Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 100 1231151 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 995

Discussione: Il Diaconato permanente: informazioni

  1. #1
    monaco
    visitatore

    Smile Il Diaconato permanente: informazioni

    I Diaconi permanenti sono una nuova realtà del postconcilio, che ne pensate?
    Quanti ve ne sono nelle vostre parrocchiè?

  2. #2
    Vecchia guardia di CR
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Messaggi
    2,356
    I diaconi dovrebbero tornare al ruolo originale cioè i collaboratori più stretti del vescovo.
    sarebbe davvero un ritorno alle origini.

  3. #3
    Partecipante a CR L'avatar di vonengeln
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Legnano (arcidiocesi di Milano)
    Età
    60
    Messaggi
    539
    Nella nostra parrocchia abbiamo un diacono permanente che proviene dalla Nigeria.
    La sua conoscenza dell'italiano è per lo meno approssimativa, per fortuna il parroco gli permette di leggere solo il vangelo alla Messa solenne. Un po' di tempo fa ha tentato di predicare con esiti disastrosi. Un signore seduto a fianco a me mi chiese se avessi capito quello che dicesa, purtroppo ho dovuto rispondergli che non avevo capito nulla.
    Il diacono non svolge nessun compito nell'ambito parrocchiale e nobn è di nessuna utilità.
    Spero che gli altri diaconi siano meglio
    von Engeln

  4. #4
    Io sono innamorato del Diacono nella forma permanente.
    E` un ruolo decisamente unico.
    E` il punto di congiunzione tra un laico e un ordinato.
    Se correttamente formato e se Divinamente ispirato, ha tutte le caratteristiche x fornire un esempio irripetibile x tutta la societa`, soprattutto come riferimento catechetico.
    Oggi troppo spesso vedo forti critiche che piovono sui sacerdoti. Frasi del tipo: "intanto loro cosa vuoi che sappiano dei casini e dei problemi in una famiglia", oppure "e` facile fare il predicozzo fate cosi`, fate coli`, intanto loro non hanno nulla da fare e se io avessi tutto il tempo libero che hanno loro farei il doppio".
    Oggi il Diacono permanente se correttamente inserito in una attivita` sociale con una famiglia numerosa e` un esempio di fede nella societa`, ripeto, irripetibile.
    Il Diacono permanente fonde in se tutto. E` Sacramentalmente ordinato ed e` civilmente impegnato.
    Ti piu` secondo me non c'e'.

    P.S. Io non sono un Diacono, ne` sto facendo, attualmente, alcun percorso diaconale. Ma, per il futuro, solo Dio puo` sapere.
    Ultima modifica di piero.s; 28-09-2006 alle 10:02
    /Piero

  5. #5
    Iscritto
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Roma, Caput Mundi
    Età
    49
    Messaggi
    187
    Nella mia vecchia parrocchia c'è(ra) un diacono permanente.
    Faceva il catechista delle Cresime, distribuiva la Comunione aiutando il Parroco, serviva tutte o quasi le Messe domenicali e leggeva le letture. Il fatto che distribuisse la Comunione lasciava perplessi molti fedeli (bei tempi!) al che il Parroco ribadiva spesso che era un diacono e non un abusivo.
    Ritengo che fosse davvero una brava persona, uomo pio, colto e preparato. Poi, con l'avvento dei catechisti teen-ager, delle distributrici d'assalto di Comunione, delle lettrici con bella presenza e dalla dizione modello annunciatrici EIAR il tipo ha diminuito progressivamente i suoi ruoli.
    Ora non so nemmeno se sia vivo.
    Finché c'era ed era utilizzato, mi sembrava fosse una figura importante.

  6. #6
    Iscritto L'avatar di teofilo
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Regione Ecclesiastica del Triveneto
    Età
    39
    Messaggi
    326
    I diaconi permanenti sono importantissimi nella Chiesa. Non sono dei mezzi preti o dei laici-chierici, sono chierici alla pari dei presbiteri e la Chiesa di questo millennio ha bisogno davvero di loro. Si tratta di valorizzare la loro figura, non solo in ambito liturgico.
    Per anni, fino al concilio Vaticano II, la chiesa latina ne è stata priva, da quando, cioé, nel Medioevo, tutte le funzioni ministeriali furono riassunte nella figura del sacerdote (sparì pertanto la distinzione diacono - presbitero - vescovo, quest'ultime due figure riassunte in "sacerdote", facendo confusione tra grado dell'ordine e ministero sacerdotale).
    Poi, dopo la breve parentesi del Concilio di Trento e alle sue speranze, si dovette attendere papa Paolo VI perché il diaconato permanente fosse davvero ripristinato.
    I diaconi permanenti sono uomini lavoratori che, gran parte con il sostegno delle loro mogli (per chi ce l'ha) svolgono un compito pastorale importante a favore degli infermi, dei disagiati (orfani, case-famiglia, ecc.), guidano le comunità senza presbitero, annunciano il Vangelo anche come missionari...
    Putroppo, molti preti legati al passato continuano ad ignorare la loro funzione (lo stesso dicasi per i ministeri istituiti), marginalizzandoli o semplicemente non promuovendoli.

