Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 44 di 45 PrimaPrima ... 3442434445 UltimaUltima
Risultati da 431 a 440 di 448

Discussione: CEI: attività, documenti e interventi della Presidenza e dei vari organismi

  1. #431
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    15,278
    A scuola di futuro: 24 progetti per oltre 4 milioni di euro

    Sono stati resi noti i dati relativi alla riunione del Comitato per gli interventi caritativi a favore del Terzo Mondo tenutasi il 15 ottobre. Sono stati approvati 24 progetti, per i quali saranno stanziati € 4.203.800 così suddivisi: € 3.048.146 per 16 progetti in Africa, € 393.669 per 3 progetti in America Latina; € 649.306 per 4 progetti in Asia; € 112.679 per 1 progetto nell’Europa dell’Est.
    Tra gli interventi più significativi, tre sono in Africa: a Cotonou, in Benin, l’Université Catholique de l’Afrique de l’Ouest della Conferenza Episcopale del Benin amplierà la sede universitaria, così da poter aumentare il numero degli studenti. In Mozambico, la Diocesi di Chimoio provvederà a ristrutturare il Centro Polifunzionale di Marera, gestito dalla Congregazione Francescana Missionaria e devastato dal passaggio del ciclone Eloise: l’intervento consentirà anche di costruire un dormitorio per 50 persone che frequenteranno i corsi di musica, danza, artigianato agronomia e zootecnica. Nella Repubblica Democratica del Congo, invece, i Fratelli dell’istruzione cristiana di San Gabriele (Monfortani) realizzeranno una scuola superiore nella periferia di Mpasa, ad est di Kinshasa, che potrà accogliere 480 studenti.
    Tra i progetti nel Continente latino-americano, particolare rilevanza assume quello proposto dalla Federación Mano Amiga, impegnata da anni nel supporto ai bambini e ai giovani che non hanno le risorse economiche per affrontare i costi della frequenza scolastica. A Querétaro, in Messico, sarà costruita e attivata una scuola pre-scolare dedicata ai piccoli di età compresa tra i 3 e i 5 anni.
    Per quanto riguarda l’Asia, la Diocesi di Dindigul, in India, attraverso la Dindigul Catholic Diocesan Society, potenzierà l’offerta formativa della scuola secondaria superiore St. Francis Xavier che è al servizio delle comunità povere ed emarginate fin dal 1898.
    Nell’Europa dell’Est, in Ucraina, i Missionari Oblati di Maria Immacolata garantiranno la formazione di giovani e adulti particolarmente vulnerabili, attivando corsi di informatica, ristorazione, agraria.

    26 Ottobre 2021


    (Fonte, dal sito della Conferenza Episcopale Italiana. Note legali (paragrafo “Diritti d’autore”): «Le informazioni, le immagini, i file audio e video e gli altri contenuti diversi da quelli sopra elencati, ove consentito dalla legge e fatti salvi i diritti di terzi, possono essere riprodotti, divulgati ed utilizzati per finalità formative ed educative con espressa esclusione di qualsiasi utilizzo commerciale e/o scopo di lucro»).
    «Et tunc videbunt Filium hominis venientem in nube cum potestate et gloria magna».
    (Luc. 21, 27).




  2. #432
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    15,278
    Ddl Zan: comunicato del Cardinale Presidente dopo il voto al Senato

    “L’esito del voto al Senato sul ddl Zan conferma quanto sottolineato più volte: la necessità di un dialogo aperto e non pregiudiziale, in cui anche la voce dei cattolici italiani possa contribuire all’edificazione di una società più giusta e solidale”. Così il Cardinale Gualtiero Bassetti, Presidente della CEI, commenta lo stop dell’Aula del Senato al testo del ddl Zan in materia di violenza e discriminazione per motivi di orientamento sessuale o identità di genere.
    La Presidenza della CEI aveva espresso perplessità sul testo con due note, diffuse il 10 giugno 2020 e il 28 aprile 2021. Testi, peraltro, condivisi da tante voci di diversa sensibilità. In modo particolare, la controversa nozione di identità di genere poneva e pone tuttora una questione etica e culturale seria che non può risolversi in banalizzazioni ideologiche. “Il voto del Senato – sottolinea ancora il Cardinale – offre un’ulteriore considerazione nel segno del concetto stesso di democrazia: una legge che intende combattere la discriminazione non può e non deve perseguire l’obiettivo con l’intolleranza. Tra l’approvazione di una normativa ambigua e la possibilità di una riflessione diretta a un confronto franco, la Chiesa sarà sempre a fianco del dialogo e della costruzione di un diritto che garantisca ogni cittadino nell’obiettivo del rispetto reciproco”.

    27 Ottobre 2021


    (Fonte, dal sito della Conferenza Episcopale Italiana. Note legali (paragrafo “Diritti d’autore”): «Le informazioni, le immagini, i file audio e video e gli altri contenuti diversi da quelli sopra elencati, ove consentito dalla legge e fatti salvi i diritti di terzi, possono essere riprodotti, divulgati ed utilizzati per finalità formative ed educative con espressa esclusione di qualsiasi utilizzo commerciale e/o scopo di lucro»).
    «Et tunc videbunt Filium hominis venientem in nube cum potestate et gloria magna».
    (Luc. 21, 27).




  3. #433
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    15,278
    Il 18 novembre la Giornata di preghiera per le vittime di abusi

    La decisione annunciata dal Consiglio permanente. L'arcivescovo Ghizzoni: "Richiesta di perdono e sensibilizzazione del Popolo di Dio riguardo alla tutela dei minori"


    Una Giornata nazionale di preghiera della Chiesa italiana per le vittime e i sopravvissuti agli abusi, per la tutela dei minori e delle persone vulnerabili. Potrebbe sembrare un appuntamento formale, visto il moltiplicarsi delle “giornate” dedicate ai temi più diversi. Ma la decisione del Consiglio permanente Cei, che giovedì 25 marzo ha inserito l’emergenza abusi tra gli argomenti meritevoli di essere sottolineati con una ricorrenza annuale, non è né scontata né banale. Indica invece la volontà della Chiesa italiana di ribadire e proseguire nella svolta di trasparenza e di «parresia» in nome del Vangelo confermata dalle decisioni di questi ultimi anni.

    La «Giornata» – che sarà celebrata ogni anno il 18 novembre – si inserisce in quella rete di impegni e di iniziative che hanno visto, all’indomani dell’approvazione delle linee guida per il contrasto agli abusi e il sostegno delle vittime (giugno 2019), il consolidarsi di una struttura che conta ormai in tutte le comunità su un referente specifico, su un pool di esperti (psicologi, psicoterapeuti, operatori di pastorale familiare, giuristi) e su uno sportello di ascolto (servizio ancora non presente ovunque), oltre che di un vescovo responsabile in ogni regione ecclesiastica. In questo mosaico che va ormai completandosi, la giornata di preghiera e di sensibilizzazione può diventare un appuntamento per ricordare che la Chiesa italiana, anche sul fronte del contrasto agli abusi e dell’educazione al rispetto e alla promozione dei soggetti più vulnerabili, c’è e intende fare la sua parte fino in fondo, mettendo da parte incertezze e imbarazzi del passato.

    «Vorremmo dare a questa Giornata un significato importante, tutt’altro che formale – sottolinea l’arcivescovo di Ravenna-Cervia, Lorenzo Ghizzoni, presidente del Servizio nazionale Cei per la tutela dei minori – e certamente pregheremo per le vittime, chiedendo perdono al Signore per i peccati commessi anche dagli uomini di Chiesa, ma vorremmo anche che questa Giornata fosse un’occasione perché possa crescere la coscienza e la responsabilità del popolo di Dio nei confronti dei ragazzi e degli adolescenti affidati alla nostra custodia. Penso agli oratori, alle parrocchie, agli istituti, ma anche a tutte le altre attività».

    Come nasce questa giornata? Nel 2016 una sopravvissuta agli abusi sessuali aveva presentato una proposta alla Pontificia commissione per la tutela dei minori. L’aveva presentata come aiuto in un processo di guarigione per i sopravvissuti e per aumentare la consapevolezza nella Chiesa. Il Papa aveva approvato e aveva chiesto che ogni conferenza episcopale scegliesse una giornata da dedicare a vittime e sopravvissuti.

    L’anno successivo, il 21 settembre 2017, papa Francesco era tornato sull’argomento nel discorso ai membri della Pontificia Commissione per la tutela dei minori: «Mi ha riempito di gioia sapere che molte Chiese particolari hanno adottato la vostra raccomandazione per una Giornata di Preghiera e per un dialogo con le vittime e i sopravvissuti di abusi, come pure con i rappresentanti delle organizzazioni delle vittime. Ci hanno raccontato come queste riunioni – aveva proseguito il Papa – siano state un’esperienza profonda di grazia nel mondo intero e sinceramente spero che tutte le Chiese particolari ne beneficino».
    Si usa il termine “sopravvissuti” per indicare coloro che, dopo gli abusi, hanno avuto la forza di reagire e ce l’hanno fatta, mentre “vittime” sono coloro che hanno avuto conseguenze pesanti e definitive. Anche se spesso le due condizioni si sovrappongono, anche se in tempi successivi, e diventa difficile distinguere gli uni dagli altri.

    «Ora la decisione della Cei – prosegue Ghizzoni – che accoglie una proposta del Servizio tutela minori, punta a caratterizzare la giornata sia come richiesta di perdono sia come sensibilizzazione riguardo alla tutela dei minori. Che è infatti la linea con cui opera la nostra rete di referenti diocesani che si sono dedicati alla prevenzione e all’informazione».

    Come si svolgerà questa Giornata? La data è particolarmente significativa. Quest’anno giovedì 18 novembre precede di due giorni la solennità di Cristo Re, ma la scelta si deve alla concomitanza con una ricorrenza “civile”: la Giornata europea per la protezione dei minori contro lo sfruttamento e l’abuso sessuale: «Prepareremo certamente alcune indicazioni la preghiera e organizzeremo un evento che possa coinvolgere le comunità e i media. Potrebbe anche essere l’occasione per la promozione per i sussidi che abbiamo preparato».

    (Luciano Moia)
    Continua su Avvenire.it


    (Fonte, dal sito del Servizio Nazionale per la Tutela dei Minori. Note legali (paragrafo “Diritti d’autore”): «Le informazioni, le immagini, i file audio e video e gli altri contenuti diversi da quelli sopra elencati, ove consentito dalla legge e fatti salvi i diritti di terzi, possono essere riprodotti, divulgati ed utilizzati per finalità formative ed educative con espressa esclusione di qualsiasi utilizzo commerciale e/o scopo di lucro»).
    «Et tunc videbunt Filium hominis venientem in nube cum potestate et gloria magna».
    (Luc. 21, 27).




  4. #434
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    15,278
    Al via la nuova campagna per il sostegno ai sacerdoti

    Un grazie per il dono dei sacerdoti in mezzo a noi, questo il significato profondo delle offerte deducibili. I nostri preti infatti sono ogni giorno al nostro fianco ma anche noi possiamo far sentire loro la nostra vicinanza. Una partecipazione che ci rende “Uniti nel dono”: questo il messaggio al centro della nuova campagna #DONAREVALEQUANTOFARE della Conferenza Episcopale Italiana che intende sensibilizzare i fedeli alla corresponsabilità economica verso la missione dei sacerdoti e si sofferma sul valore della donazione, un gesto concreto nei confronti della propria comunità. “Ogni offerta destinata al sostentamento dei sacerdoti è il segno tangibile della vicinanza dei fedeli, un mezzo per raggiungere tutti i sacerdoti, dal più lontano al nostro – sottolinea il responsabile del Servizio Promozione per il sostegno economico alla Chiesa cattolica, Massimo Monzio Compagnoni – Anche nel pieno dell’emergenza dell’ultimo anno i preti diocesani hanno fatto la differenza. La Chiesa, grazie anche all’impegno dei nostri preti e delle comunità, ha aiutato nei giorni più bui tante famiglie a rialzarsi”.

    Ideata e prodotta da Casta Diva Group la campagna, on air da novembre, si snoda tra spot tv, radio e video online oltre alla campagna stampa con lo scopo di approfondire storie di diverse comunità attraverso video interviste e contenuti dedicati. Un viaggio in giro per l’Italia, tra città metropolitane e centri piccoli, a volte piccolissimi. Un percorso che permette di toccare con mano la bellezza che nasce dall’unione delle vocazioni: quelle dei sacerdoti e quelle dei laici che collaborano con loro.
    In particolare lo spot ci conduce dentro una parrocchia, quella di Sant’Antonio Maria Zaccaria guidata da Don Davide Milanesi in un quartiere popolare nella periferia meridionale di Milano. Nel suo oratorio, luogo capace di coinvolgere sia gli adulti che gli adolescenti, frequentato da circa 400 ragazzi, in una zona dove convivono persone di nazionalità ed età diverse. Ci porta nella comunità, vera e propria protagonista, motore delle numerose attività rese possibili grazie all’impegno dei volontari, coesi intorno al proprio parroco, visti e intravisti fino alla scena finale, tutta dedicata a loro. In questo luogo, Don Davide, infaticabile promotore di iniziative, sempre sorridente, anche nei mesi più difficili della pandemia, è considerato dai parrocchiani un amico cui rivolgersi nel momento del bisogno e con cui condividere i momenti importanti della propria vita.

    Nei 4 filmati di approfondimento, oltre a quella di Don Davide, si racconta attraverso delle interviste ai collaboratori laici, anche l’opera di altri sacerdoti come Don Massimo Cabua, che in Sardegna, a San Gavino Monreale, è in prima linea nell’organizzazione di iniziative tra cui la “Spesa Sospesa” a sostegno di una collettività stremata dall’emergenza coronavirus e Don Fabio Fasciani, guida della parrocchia dei Santi Fabiano e Venanzio, nel quartiere Tuscolano a Roma, che dall’inizio della pandemia ha fatto un vero e proprio salto di qualità nell’assistenza alle povertà, prendendosi cura delle persone in difficoltà. Nei filmati è presente anche Don Luigi Lodesani, parroco, tra le altre comunità, anche di Borzano di Albinea, in provincia di Reggio Emilia, dove un paese intero collabora ad un progetto educativo per le nuove generazioni.

    Non solo video ma anche carta stampata. “Ci sono posti che esistono perché sei tu a farli insieme ai sacerdoti” o “Ci sono posti che non appartengono a nessuno perché sono di tutti” sono alcuni dei messaggi incisivi al centro della campagna stampa, pianificata su testate cattoliche e generaliste, che ricorda nuovamente i valori dell’unione e della condivisione. Sono posti dove si cerca un aiuto, un sorriso, una mano, un’opportunità, o, semplicemente un amico. “Sono i posti dove ci sentiamo parte di una comunità”. “I nostri sacerdoti hanno bisogno della vicinanza e dell’affetto dei fedeli. – conclude Monzio Compagnoni – Oggi più che mai ci spingono a vivere il Vangelo affrontando le difficoltà con fede e generosità, rispondendo all’emergenza con la dedizione”.

    A supporto della nuova campagna anche la pagina www.unitineldono.it/donarevalequantofare collegata al nuovo sito in cui oltre alle informazioni pratiche sulle donazioni, si possono scoprire le esperienze di numerose comunità che, da nord a sud, fanno la differenza per tanti.

    […].


    (Fonte, dal sito della Conferenza Episcopale Italiana. Note legali (paragrafo “Diritti d’autore”): «Le informazioni, le immagini, i file audio e video e gli altri contenuti diversi da quelli sopra elencati, ove consentito dalla legge e fatti salvi i diritti di terzi, possono essere riprodotti, divulgati ed utilizzati per finalità formative ed educative con espressa esclusione di qualsiasi utilizzo commerciale e/o scopo di lucro»).
    «Et tunc videbunt Filium hominis venientem in nube cum potestate et gloria magna».
    (Luc. 21, 27).




  5. #435
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    15,278
    Domenica 7 novembre si celebra la 71ª Giornata del Ringraziamento

    È l’arcidiocesi di Sassari ad ospitare sabato 6 e domenica 7 novembre le celebrazioni per la 71ª Giornata nazionale del Ringraziamento che si snoderanno tra Sassari, Osilo e Porto Torres.
    La due giorni prenderà il via a Sassari, presso il Teatro Verdi, dove l’arcivescovo Gian Franco Saba accoglierà i partecipanti insieme a don Andrea Piras, direttore dell’Ufficio diocesano per i problemi sociali e il lavoro. Don Bruno Bignami, direttore dell’Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro della CEI presenterà il Messaggio dei Vescovi. Seguirà una tavola rotonda, coordinata dalla giornalista Daniela Scano, a cui prenderanno parte Silvio Lai (Acli Terra), Battista Cualbu (Coldiretti), Onofrio Rota (Fai Cisl), Alfonso Luzzi (Feder-Agri Mcl) e Giovanni Lobello (Terra Viva).
    Nel pomeriggio è previsto ad Osilo un breve pellegrinaggio che si concluderà con la Liturgia della Parola presieduta da mons. Marco Carta, vicario episcopale per la pastorale dell’arcidiocesi di Sassari.
    Domenica 7 novembre, presso gli spazi adiacenti alla basilica dei Santi Martiri di Porto Torres, saranno allestiti gli stand di alcune associazioni, mentre alle 11 Mons. Saba presiederà la Santa Messa che sarà trasmessa su Raiuno. Al termine avrà luogo la benedizione dei mezzi agricoli e degli animali.
    La Giornata di quest’anno ha infatti per tema: «“Lodate il Signore dalla terra (…) voi, bestie e animali domestici” (Sal 148,10). Gli animali, compagni della creazione». “Sia occasione per riflettere e per convertire i nostri stili di vita a una ecologia integrale”, è l’auspicio dei Vescovi italiani che nel Messaggio chiedono che “siano, garantiti i diritti di pescatori e pastori, la cui dignità va riconosciuta per la salvaguardia di antichi mestieri che sanno prendersi cura del territorio. La cura per gli animali che allevano – affermano – ci sproni perciò a riconoscere adeguatamente il loro lavoro, evitando forme vergognose di sfruttamento e di caporalato”.


    (Fonte, dal sito della Conferenza Episcopale Italiana. Note legali (paragrafo “Diritti d’autore”): «Le informazioni, le immagini, i file audio e video e gli altri contenuti diversi da quelli sopra elencati, ove consentito dalla legge e fatti salvi i diritti di terzi, possono essere riprodotti, divulgati ed utilizzati per finalità formative ed educative con espressa esclusione di qualsiasi utilizzo commerciale e/o scopo di lucro».
    Citazioni bibliche:
    La Sacra Bibbia, Conferenza Episcopale Italiana, Fondazione di Religione Santi Francesco d’Assisi e Caterina da Siena, 2008).
    «Et tunc videbunt Filium hominis venientem in nube cum potestate et gloria magna».
    (Luc. 21, 27).




  6. #436
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    15,278
    I Vescovi delle “Aree interne” incontrano il Ministro Giovannini

    Si è svolto nella serata di lunedì 8 novembre, nella sede della Conferenza Episcopale Italiana, l’incontro tra i Vescovi delle “Aree interne” ed Enrico Giovannini, Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili.
    Nel corso del colloquio, durato più di due ore, ci si è confrontati sulla situazione delle cosiddette “Aree interne” del Paese, sempre più segnate dallo spopolamento, dall’emarginazione, dalla mancanza di infrastrutture e, in molti casi, dai danni provocati dai terremoti degli ultimi decenni.
    All’incontro con il Ministro ha partecipato una delegazione di Vescovi delle zone interessate, guidata dal Cardinale Gualtiero Bassetti, Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e Presidente della CEI, da Monsignor Stefano Russo, Segretario generale, e da Monsignor Felice Accrocca, Arcivescovo di Benevento, promotore di diverse occasioni di approfondimento sul tema.
    “Come Pastori siamo consapevoli che questa sfida chiama in causa l’intera comunità ecclesiale, ma anche quella civile. Serve un’alleanza forte per poter rispondere in modo adeguato alle istanze dei nostri territori, per farli sentire accompagnati e non abbandonati. Se grandi sono i disagi che si trovano a vivere, altrettanto grande è il cuore di queste realtà. Grazie alla loro propensione alla tutela dell’ambiente e alla capacità di creare quei legami di solidarietà che spesso suppliscono a carenze strutturali, le ‘Aree interne’ hanno infatti straordinarie carte da giocare e risorse da mettere in campo, a servizio di tutta Italia. Serve però una progettualità profetica, a lungo termine, che abbia a cuore l’interesse comune e il benessere di tutti”, ha affermato il Presidente della CEI.
    Da parte del Ministro Giovannini c’è stato un ascolto attento delle istanze presentate dai Vescovi insieme a una condivisione della necessità di una visione progettuale che miri a una maggiore accessibilità e a una migliore qualità della vita, secondo quella prospettiva disegnata dall’Agenda 2030 con i suoi 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile. Il tutto nello spirito delle Encicliche Laudato si’ e Fratelli tutti, secondo quanto emerso anche alla recente 49ª Settimana Sociale dei cattolici italiani (Taranto, 21-24 ottobre 2021).
    L’incontro con il Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili è stata un’ulteriore tappa del cammino iniziato nel 2019 con la pubblicazione da parte dei presuli della Metropolia di Benevento del documento “Mezzanotte del Mezzogiorno? Lettera agli Amministratori” e proseguito, nel tempo, con diverse iniziative significative, come la “due giorni” del 30 e 31 agosto 2021 che ha riunito a Benevento più di venti Vescovi di dieci regioni per un confronto volto a individuare piste di azione per lo sviluppo e il rilancio pastorale delle “Aree interne”.

