Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Permanenza Sacre Specie

  1. #1
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Jun 2019
    Località
    Pesaro
    Età
    35
    Messaggi
    22

    Permanenza Sacre Specie

    Carissimi,

    ultimamente ho sempre paura di peccare profanando le Sacre Specie dopo la Comunione...sto parlando di pensieri che vengono ad ore ed ore di distanza dalla Comunione...quanto dura in noi la presenza del Signore dopo la Comunione?

    Grazie.

    Giovanni

  2. #2
    Moderatore L'avatar di Carbonate
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Carbonate
    Messaggi
    8,699
    Se intendi per quanto tempo permane la Presenza Reale nella particola manducata direi... molto poco.

    La Presenza Reale nelle specie consacrate viene a mancare quando la materia eucaristica si altera, così che gli accidenti del pane e del vino non siano più sensibilmente riconoscibili come tali. Una volta deglutita, la particola va naturalmente incontro ai normali processi digestivi che iniziano subito e che alterano in breve tempo le caratteristiche chimico-fisiche del pane, facendo venire meno di conseguenza anche la Presenza Reale. Gesù non viene "digerito" nello stomaco dopo la Comunione: su questo spero non ci siano dubbi.

    Lo sforzo di tenersi lontani da ogni occasione di peccato - cosa alla quale Confessione e Comunione frequenti vengono in sostegno - deve essere costante, indipendentemente da quanto tempo sia trascorso dall'ultima Comunione fatta, ma un peccato non è più o meno grave a seconda che siano passate più o meno ore dall'ultima Comunione. L'importante è avere le necessarie disposizioni nell'accostarsi alla Comunione, questo sì per evitare profanazioni, e poi una Comunione ben fatta aiuterà spiritualmente a tenere lontani i pensieri - e non solo i pensieri - molesti.

  3. #3
    CierRino d'oro L'avatar di Stefano79
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    10,778
    Il pensiero di bestemmia è spesso legato ad ossessioni e tormenti diabolici. Molto spesso si tratta di pensieri involontari, che si possono combattere con una vita cristiana, tesa alla perfezione e basata su preghiera e sacramenti. Non è necessario nutrire queste ossessioni, introducendone altre ulteriori, ad esempio chiedendosi a quale distanza dalla Comunione si commette sacrilegio o peccato: si tratterebbe, infatti, di nuove ossessioni sempre più complicate, che spostano solo il problema. Dio ci ama per quello che siamo, con tutte le nostre imperfezioni, che a Lui dobbiamo affidare totalmente. Dio non è giudice, anzitutto, ma è Padre Misericordioso.
    "E' morto fra Tommaso d'Aquino, figlio mio in Cristo, luce della Chiesa"

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>