Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 13 di 14 PrimaPrima ... 311121314 UltimaUltima
Risultati da 121 a 130 di 135

Discussione: L'attività del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale

  1. #121
    Fedelissimo di CR L'avatar di a_ntv
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Milano
    Età
    53
    Messaggi
    4,242
    Citazione Originariamente Scritto da Laudato Si’ Visualizza Messaggio
    Comunicato stampa


    "Preparare il futuro, costruire un'economia sostenibile, inclusiva, rigenerativa"

    Palazzo del Laterano, 12 gennaio 2022

    Si intitola "Preparare il futuro, costruire un'economia sostenibile, inclusiva, rigenerativa" l’incontro promosso dalla Commissione Vaticana per il COVID-19 del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale e dal Network Deloitte, che si terrà il 12 gennaio 2022 presso la Sala della Conciliazione del Palazzo del Laterano.

    Di fronte alla sfida globale della pandemia, che ha messo in luce l'inadeguatezza degli attuali sistemi economici e sociali, capaci di assicurare un alto livello di sviluppo economico e tecnologico ma responsabili di ingiustizie e disparità crescenti fra i Paesi del mondo e fra le comunità e i singoli individui, l'evento si offre come risposta concreta all'invito di Papa Francesco a "preparare il futuro", attraverso gli strumenti della scienza e usando l'immaginazione, "per superare la sfida che abbiamo davanti" (Udienza con la Commissione Vaticana per il COVID-19, febbraio 2021).
    Qualcuno mi spiega cosa ci sia di Cristiano (cioè che confessi Gesù Cristo come nostro Signore e nostro Dio) in tutto questo?
    L'obiettivo non sembra più "conoscere Dio, amarlo e servirlo in questa vita, e per goderlo poi nell'altra, in paradiso", ma avere un'economia sostenibile, inclusiva(??), rigenerativa(???)

    Sola Scriptura has hindered rather than helped the understanding of Christianity
    Margaret Barker, Biblical scholar



  2. #122
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    19,957
    Citazione Originariamente Scritto da a_ntv Visualizza Messaggio
    Qualcuno mi spiega cosa ci sia di Cristiano (cioè che confessi Gesù Cristo come nostro Signore e nostro Dio) in tutto questo?
    L’essere cristiani non ci esonera dall’impegnarci per dare un dignitoso futuro al nostro Paese, nonché al mondo, e dall’affrontare con perspicacia e con un carisma profetico le sfide ardue e difficoltose (la pandemia, ma non soltanto) che il nostro tempo ci pone dinnanzi. Tutto questo chiaramente sempre con fiducia, speranza e certezza nel Signore che non ci abbandona, sentimenti che sono proprii del credente.

    Citazione Originariamente Scritto da a_ntv Visualizza Messaggio
    L'obiettivo non sembra più "conoscere Dio, amarlo e servirlo in questa vita, e per goderlo poi nell'altra, in paradiso", ma avere un'economia sostenibile, inclusiva(??), rigenerativa(???)
    Credo che i significati delle parole «inclusiva» e «rigenerativa» siano rispettivamente che l’economia debba includere tutti, poveri compresi (sappiamo come questo sia un tema stante molto a cuore al Santo Padre), e che la medesima debba essere un’economia che rigeneri e che si rigeneri affrontando la crisi pandemica e superando i problemi sociali del nostro tempo. In ciò non v’è nulla né di male e né di contrario alla nostra fede e ai rapporti con Dio; anzi, a mio parere (ma non solo) è un proposito davvero ammirabile e nobile, nonché sicuramente utile e veritiero.
    Ultima modifica di Laudato Si’; 11-01-2022 alle 22:20
    «Facciamo che la nostra vita sia una luce di Cristo;
    insieme porteremo la luce del Vangelo all’intera realtà» (Papa Francesco).




  3. #123
    Fedelissimo di CR L'avatar di a_ntv
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Milano
    Età
    53
    Messaggi
    4,242
    Citazione Originariamente Scritto da Laudato Si’ Visualizza Messaggio
    L’essere cristiani non ci esonera dall’impegnarci per dare un dignitoso futuro al nostro Paese, nonché al mondo, e dall’affrontare con perspicacia e con un carisma profetico le sfide ardue e difficoltose (la pandemia, ma non soltanto) che il nostro tempo ci pone dinnanzi.
    Sono cose bellissime, come bellissimo è salvare la foca monaca dall'estinzione.
    Ma ci sono già le ONG e i think-tank per questo.

    Ma non mi hai risposto. Cosa c'è di cristiano in tutto questo?

    Dalla Commissione Vaticana per il COVID-19 io mi aspetterei l'organizzazione di preghiere, rosari e Messe affinché Dio faccia passare l'epidemia.

    Sola Scriptura has hindered rather than helped the understanding of Christianity
    Margaret Barker, Biblical scholar



  4. #124
    Iscritto
    Data Registrazione
    Sep 2021
    Località
    Bari
    Messaggi
    95
    Citazione Originariamente Scritto da a_ntv Visualizza Messaggio
    Sono cose bellissime, come bellissimo è salvare la foca monaca dall'estinzione.
    Ma ci sono già le ONG e i think-tank per questo.

    Ma non mi hai risposto. Cosa c'è di cristiano in tutto questo?

    Dalla Commissione Vaticana per il COVID-19 io mi aspetterei l'organizzazione di preghiere, rosari e Messe affinché Dio faccia passare l'epidemia.
    La Commissione si è anche occupata di promuovere il Rosario per la pandemia. Si informi meglio e si procuri l'eBook così può pregare anche lei.

  5. #125
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    19,957
    Citazione Originariamente Scritto da a_ntv Visualizza Messaggio
    Cosa c'è di cristiano in tutto questo?
    Vide supra: il doveroso impegno per dare un futuro alla nostra società e per fronteggiare con coraggio le sfide della nostra epoca, facendolo assieme, facendolo con quella forza e quel carisma che possiede solo chi sa d’essere incessantemente amato e custodito dal Signore.

    Citazione Originariamente Scritto da a_ntv Visualizza Messaggio
    Dalla Commissione Vaticana per il COVID-19 io mi aspetterei l'organizzazione di preghiere, rosari e Messe affinché Dio faccia passare l'epidemia.
    A ciò ha già opportunamente risposto Evagrio nel messaggio precedente.
    Ultima modifica di Laudato Si’; 12-01-2022 alle 22:53
    «Facciamo che la nostra vita sia una luce di Cristo;
    insieme porteremo la luce del Vangelo all’intera realtà» (Papa Francesco).




  6. #126
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    19,957
    Comunicato del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, 18.01.2022


    Sostegno del Santo Padre alle Filippine
    e ai migranti bloccati tra Polonia e Bielorussia

    A seguito del tifone Rai che ha raggiunto con straordinaria veemenza le Filippine, colpendo – secondo fonti delle Nazioni Unite – circa 8 milioni di persone in 11 regioni, e causando ingenti danni materiali, Papa Francesco ha stabilito di inviare in questa fase di emergenza un primo contributo di 100 mila euro per il soccorso alle popolazioni, mediante il Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale.

    In collaborazione con la Nunziatura Apostolica nelle Filippine, tale somma verrà inviata alla Chiesa locale e destinata alle diocesi maggiormente toccate dalla calamità per essere impiegata in opere di assistenza. Essa vuol essere un’immediata espressione del sentimento di spirituale vicinanza e paterno incoraggiamento del Santo Padre nei confronti delle persone e dei territori colpiti, manifestato a margine dell’Angelus in Piazza San Pietro, domenica 19 dicembre 2021, con l’invocazione della protezione della Madonna.

    Questo contributo, che accompagna la preghiera a sostegno dell’amata popolazione filippina, fa parte degli aiuti che si stanno attivando in tutta la Chiesa cattolica e che coinvolgono, oltre a varie Conferenze episcopali, numerosi organismi di carità.

    Il Santo Padre, inoltre, ha stabilito di inviare un contributo di 100 mila euro anche in favore dei gruppi di migranti bloccati tra Polonia e Bielorussia e in aiuto alla Caritas Polska per affrontare l’emergenza migratoria al confine fra i due paesi, dovuta alla situazione di conflitto che si protrae ormai da oltre 10 anni.

    [00076-IT.01] [Testo originale: Italiano]

    [B0041-XX.01]


    [Fonte, dal Bollettino quotidiano del: 18.01.2022 della Sala Stampa della Santa Sede].
    «Facciamo che la nostra vita sia una luce di Cristo;
    insieme porteremo la luce del Vangelo all’intera realtà» (Papa Francesco).




  7. #127

  8. #128
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    19,957
    Messaggio del Prefetto ad interim del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale in occasione della 69.ma Giornata Mondiale per i Malati di Lebbra, 30.01.2022


    Pubblichiamo di seguito il Messaggio del Prefetto ad interim del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, Em.mo Card. Michael Czerny, S.I., in occasione della 69ma Giornata Mondiale per i Malati di Lebbra (Morbo di Hansen) che si celebra oggi, domenica 30 gennaio 2022:

    […].

    Traduzione in lingua italiana

    Ai Presidenti delle Conferenze Episcopali,
    Ai Vescovi responsabili della Pastorale della Salute,
    Ai religiosi e alle religiose,
    Agli operatori sociali, sanitari e pastorali,
    Ai volontari e a tutte le persone di buona volontà,

    "Uniti nella dignità"

    La lebbra (morbo di Hansen) è una malattia tropicale negletta devastante, anche se curabile, che è stata in calo per diversi decenni. Da quando è stata introdotta la terapia multifarmacologica negli anni '80, i sintomi fisici di questa malattia sono diventati gestibili e hanno dato la speranza di un'eliminazione definitiva della lebbra. Tuttavia, "l'incidenza globale rimane alta, e i pazienti hanno spesso complicazioni a lungo termine associate alla malattia"[1]. L'anno scorso sono stati segnalati circa 127.000 nuovi casi, un numero significativamente inferiore a quello dell'anno precedente, anche se la diminuzione è probabilmente dovuta alla minore rilevazione e segnalazione durante la pandemia[2]. Oltre alle scoraggianti sfide fisiche associate alla lebbra, la sconfortante realtà dello stigma rimane un formidabile ostacolo alla salute totale e alla guarigione. L'Organizzazione Mondiale della Sanità afferma: "Si stima che 3-4 milioni di persone vivano con menomazioni o deformità visibili dovute alla lebbra. Poiché sia il "marchio” della lebbra che la disabilità che essa provoca comportano l'esclusione sociale in molte comunità, il numero di persone che sperimentano lo stigma legato alla lebbra è probabilmente ancora maggiore"[3].

    Il tema della Giornata Mondiale della Lebbra di quest'anno è "Uniti nella Dignità". Esso con fiducia indica che tutti coloro che sperimentano la lebbra abbiano il diritto di avere una vita dignitosa libera dallo stigma e dalla discriminazione legati alla malattia. In molti luoghi del mondo dove la lebbra è prevalente "gli individui affetti continuano a vivere come emarginati, portando a una miriade di problemi di salute mentale e perpetuando un ciclo di cattiva salute"[4]. Le persone con la lebbra spesso portano un doppio fardello; non solo devono affrontare la realtà fisica della malattia, ma "molte persone con la lebbra sperimentano ansia, depressione, disagio psicologico, isolamento e pensieri suicidi"[5]. Una visione integrale della salute considera la dimensione corporea così come quella spirituale, comprendendo la salute psicologica e fisica. Lo stigma e la discriminazione colpiscono l'intera persona, e richiedono la risposta completa degli individui e di una comunità integrata e compassionevole.

    Nella sua lettera enciclica “Fratelli tutti” Papa Francesco fa riferimento alla parabola di Gesù sul Buon Samaritano, nella quale la vittima di un furto giace ferita e vulnerabile sul ciglio della strada senza ricevere alcun aiuto o assistenza da chi gli passa accanto diverse volte. Papa Francesco scrive: "Vivere indifferenti davanti al dolore non è una scelta possibile; non possiamo lasciare che qualcuno rimanga ‘ai margini della vita’. Questo ci deve indignare, fino a farci scendere dalla nostra serenità per sconvolgerci con la sofferenza umana. Questo è dignità."[6]. Essere uniti nella dignità significa essere trasformati, vedere le cose in modo diverso e agire di conseguenza.

    Nella nostra cura dei malati di lebbra non dobbiamo mai lasciare che lo stigma e la discriminazione ci dividano. È la nostra comune dignità umana che ci unisce come una cosa sola. Gesù Cristo ce lo insegna con le sue parole, e ancor più con il suo esempio. "Durante il suo ministero", indica Papa Francesco, "Egli ha incontrato tanti ammalati, si è fatto carico delle loro sofferenze, ha abbattuto i muri dello stigma e della emarginazione che impedivano a tanti di loro di sentirsi rispettati e amati. Per Gesù la malattia non è mai stata ostacolo per incontrare l’uomo, anzi, il contrario. Egli ci ha insegnato che la persona umana è sempre preziosa, sempre dotata di una dignità che niente e nessuno può cancellare, nemmeno la malattia"[7].

    Gli esperti concordano sul fatto che "probabilmente uno dei metodi più efficaci per ridurre la stigmatizzazione è la diagnosi precoce e il trattamento appropriato"[8]. La pandemia da COVID-19 ha reso questo molto difficile in diversi luoghi del mondo, poiché ha complicato l'assistenza sanitaria in generale. Ma nessuna pandemia può cambiare la dignità della persona umana né il suo valore inviolabile nella società, perché quando "la dignità dell’uomo viene rispettata e i suoi diritti vengono riconosciuti e garantiti, fioriscono anche la creatività e l’intraprendenza e la personalità umana può dispiegare le sue molteplici iniziative a favore del bene comune"[9]. Questo sarà il risultato finale del nostro essere uniti nella dignità, la fecondità della creatività che permette alle comunità e agli individui di riconoscere il valore di ogni persona, specialmente di coloro che soffrono di malattie e disabilità.

    Rispondere con successo alla sfida della lebbra è alla nostra portata, poiché la medicina e la tecnologia hanno fornito aiuti e cure che prima non erano disponibili. La diagnosi precoce e la terapia multifarmaco continuano a portare speranza e guarigione a migliaia di persone. Quello che ci rimane ora è di andare avanti uniti nella dignità, nella speranza di vedere presto sconfitti anche lo stigma e la discriminazione. Possa Nostra Signora, Salute degli Infermi, continuare a intercedere per noi, affinché possiamo riconoscere in tutte le persone quell'unica dignità e valore che Dio ha affidato alla famiglia umana.

    ____________________________

    [1] White C., Franco-Parades C. “Leprosy in the 21st Century,” Clin. Microbiol Rev. 28:80-94.

    [2] World Health Organization (WHO), “Weekly Epidemiological Record,” No. 36, 10 September 2021.

    [3] WHO, Towards Zero Leprosy: Global Leprosy (Hansen’s Disease) Strategy 2021-2030, 10.

    [4] “Abandoning the Stigma of Leprosy,” Ed., Lancet, Vol. 393, 2 February 2019.

    [5] WHO, Mental Health of People with Neglected Tropical Diseases: Toward a Person-Centred Approach, 5.

    [6] Papa Francesco, Fratelli tutti, 68.

    [7] Papa Francesco, “Discorso ai malati di Huntington e ai loro familiari”, 18 maggio 2017.

    [8] Kabir S. and Khurana A., “Leprosy Stigma and the Relevance of Emergent Therapeutic Options,” Indian J Med Res 151: 1-5, January 2020.

    [9] Papa Francesco, Fratelli tutti, 22.

    [00136-IT.01] [Testo originale: Inglese]

    [B0067-XX.02]


    [Fonte, dal Bollettino quotidiano del: 30.01.2022 della Sala Stampa della Santa Sede].
    «Facciamo che la nostra vita sia una luce di Cristo;
    insieme porteremo la luce del Vangelo all’intera realtà» (Papa Francesco).




  9. #129

  10. #130
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    19,957
    Comunicato stampa del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, 12.02.2022


    Sostegno del Santo Padre ai migranti bloccati in Lituania

    Il Santo Padre, attraverso il Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, ha inviato un contributo di 50 mila euro in favore di Caritas Vilnius (Lituania), per supportare le attività da essa realizzate a beneficio dei migranti al confine orientale della Lituania.

    In collaborazione con la Nunziatura Apostolica in Lituania, tale somma verrà impiegata in opere di assistenza e nell’acquisto di medicinali, prodotti alimentari, vestiti caldi al fine di alleviare le dure condizioni di vita cui le popolazioni sono sottoposte in questo freddo inverno, accentuate purtroppo anche dal protrarsi della crisi pandemica.

    Detto sostegno è un’immediata espressione del sentimento di spirituale vicinanza e paterno incoraggiamento che Papa Francesco ha più volte manifestato nel corso degli Angelus domenicali a fine 2021 e inizio 2022 nei confronti di migranti, rifugiati e richiedenti asilo che si trovano in quell’area.

    [00208-IT.01] [Testo originale: Italiano]


    [Fonte, dal Bollettino quotidiano del: 12.02.2022 della Sala Stampa della Santa Sede].
    «Facciamo che la nostra vita sia una luce di Cristo;
    insieme porteremo la luce del Vangelo all’intera realtà» (Papa Francesco).




Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>