    09 Novembre 2021


    (Fonte, dal sito della Conferenza Episcopale Italiana. Note legali (paragrafo “Diritti d’autore”): «Le informazioni, le immagini, i file audio e video e gli altri contenuti diversi da quelli sopra elencati, ove consentito dalla legge e fatti salvi i diritti di terzi, possono essere riprodotti, divulgati ed utilizzati per finalità formative ed educative con espressa esclusione di qualsiasi utilizzo commerciale e/o scopo di lucro».
    «Et tunc videbunt Filium hominis venientem in nube cum potestate et gloria magna».
    (Luc. 21, 27).




  7. #437
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    15,278
    Rapporto Italiani nel mondo. L’intervento di Mons. Russo


    (Fonte, dal sito della Conferenza Episcopale Italiana. Note legali (paragrafo “Diritti d’autore”): «Le informazioni, le immagini, i file audio e video e gli altri contenuti diversi da quelli sopra elencati, ove consentito dalla legge e fatti salvi i diritti di terzi, possono essere riprodotti, divulgati ed utilizzati per finalità formative ed educative con espressa esclusione di qualsiasi utilizzo commerciale e/o scopo di lucro».
    «Et tunc videbunt Filium hominis venientem in nube cum potestate et gloria magna».
    (Luc. 21, 27).




  8. #438
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    15,278
    Abusi: 1ª Giornata di preghiera per le vittime e sopravvissuti

    Si celebra il 18 novembre la 1ª Giornata nazionale di preghiera per le vittime e i sopravvissuti agli abusi. Si tratta, spiega Mons. Lorenzo Ghizzoni, Vescovo di Ravenna-Cervia e Presidente del Servizio nazionale per la tutela dei minori, di “un’occasione da valorizzare nelle Chiese locali grazie all’impegno dei Referenti diocesani, dei parroci, dei consacrati, dei catechisti, degli educatori e di tutti gli organismi pastorali, perché siano coinvolte tutte le componenti della comunità cristiana”.
    Per animare la Giornata, voluta dalla Chiesa che è in Italia in corrispondenza della Giornata europea per la protezione dei minori contro lo sfruttamento e l’abuso sessuale istituita dal Consiglio d’Europa, sono stati predisposti diversi materiali che possono essere scaricati e utilizzati nelle Diocesi e nelle parrocchie: un pieghevole; una proposta per la preghiera universale; uno schema adattabile per una veglia di preghiera parrocchiale o diocesana; altre preghiere dalla Pontificia Commissione per la tutela dei minori.
    “Siamo invitati alla preghiera – sottolinea Mons. Ghizzoni – per sostenere i cammini di recupero umano e spirituale delle vittime e dei sopravvissuti, da chiunque siano stati feriti, così gravemente, dentro o fuori dalla Chiesa, per le famiglie e le comunità colpite dal dolore per i loro cari”.

    13 Novembre 2021


    (Fonte, dal sito della Conferenza Episcopale Italiana. Note legali (paragrafo “Diritti d’autore”): «Le informazioni, le immagini, i file audio e video e gli altri contenuti diversi da quelli sopra elencati, ove consentito dalla legge e fatti salvi i diritti di terzi, possono essere riprodotti, divulgati ed utilizzati per finalità formative ed educative con espressa esclusione di qualsiasi utilizzo commerciale e/o scopo di lucro».
    «Et tunc videbunt Filium hominis venientem in nube cum potestate et gloria magna».
    (Luc. 21, 27).




  9. #439
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    15,278
    Dal sito del Servizio Nazionale per la Tutela dei Minori:



    (Note legali (paragrafo “Diritti d’autore”): «Le informazioni, le immagini, i file audio e video e gli altri contenuti diversi da quelli sopra elencati, ove consentito dalla legge e fatti salvi i diritti di terzi, possono essere riprodotti, divulgati ed utilizzati per finalità formative ed educative con espressa esclusione di qualsiasi utilizzo commerciale e/o scopo di lucro»).
    «Et tunc videbunt Filium hominis venientem in nube cum potestate et gloria magna».
    (Luc. 21, 27).




  10. #440
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    15,278
    Dal 22 al 25 novembre, a Roma, la 75ª Assemblea Generale Straordinaria della CEI

    Si terrà a Roma, presso l’Ergife Palace Hotel, dal 22 al 25 novembre, la 75ª Assemblea Generale Straordinaria della CEI. I lavori dell’assise saranno aperti da un incontro riservato dei Vescovi con Papa Francesco.
    Martedì 23 novembre, alle ore 9, il Cardinale Gualtiero Bassetti, Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e Presidente della CEI, indirizzerà la riflessione con la sua Introduzione che potrà essere seguita in streaming attraverso il canale YouTube e la pagina Facebook della Conferenza Episcopale Italiana. Il testo sarà inviato ai giornalisti accreditati presso l’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della CEI.
    L’Assemblea sarà dedicata al Cammino sinodale delle Chiese che sono in Italia, avviato lo scorso maggio. Dopo la relazione del Cardinale Mario Grech, Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi, e il dibattito in aula, i lavori proseguiranno con i gruppi di studio che si confronteranno a partire dagli spunti offerti dall’intervento di Mons. Erio Castellucci, Arcivescovo-abate di Modena-Nonantola, Vescovo di Carpi e Vicepresidente della CEI, su “Annunciare il Vangelo in un tempo di rigenerazione. Il Cammino sinodale in Italia”.

    All’ordine del giorno anche la riflessione sulla Riforma del libro VI del Codice di Diritto Canonico e sull’adeguamento degli Orientamenti e norme per i seminari della CEI alla luce della Ratio fundamentalis institutionis sacerdotalis.

    Giovedì 25 novembre, alle ore 13, il Cardinale Bassetti illustrerà il comunicato finale nella conferenza stampa che si terrà nella Sala Baalbek dell’Ergife Palace Hotel (l’accesso sarà adeguatamente segnalato) e sarà trasmessa in diretta streaming sul canale YouTube della Conferenza Episcopale Italiana.

    […].

    18 Novembre 2021


    (Fonte, dal sito della Conferenza Episcopale Italiana. Note legali (paragrafo “Diritti d’autore”): «Le informazioni, le immagini, i file audio e video e gli altri contenuti diversi da quelli sopra elencati, ove consentito dalla legge e fatti salvi i diritti di terzi, possono essere riprodotti, divulgati ed utilizzati per finalità formative ed educative con espressa esclusione di qualsiasi utilizzo commerciale e/o scopo di lucro»).
    «Et tunc videbunt Filium hominis venientem in nube cum potestate et gloria magna».
    (Luc. 21, 27).




Discussioni Simili

  1. Risposte: 127
    Ultimo Messaggio: 13-09-2020, 22:48
  2. Commenti a documenti, interventi e responsabilità extra-liturgiche di Ecclesia Dei
    Di bertilla nel forum Liturgie secondo l'Usus Antiquior dei Riti Romano e Ambrosiano
    Risposte: 185
    Ultimo Messaggio: 04-12-2018, 15:24
  3. I documenti della Santa Sede sull'Arte Sacra
    Di OrganistaPavese nel forum Musica ed Arte Sacra
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 20-11-2009, 10:58
  4. Documenti ufficiali sulla remissione della scomunica ai Vescovi della Frat. San Pio X
    Di Mastai nel forum Liturgie secondo l'Usus Antiquior dei Riti Romano e Ambrosiano
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 12-03-2009, 12:10

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •