Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: 18 - 25 gennaio 2020: Settimana di Preghiera per l'Unità dei Cristiani.

  1. #1
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    19,118

    18 - 25 gennaio 2020: Settimana di Preghiera per l'Unità dei Cristiani.

    Ricordo che oggi è iniziata la Settimana di Preghiera per l'Unità dei Cristiani 2020.
    Se a qualcuno potessero servire riporto qui i tre formulari della Messa per l'Unità dei Cristiani (dal Messale Romano, messa ad diversa):

    (1) PER L’UNITÀ DEI CRISTIANI
    Questa Messa si può dire anche nelle domeniche del Tempo Ordinario quando si fanno particolari celebrazioni per l’unità dei cristiani.


    ANTIFONA D’INGRESSO
    «Io sono il buon pastore
    e conosco le pecore del mio gregge
    e le mie pecore conoscono me», dice il Signore;
    «come il Padre conosce me e io conosco il Padre;
    e offro la vita per le mie pecore». Gv 10, 14-15


    COLLETTA
    Dio creatore e Padre,
    che riunisci i dispersi e li custodisci nell’unità,
    guarda con bontà il gregge del tuo Figlio,
    perché quanti sono consacrati da un solo Battesimo
    formino una sola famiglia
    nel vincolo dell’amore e della vera fede.
    Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
    e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
    per tutti i secoli dei secoli.

    Oppure:
    Manda su di noi, o Padre,
    una rinnovata effusione dello Spirito,
    perché camminiamo in maniera degna della vocazione cristiana
    offrendo al mondo la testimonianza della verità evangelica,
    e operiamo fiduciosi
    per unire tutti i credente nel vincolo della pace.
    Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
    e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
    per tutti i secoli dei secoli.


    SULLE OFFERTE
    O Padre, che nell’unico sacrificio del tuo Figlio
    ti sei acquistato un popolo di adozione,
    concedi e custodisci sempre nella tua Chiesa
    i doni dell’unità e della pace.
    Per Cristo nostro Signore.


    PREFAZIO
    L’unità del corpo di Cristo che è la Chiesa
    V. Il Signore sia con voi.
    R. E con il tuo spirito.
    V. In alto i nostri cuori.
    R. Sono rivolti al Signore.
    V. Rendiamo grazie al Signore, nostro Dio.
    R. È cosa buona e giusta.


    È veramente cosa buona e giusta,
    nostro dovere e fonte di salvezza,
    rendere grazie sempre e in ogni luogo
    a te, Signore, Padre santo,
    Dio onnipotente ed eterno,
    per Cristo nostro Signore.
    In lui hai portato gli uomini alla conoscenza della tua verità
    e hai formato la Chiesa, suo mistico corpo,
    nell’unità di una sola fede e di un solo Battesimo.
    A tutti i popoli hai donato il tuo Spirito Santo,
    operatore mirabile della ricchezza e varietà dei carismi
    e artefice di unità nell’amore,
    lo Spirito che dimora nei tuoi figli di adozione
    e con la sua presenza ineffabile
    riempie e guida tutta la Chiesa.
    E noi, uniti nell’assemblea degli angeli e dei santi,
    cantiamo con gioia l’inno della tua lode:


    Santo, Santo, Santo il Signore Dio dell’universo.
    I cieli e la terra sono pieni della tua gloria.
    Osanna nell’alto dei cieli.
    Benedetto colui che viene nel nome del Signore.
    Osanna nell’alto dei cieli.


    ANTIFONA ALLA COMUNIONE
    Uno solo è il pane,
    e noi, pur essendo molti, siamo un corpo solo,
    perché partecipiamo tutti
    dell’unico pane e dell’unico calice. Cfr 1 Cor 10, 17


    DOPO LA COMUNIONE
    O Padre, questa comunione eucaristica,
    segno della nostra fraternità in Cristo,
    santifichi nel vincolo dell’amore la tua Chiesa.
    Per Cristo nostro Signore.


    (2) PER L’UNITÀ DEI CRISTIANI


    ANTIFONA D’INGRESSO
    Salvaci, Signore Dio nostro, e raccoglici da tutti i popoli,
    perché proclamiamo il tuo santo nome
    e ci gloriamo della tua lode. Sal 105, 47


    COLLETTA
    O Dio, che da ogni parte della terra
    raduni gli uomini a lodare il tuo nome,
    donaci la volontà e la forza di attuare ciò che comandi,
    perché il popolo cristiano chiamato al tuo regno
    sia animato dall’unica fede ed esprima nelle opere lo stesso amore.
    Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
    e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
    per tutti i secoli dei secoli.

    Oppure:
    Ascolta, o Padre, la nostra preghiera,
    e unisci i cuori dei fedeli nella lode del tuo nome
    e nel comune impegno di conversione,
    perché, superata ogni divisione fra i cristiani,
    la tua Chiesa si ricomponga in comunione perfetta,
    e nella gioia del Cristo cammini verso il tuo regno.
    Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
    e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
    per tutti i secoli dei secoli.


    SULLE OFFERTE
    Accogli, Dio misericordioso,
    questo memoriale della nostra redenzione,
    sacramento del tuo amore,
    e fa’ che sia per tutti noi segno di unità e vincolo di carità.
    Per Cristo nostro Signore.


    Prefazio come nella Messa precedente per l’unità 1.


    ANTIFONA ALLA COMUNIONE
    Al di sopra di tutto abbiate la carità,
    che è il vincolo della perfezione;
    e la pace di Cristo regni nei vostri cuori,
    perché ad essa siete stati chiamati
    in un solo corpo. Col 3, 14-15


    DOPO LA COMUNIONE
    Infondi in noi, o Dio nostro Padre, lo spirito del tuo amore,
    e con la potenza di questo sacrificio eucaristico
    riunisci tutti i credenti nella concordia e nella pace.
    Per Cristo nostro Signore.


    (3) PER L’UNITÀ DEI CRISTIANI


    ANTIFONA D’INGRESSO
    Un solo corpo e un solo spirito,
    come una sola è la speranza alla quale siete stati chiamati,
    quella della vostra vocazione;
    un solo Signore, una sola fede, un solo battesimo;
    un solo Dio, Padre di tutti, che è al di sopra di tutti,
    agisce per mezzo di tutti ed è presente in tutti noi. Ef 4. 4-6


    COLLETTA
    Guarda con bontà il tuo popolo, Signore,
    e con l’effusione del tuo Spirito
    accresci in tutti i credenti l’amore della verità,
    perché nella ricerca sincera e nel comune impegno
    ricostruiscano la perfetta unità della tua famiglia.
    Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
    e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
    per tutti i secoli dei secoli.

    Oppure:
    Fa’ risplendere su di noi, o Padre, la grandezza del tuo amore,
    e con la potenza del tuo Spirito togli le divisioni fra i cristiani,
    perché la tua Chiesa sia visibilmente il segno innalzato tra i popoli,
    e l’umanità, illuminata dal tuo Spirito,
    creda in colui che hai mandato,
    Gesù Cristo, tuo Figlio e nostro Signore.
    Egli è Dio, e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
    per tutti i secoli dei secoli.


    SULLE OFFERTE
    Il sacrificio che ti offriamo, Signore, ci liberi dal male,
    e raccolga nella partecipazione all’Eucaristia tutti i tuoi figli,
    chiamati alla stessa fede nell’unico Battesimo.
    Per Cristo nostro Signore.


    Prefazio come nella Messa precedente per l’unità 1.


    ANTIFONA ALLA COMUNIONE
    «Siano tutti una sola cosa,
    come tu, Padre, sei in me e io in te,
    perché anch’essi siano in noi una cosa sola.
    Io in loro e tu in me,
    perché siano perfetti nell’unità. Gv 17, 21. 23


    DOPO LA COMUNIONE
    O Padre, che ci hai nutriti alla tua mensa,
    santifica e rinnova la tua Chiesa,
    perché tutti coloro che si gloriano del nome cristiano
    ti servano nell’unità di una sola fede.
    Per Cristo nostro Signore.
    «Ascendit Deus in iubilo, et Dominus in voce tubae.
    Psallite Deo, psallite; psallite regi nostro, psallite»
    (Ps. 46, 6-7).




  2. #2
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    19,118
    Le letture della Santa Messa per l'Unità dei Cristiani possono essere così scelte:

    Antico Testamento:
    Dt 30, 1-4;
    Ez 36, 24-28;
    Ez 36, 15-19. 21b-22. 26-28;
    Sof 3, 16-20.

    Salmo responsoriale:
    Ger 31, 10. 11-12ab. 13-14;
    Sal 23, 1-3a. 3b-4. 5-6;
    Sal 100, 2. 3. 4. 5;
    Sal 118, 22-23. 25-26. 28;
    Sal 122, 1-2. 3-4a. 4b-5. 6-7. 8-9.

    Nuovo Testamento:
    1Cor 1, 10-13;
    Ef 2, 19-22;
    Ef 4, 1-6;
    Ef 4, 30-52;
    Fil 2, 1-13;
    Col 3, 9b-17;
    1Tm 2, 5-8;
    1Gv 4, 9-15.

    Canto al vangelo:
    Gv 17, 21;
    Ef 4, 5-6a;
    Col 3, 15.

    Vangelo:
    Mt 18, 19-22;
    Lc 9, 49-55;
    Gv 10, 11-16;
    Gv 11, 45-52;
    Gv 13, 1-15;
    Gv 17,1.
    «Ascendit Deus in iubilo, et Dominus in voce tubae.
    Psallite Deo, psallite; psallite regi nostro, psallite»
    (Ps. 46, 6-7).




  3. #3
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    19,118
    Riporto qui un commento sulla Settimana di Preghiera per l'Unità dei Cristiani 2020, che mi è sembrato interessante:

    Prende il via oggi e si chiuderà sabato prossimo la tradizionale Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani. Un’iniziativa ecumenica che qualcuno potrebbe pensare sia nata dopo il Concilio Vaticano II, mentre la sua storia è più antica. Chi volesse trovarne l’origine, o meglio gli eredi di coloro che ne furono all’origine, dovrebbe bussare al convento di Sant’Onofrio al Gianicolo a Roma, dove risiedono i Frati francescani dell’Atonement, parola inglese quest’ultima che significa espiazione. Fu il loro fondatore, infatti, il servo di Dio padre Paul Wattson (1863-1940), statunitense, che quando ancora si chiamava Lewis Wattson ed era un pastore episcopaliano, propose di pregare per una settimana, appunto, perché le confessioni cristiane cominciassero un cammino ecumenico. Wattson a un certo punto della sua vita fu infatti segnato dall’incontro con il Movimento di Oxford, ispirato dal cardinale John Henry Newman, per la riconciliazione della Chiesa anglicana con Roma. Nel 1898 insieme a Lurana White fondò la Società dell’Atonement, con il proposito di portare la spiritualità francescana nel mondo episcopaliano (gli anglicani negli Usa). Nel 1909 entrambi insieme a una quindicina di seguaci chiesero a papa Pio X di essere accolti nella Chiesa cattolica. Nacquero poi due realtà religiose, una maschile e una femminile, ancora vive e attive.
    La Settimana di quest’anno ha come tema «Ci trattarono con gentilezza (Atti 28, 2)», dal brano degli Atti degli Apostoli relativo al naufragio di san Paolo a Malta. «Una storia di divina provvidenza e al tempo stesso di umana accoglienza», si legge nel documento di presentazione della Settimana. Il materiale di preghiera per le celebrazioni ecumeniche non poteva che essere preparato dalle Chiese cristiane di Malta e Gozo e sullo sfondo c’è anche il tema delle migrazioni, del rapporto con lo straniero. «Ci auguriamo che la Settimana di preghiera possa rafforzare in tutti i credenti e in tutte le chiese la determinazione a vivere l’accoglienza, e preghiamo che, praticando insieme la filantropia/filoxenia, cresca anche la comunione fra di noi, alla gloria di Dio»: questo scrivono in un messaggio Ambrogio Spreafico, vescovo di Frosinone-Veroli-Ferentino e presidente della Commissione Cei per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso, il pastore Luca Maria Negro, presidente della Federazione delle Chiese evangeliche in Italia, e il metropolita Gennadios, arcivescovo ortodosso d’Italia e di Malta ed esarca per l’Europa meridionale.
    Spreafico alla vigilia della Settimana richiama gli “addetti ai lavori” a non cadere nell’abitudinarismo o nell’autorefenzialità: «Noi vescovi insieme ai direttori degli uffici diocesani per l’ecumenismo e il dialogo dobbiamo cercare di coinvolgere sempre di più i fedeli, spesso infatti si fanno iniziative ecumeniche molto belle ma che restano poi confinate nell’ambito di coloro che hanno un interesse specifico per questi temi. Su questo siamo ancora indietro e c’è da lavorare». Spreafico segnala poi come nell’anno che si è da poco concluso si sia consolidata la Consulta ecumenica delle Chiese cristiane presenti in Italia, «un gruppo di lavoro aperto, leggero, cioè non giuridicamente stabilito, che si incontra periodicamente presso la Cei ed è diventato un gruppo stabile, dopo un lavoro preparatorio durato alcuni anni». Uno degli obiettivi, ricorda sempre il vescovo di Frosinone, è di arrivare ad esprimersi su certi temi coralmente, per quanto possibile, come cristiani in Italia: «Non vogliamo arrivare a un’uniformità, sarebbe utopico, ci sono fra di noi differenze che vanno rispettate e che costituiscono tra l’altro una ricchezza. Diciamo che, per prendere un termine del Consiglio mondiale delle Chiese, quello che si può perseguire è un consenso ecumenico su alcuni punti, per far sì che nel mondo di oggi così diviso e a volte tribale i cristiani siano un segno di unità». Per l’anno in corso Spreafico fa invece presente che è in preparazione il convegno ecumenico che di solito si tiene nel mese di novembre: «Nelle prossime settimane ci vedremo per discutere il tema e i dettagli dell’evento».
    E per tornare al tema della Settimana di preghiera, si possono segnalare le parole che sempre Spreafico usa insieme a Negro e Gennadios, nel comunicato di presentazione: «L’ospitalità è una virtù altamente necessaria nella ricerca dell’unità tra cristiani. La nostra stessa unità di cristiani sarà svelata non soltanto attraverso l’ospitalità degli uni verso gli altri, pur importante, ma anche mediante l’incontro amorevole con coloro che non condividono la nostra lingua, la nostra cultura e la nostra fede».

    [Fonte: https://www.avvenire.it/chiesa/pagin...cristiani-2020].

    «Ascendit Deus in iubilo, et Dominus in voce tubae.
    Psallite Deo, psallite; psallite regi nostro, psallite»
    (Ps. 46, 6-7).




  4. #4
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    19,118
    Visto che la Settimana di Preghiera per l'Unità dei Cristiani è quasi terminata, inserisco qui un'immagine che mi è sembrata davvero carina:





    [Fonte: https://www.diocesitn.it/area-testim...dei-cristiani/].
    Ultima modifica di Gerensis; 24-01-2020 alle 14:56 Motivo: Corretta la fonte dell'immagine.
    «Ascendit Deus in iubilo, et Dominus in voce tubae.
    Psallite Deo, psallite; psallite regi nostro, psallite»
    (Ps. 46, 6-7).




  5. #5
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    19,118

    Ut unum sint! Settimana di Preghiera per l'Unità dei Cristiani.

    Oggi è l'ultimo giorno della Settimana di Preghiera per l'Unità dei Cristiani. Mi è sembrata una cosa davvero interessante riportare qui un breve testo su di essa:


    Storia della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani.

    La preghiera per l’unità si deve all’iniziativa di due ministri anglicani: l’inglese Spencer Jones e l’americano Paul James Francis Wattson (1863-1940). Il Rev. Wattson è il fondatore, insieme a Francesca Lurana White, della “Society of Atonement”, una comunità religiosa episcopaliana osservante della regola francescana, che nell’anno 1909 passò al cattolicesimo. Nel 1908 Wattson propose l’idea di un ottavario, allo scopo di domandare a Dio “il ritorno di tutte le «altre pecore» all’ovile di Pietro, l’unico pastore”. Fu scelta la data dal 18 al 25 gennaio, perché compresa tra la festa della cattedra di san Pietro (allora celebrata il 18 gennaio) e quella della conversione di san Paolo. Solo nel 1935 l’abate Paul-Irénée Couturier (1881-1953) superò la logica del «ritorno» dei fratelli separati e trasformò l’ottavario di preghiera nella “Settimana universale di preghiera per l’unità dei cristiani”, con lo scopo di pregare per la realizzazione dell’unità” che Dio vorrà, con i mezzi che Egli vorrà, e nel modo che Egli vorrà”. Pertanto, si tratta di pregare non “per la conversione ad una chiesa, ma per una conversione a Cristo“.


    I sussidi per la settimana per l’unità dei Cristiani.

    Fin dal 1958, il materiale era stato preparato dalla Commissione “Fede e Costituzione” del Consiglio ecumenico delle Chiese, in collaborazione informale con il centro cattolico francese “Unité chrétienne” di Lione; mentre a partire dal 1966 i testi sono stati preparati congiuntamente da “Fede e Costituzione” (di cui fanno parte di diritto alcuni teologi cattolici), e dal Segretariato per l’unione dei Cristiani (ora Pontificio Consiglio).

    Il tema ed i sussidi di quest’anno 2020

    “…Ci trattarono con gentilezza…”. (At 27, 2).
    Il materiale della Settimana di preghiera per l’Unità dei Cristiani di quest’anno è stato preparato congiuntamente dalle Chiese cristiane di Malta e Gozo (due delle 21 isole che costituiscono l’arcipelago maltese) e si richiama al naufragio dell’apostolo Paolo nell’isola durante il viaggio verso Roma, dove i passeggeri in un momento particolarmente drammatico sperimentarono la Provvidenza di Dio (furono tutti salvi!) e la premurosa ospitalità degli isolani (“…Ci trattarono con gentilezza…”). Ogni anno, il 10 febbraio, i cristiani di Malta celebrano la Festa del Naufragio dell’apostolo Paolo, rendendo grazie a Dio per l’arrivo della fede cristiana nell’arcipelago.
    Il tema è molto attuale:

    Anche oggi è necessario abbandonarsi alla Provvidenza divina. Ciò significa da un lato che l’unità della Chiesa è soprattutto un dono da chiedere a Dio (prima che frutto dei nostri sforzi) e dall’altro che dobbiamo lasciarci guidare dallo Spirito nella ricerca dell’unità, vincendo egoismi, chiusure e pregiudizi atavici.

    Chiaramente è un appello forte a non chiudere gli occhi di fronte alle tragedie dei migranti e ad impegnarci come cristiani d’Europa, affinché anche questi nostri fratelli, costretti a fuggire dai loro paesi, possano poter dire – come san Paolo e i naufraghi degli Atti degli Apostoli – “ci trattarono con gentilezza”.




    [Fonte: https://www.donorioneitalia.it/2020/...dei-cristiani/].
    «Ascendit Deus in iubilo, et Dominus in voce tubae.
    Psallite Deo, psallite; psallite regi nostro, psallite»
    (Ps. 46, 6-7).




  6. #6
    Veterano di CR L'avatar di Antocerimoniere
    Data Registrazione
    Oct 2020
    Località
    Manocalzati (AV)
    Età
    20
    Messaggi
    1,340
    Buon pomeriggio,Mi servirebbe il sussidio Cei per la Settimana di preghiera per l'unitá dei cristiani 2022, potete aiutarmi ?
    Kyrie eleison !

  7. #7
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    19,118
    Citazione Originariamente Scritto da Antocerimoniere Visualizza Messaggio
    Mi servirebbe il sussidio Cei per la Settimana di preghiera per l'unitá dei cristiani 2022, potete aiutarmi ?
    Qui trovi i varii documenti.
    «Ascendit Deus in iubilo, et Dominus in voce tubae.
    Psallite Deo, psallite; psallite regi nostro, psallite»
    (Ps. 46, 6-7).




  8. #8
    Veterano di CR L'avatar di Antocerimoniere
    Data Registrazione
    Oct 2020
    Località
    Manocalzati (AV)
    Età
    20
    Messaggi
    1,340
    Grazie mille Laudato !
    Kyrie eleison !

  9. #9
    CierRino L'avatar di Verbum Domini
    Data Registrazione
    Jul 2020
    Località
    Casa mia
    Età
    19
    Messaggi
    5,047
    Padre santo, tu che chiami tutti gli uomini all'unità di una sola famiglia, perdona i nostri atti di divisione e accordaci di realizzare la nostra vocazione. Signore Gesù, tu che sei morto per ricondurre all'unità i figli di Dio dispersi, fa' che sentiamo lo scandalo delle nostre separazioni e aspiriamo alla comunione fraterna. Spirito Santo, tu che guidi la Chiesa a tutta l averità e susciti l'amore, fa' che cerchiamo la verità che non abbiamo ancora saputo vedere e amiamo con carità sincera i nostri fratelli. O Dio, Padre, Figlio e Spirito Santo, che hai radunato le nazioni nel tuo popolo mediante il battesimo, fa' che progrediscano nell'unità, perchè possano un giorno partecipare insieme allo stesso pane di vita. Amen.


    Buona Preghiera a tutti!
    Ascende il Signore tra canti di gioia!

  10. #10
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    19,118
    Amen!
    «Ascendit Deus in iubilo, et Dominus in voce tubae.
    Psallite Deo, psallite; psallite regi nostro, psallite»
    (Ps. 46, 6-7).




Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>