Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 2 di 33 PrimaPrima 123412 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 330

Discussione: Peculiarità dei riti per la creazione di nuovi Cardinali

  1. #11
    Sacrista Pontificio
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Il Padovano Visualizza Messaggio
    Si metterà in forse anche un Concistoro a San Pietro a questo punto...
    dici che semplificando il rito c'è possibilità che si tenga un altro concistoro a distanza di un paio di mesi?

    secondo me no...

  2. #12
    CierRino
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    PADUA Nobilissima
    Messaggi
    5,940
    Citazione Originariamente Scritto da Sacrista Pontificio Visualizza Messaggio
    dici che semplificando il rito c'è possibilità che si tenga un altro concistoro a distanza di un paio di mesi?

    secondo me no...
    vedremo... certo che:


    Sarebbe un peccato... Pika sarà disperato.


  3. #13
    Vecchia guardia di CR
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    N/D
    Età
    33
    Messaggi
    2,030
    Non capisco proprio il motivo di questo cambiamento.

    Detto ciò, segnalo che nell'articolo vi è un errore: innanzitutto la consegna del cappello rosso non era il concistoro vero e proprio.
    Vi era quello segreto nel quale il Papa annunciava ai cardinali i nomi dei nuovi porporati e quello pubblico in cui essi ricevevano la berretta e il Titolo/Diaconia.

    La consegna del cappello poteva essere anche dopo parecchio tempo dal Concistoro.

    Comunque, non capisco la necessità di modificare un rito che era già stato pesantemente mutilato. Tristezza. Adesso inizierete la tiritera del "Il Papa ha deciso per cui va bene così". Madama la marchesa.
    "L'anima che si dà tutta a Dio è tutta di Dio" San Filippo Neri

  4. #14
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,217
    Dal comunicato non si capisce, almeno io non lo capisco, quando era stato promulgato il rito che ora è stato cambiato. Sicuramente dopo il 1969, ma quando?
    Sarebbe interessante saperlo, come anche i motivi che avevano suggerito il cambiamento.

    Se qualcuno informato (Vox?) potesse chiarire, grazie.

  5. #15
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    63,031
    Citazione Originariamente Scritto da Kelso Visualizza Messaggio
    Secondo me, tentativo di alleggerire la cerimonia. Dividere lo stesso concistoro in più giornate aveva poco senso. Meglio compattare tutto nella stessa occasione.
    A dire il vero ci saranno comunque due giorni di celebrazioni, dato che, come specificato nell'articolo dell'OR, Si conserva invece la concelebrazione del Papa con i nuovi cardinali nella Messa del giorno seguente, che si apre con l’indirizzo di omaggio e di gratitudine che il primo dei porporati rivolge al Pontefice a nome di tutti gli altri.

    Pertanto, se non ho capito male, nel Concistoro verò e proprio ci sarà anche la consegna dell'anello ma non l'indirizzo di omaggi del primo dei nuovi Cardinali, mentre nella Messa del giorno seguente non ci sarà la consegna dell'anello ma verrà inserito l'indirizzo di omaggio.

    Per quanto riguarda i paramenti, credo anch'io che potrebbe esserci un ritorno all'abito corale nel Concistoro vero e proprio; per la Messa del giorno seguente, dato che il Concistoro viene celebrato in prossimità della festa della Cattedra di San Pietro, potrebbe essere celebrata la Messa propria della Cattedra, in bianco (trattandosi di una domenica per annum, ciò sarebbe del tutto lecito in base al n. 374 dell'Ordinamento Generale del Messale), oppure la Messa votiva dei SS. Pietro e Paolo, in rosso (o anche la Messa propria della domenica in verde). A questo punto attendiamo la pubblicazione dei libretti qualche giorno prima del Concistoro.

    Citazione Originariamente Scritto da Ambrosiano Visualizza Messaggio
    Dal comunicato non si capisce, almeno io non lo capisco, quando era stato promulgato il rito che ora è stato cambiato. Sicuramente dopo il 1969, ma quando?
    Nel 1991.
    Oboedientia et Pax

  6. #16
    CierRino
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    PADUA Nobilissima
    Messaggi
    5,940
    Se non ricordo male, Paolo VI non tenne mai Concistoro in manto e lama... solo in abito corale o casula.


  7. #17
    CierRino L'avatar di Vaticanista
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Reggio Emilia e Bologna
    Età
    33
    Messaggi
    7,088
    Anche l'attuale Papa ha tenuto il suo primo Concistoro in abito corale se non sbaglio.

    Comunque si, dato che i giorni sono sempre e comunque due, non capisco il motivo di questa modifica.

  8. #18
    Vecchia guardia di CR
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Terra Sanctæ Crucis (Brasiliæ)
    Età
    31
    Messaggi
    2,337
    Chiariamoci alcuni punti:

    Prima della riforma di Paolo VI il Concistoro per la creazione di nuovi cardinali avveva tre "parti":

    1 - Concistoro secreto per la presentazione dei nomi dei nuovi cardinali ai membri del Sacro Collegio:

    Il Papa è vestito in talare, falda corta, rocchetto, mozzeta e stola;
    L'anuncio è fato dopo l'extra omnes;
    Alla fine di questa cerimonia, viene inviato ai nuovi cardinali il biglietto di nomina, informandoli della decisione del Santo Padre.

    2 - Consegna della berretta:

    Nel pomeriggio del giorno precedente al giorno scelto per il Concistoro pubblico, i nuovi Cardinali, indossando la mantelletta (perché questa cerimonia non ha luogo durante un concistoro vero e proprio) vanno agli appartamenti del Segretario di Stato e, guidati dallo stesso cardinale e scortati dala loro corte privata e guardie svizzere, andano alla Cappella Matilde dove attendono il momento di andare alla sala dove la cerimonia sta per avere luogo;

    Il Sommo Pontefice, accompagnato dalla sua Anticamera Segreta, indossando la mozzetta e la stola rossa, ma non la falda, raggiunge la sala dove la cerimonia avrà luogo e si siede sul trono. I nuovi Cardinali sono poi autorizzati a entrare;

    I nuovi cardinali, uno per uno, dopo la consueta triplice genuflessione, si inginocchiano davanti al trono e baciano il piede del papa;

    Il Pontefice investe i nuovi cardinali con la mozzetta rossa e la berretta di lana rosso, poi si alzano, togliono la berretta, baciano la mano al Papa e ricevono il suo abbraccio;

    Dopo la cerimonia, uno dei cerimonieri dà il zucchetto rosso di seta a ognuno dei nuovi Cardinali.

    3 - Il Concistoro Pubblico:

    Nel giorno scelto per la cerimonia solenne, i nuovi Cardinali si riuniscono in una cappella della Basilica Vaticana e, uno ad uno, fanno il giuramento di fedeltà alla presenza del capo cardinale del loro ordine (Vescovi, Presbiteri e Diaconi) e del Camerlengo del Sacro Collegio;

    Nei secoli precedenti i Concistori erano sempre svolti durante le quattro tempora o nei periodi penitenziali, quindì il Papa indossa il manto rosso e mitria dorata e il suo trono è foderato di paonazzo. Anche le cappe dei cardinali sono sempre paonazze;

    Il primo atto del Concistoro è l'obbedienza pubblica del Sacro Collegio dei Cardinali al Sommo Pontefice, che è seduto sul trono nell'abside di San Pietro: i cardinali vanno in processione al trono con le loro cappe magne dispiegate a terra e baciano l'anello papale;

    Dopo la cerimonia di obbedienza è finita, gli avvocati concistoriali sono autorizzati a parlare le loro perorazioni finali per le cause dei Santi;

    Nel frattempo, i Cardinali Diaconi andano alla cappella dove i nuovi cardinali sono ancora in attesa, per condurli alla presenza del Santo Padre;