  7. #7
    sono d'accordo sulla valorizzazione della ministerialità de diacono, purtroppo la mia esperienza e molto negativa. Si continua a ordinare diaconi per farli diventare dei chierichettoni e così esibirli nelle messe solenni. La funzione del diacono è quella che avete già detto voi.
    Cominciamo a metterli in curia a collaborare con il vescovo e così liberariamo i
    preti che sono imboscati.
    Per quanto riguarda il ministero di lettore e accolito, questi sono ignorati, tanto a leggere e distribuire la comunione lo fanno tutti.
    Purtroppo si va a leggere e distribuire la comunione per farsi vedere senza avere la minima preparazione,molte volte con la complicità del sacerdote.
    E' preferibile tante volte che il prete si legga tutto da solo e che distribuisca l'eucarestia da solo piuttosto di vedere e sentire cose disgustose.

  8. #8
    Iscritto L'avatar di teofilo
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Regione Ecclesiastica del Triveneto
    Età
    39
    Messaggi
    326
    Citazione Originariamente Scritto da PAULUS VII Visualizza Messaggio
    sono d'accordo sulla valorizzazione della ministerialità de diacono, purtroppo la mia esperienza e molto negativa. Si continua a ordinare diaconi per farli diventare dei chierichettoni e così esibirli nelle messe solenni. La funzione del diacono è quella che avete già detto voi.
    Cominciamo a metterli in curia a collaborare con il vescovo e così liberariamo i
    preti che sono imboscati.
    Per quanto riguarda il ministero di lettore e accolito, questi sono ignorati, tanto a leggere e distribuire la comunione lo fanno tutti.
    Purtroppo si va a leggere e distribuire la comunione per farsi vedere senza avere la minima preparazione,molte volte con la complicità del sacerdote.
    E' preferibile tante volte che il prete si legga tutto da solo e che distribuisca l'eucarestia da solo piuttosto di vedere e sentire cose disgustose.
    No...è molto sbagliato ed è una generalizzazione. Come ci sono preti incapaci, così ci sono diaconi, accoliti e lettori incapaci. Punto.

    NON SI PUO' FARE DI TUTTA UN'ERBA UN FASCIO, CREDIMI, ALTRIMENTI NON SI CAPISCE NIENTE E SI SBAGLIA!!!

    Quanto ai preti imboscati, mi trovi in pieno accordo: devono fare i preti e per quello sono stati ordinati...se servono come impiegati, possono essere benissimo rimpiazzati in taluni casi anche da laici.
    Ultima modifica di teofilo; 28-09-2006 alle 17:32

  9. #9
    Veterano di CR L'avatar di Veritas et Amor
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Neu Schwabenland, Unvergessene Heimat!
    Messaggi
    1,386
    mi è arrivato stamattina VITA PASTORALE con uno speciale dossier sul diaconato oggi.
    fin'ora ho dato un'occhiata solo alla foto (e già quelle sono sbagliate, riportando come diaconi permanenti alcuni miei compagni di seminario felicemente preti), quando avrò letto di più sarebbe bello scambiarsi qualche parere.
    ho conosciuto qualche diacono permanente molto bravo; mio fratello qualche mese fa ha frequantato il corso di preparazione al matrimonio tenuto anche da un diacono permanente sposato della nostra parrocchia.

  10. #10
    Partecipante a CR L'avatar di vonengeln
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Legnano (arcidiocesi di Milano)
    Età
    60
    Messaggi
    539
    Carissimo Teofilo,
    convengo con te che ci saranno sicuramente diaconi permanenti migliori di quello che conosco io ( anche perchè peggio è difficile).
    Non concordo con te con il resto del tuo ragionamento.
    I sacerdoti sono indispensabili per offrire il Santissimo Sacrificio e gli altri sacramenti ed il Santo Padre è indispensabile per l'esistenza e sussistenza della Chiesa stessa.
    Per oltre 600 la Chiesa è stata senza diaconi permanenti e mi sembra che sia sopravvissuta decisamente bene.
    ti auguro una buona giornata
    von Engeln

    P.S.
    cominciare la risposta con "carissimo Teofilo" mi fa sentire S. Paolo :p , ma non è colpa mia

Discussioni Simili

  1. Diaconato permanente e forma straordinaria del Rito Romano
    Di Organista Romano nel forum Liturgie secondo l'Usus Antiquior dei Riti Romano e Ambrosiano
    Risposte: 38
    Ultimo Messaggio: 14-01-2017, 19:34

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •