Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Comunione con il cucchiaino in tempi di Covid-19

  1. #1
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,002

    Comunione con il cucchiaino in tempi di Covid-19

    Ho saputo che in Ungheria, dove è presente una non numerosissima, ma fiorente comunità greco cattolica (eretta in metropolia sui juris), il problema della distribuzione della comunione con ill tradizionale uso del cucchiaino è stato risolto acquistando un gran numero di questi, che vengono usati per la distribuzione della comunione ai singoli, e quindi sterilizzati tutti assieme dopo l'utilizzo.

  2. #2
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    22,750
    Citazione Originariamente Scritto da GiovanniF Visualizza Messaggio
    Ho saputo che in Ungheria, dove è presente una non numerosissima, ma fiorente comunità greco cattolica (eretta in metropolia sui iuris), il problema della distribuzione della comunione con il tradizionale uso del cucchiaino è stato risolto acquistando un gran numero di questi, che vengono usati per la distribuzione della comunione ai singoli, e quindi sterilizzati tutti assieme dopo l’utilizzo.
    La soluzione è senza dubbio buona, ma – a parte il fatto che se deve raccogliere anche le ostie il cucchiaino deve essere abbastanza grande di superficie e, nel caso di comunione sotto le due specie, fatto di un materiale che non arrugginisca – credo che sia poco pratico cambiare lo strumento per ogni comunicando. Sai a grandi linee da quante persone è formata questa comunità?
    «Vigilate ergo, quia nescitis qua die Dominus vester venturus sit».
    (Matth. 24, 42).



  3. #3
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,002
    La comunità è costituita complessivamente da circa 280.000 fedeli, le singole parrocchie immagino siano equiparabili a quelle latine di paese.
    Non parliamo ovviamente di ostie, ma di frammenti di pane che secondo l'uso bizantino il sacerdote, prima di accingersi alla distribuzione , versa nel calce e poi prende con il cucchiaino per porlo in bocca al comunicando.
    All'atto pratico, da ciò che mi è stato riferito, il sacerdote è affiancato da due ministranti, uno che regge un vassoio con i cucchiaini puliti e l'altro un recipiente per raccogliere quelli usati.
    Il cucchiaino di cui stiamo parlando immagino sia un normale cucchiaino liturgico in metallo dorato, ma nel caso particolare penso si possa usare un normale cucchiaino da caffè in acciaio inossidabile.

  4. #4
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Località
    Venezia
    Messaggi
    669
    Ieri son stato per la prima volta dalla ripresa delle celebrazioni alla chiesa russa della mia città. Alla comunione il cucchiaino era disinfettato con alcol a ogni comunicando.
    Alla chiesa romena dove son stato per la Dormizione invece usavano cucchiaini multipli.

    Come già ebbi modo di scrivere, io sono personalmente contrario a questa prassi, ritenendo che la Comunione non possa essere veicolo di virus. La chiesa greca dove vado di solito non adotta infatti questi sistemi, ma fa tutto al modo usuale (si fa solo la disinfezione delle mani del celebrante prima di comunicare).
    Comunque se non erro nel Pidalion s. Nicodemo Aghiorita diceva qualcosa sulla comunione in tempo di epidemia, ma non riesco a ritrovare il riferimento.

  5. #5
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    22,750
    Citazione Originariamente Scritto da GiovanniF Visualizza Messaggio
    Il cucchiaino di cui stiamo parlando immagino sia un normale cucchiaino liturgico in metallo dorato, ma nel caso particolare penso si possa usare un normale cucchiaino da caffè in acciaio inossidabile.
    Non conosco le norme liturgiche della Chiesa cattolica greca di rito bizantino, ma mi pare strano che dei comuni cucchiaini da caffè possano essere impiegati nella liturgia, anche se siamo in una situazione di emergenza. Credo (e spero) che si usino degli appositi cucchiaini liturgici.
    Ci si può servire dei cucchiai eucaristici anche nel rito romano (cfr. Ordinamento Generale del Messale Romano, n. 245) e nel rito ambrosiano (cfr. Ordinamento Generale del Messale Ambrosiano, n. 213) per la comunione al calice, ma mi pare che ciò sia concesso solo ai concelebranti di una funzione, non ai fedeli.
    Ultima modifica di Laudato Si’; 17-08-2020 alle 21:39
    «Vigilate ergo, quia nescitis qua die Dominus vester venturus sit».
    (Matth. 24, 42).



  6. #6
    Carolum
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Traditio Marciana Visualizza Messaggio
    ritenendo che la Comunione non possa essere veicolo di virus.
    Infatti, non è la Comunione il veicolo del virus. Può esserlo, però, il cucchiaino o la mano del ministro.

  7. #7
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,002
    Non ho esperienza personale in merito, ma da quello che mi è stato detto, i russi leccano il cucchiaino stringendolo tra le labbra.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>