalla morte eterna salvaci, Signore

    Per la tua incarnazione salvaci, Signore
    Per la tua morte e risurrezione salvaci, Signore
    Per il dono dello Spirito Santo salvaci, Signore

    Noi peccatori ti preghiamo ascoltaci, Signore
    Dona la grazia della vita nuova nel Battesimo
    a questi tuoi eletti ascoltaci, Signore

    Gesù, Figlio del Dio vivente, Gesù, Figlio del Dio
    ascolta la nostra supplica vivente, ascolta la
    nostra supplica.


    Il sacerdote, a mani giunte, dice l’orazione seguente:
    Dio onnipotente ed eterno,
    manifesta la tua presenza nei sacramenti del tuo amore,
    manda lo spirito di adozione
    a suscitare un popolo nuovo dal fonte battesimale,
    perché l’azione del nostro umile ministero
    sia resa efficace dalla tua potenza.
    Per Cristo nostro Signore.

    R. Amen.







    BENEDIZIONE DELL’ACQUA
    Il sacerdote benedice l’acqua battesimale; a mani giunte canta o dice la seguente orazione:

    O Dio,
    per mezzo dei segni sacramentali,
    tu operi con visibile potenza
    le meraviglie della salvezza;
    e in molti modi, attraverso i tempi,
    hai preparato l’acqua, tua creatura,
    ad essere segno del Battesimo.

    Fin dalle origini il tuo Spirito si librava sulle acque,
    perché contenessero in germe la forza di santificare;
    e anche nel diluvio hai prefigurato il Battesimo,
    perché, oggi come allora,
    l’acqua segnasse la fine del peccato
    e l’inizio della vita nuova.

    Tu hai liberato dalla schiavitù i figli di Abramo,
    facendoli passare illesi attraverso il Mar Rosso,
    perché fossero immagine
    del futuro popolo dei battezzati.

    Infine, nella pienezza dei tempi,
    il tuo Figlio, battezzato da Giovanni
    nell’acqua del Giordano,
    fu consacrato dallo Spirito Santo;
    innalzato sulla croce,
    egli versò dal suo fianco sangue e acqua,
    e dopo la sua risurrezione comandò ai discepoli:
    «Andate, annunziate il Vangelo a tutti i popoli,
    e battezzateli nel nome del Padre e del Figlio e dello spirito Santo».

    Ora, Padre,
    guarda con amore la tua Chiesa
    e fa scaturire per lei
    la sorgente del Battesimo.




    Infondi in quest’acqua, per opera dello Spirito Santo,
    la grazia del tuo unico Figlio,
    perché con il sacramento del Battesimo
    l’uomo, fatto a tua immagine,
    sia lavato dalla macchia del peccato,
    e dall’acqua e dallo Spirito Santo
    rinasca come nuova creatura.

    Immergendo, secondo l’opportunità, il cero pasquale, una o tre volte, nell’acqua, continua:
    Discenda,
    Padre, in quest’acqua,
    per opera del tuo Figlio,
    la potenza dello Spirito Santo.

    Tenendo il cero nell’acqua, prosegue:
    Tutti coloro che in essa riceveranno il Battesimo,
    sepolti insieme con Cristo nella morte
    con lui risorgano alla vita immortale.
    Per Cristo nostro Signore.

    R. Amen.

    Toglie il cero dall’acqua, mentre l’assemblea fa questa acclamazione o un’altra simile:
    Sorgenti delle acque, benedite il Signore:
    lodatelo ed esaltatelo nei secoli.


    RINNOVAZIONE DELLE PROMESSE BATTESIMALI
    Tutti accendono al cero pasquale la loro candela per la professione di fede.
    Il sacerdote si rivolge a tutta l’assemblea ed in particolare ai genitori, ai padrini e alle madrine dei battezzandi, con queste parole:

    Cari genitori, padrini e madrine,
    i bambini che voi presentate stanno per ricevere il Battesimo.
    Nel suo amore Dio darà loro una vita nuova e rinasceranno dall’acqua e dallo Spirito Santo.
    A voi il compito di educarli nella fede, perché la vita divina che ricevono in dono sia preservata dal peccato e cresca di giorno in giorno.
    Se dunque, in forza della vostra fede, siete pronti ad assumervi questo impegno, memori delle promesse del vostro Battesimo, rinunciate al peccato, e fate la vostra professione di fede in Cristo Gesù: è la fede della Chiesa nella quale i vostri figli vengono battezzati.

    E anche noi tutti qui presenti, che per mezzo del Battesimo siamo divenuti partecipi del mistero pasquale del Cristo, essendo sepolti insieme con lui nella morte, per risorgere con lui alla vita nuova, al termine del cammino penitenziale della Quaresima, uniamoci a questi genitori, padrini e madrine e rinnoviamo le promesse del nostro Battesimo.

