La diocesi di Milano, a firma del Vicario Mons. Agnesi, ha pubblicato le linee guida per le celebrazioni della Settimana Autentica in rito ambrosiano, con alcune indicazioni per le modifiche da adottare nelle parrocchie della diocesi che seguono il rito romano.

Riassumo i punti salienti, rimandando poi alla nota nella sua interezza.


Per la Domenica delle Palme

  • Non è permessa nessuna processione con i fedeli
  • É consentito l'uso del formulario proprio per la benedizione degli ulivi in una delle celebrazioni del giorno, come previsto dal Messale, ma il tutto dovrà svolgersi all'interno della chiesa, con i fedeli già al proprio posto e i rami di ulivo già in mano.
  • Si suggerisce la distribuzione dei rami di ulivo in sacchetti di plastica consegnati da volontari adeguatamente dotati dei dispositivi di protezione individuale. Bisognerà evitare, in qualsiasi caso, che i fedeli prendano da soli gli ulivi da ceste o tavoli, in modo che non si generino assembramenti.


Per la Messa Crismale
  • É prevista secondo la collocazione classica del giovedì mattina
  • Al momento, salvo diverse limitazioni agli spostamenti che dovessero intervenire, la partecipazione è estesa a tutti i Parroci e Responsabilità di Comunità Pastorale, ai presbiteri ordinati nel 2020 e a una rappresentanza di diaconi, consacrati e laici


Per la Messa in Coena Domini
  • Non è permessa la lavanda dei piedi (una limitazione relativa in quanto ricordo che, nel rito ambrosiano, è già di per sé facoltativa e costituisce un momento separato rispetto alla Messa)
  • Non è possibile la Comunione sotto le due specie dei fedeli, dovendosi rispettare il protocollo per le celebrazioni liturgiche che prevede la Comunione sulla mano come unica forma possibile
  • Al termine si fa la Riposizione dell'Eucarestia con un ministro e alcuni ministranti, senza fedeli ammessi alla processione
  • All'altare della Riposizione, i posti per i fedeli che vorranno sostare in adorazione dovranno essere predisposti secondo le consuete norme di distanziamento. Si suggerisce, per quanto possibile, l'impiego di volontari
  • La celebrazione, incluso il momento per l'adorazione personale dei fedeli all'altare della Riposizione, dovrà essere programmata in orari compatibili con il coprifuoco (che al momento è alle 22:00 ma è allo studio un possibile anticipo se la situazione epidemiologica dovesse peggiorare: si parla di un ipotesi alle 20:00)


Per la Celebrazione della Passione
  • Si svolge integralmente secondo il Messale
  • L'atto di adorazione alla croce con il bacio è limitato al solo celebrante
  • Non è prevista l'aggiunta di intenzioni alla Preghiera Universale perché il formulario ambrosiano include già la preghiera per malati e defunti
  • Il crocifisso può rimanere esposto dopo la celebrazione ma dovranno essere presi i dovuti accorgimenti per evitare che i fedeli lo tocchino o lo bacino. Anche in questo caso si suggerisce l'uso di volontari per il servizio d'ordine


Per la Veglia Pasquale
  • Si svolge integralmente secondo il Messale
  • Gli eventuali battesimi dovranno essere celebrati per infusione
  • Anche in questo caso, l'orario di inizio dovrà essere programmato per essere compatibile con il coprifuoco in vigore



link alla nota del Vicario