Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 123 di 123 PrimaPrima ... 2373113121122123
Risultati da 1,221 a 1,228 di 1228

Discussione: Le nomine di Papa Francesco - ARCHIVIO ANNO 2017

  1. #1221
    Vecchia guardia di CR
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    N/D
    Età
    33
    Messaggi
    2,032
    Citazione Originariamente Scritto da Vox Populi Visualizza Messaggio
    Proprio per questo dovresti ben sapere che in questo forum le illazioni e i giudizi temerari nei confronti del Papa (Benedetto XVI ieri, Francesco oggi) non sono mai stati tollerati, così come le contestazioni pubbliche dell'operato della moderazione.

    Comunque, se non si condivide più lo spirito del forum, nessuno è costretto a rimanervi. Così come la porta è aperta per entrare, lo è anche per uscire.
    Non c'è stato alcun giudizio temerario Vox, e lo sai. Si è discussa la cosa. Punto.
    "L'anima che si dà tutta a Dio è tutta di Dio" San Filippo Neri

  2. #1222
    Saggio del Forum
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Messaggi
    10,450
    Citazione Originariamente Scritto da pongo Visualizza Messaggio
    Faccio notare che dalla nomina sono passati una manciata di giorni, con in mezzo il Natale. Prima di gridare alla mancanza di trasparenza sarebbe il caso di attendere ulteriori notizie ufficiali e smetterla di sorbirsi le illazioni di certi vaticanisti che godono pure nel sottolineare che, pur dichiarandosi malato, è stato visto in una cerimonia pubblica: 1) una persona malata non è necessariamente moribonda, 2) dalle malattie si può guarire, 3) l’ottavo comandamento include «il rispetto della reputazione e dell'onore delle persone» (CCC 2507) almeno fino a prova contraria, finché, cioè, non sia dimostrato un comportamento incoerente e deplorevole.
    Se provi a riguardare i miei messaggi precedenti non solo ti accorgerai che non ho detto assolutamente nulla su Mons.Zanchetta (anche perchè dei vaticanisti ho una considerazione pressoché infima) che non conosco minimamente e quindi di cui non ho nessun motivo di dubitare, ma, rispondendo a qualcuno, ho detto proprio quanto tu scrivi nei punti 1 e 2:

    Citazione Originariamente Scritto da cisnusculum Visualizza Messaggio
    E' evidente che un incarico che comporta solamente lo stare in un ufficio e partecipare a qualche riunione e probabilmente non a tempo pieno, è del tutto diverso da quello di essere a capo di una diocesi dal vasto territorio che impone continui spostamenti e comunque presenza sul territorio. Inoltre, secondo il vescovo, il problema non era tanto la (presunta) malattia, ma l'impossibilità a curarsi in diocesi. Può benissimo essere che questa possibilità a Roma ci sia. Non è certo il primo caso di un vescovo trasferito a Roma per problemi di salute (è successo a diversi nunzi per esempio).
    Per quanto riguarda poi l'osservazione di aspettare qualche giorno dalla nomina, spero ovviamente che qualche fonte ufficiale si degni di spiegare qualcosa e già sarebbe meglio, ma non sanerebbe certo il pasticcio e il solito modo quantomeno incauto di operare a Roma. Anzitutto rimane il fatto che le dimissioni (e qui sono passati anni, non giorni o mesi) sono rimaste senza uno straccio di spiegazione ufficiale chiara e univoca, nonostante tutti siano a conoscenza delle illazioni che bisognava stroncare subito senza aspettare anni. In secondo luogo, nominare qualcuno in un posto della cui esistenza nessuno è a conoscenza, non si sana certo spiegandolo dopo qualche giorno perchè in mezzo c'erano le feste. Bastava un breve comunicato della Sala Stampa che diceva che il Papa aveva deciso di creare questo ruolo per questo o quel motivo (come già successo in passato, non invento nulla). Poi potevano seguire spiegazioni dettagliate, nuovi statuti etc, che mi auguro di vedere comunque a breve.
    Ripeto, dei vaticanisti e delle loro illazioni me ne faccio un baffo. Questa è la discussione sulle nomine e io mi attengo esclusivamente a quanto dicono o non dicono gli organi ufficiali della Santa Sede e, di conseguenza, reputo il loro modo di aver trattato questa vicenda e questa nomina errato e nocivo.

