Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 133 di 156 PrimaPrima ... 3383123131132133134135143 ... UltimaUltima
Risultati da 1,321 a 1,330 di 1558

Discussione: Sperimentazione del vaccino covid19

  1. #1321
    Saggio del Forum
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    fra Milano e il Lago Maggiore
    Età
    54
    Messaggi
    3,802
    Citazione Originariamente Scritto da Aleksej Visualizza Messaggio
    e dice che i vaccini sono fondamentali per limitare fortemente i sintomi gravi, ribadendo la loro importanza. E che la carica virale della variante delta, nella gola dei vaccinati e dei non vaccinati, in caso di contagio è la stessa.
    Questo non significa automaticamente che contagiano alla stessa maniera. Tant'è che Fauci non ha solo detto che il vaccino è fondamentale per limitare i sintomi gravi, ma che se si raggiungesse l'85-90% della popolazione vaccinata si estinguerebbe la circolazione e di conseguenza il rischio di nuove ulteriori varianti (e settimane fa diceva vaccinazione dai 12 anni).

  2. #1322
    Saggio del Forum
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    fra Milano e il Lago Maggiore
    Età
    54
    Messaggi
    3,802
    Citazione Originariamente Scritto da Aleksej Visualizza Messaggio
    Le parole di Fauci direbbero il contrario: la quantità di virus nel cavo orale, la carica virale, tra contagiati vaccinati e non è la stessa.
    Tra l'altro sul Corriere di oggi, Locatelli spiega le parole di Fauci.
    È vero che anche i vaccinati possono infettarsi e a loro volta contagiare (quindi no liberi tutti). Ma questo accade per un numero limitato di soggetti che in Italia, dalle ultime stime, pare essere il 12% dei vaccinati.

  3. #1323
    CierRino L'avatar di Aleksej
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Località
    Cagliari
    Età
    58
    Messaggi
    7,177
    Citazione Originariamente Scritto da Carolum Visualizza Messaggio
    Questo non significa automaticamente che contagiano alla stessa maniera. Tant'è che Fauci non ha solo detto che il vaccino è fondamentale per limitare i sintomi gravi, ma che se si raggiungesse l'85-90% della popolazione vaccinata si estinguerebbe la circolazione e di conseguenza il rischio di nuove ulteriori varianti (e settimane fa diceva vaccinazione dai 12 anni).
    Questo lo dice Fauci, altri studiosi non sono d'accordo. Ad ogni modo, quel che conta è che dovrebbe entrare nella testa delle persone che un vaccinato dovrebbe prendere le stesse precauzioni. E non vedo nessuna spinta comunicativa verso questo fatto, almeno per ora.
    "Chi cerca la verità cerca Dio, che lo sappia o no."

  4. #1324
    CierRino L'avatar di Aleksej
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Località
    Cagliari
    Età
    58
    Messaggi
    7,177
    Citazione Originariamente Scritto da Carolum Visualizza Messaggio
    Tra l'altro sul Corriere di oggi, Locatelli spiega le parole di Fauci.
    È vero che anche i vaccinati possono infettarsi e a loro volta contagiare (quindi no liberi tutti). Ma questo accade per un numero limitato di soggetti che in Italia, dalle ultime stime, pare essere il 12% dei vaccinati.
    Si, abbiamo dei numeri diversi di contagio sui vaccinati rispetto ad altri paesi. Meglio così ovviamente.
    "Chi cerca la verità cerca Dio, che lo sappia o no."

  5. #1325
    Moderatore bibliotecario L'avatar di 3manuele
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Località
    Bologna
    Età
    40
    Messaggi
    3,673
    In merito alla prevenzione dell’infezione da variante Delta, come avevo già accennato in messaggi precedenti, i vaccini attuali ne offrono una buona (o molto buona a seconda degli studi). The Lancet per esempio ha pubblicato uno studio in cui, su questo punto, si conclude che (enfasi aggiunta):

    Both the Oxford–AstraZeneca and Pfizer–BioNTech COVID-19 vaccines were effective in reducing the risk of SARS-CoV-2 infection and COVID-19 hospitalisation in people with the Delta VOC, but these effects on infection appeared to be diminished when compared to those with the Alpha VOC.