    A questo punto, i nuovi Cardinali, dopo le solite tre genuflessioni, baciano l'anello papale e ricevono il suo abbraccio. Poi, vanno a sedersi accanto agli altri membri del Sacro Collegio;

    Dopo l'ultima perorazione degli avvocati concistoriali, il Segretario per i Brevi ad principes arriva vicino al Trono pontificio e, in piedi a sinistra del Santo Padre, rivolge un breve discorso in risposta agli avvocati che sono in ginocchio ai piedi della cattedra, presso il Prefetto della Sacra Congregazione dei Riti, del Promotore e del Vice Promotore della Fede;

    A questo punto, avviene la cerimonia di imposizione del galero:

    Uno per uno, i nuovi Cardinali salgono al Soglio Pontificio e si inginocchiano;
    Il Pontefice impone poi il grande cappello rosso sulla testa del Cardinale pronunciando la formula tradizionale:

    "Ad laudem omnipotentis Dei et Sanctae Sedis ornamentum, accipe galerum rubrum, insigne singularis dignitatis cardinalatus, per quod designatur quod usque ad mortem et sanguinis effusionem inclusive pro exaltatione sanctae fidei, pace et quiete populi christiani, augmento et statu sacrosanctae romanae Ecclesiae, te intrepidum exhibere debeas, in nomine Patris et Filii et Spiritus Sancti."

    Infine, il Sommo Pontefice impartisce la solenne benedizione papale, e parte alla cappella della Pietà, dove Papa toglie i paramenti liturgici, e riceve l'omaggio finale da parte del Sacro Collegio. Poi, fa rientro nel Palazzo Apostolico;

    A questo punto i nuovi cardinali sono guidati dagli altri membri del Sacro Collegio all'Altare della Cattedra, con una lunga processione per tutta la navata principale della Basilica Vaticana, mentre la Cappella Sistina canta il Te Deum. Arrivati al abside della basilica, i nuovi cardinali si prostrano a terra con il cappuccio della loro cappa sulla testa e il treno completamente dispiegato, quando il coro canta "Te ergo quaesumus famulis tuis subveni, quos praetioso sanguine redemisti";

    Finalmente, il Decano del Sacro Collegio ascende all'Altare, in cornu epistolae, e dice la preghiera finale sui nuovi membri del Sacro Collegio. Poi, i nuovi Cardinali si alzano, ricevono l'abbraccio dei loro confratelli, e pregano sulla tomba di San Pietro;

    Nel pomeriggio dello stesso giorno, il "Supervisore delle vesti di Sua Santità" porta il galero rosso per i cardinali ai loro palazzi.

    (Se non mi sbaglio, c'era anche una cerimonia privata della appertura e chiusura della bocca dei nuovi cardinali, quando veniva imposto l'anello cardinalizio).

    Fonte: The New Liturgical Movement

    *Scusate la lunghezza e gli eventuali errori di grammatica/traduzione (la colpa è di Google Translator ).


  9. #19
    Phantom
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Vaticanista Visualizza Messaggio
    Comunque si, dato che i giorni sono sempre e comunque due, non capisco il motivo di questa modifica.
    Evidentemente è per riformare il rito e non per snellire il tutto; a questo punto conviene aspettare di vedere come si svolgerà e se è vero che ci saranno dei nuovi anelli.

  10. #20
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    63,031
    Citazione Originariamente Scritto da Vaticanista Visualizza Messaggio
    Comunque si, dato che i giorni sono sempre e comunque due, non capisco il motivo di questa modifica.
    Probabilmente la consegna degli anelli è stata tolta dalla Messa anche per sottolineare maggiormente che la creazione cardinalizia non è un sacramento.
    Oboedientia et Pax

Discussioni Simili

  1. Le Virtù Cardinali
    Di Anselmo nel forum Dottrina della Fede
    Risposte: 47
    Ultimo Messaggio: 03-07-2008, 23:24
  2. creazione
    Di robi1943 nel forum Dottrina della Fede
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 26-08-2007, 19:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>