  3. #1223
    Saggio del Forum L'avatar di Pikachu
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    6,631
    Citazione Originariamente Scritto da pongo Visualizza Messaggio
    Faccio notare che dalla nomina sono passati una manciata di giorni, con in mezzo il Natale. Prima di gridare alla mancanza di trasparenza sarebbe il caso di attendere ulteriori notizie ufficiali e smetterla di sorbirsi le illazioni di certi vaticanisti che godono pure nel sottolineare che, pur dichiarandosi malato, è stato visto in una cerimonia pubblica: 1) una persona malata non è necessariamente moribonda, 2) dalle malattie si può guarire, 3) l’ottavo comandamento include «il rispetto della reputazione e dell'onore delle persone» (CCC 2507) almeno fino a prova contraria, finché, cioè, non sia dimostrato un comportamento incoerente e deplorevole.
    Le cosiddette informazioni ufficiali vanno rese contemporaneamente, anzi prima di pubblicare decisioni già fatte. Anzitutto, un comunicato in cui si motiva l'introduzione di una nuova figura nell'organigramma curiale, ed in secondo luogo la nomina della persona. Non perché questo sia dovuto, ma perché - ovviamente - se non si forniscono spiegazioni, l'uditorio se le andrà a procacciare per conto suo, a costo di rifugiarsi tra le braccia dei vaticanisti. E' molto semplice.
    Quanto al fatto che sono passati dei giorni "con in mezzo il Natale"... per favore, suvvia! Le nomine, di qualsiasi genere, in Vaticano vengono sempre decise un bel po' di tempo prima della pubblicazione, che spesso viene anche concordata con l'interessato. Non verrà fornita alcuna informazione aggiuntiva su questo Vescovo argentino, proprio perché non c'è mai stata nessuna intenzione in tal senso.


  4. #1224
    Saggio del Forum L'avatar di Nathaniel
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    5,473
    Rinuncia dell’Arcivescovo di Rabat (Marocco) e nomina del successore

    Il Santo Padre Francesco ha accettato la rinuncia al governo pastorale dell’Arcidiocesi di Rabat (Marocco), presentata da S.E. Mons. Vincent Landel, S.C.I.

    Il Papa ha nominato Arcivescovo dell’Arcidiocesi di Rabat (Marocco) il Rev.do Don Cristóbal López Romero, S.D.B., finora Provinciale della Provincia Salesiana di Maria Auxiliadora in Spagna.

    Rev.do Don Cristóbal López Romero, S.D.B.

    Il Rev.do Don Cristóbal López Romero, S.D.B, è nato il 19 maggio 1952 a Vélez-Rubio Diocesi di Almeria Spagna.

    È entrato nella Famiglia Salesiana nel 1964. Dopo aver completato gli studi secondari nel Seminario Salesiano di Gerona, è entrato nel Seminario Salesiano di Barcellona, dove ha studiato la Filosofia (1973-1975) e la Teologia (1975-1979). Ha ottenuto una Licenza in Scienze dell’Informazione, sezione Giornalismo, presso l’Università Autonoma di Barcellona (1982).

    Ha emesso la prima professione il 16 agosto 1968 e la professione solenne il 2 agosto 1974. È stato ordinato sacerdote il 19 maggio 1979.

    Dopo l’ordinazione sacerdotale ha ricoperto i seguenti incarichi: 1979-1984: Ministero in favore degli emarginati nel La Verneda,a Barcellona; 1984-1986: Pastorale giovanile nel Collegio Salesiano di Asunción (Paraguay); 1986-1992: Delegato provinciale della pastorale giovanile vocazionale ad Asunción; 1991-1992: Direttore del Bollettino Salesiano ad Asunción; 1992-1994: Parroco ad Asunción; 1994-2000: Provinciale della Provincia Salesiana del Paraguay; 2000-2002: Direttore della Comunità, pastorale e docente nel Collegio di Asunción; 2002-2003: Ministero nelle Missioni in Paraguay; 2003-2011: Direttore della Comunità, della pastorale parrocchiale e scolastica nel Centro di formazione professionale a Kénitra, Marocco; 2011-2014: Provinciale della Provincia Salesiana di Bolivia; dal 2014: Provinciale della Provincia Salesiana di María Auxiliadora in Spagna.

    [01988-IT.01]

    Nomina di Vescovi Ausiliari dell’Arcidiocesi Metropolitana di Madrid (Spagna)

    Il Santo Padre Francesco ha nominato Vescovo Ausiliare dell’Arcidiocesi Metropolitana di Madrid (Spagna) il Rev.do Jesús Vidal Chamorro, del clero di Madrid, finora Rettore del Seminario Maggiore della medesima arcidiocesi e Parroco della Parrocchia Santa María de la Cabeza, assegnandoli la sede titolare di Elepla.

    Il Papa ha nominato Vescovo Ausiliare dell’Arcidiocesi Metropolitana di Madrid (Spagna) il Rev.do José Cobo Cano, del clero di Madrid, finora Vicario Episcopale della medesima arcidiocesi, assegnandoli la sede titolare di Beatia.

    Il Santo Padre ha nominato Vescovo Ausiliare dell’Arcidiocesi Metropolitana di Madrid (Spagna) il Rev.do Santos Montoya Torres, del clero di Madrid, finora Parroco della Parrocchia Beata María Ana de Jesús, assegnandoli la sede titolare di Orta.

    Rev.do Jesús Vidal Chamorro

    Il Rev.do Jesús Vidal Chamorro è nato a Madrid il 6 maggio 1974. Ha ottenuto la Licenza in Economia presso l’Università Complutense di Madrid nel 1997 e la Licenza in Teologia presso l’Università Ecclesiastica San Dámaso nel 2007.

    È stato ordinato sacerdote l’8 maggio 2004 incardinandosi a Madrid. Ha ricoperto gli incarichi di: Vicario parrocchiale di Nuestra Señora del Rosario de Fátima (2004), Vice Cappellano dell’Azione Cattolica Generale di Madrid e Vice Rettore della Chiesa Santo Niño del Remedio (2004-2008), Rettore della medesima Chiesa e Cappellano dell’Azione Cattolica Generale di Madrid (2008-2015), Cappellano diocesano di Manos Unidas (2008-2013), Vice Cappellano Nazionale di Manos Unidas (2010-2013), Membro del Consiglio Presbiterale (2012-2015), Delegato Episcopale per la Pastorale dell’Infanzia e la Gioventù (2013-2015). Dal 2015 è Rettore del Seminario Maggiore, Parroco di Santa María de la Cabeza dal 2016 e Membro del Collegio dei Consultori dal 2017.

    ***

    Rev.do José Cobo Cano

    Il Rev.do José Cobo Cano è nato a Sobiote, diocesi di Jaén, il 20 settembre 1965. Ha ottenuto la Licenza in Diritto Civile all’Università Complutense di Madrid nel 1988 e il Baccalaureato in Teologia a San Dámaso nel 1992. Ha fatto studi di Morale Sociale presso la Università Pontificia di Comillas, Madrid, nel 1996.

    È stato ordinato sacerdote il 23 aprile 1994 per l’arcidiocesi di Madrid. Gli incarichi da lui ricoperti sono: Cappellano di Hermandades del Trabajo (1994-2000), Vicario parrocchiale di San Leopoldo (1995-2000), Parroco di San Alfonso María de Ligorio (2000-2015) e Membro del Consiglio Presbiterale (2000-2012). Dal 2015 è Vicario Episcopale della Vicaria II.

    ***

    Rev.do Santos Montoya Torres

    Il Rev.do Santos Montoya Torres è nato a Solana, diocesi di Ciudad Real, il 22 giugno 1966. Ha ottenuto la Licenza in Scienze Chimiche presso l’Università Autonoma di Madrid nel 1993. Nel 2012 ha ottenuto la Licenza in Teologia presso l’Università Ecclesiastica San Dámaso.

    È stato ordinato a Madrid il 18 giugno 2000 ed ha ricoperto i seguenti incarichi: Formatore nel Seminario Minore di Madrid (2000-2012), Vice Direttore (2001-2002) e Direttore del medesimo (2002-2012), Collaboratore nella Parrocchia Purísimo Corazón (2006-2008) e Cappellano delle Suore Concezioniste (2011-2012). Dal 2012 è Parroco della Parrocchia Beata María Ana de Jesús. Dal 2015 è Arciprete della zona e Membro eletto del Consiglio Presbiterale e dal 2017 è Membro del Collegio dei Consultori.

    [01989-IT.01]

    [B0930-XX.01]

    Sala stampa Santa Sede

  5. #1225
    Iscritto
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    roma
    Messaggi
    125

    Un vescovo ausiliare del 74

    Un vescovo ausiliare molto giovane anno 74.

    Citazione Originariamente Scritto da Nathaniel Visualizza Messaggio
    Nomina di Vescovi Ausiliari dell’Arcidiocesi Metropolitana di Madrid (Spagna)

    (...)
    Rev.do Jesús Vidal Chamorro

    Il Rev.do Jesús Vidal Chamorro è nato a Madrid il 6 maggio 1974.
    Ultima modifica di Vox Populi; 29-12-2017 alle 12:11 Motivo: rimozione quoting eccessivo

  6. #1226
    coram Deo
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da chiesadinapoli Visualizza Messaggio
    Un vescovo ausiliare molto giovane anno 74.
    In Italia, Paese gerontocratico per eccellenza (non solo nella Chiesa), il vescovo più giovane avrà una decina d’anni in più.

  7. #1227
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,139
    Citazione Originariamente Scritto da coram Deo Visualizza Messaggio
    In Italia, Paese gerontocratico per eccellenza (non solo nella Chiesa), il vescovo più giovane avrà una decina d’anni in più.
    Sei anni in più (Mons. Gian Franco Saba, Arcivescovo di Sassari; Mons. Luciano Paolucci Bedini, Vescovo di Gubbio; Mons. Cristiano Bodo, Vescovo di Saluzzo; Don Paolo Ricciardi, Vescovo ausiliare eletto di Roma, tutti nati nel 1968).
    Oboedientia et Pax

  8. #1228
    Saggio del Forum L'avatar di Nathaniel
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    5,473
    Nomina del Vescovo di Chinhoyi (Zimbabwe)

    Il Santo Padre Francesco ha nominato Vescovo della diocesi di Chinhoyi (Zimbabwe) il Rev.do P. Raymond Tapiwa Mupa, C.Ss.R., finora Superiore Regionale dei Padri Redentoristi ad Harare.

    Rev.do P. Raymond Tapiwa Mupa, C.Ss.R.

    Il Rev.do P. Raymond Tapiwa Mupa, C.Ss.R., è nato a Tamirepi, attualmente diocesi di Masvingo, il 28 aprile 1970. Nel 1990 è entrato nel Seminario Maggiore di Chishawasha (Harare), dove ha compiuto gli studi filosofici. Nel 1996, è entrato nella famiglia religiosa dei PP. Redentoristi. Ha emesso i voti perpetui nel 2001, e il 4 agosto dello stesso anno è stato ordinato sacerdote ad Hatcliffe (Harare).

    Dopo l’ordinazione sacerdotale ha ricoperto i seguenti incarichi: 2001-2005: Vicario parrocchiale a Mabvuku e Tafara (Harare); ha ottenuto il grado di Masters of Philosophy in Teologia (specializzazione in Diritto Canonico) presso St. Augustine’s College of South Africa (2001-2004; 2005-2007: Parroco di St. Gerard’s a Borrowdale (Harare); 2007-2010: Studi di specializzazione a Roma; Licenza in Teologia Morale presso la Pontificia Università Alfonsiana; 2010-2014: Parroco di St. Fidelis a Mabvuku e St. Alphonsus a Tafara; 2010-2014: Professore di Teologia Morale al Seminario di Chishawasha (Harare); 2010-2015: Docente di Teologia Morale al Holy Trinity College (Harare); 2012-2014: Docente di Diritto Canonico al Holy Trinity College; 2014-2015: Vice-Rettore dell’Holy Trinity College; dal 2015: Superiore Regionale dei Padri Redentoristi ad Harare.

    [01991-IT.01]

    [B0931-XX.01]

    Sala stampa Santa Sede

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>