    Non è quindi vero che i vaccini non influiscono sul contagio: anche contro Delta i vaccini offrono protezione dal contagio. Se quindi i numeri di contagiati (di solito non gravi) sono molto alti, si pensi cosa sarebbe potuto succedere senza parte di popolazione vaccinata.

  6. #1326
    Saggio del Forum
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    fra Milano e il Lago Maggiore
    Età
    54
    Messaggi
    3,802
    Citazione Originariamente Scritto da Aleksej Visualizza Messaggio
    Ad ogni modo, quel che conta è che dovrebbe entrare nella testa delle persone che un vaccinato dovrebbe prendere le stesse precauzioni. E non vedo nessuna spinta comunicativa verso questo fatto, almeno per ora.
    Su questo sono perfettamente d'accordo.

    Che è ben diverso da dire che i vaccini sono inutili o al massimo servono solo a proteggere chi lo fa. Come diversi sostengono usando le parole di Fauci.

  7. #1327
    CierRino L'avatar di Aleksej
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Località
    Cagliari
    Età
    58
    Messaggi
    7,177
    Citazione Originariamente Scritto da Carolum Visualizza Messaggio
    Su questo sono perfettamente d'accordo.

    Che è ben diverso da dire che i vaccini sono inutili o al massimo servono solo a proteggere chi lo fa. Come diversi sostengono usando le parole di Fauci.
    Nessuno, quantomeno qui sopra, mi pare abbia scritto che i vaccini siano inutili. E Fauci ribadisce con forza la loro utilità. Ma se io leggo che scrive: la carica virale tra i vaccinati e i non vaccinati è uguale con la variante delta, fammi razionalmente capire perchè i vaccini dovrebbero proteggerci dal contagio. Non è logico, a mio modo di vedere. Magari sarai un po' meno contagioso solo perchè con minor sintomi diffonderai meno virus attorno a te. Ma parlando e respirando diffonderai comunque il virus. Immagino anche che tra i vaccinati aumentino sensibilmente i casi di asintomaticità nonostante il contagio.
    Sostanzialmente, con le nuove varianti, i vaccini proteggono chi li fa. Ed è evidente che il green pass è pensato soprattutto per spingere le persone a vaccinarsi.
    Ultima modifica di Aleksej; 02-08-2021 alle 09:13
    "Chi cerca la verità cerca Dio, che lo sappia o no."

  8. #1328
    Moderatore bibliotecario L'avatar di 3manuele
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Località
    Bologna
    Età
    40
    Messaggi
    3,673
    Citazione Originariamente Scritto da Aleksej Visualizza Messaggio
    Nessuno, quantomeno qui sopra, mi pare abbia scritto che i vaccini siano inutili.
    alcune opinioni lette sembrano certamente su questa lunghezza d’onda. Comunque…

    Ma se io leggo che scrive: la carica virale tra i vaccinati e i non vaccinati è uguale con la variante delta, fammi razionalmente capire perchè i vaccini dovrebbero proteggerci dal contagio.
    Perché come scritto per esempio nella parte di articolo del Lancet citata nel mio messaggio precedente, anche se contro Delta non prevengono il contagio per l’85-95% dei casi (come contro Alfa ecc.), lo prevengono in percentuali buone o molto buone. Anche un 40-50% di protezione dal contagio è buona.
    Se aumentassero (a percentuali alte) le persone vaccinate o immuni al Covid, la circolazione del virus sarebbe ridottissima e quindi si inizierebbe a vedere la fine della pandemia. A circolazione bassa del virus corrisponde anche minore possibilità di sviluppare varianti capaci di “bucare” i vaccini.

    Se ho scritto castronerie prego di correggerle.

    Mi sembra che dopo le “dichiarazioni di Fauci” si stia facendo confusione tra
    Possibilità di contagiarsi

    Possibilità di contagiare

    Carica virale/gravità della malattia se si contrae la variante Delta

    Sono cose legate tra loro a loro modo ma da tenere separate (o chiaramente distinte) quando si discute.

  9. #1329
    Saggio del Forum
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    fra Milano e il Lago Maggiore
    Età
    54
    Messaggi
    3,802
    Citazione Originariamente Scritto da Aleksej Visualizza Messaggio
    Ma se io leggo che scrive: la carica virale tra i vaccinati e i non vaccinati è uguale con la variante delta, fammi razionalmente capire perchè i vaccini dovrebbero proteggerci dal contagio. Non è logico, a mio modo di vedere. Magari sarai un po' meno contagioso solo perchè con minor sintomi diffonderai meno virus attorno a te. Ma parlando e respirando diffonderai comunque il virus. Immagino anche che tra i vaccinati aumentino sensibilmente i casi di asintomaticità nonostante il contagio.
    Sostanzialmente, con le nuove varianti, i vaccini proteggono chi li fa. Ed è evidente che il green pass è pensato soprattutto per spingere le persone a vaccinarsi.
    E invece pare di no, lo stesso Fauci dice che vaccinando di più si arresta la trasmissione.
    Anche qui si dice protezione dall'infezione parte all'88% (poi se non fosse l'88% ma fosse il 70% o il 50%... buttalo via!).
    Lo ha spiegato anche Locatelli, ieri o l'latro ieri sul Corriere.

    I motivi io non li so, da qualche parte avevo letto per motivi ancora non del tutto chiari, ma è l'evidenza dei numeri (per adesso). Certamente la paucisintomaticità contribuisce. All'inizio ci si illudeva che gli asintomatici non fossero contagiosi, come per altre malattie, poi purtroppo si scoprì che non era così. Ma tra l'essere molto contagiosi e non esserlo affatto mi pare molto ragionevole che ci sia un via di mezzo.

    Anche questo articolo (senza pretesa di scientificità), mi sembra ragionevole.
    https://facta.news/notizia-vera/2021...di-sars-cov-2/

    In particolare la frase: "le trasmissioni del virus Sars-CoV-2 da parte di vaccinati «non sono un evento comune. Non voglio che la gente pensi che tutte le persone vaccinate possano trasmetterlo. No, è un evento molto inconsueto, raro, ma succede»."
    Ultima modifica di Carolum; 02-08-2021 alle 17:12

  10. #1330
    CierRino L'avatar di Aleksej
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Località
    Cagliari
    Età
    58
    Messaggi
    7,177
    Citazione Originariamente Scritto da 3manuele Visualizza Messaggio
    alcune opinioni lette sembrano certamente su questa lunghezza d’onda. Comunque…



    Perché come scritto per esempio nella parte di articolo del Lancet citata nel mio messaggio precedente, anche se contro Delta non prevengono il contagio per l’85-95% dei casi (come contro Alfa ecc.), lo prevengono in percentuali buone o molto buone. Anche un 40-50% di protezione dal contagio è buona.
    Se aumentassero (a percentuali alte) le persone vaccinate o immuni al Covid, la circolazione del virus sarebbe ridottissima e quindi si inizierebbe a vedere la fine della pandemia. A circolazione bassa del virus corrisponde anche minore possibilità di sviluppare varianti capaci di “bucare” i vaccini.

    Se ho scritto castronerie prego di correggerle.

    Mi sembra che dopo le “dichiarazioni di Fauci” si stia facendo confusione tra
    Possibilità di contagiarsi

    Possibilità di contagiare

    Carica virale/gravità della malattia se si contrae la variante Delta

    Sono cose legate tra loro a loro modo ma da tenere separate (o chiaramente distinte) quando si discute.
    Ripeto, perchè? Non vedo logica. Se mi si dice che la carica virale è identica tra un vaccinato e un non, perchè poi la possibilità di contagiare un'altra persona sarebbe minore nel vaccinato? Certamente rischierà meno sintomi gravi, ma a parità di carica virale nel cavo orale, non vedo differenze nella potenziale contagiosità. A parte, come ho scritto, quella di una sintomatologia minore che potrebbe creare meno possibilità di emettere nell'aria il virus.
    Per riassumere poniamo due soggetti A e B. A è vaccinato, B no. C è un terzo soggetto, negativo. Ora, se A e B sono entrambi portatori del virus ed entrambi hanno identica carica virale, perchè venendo a contatto con C, B dovrebbe essere più pericoloso per lui di quanto lo sia A?
    "Chi cerca la verità cerca Dio, che lo sappia o no."

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •