Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 19 di 48 PrimaPrima ... 9171819202129 ... UltimaUltima
Risultati da 181 a 190 di 472

Discussione: Veglia pasquale

  1. #181
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    62,970
    Citazione Originariamente Scritto da tarcisio2 Visualizza Messaggio
    Da sempre ho impostato la veglia secondo il messale ma proprio oggi ho notato delle anomali nella celebrazione papale della suddetta celebrazione.

    1 Le letture dell' A.T. sono solo 4
    Si tratta di una possibilità prevista dalle rubriche, cfr l'Istruzione Paschalis Sollemnitatis della Congregazione per il Culto Divino, n. 85:
    (...) tutte le letture siano lette, dovunque sia possibile, in modo da rispettare completamente la natura della veglia pasquale, che esige il tempo dovuto.
    Tuttavia dove le circostanze di natura pastorale richiedono di diminuire ulteriormente il numero delle letture, se ne leggano almeno tre dall’Antico Testamento, cioè dai libri della legge e dei profeti; non venga mai omessa la lettura del cap. 14 dell’Esodo con il suo cantico.


    Presumibilmente nella Veglia Pasquale presieduta dal Pontefice si usufruisce di questa possibilità a motivo dell'età avanzata del Santo Padre (nonché di molti tra i Cardinali concelebranti ). Teniamo inoltre conto del fatto che in detta celebrazione vi sono varie parti interamente cantate (il Preconio, tutti i salmi responsoriali, il Vangelo, le Litanie...) e inoltre vengono celebrati i riti di Iniziazione Cristiana degli adulti (non solo il Battesimo, ma anche la Confermazione). Leggere tutte le letture sarebbe senz'altro bello, ma la celebrazione diverrebbe davvero troppo lunga (anche "televisivamente").

    2 Non vi la preghiera al termine delle promesse battesimali nè l'aspersione (penso che sia così per la presenza dei catecumeni)
    Per quanto riguarda l'assenza della preghiera al termine delle promesse (così come della monizione che precede le stesse), ciò avviene in quanto il Rito dell'Iniziazione Cristiana degli Adulti non le prevede (cfr il testo riportato http://www.liturgia.maranatha.it/Ini...e/b1/3page.htm).
    Circa l'omissione dell'aspersione, è proprio come dici tu. Infatti la citata istruzione Paschalis Sollemnitatis, al n. 88, dice che essa avviene dove non vi sono i battezzandi.

    3 E' del tutto assente la preghiera universale (Di solito quando vi sono le litanie non si fa' mai la prex fidelium ma proprio nella veglia pasquale il messale la prevede proprio perchè per la prima volta vi partecipano i neofiti)
    Ecco, l'omissione della preghiera universale è l'unica che non comprendo, in quanto è prevista anche nel Rito dell'Iniziazione.

    Alla luce di tutto ciò vi chiedo dei vonsigli.
    Lascio le 9 lettue come ho sempre fatto?
    Faccio utilizzare il canone romano (come sempre) o la prece III (come fa il Santo Padre)?
    Se non vi sono particolari motivi tali da giustificare adattamenti, io ti consiglierei di lasciare tutte le letture, e magari anche il Canone.
    Oboedientia et Pax

  2. #182
    Iscritto L'avatar di tarcisio2
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Catania
    Messaggi
    198
    Grazie mille del consiglio!
    Pace e Gioia!!

  3. #183
    Iscritto
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    rt
    Età
    33
    Messaggi
    131

    Veglia pasquale-neocatecumenale.

    Ciao a tutti,
    ho appreso con profonda tristezza che è stato chiuso il 3d che riguarda il Cammino neocat.
    Volevo chiedere informazioni sulla veglia pasquale celebrata dai neocatecumeni. Questo parteciperò per la prima volta,e volevo sapere come si svolge,canti,riti,come termina ecc.. Ma sarebbe identica alla veglia parrocchiale?
    grazie

  4. #184
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,208
    Nota del moderatore: Ricordo che qui siamo in Liturgia. La discussione per ora rimane aperta e lo rimarrà finche le risposte saranno strettamente liturgiche. Con questo intendo risposte che spiegano la veglia neocatecumenale nei termini della modalità celebrativa, i canti più frequentemente usati ed eventualmente evidenziandone gli aspetti non conosciuti e che si distaccano dalla celebrazione normale.

    Le polemiche note e stranote che ogni tanto ritornano a galla, qui non devono trovare posto.
    Quindi saranno subito eliminate.

  5. #185
    Partecipante a CR L'avatar di Maria,madre mia
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Località
    Avellino
    Messaggi
    596
    Diciamo che lo schema da cui si parte è quello della veglia pasquale ordinaria che si svolge in ogni chiesa. Dopo ogni lettura c'è un canto, ad esempio dopo la lettura del sacrificio di Isacco viene cantato Akedà (legami forte ), dopo la 3 lettura normalmente c'è il cantico di Mosè (Cavallo e cavaliere), dopo la lettura del profeta Baruc c'è , se ricordo bene, il canto dello SHEMA', dopo la lettura dell'epistola il canto NON MORIRO'.....
    Se ci sono bambini, adeguatamente preparati, questi, se non sbaglio, prima del Gloria potrebbero cantare il CANTO DEI BAMBINI NELLA NOTTE DI PASQUA (Che cosa c'è di diverso in questa notte?)
    Ovviamente prima di ogni lettura c'è una monizione.
    La prima parte della veglia, fino al gloria, dovrebbe svolgersi alla luce del Cero Pasquale e delle altre candele( non ci devono essere altre luci accese). Viene cantato il Preconio Pasquale dal cantore della comunità con la melodia neocatecumenale.
    Poi tutto è normale, se ci sono battesimi questi vengono generalmente fatti per immersione.
    Voglio svegliare l'aurora!

  6. #186
    Iscritto
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    rt
    Età
    33
    Messaggi
    131
    Citazione Originariamente Scritto da Maria,madre mia Visualizza Messaggio
    Diciamo che lo schema da cui si parte è quello della veglia pasquale ordinaria che si svolge in ogni chiesa. Dopo ogni lettura c'è un canto, ad esempio dopo la lettura del sacrificio di Isacco viene cantato Akedà (legami forte ), dopo la 3 lettura normalmente c'è il cantico di Mosè (Cavallo e cavaliere), dopo la lettura del profeta Baruc c'è , se ricordo bene, il canto dello SHEMA', dopo la lettura dell'epistola il canto NON MORIRO'.....
    Se ci sono bambini, adeguatamente preparati, questi, se non sbaglio, prima del Gloria potrebbero cantare il CANTO DEI BAMBINI NELLA NOTTE DI PASQUA (Che cosa c'è di diverso in questa notte?)
    Ovviamente prima di ogni lettura c'è una monizione.
    La prima parte della veglia, fino al gloria, dovrebbe svolgersi alla luce del Cero Pasquale e delle altre candele( non ci devono essere altre luci accese). Viene cantato il Preconio Pasquale dal cantore della comunità con la melodia neocatecumenale.
    Poi tutto è normale, se ci sono battesimi questi vengono generalmente fatti per immersione.
    Grazie mille,volevo chiderti ancora:1.quanto dura all'incirca? 2.E inoltre come sono strutturare le altre celebrazioni del triduo pasquale nel cammino neocat.?

  7. #187
    Partecipante a CR L'avatar di Maria,madre mia
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Località
    Avellino
    Messaggi
    596
    Quanto duri di preciso non lo so in genere dovrebbe cominciare a mezza notte in punto, poi dipende dal sacerdote da chi fa le monizioni, cmq tutto sommato una veglia del genere dovrebbe durare 2 ore, 2 ore e mezza.
    Per quanto riguarda gli altri giorni del Triduo, ho uno schema, che devo solo trovare.
    Voglio svegliare l'aurora!

  8. #188
    Partecipante a CR L'avatar di Maria,madre mia
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Località
    Avellino
    Messaggi
    596
    Il giovedì Santo la comunità neocatecumenale si riunisce prima in parrocchia, poi c'è la celebrazione in comunità che è di carattere penitenziale,infatti, si recita anche il confiteor, c'è la lavanda dei piedi (il responsabile lava i piedi di ogni membro della comunità e poi ogni membro che vuole può lavare i piedi di altri come segno di riconciliazione. Per quanto riguarda invece le letture ,queste sono 4 e prese tutte dal Vangelo di Giovanni e sono i discorsi che Gesù fece nell'ultima cena, l'ultimo Vangelo è quello della lavanda dei piedi. Per i canti non c'è uno schema fisso, comunque sarebbe indicato il canto HO CREDUTO ANCHE QUANDO HO DETTO SONO MOLTO DISGRAZIATO (come ingresso), oppure il canto QUESTO E' IL MIO COMANDAMENTO, durante la lavanda si potrebbe cantare l'INNO ALLA KENOSIS.
    Il venerdì Santo come il giovedì prima si va in parrocchia poi in comunità. Le letture sono quelle dell'azione liturgica, il brano della passione può essere dialogato con il responsabile che fa la parte di Gesù e due lettori che fanno uno il popolo e l'altro il cronista. Le preghiere sono se ricordo bene quelle che si fanno in chiesa durante l'azione liturgica. C'è l'adorazione della croce, in genere si usa quella astile fatta da Kiko, che potreste metterla non accanto all'ambone ma al centro della sala. Per quanto riguarda i canti all'ingresso si fa LA CROCE GLORIOSA, poi tra la prima e la seconda lettura il canto ELì ELì , durante l'adorazione della croce I LAMENTI DEL SIGNORE , come canto finale FIGLIE DI GERUSALEMME.
    OVVIAMENTE SAREBBE COSA BUONA IL VENERDì SANTO NON USARE Nè TAPPETI nè FIORI PER PREPARARE LA SALE E QUINDI NEMMENO IL COPRI AMBONE ROSSO. MENTRE IL GIOVEDì SANTO SI USINO GLI ARREDI MIGLIORI E I FIORI PIù BELLI.
    Voglio svegliare l'aurora!

  9. #189
    Iscritto
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    rt
    Età
    33
    Messaggi
    131
    Citazione Originariamente Scritto da Maria,madre mia Visualizza Messaggio
    Quanto duri di preciso non lo so in genere dovrebbe cominciare a mezza notte in punto, poi dipende dal sacerdote da chi fa le monizioni, cmq tutto sommato una veglia del genere dovrebbe durare 2 ore, 2 ore e mezza.
    Per quanto riguarda gli altri giorni del Triduo, ho uno schema, che devo solo trovare.
    La nostra inizia alle 00.30. Quando trovi la schema mi fai sapere..quindi le celebrazioni del triduo vengono fatte separatamente per ogni comunità? Inoltre non sostituiscono quelle celebrate in parrocchia?(in cena domini,venerdì santo)

  10. #190
    Iscritto
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    rt
    Età
    33
    Messaggi
    131
    Citazione Originariamente Scritto da Maria,madre mia Visualizza Messaggio
    Il giovedì Santo la comunità neocatecumenale si riunisce prima in parrocchia, poi c'è la celebrazione in comunità che è di carattere penitenziale,infatti, si recita anche il confiteor, c'è la lavanda dei piedi (il responsabile lava i piedi di ogni membro della comunità e poi ogni membro che vuole può lavare i piedi di altri come segno di riconciliazione. Per quanto riguarda invece le letture ,queste sono 4 e prese tutte dal Vangelo di Giovanni e sono i discorsi che Gesù fece nell'ultima cena, l'ultimo Vangelo è quello della lavanda dei piedi. Per i canti non c'è uno schema fisso, comunque sarebbe indicato il canto HO CREDUTO ANCHE QUANDO HO DETTO SONO MOLTO DISGRAZIATO (come ingresso), oppure il canto QUESTO E' IL MIO COMANDAMENTO, durante la lavanda si potrebbe cantare l'INNO ALLA KENOSIS.
    Il venerdì Santo come il giovedì prima si va in parrocchia poi in comunità. Le letture sono quelle dell'azione liturgica, il brano della passione può essere dialogato con il responsabile che fa la parte di Gesù e due lettori che fanno uno il popolo e l'altro il cronista. Le preghiere sono se ricordo bene quelle che si fanno in chiesa durante l'azione liturgica. C'è l'adorazione della croce, in genere si usa quella astile fatta da Kiko, che potreste metterla non accanto all'ambone ma al centro della sala. Per quanto riguarda i canti all'ingresso si fa LA CROCE GLORIOSA, poi tra la prima e la seconda lettura il canto ELì ELì , durante l'adorazione della croce I LAMENTI DEL SIGNORE , come canto finale FIGLIE DI GERUSALEMME.
    OVVIAMENTE SAREBBE COSA BUONA IL VENERDì SANTO NON USARE Nè TAPPETI nè FIORI PER PREPARARE LA SALE E QUINDI NEMMENO IL COPRI AMBONE ROSSO. MENTRE IL GIOVEDì SANTO SI USINO GLI ARREDI MIGLIORI E I FIORI PIù BELLI.
    Bellissimo
    Ma tu sei nel Cammino?
    Invece circa il sabato santo a pranzo,mi hanno accennato di un'altra celebrazione della Parola...?

Discussioni Simili

  1. Veglia di Pentecoste
    Di ministrante83 nel forum Liturgia
    Risposte: 63
    Ultimo Messaggio: 22-04-2022, 19:43

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>