    Sacerdote:
    Rinunziate al peccato,
    per vivere nella libertà dei figli di Dio?

    Tutti:
    Rinunzio.

    Sacerdote:
    Rinunziate alle seduzioni del male,
    per non lasciarvi dominare dal peccato?

    Tutti:
    Rinunzio.

    Sacerdote:
    Rinunziate a satana,
    origine e causa di ogni peccato?

    Tutti:
    Rinunzio.


    Poi il sacerdote prosegue:
    Credete in Dio,
    Padre onnipotente,
    creatore del cielo e della terra?

    Tutti:
    Credo.

    Sacerdote:
    Credete in Gesù Cristo,
    suo unico Figlio, nostro Signore,
    che nacque da Maria Vergine,
    morì e fu sepolto,
    è risuscitato dai morti
    e siede alla destra del Padre?


    Tutti:
    Credo.

    Sacerdote:
    Credete nello Spirito Santo,
    la santa Chiesa cattolica,
    la comunione dei santi,
    la remissione dei peccati,
    la risurrezione della carne e la vita eterna?

    Tutti:
    Credo.

    Il sacerdote conclude con la seguente orazione:
    Dio onnipotente,
    Padre del nostro Signore Gesù Cristo,
    che ci ha liberati dal peccato
    e ci ha fatto rinascere dall’acqua e dallo Spirito Santo,
    ci custodisca con la sua grazia
    in Cristo Gesù nostro Signore, per la vita eterna.

    Tutti:
    Amen.


    BATTESIMO
    Il celebrante fa avvicinare al fonte i genitori e i padrini del primo bambino, si fa ripetere il nome del piccolo, e poi rivolge loro questa domanda:

    Celebrante:
    Volete dunque che N. riceva il Battesimo
    nella fede della Chiesa
    che tutti insieme abbiamo professato?

    Genitori e padrini:
    Sì, lo vogliamo

    E subito il celebrante battezza il bambino, dicendo:
    N., io ti battezzo nel nome del Padre
    prima immersione o infusione
    e del Figlio
    seconda immersione o infusione
    e dello Spirito Santo.
    terza immersione o infusione.

    Allo stesso modo si comporta il celebrante con ogni battezzando: prima la domanda e poi l’abluzione sacramentale.
    È opportuno che dopo il Battesimo di ogni bambino il popolo intervenga con una breve acclamazione.


    UNZIONE CON IL SACRO CRISMA

    Il celebrante dice:
    Dio onnipotente,
    Padre del nostro Signore Gesù Cristo,
    vi ha liberato dal peccato
    e vi ha fatto rinascere dall’acqua e dallo Spirito Santo,
    unendovi al suo popolo;
    egli stesso vi consacra con il crisma di salvezza,
    perché inseriti in Cristo,
    sacerdote, re e profeta,
    siate sempre membra del suo corpo
    per la vita eterna.

    R. Amen.

    Quindi senza proferire parola, il celebrante fa l’unzione con il sacro crisma sul capo di ogni battezzato.


    CONSEGNA DELLA VESTE BIANCA

    Il celebrante dice:
    N. e N. siete diventati nuova creatura,
    e vi siete rivestiti di Cristo.
    Questa veste bianca
    sia segno della vostra nuova dignità:
    aiutati dalle parole e dall’esempio dei vostri cari,
    portatela senza macchia per la vita eterna.

    R. Amen.


    E si fa per ogni bambino la consegna della veste bianca. È bene che questa sia portata dalle singole famiglie.






    ASPERSIONE DELL’ASSEMBLEA IN RICORDO DEL BATTESIMO

    Quindi si attinge l’acqua dal fonte battesimale ed il sacerdote asperge l’assemblea mentre tutti cantano questa antifona o un altro canto di carattere battesimale:
    Ecco l’acqua,
    che sgorga dal tempio santo di Dio, alleluia;
    e a quanti giungerà quest’acqua
    porterà salvezza
    ed essi canteranno: alleluia, alleluia.

    Fatta l’aspersione, il sacerdote ritorna alla sede e guida la preghiera universale, alla quale per la prima volta prendono parte i neofiti.
    Non si dice il Credo.
    E va bene... visto che quasi nessuno è interessato alla discussione (o forse non sa rispondere ) ci penso io: la parte in grassetto blu è una mia aggiunta!
    Ma è giusto? Come si inseriscono i riti battesimali "comuni" rispetto a quelli sacramentali dei catecumeni presenti?

    p.s.: le mie discussioni hanno sempre poco seguito...

Discussioni Simili

  1. Veglia di Pentecoste
    Di ministrante83 nel forum Liturgia
    Risposte: 63
    Ultimo Messaggio: 22-04-2022, 18:43

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>