Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Circostanze aggravanti

  1. #1
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Mar 2019
    Località
    Olbia
    Età
    36
    Messaggi
    2

    Circostanze aggravanti

    Buonasera a tutti! Sono nuovo qui!
    In questo periodo sono preso da scrupoli. L'ultimo a cui ho pensato è relativo alle circostanze aggravanti che confesso legate a peccati di parola anche se in genere riamangono più nel pensiero. So che bisogna confessare anche la disposizione interiore con cui si fanno certi peccati e lo accuso. Ora però siccome confesso come circostanza aggravante che rido successivamente, secondo voi è necessario dire la disposizione interiore relativamente anche a questa circostanza, cioè la risata o è sufficiente dirlo relativamente al peccato a cui è legata, dando per scontato che sia la stessa disposizione interiore?
    Spero di essere stato chiaro

  2. #2
    Moderatore tomista L'avatar di Deoiuvante
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Località
    Vicenza
    Età
    31
    Messaggi
    10,795
    Caro amico,

    Intanto benvenuto. Se è vero che in confessione vanno accusate le eventuali circostanze che potrebbero modificare la gravità delle nostre mancanze, ciò non va preso in modo "farisaico" o iper-specifico giacché a chi soggetto agli scrupoli, questo può fare solo male ed essere foriero di ulteriori turbamenti.

    Mi sento pertanto di dirti di fare come stai facendo senza caricarti di ulteriori dettagli che rimangono, mi pare di capire, comunque in seno alla medesima circostanza da te accusata in confessionale.
    Ipsam sequens non devias, Ipsam rogans non desperas, Ipsam cogitans non erras

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •