Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 17 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 170

Discussione: Il Tribunale della Rota Romana: attività e notizie

  1. #1
    Veterano di CR L'avatar di marco1961
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    city of Rome
    Messaggi
    1,207

    Sacra Rota: oltre i luoghi comuni!

    Si può comprendere ed accettare che il matrimonio sia indissolubile nonostante che il matrimonio ai tempi di Gesù praticamente non esisteva, non era basato su nessun rito ed era sufficiente la convivenza cum affectione a sancire legalmente l'unione.
    Quello che non capisco, a parte i casi per cui è lecito divorziare, è il mercato della cause alla sacra rota dove si possono comprare sentenze avendo buoni e costosi avvocati.
    Perchè un povero cristiano che magari è stato sfortunato nell'aver incontrato una persona con cui non va piu daccordo è sbattuto praticamente fuori dalla Chiesa non potendo ricevere il sacramento della Comunione, e altri invece con pochi mesi e molti soldi si ritrovano puliti come la neve?

  2. #2
    Vecchia guardia di CR L'avatar di Alfar
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Crema
    Età
    60
    Messaggi
    2,725
    Citazione Originariamente Scritto da marco1961 Visualizza Messaggio
    Si può comprendere ed accettare che il matrimonio sia indissolubile nonostante che il matrimonio ai tempi di Gesù praticamente non esisteva, non era basato su nessun rito ed era sufficiente la convivenza cum affectione a sancire legalmente l'unione.
    Quello che non capisco, a parte i casi per cui è lecito divorziare, è il mercato della cause alla sacra rota dove si possono comprare sentenze avendo buoni e costosi avvocati.
    Perchè un povero cristiano che magari è stato sfortunato nell'aver incontrato una persona con cui non va piu daccordo è sbattuto praticamente fuori dalla Chiesa non potendo ricevere il sacramento della Comunione, e altri invece con pochi mesi e molti soldi si ritrovano puliti come la neve?
    non poi molti soldi... e comunque capisco il tuo punto di vista... si cambia tutto, si compera tutto, e c'e' pure la legge sul reso... chissa' perche' ste' Chiesa insiste nel valutare l'amore come assoluto quando di assoluto non c'e' manco lo standard per i video....

    e poi le regole sono relative si sa che si fa festa con lei in bianco tanto per fae un festone da 20000 euro e poi ci si lamenta che non ci sono i soldi per i figli (quelli si possono rendere, se si in quanto tempo?)

    eeeeee che rompiscatole...

  3. #3
    Moderatrice L'avatar di AntonellaB
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Torino
    Messaggi
    8,375
    Citazione Originariamente Scritto da marco1961 Visualizza Messaggio
    Si può comprendere ed accettare che il matrimonio sia indissolubile nonostante che il matrimonio ai tempi di Gesù praticamente non esisteva, non era basato su nessun rito ed era sufficiente la convivenza cum affectione a sancire legalmente l'unione.
    Quello che non capisco, a parte i casi per cui è lecito divorziare, è il mercato della cause alla sacra rota dove si possono comprare sentenze avendo buoni e costosi avvocati.
    Perchè un povero cristiano che magari è stato sfortunato nell'aver incontrato una persona con cui non va piu daccordo è sbattuto praticamente fuori dalla Chiesa non potendo ricevere il sacramento della Comunione, e altri invece con pochi mesi e molti soldi si ritrovano puliti come la neve?
    Questi sono luoghi comuni belli e buoni!

    Il costo previsto è una percentuale in base al proprio reddito, quindi chiunque se ha i motivi può iniziare una pratica per verificare se il proprio matrimonio non è valido.

    Non è vero che chi ha molti soldi si compra le sentenze. Questa è una calunnia bella e buona. Ti cito il primo esempio che mi viene in mente, Carolina di Monaco, non ha avuto la sentenza di nullità dal suo primo matrimonio e non credo le mancassero i soldi!!!!

    Chi non va più d'accordo con il marito o la moglie, sa che ha promesso fedeltà nella buona o cattiva sorte. Si separi dunque, ma rimanga fedele a quella promessa, se si risposa o convive compie adulterio poichè è sempre sposato.

  4. #4
    Veterano di CR L'avatar di Abaz
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Magna Verona
    Età
    33
    Messaggi
    1,732
    Citazione Originariamente Scritto da marco1961 Visualizza Messaggio
    Si può comprendere ed accettare che il matrimonio sia indissolubile nonostante che il matrimonio ai tempi di Gesù praticamente non esisteva, non era basato su nessun rito ed era sufficiente la convivenza cum affectione a sancire legalmente l'unione.
    Questo valeva per il diritto romano. Per gli ebrei invece esisteva il matrimonio!

    Per il resto sono d'accordo con AntonellaB.
    Qualche caso deplorevole come tu hai descritto si è raramente verificato, ma non creiamo appigli per condannare alla leggera. Comprendo che istituzioni giuridiche come la Sacra Rota non sono facilmente accessibili, ma questo non deve creare diffidenza.

  5. #5
    Iuris Utriusque Doctor L'avatar di Canonista
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,250
    Citazione Originariamente Scritto da marco1961 Visualizza Messaggio
    Si può comprendere ed accettare che il matrimonio sia indissolubile nonostante che il matrimonio ai tempi di Gesù praticamente non esisteva, non era basato su nessun rito ed era sufficiente la convivenza cum affectione a sancire legalmente l'unione.
    Quello che non capisco, a parte i casi per cui è lecito divorziare, è il mercato della cause alla sacra rota dove si possono comprare sentenze avendo buoni e costosi avvocati.
    Perchè un povero cristiano che magari è stato sfortunato nell'aver incontrato una persona con cui non va piu daccordo è sbattuto praticamente fuori dalla Chiesa non potendo ricevere il sacramento della Comunione, e altri invece con pochi mesi e molti soldi si ritrovano puliti come la neve?
    Una risposta esauriente sarebbe molto lunga e complessa, ti posso solo dare alcuni accenni in forma schematica.

    1) Il matrimonio è stato creato da Dio fin dai tempi della Creazione per tutti gli uomini. Gesù lo ha poi elevato a sacramento e lo ha reso indissolubile.

    2) La Chiesa, fin dalle sue origini, si è data un diritto (il diritto canonico) per regolare la propria vita e le proprie istitutizioni, tra cui il matrimonio appunto.

    3) La Chiesa si è data dei tribunali per regolare i conflitti che scaturivano fra i suoi membri.

    4) La Chiesa ha fatto proprie le categorie del diritto romano (validità, liceità, ecc.) per l'amministrazione dei sacramenti ed ha creato delle procedure per i suoi tribunali per la verifica di tali categorie.

    5) Per quanto riguarda i matrimoni, è giusto che ogni fedele possa verificare se ha ricevuto o meno il sacramento, specialmente nei casi in cui il suo matrimonio non è andato bene.

    6) Sicuramente è possibile truffare i giudici ecclesiastici con testimoni falsi ed altre cose, ma ricordo a tutti che dopo la morte non sarà altrettanto facile truffare Dio...

    7) E' diritto di ogni fedele chiedere il gratuito patrocinio nei casi in cui il suo reddito sia basso.

    8) Si ricorre alla Rota Romana solo per il III grado di giudizio, che rimane comunque un'opzione facoltativa. Per i primi due gradi, che sono necessari, ci si rivolge ai tribunali ecclesiastici regionali, presenti in Italia generalmente in ogni capoluogo di regione.

  6. #6
    CierRino d'oro L'avatar di ITER PARA TUTUM
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Chiavari (GE) e Val di Vara (SP)
    Età
    67
    Messaggi
    10,230
    Innanzitutto va detto che le cause di nullità matrimoniale, in prima e seconda istanza, sono di competenza dei Tribunali ecclesiastici regionali, arrivano alla Sacra Rota solo in casi particolari (secondo appello).
    E' fatta eccezione per famiglie regnanti e simili, per sottrarre la causa alle influenze che potrebbero esercitare sulle autorità ecclesiastiche locali.
    Il costo della causa in sè non è elevato ed inoltre, per esempio a Genova, è previsto il "pubblico avvocato" ovvero un sacerdote che esercita gratuitamente questa funzione a favore dei non abbienti.
    Bisogna piuttosto vedere se sussistono effettivamente i motivi per la nullità: per esempio l'immaturità psicologica o altro.
    Quanto sopra non toglie che possano sussistere casi di disonestà anche in questo campo, che però non costituiscono la norma e non devono essere generalizzati: per esempio, se viene dimostrato che il sacerdote X ha abusato sessualmente di minorenni (e la cosa può capitare benissimo), a X deve essere comminata la giusta punizione e questo va bene, ma non autorizza minimamente a dire che "i preti sono tutti pedofili".

  7. #7
    coram Deo
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da marco1961 Visualizza Messaggio
    Si può comprendere ed accettare che il matrimonio sia indissolubile nonostante che il matrimonio ai tempi di Gesù praticamente non esisteva, non era basato su nessun rito ed era sufficiente la convivenza cum affectione a sancire legalmente l'unione.
    Quello che non capisco, a parte i casi per cui è lecito divorziare, è il mercato della cause alla sacra rota dove si possono comprare sentenze avendo buoni e costosi avvocati.
    Perchè un povero cristiano che magari è stato sfortunato nell'aver incontrato una persona con cui non va piu daccordo è sbattuto praticamente fuori dalla Chiesa non potendo ricevere il sacramento della Comunione, e altri invece con pochi mesi e molti soldi si ritrovano puliti come la neve?
    Il matrimonio esisteva anche ai tempi del Signore e se ne parla anche nei Vangeli.
    Per quanto riguarda la Rota Romana ed il mercato di sentenze di nullità di cui si parla più o meno a proposito, bisogna ricordare una cosa: la Rota Romana (che a dire il vero non ha l'esclusiva in materia, perchè ordinariamente interviene il Tribunale Ecclesiastico locale) quando accerta la nullità di un matrimonio interviene non su un semplice contratto, bensì su un Sacramento, in cui è parte in causa Dio stesso, insieme al marito e alla moglie.
    La sentenza di nullità emessa grazie ad artifici attuati dalle parti o a causa della corruzione dei giudici, avrà un valore solo di facciata (sempre che gli artifici o la corruzione non emergano), ma le parti e i giudici hanno la coscienza sporca, perchè il matrimonio è stato dichiarato nullo in maniera fraudolenta e mancando i requisiti.
    Chi riesce ad ottenere la sentenza di nullità in questo modo e poi si sposa nuovamente, non è affatto "pulito come la neve", anzi ha l'anima molto più lorda di chi ha divorziato o si è sposato civilmente o convive more uxorio!
    E all'inferno se ne starà in buona compagnia coi giudici corrotti che lo hanno aiutato a profanare il sacramento del Matrimonio.
    Bisogna distinguere gli effetti delle sentenze civili, che hanno effetto solo nei riguardi degli uomini, dalle sentenze canoniche, che hanno risvolti ultraterreni e possono compromettere la felicità eterna.

  8. #8
    coram Deo
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Andrea71 Visualizza Messaggio
    Condivido le reprimenda nei confronti dei maneggioni e dei corrotti, ma cos'è quest'ansia di anticipare il giudizio divino a tutti i costi? Speri forse che stipando l'inferno a più non posso non ci sia più spazio per te?
    Il posto all'inferno c'è per tutti, anche per me!
    La Misericordia di Dio è grande, il Suo Giudizio imperscrutabile, la vita di ogni uomo/donna è piena di circostanze aggravanti e attenuanti, per cui non so in anticipo chi va all'inferno e chi va in Paradiso; mi sono espresso in modo brusco? Mi dispiace, non era mia intenzione ferire nessuno.
    Se ho scritto quello che ho scritto è perchè mi sembra che l'amico che ha dato origine alla discussione non avesse le idee molto chiare in materia e quando vedo qualcuno che fa confusione preferisco spiegare le cose in modo semplice e lineare piuttosto che usare tante perifrasi. Sarà un mio difetto, non sono qui a menar vanto, ci mancherebbe!
    Quello che mi interessava trasmettere è questo: gli affari terreni si possono risolvere con un pezzo di carta chiamato sentenza, ma gli affari ultraterreni no.
    La sentenza di nullità matrimoniale appartiene alla seconda categoria, perchè riguarda il Sacramento del Matrimonio, cioè una promessa d'amore solennemente formulata davanti a Dio.
    Ci sono dei casi in cui questa promessa è nulla ed è compito del Tribunale Ecclesiastico accertarlo con una sentenza.
    Se la sentenza è onesta, tanto di cappello; se invece è frutto di raggiri e/o corruzione, qualcuno risponderà a Dio per la profanazione del Sacramento del Matrimonio (e magari anche di quello della Penitenza se non lo confessa e dell'Eucarestia se si comunica come niente fosse).
    Rectius: chi riesce a far pronunciare la nullità del proprio matrimonio in modo illecito e chi pronuncia sentenze truccate non dovrebbe dormire sonni tranquilli, perchè un giorno risponderanno al Signore per i loro peccati. Cosa che farò anch'io e, presumo, anche tu.

  9. #9
    Citazione Originariamente Scritto da Canonista Visualizza Messaggio
    Una risposta esauriente sarebbe molto lunga e complessa, ti posso solo dare alcuni accenni in forma schematica.

    1) Il matrimonio è stato creato da Dio fin dai tempi della Creazione per tutti gli uomini. Gesù lo ha poi elevato a sacramento e lo ha reso indissolubile.

    8) Si ricorre alla Rota Romana solo per il III grado di giudizio, che rimane comunque un'opzione facoltativa. Per i primi due gradi, che sono necessari, ci si rivolge ai tribunali ecclesiastici regionali, presenti in Italia generalmente in ogni capoluogo di regione.

    Sono abbastanza sconcertato e quindi ritengo mio dovere intervenire:


    1) E' erroneo sostenere che il ricorso alla Rota Romana può avvenire "solo per il terzo grado di giudizio". Anche in Italia, dove il sistema dei Tribunali ecclesiastici è regolato da specifici documenti pontifici (soprattutto il m.p. Qua Cura di Pio XI), è possibile regolarmente appellare (in II grado!) direttamente alla Rota (c.d. appello per saltum).
    Io stesso nella mia professione canonica ho visto alcuni casi del genere.

    2) E' erroneissimo ritenere che l'indissolubilità del matrimonio sia stata, per così dire, 'introdotta' da Gesù. L'indissolubilità del vincolo matrimoniale appartiene alla legge di natura, o della creazione, e non è affatto un accessorio della sua elevazione a sacramento.
    Potrei citare una miriade di testi in proposito. Come insegna magistralmente il Gasparri, Cristo si limitò a revocare il libello di ripudio, «matrimonium reducens ad primitivam sui institutionem». Inoltre «Deus in primitiva matrimonii institutione hanc plenam indissolubilitatem vinculi constituit; quod satis eruitur ex aliis verbis Gen., II, 24: Adhaerebit uxori suae, et erunt duo in carne una». Infatti la possibilità di ripudio era stata concessa da Mosè per la durezza del cuore («sclerocardia»). Cfr. P. Gasparri, Tractatus canonicus de matrimonio, Pol. Vaticana 1932, vol. II, p. 201, num. 1126 e anche Benedetto XIV, cost. ap. Apostolici Ministerii, 16.IX.1747.

    Trovo poco serio dare informazioni erronee in materia tanto delicata.

  10. #10
    Iuris Utriusque Doctor L'avatar di Canonista
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,250
    Citazione Originariamente Scritto da federico tedeschini Visualizza Messaggio
    Sono abbastanza sconcertato e quindi ritengo mio dovere intervenire:


    1) E' erroneo sostenere che il ricorso alla Rota Romana può avvenire "solo per il terzo grado di giudizio". Anche in Italia, dove il sistema dei Tribunali ecclesiastici è regolato da specifici documenti pontifici (soprattutto il m.p. Qua Cura di Pio XI), è possibile regolarmente appellare (in II grado!) direttamente alla Rota (c.d. appello per saltum).
    Io stesso nella mia professione canonica ho visto alcuni casi del genere.

    2) E' erroneissimo ritenere che l'indissolubilità del matrimonio sia stata, per così dire, 'introdotta' da Gesù. L'indissolubilità del vincolo matrimoniale appartiene alla legge di natura, o della creazione, e non è affatto un accessorio della sua elevazione a sacramento.
    Potrei citare una miriade di testi in proposito. Come insegna magistralmente il Gasparri, Cristo si limitò a revocare il libello di ripudio, «matrimonium reducens ad primitivam sui institutionem». Inoltre «Deus in primitiva matrimonii institutione hanc plenam indissolubilitatem vinculi constituit; quod satis eruitur ex aliis verbis Gen., II, 24: Adhaerebit uxori suae, et erunt duo in carne una». Infatti la possibilità di ripudio era stata concessa da Mosè per la durezza del cuore («sclerocardia»). Cfr. P. Gasparri, Tractatus canonicus de matrimonio, Pol. Vaticana 1932, vol. II, p. 201, num. 1126 e anche Benedetto XIV, cost. ap. Apostolici Ministerii, 16.IX.1747.

    Trovo poco serio dare informazioni erronee in materia tanto delicata.

    Caro Federico, ma ti posso chiedere se ce l'hai con me? Ti ho fatto qualcosa?
    Perchè ogni volta che posto, cerchi sempre il pelo nell'uovo...

    Ho scritto apposta che il mio post non voleva essere esauriente, visto che voleva solo dare delle minime spiegazioni per far capire bene perchè nella Chiesa esiste tutto questo apparato giudiziario.

    Comunque, se proprio vogliamo essere precisi, riguardo il punto 1, la Rota Romana può anche essere tribunale d'appello (quindi di II grado) e può anche essere tribunale di I grado per certi soggetti o per avocazione diretta (can. 1444).

    Riguardo il punto 8, certamente qualunque matrimonio consumato è indissolubile, però i matrimoni non sacramento possono essere sciolti dal Papa in favore della fede.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>