Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Commentario teologico del Nuovo Testamento Paideia NB Brescia pre Claudiana

  1. #1
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Località
    Lombardia
    Età
    38
    Messaggi
    1,111

    Commentario teologico del Nuovo Testamento Paideia NB Brescia pre Claudiana

    Salve a tutti mi chiedevo se questo commentario della Paideia abbia ancora oggi un qualche valore o se le analisi lì contenute siano ormai ampiamentissimamente superate?



    La paideia di Brescia è poi passata alla casa editrice protestante Claudiana con un nuovo commentario.
    Il nuovo commentario, immagino più aggiornato, si può leggere secondo voi o e meglio di no?
    Mi spiego, certo uno studioso è uno studioso, ma in questo ambito, possiamo leggere con tranquillità le ricerche dei protestanti? Ratzinger lo fa, ma io non sono certamente lui.

    PS C'è un testo di livello che tratta Bulltman dal punto di vista cattolico? Nel suo libro "Gesù di Nazaret" Ratzinger lo fa, mi chiedevo se c'era qualche cattolico che l'avesse "confutato" in una maniera più "sistematica".

  2. #2
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Località
    Lombardia
    Età
    38
    Messaggi
    1,111

  3. #3
    Moderatore L'avatar di Pollo
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    825
    Se ti riferisci alla serie di volumi editi dalla Paideia negli anni '80 del secolo scorso (più o meno), sono ottimi commentari (sono la traduzione della collana Herders theologischer Kommentar zum Neuen Testament). Ovviamente su vari aspetti sono superati perché datati, ma l'impianto generale è molto buono. Tali volumi non sono "diventati" protestanti con l'acquisizione della casa editrice da parte della Claudiana.
    In tale collana hanno scritto diversi autori cattolici (come Rudolf Pesch o Rudolf Schnackenburg).

    Attualmente la Paideia ha chiuso tale collana e, come dicevi tu, sta pubblicando la serie "Commentario Paideia". Pur essendo in prevalenza opere di autori non cattolici, tale collana è davvero molto buona (ad esempio il commentario in tre volumi sul Vangelo di Luca di François Bovon è forse il migliore esistente in lingua italiana).

  4. #4
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Località
    Lombardia
    Età
    38
    Messaggi
    1,111
    Citazione Originariamente Scritto da Pollo Visualizza Messaggio
    Se ti riferisci alla serie di volumi editi dalla Paideia negli anni '80 del secolo scorso (più o meno), sono ottimi commentari (sono la traduzione della collana Herders theologischer Kommentar zum Neuen Testament).
    Sì proprio quelli

    Citazione Originariamente Scritto da Pollo Visualizza Messaggio
    Ovviamente su vari aspetti sono superati perché datati, ma l'impianto generale è molto buono.
    Era quello che volevo sapere, quindi non sarebbe tempo buttato alle ortiche leggerli, ora che sono disponibili nel mio sistema bibliotecario.

    Citazione Originariamente Scritto da Pollo Visualizza Messaggio
    Tali volumi non sono "diventati" protestanti con l'acquisizione della casa editrice da parte della Claudiana.


    Citazione Originariamente Scritto da Pollo Visualizza Messaggio
    Attualmente la Paideia ha chiuso tale collana e, come dicevi tu, sta pubblicando la serie "Commentario Paideia". Pur essendo in prevalenza opere di autori non cattolici, tale collana è davvero molto buona (ad esempio il commentario in tre volumi sul Vangelo di Luca di François Bovon è forse il migliore esistente in lingua italiana).
    Avevo immaginato.
    Di quella collana, nel dubbio avevo preso alcuni autori ebrei.
    Ho preso
    Introduzione alla letteratura della Bibbia Ebraica (due vol) di Alexander Rofé
    Il pentateuco di Felix Garcia Lopez
    Non li ho ancora letti

    Grazie per la dritta su Luca.

    Se posso approfittare ancora. C'è molta differenza di livello tra la vecchia collana e i commentari delle paoline?
    a quelli delle paoline riesco a star dietro, non sono difficili.

  5. #5
    Moderatore L'avatar di Pollo
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    825
    Citazione Originariamente Scritto da chipko Visualizza Messaggio
    Avevo immaginato.
    Di quella collana, nel dubbio avevo preso alcuni autori ebrei.
    Ho preso
    Introduzione alla letteratura della Bibbia Ebraica (due vol) di Alexander Rofé
    Il pentateuco di Felix Garcia Lopez
    Non li ho ancora letti

    Grazie per la dritta su Luca.

    Se posso approfittare ancora. C'è molta differenza di livello tra la vecchia collana e i commentari delle paoline?
    a quelli delle paoline riesco a star dietro, non sono difficili.
    1) Attento credo tu confonda le collane. Rofé e Garcia Lopez (quest'ultimo è cattolico, vedi qui) hanno scritto nella serie "introduzione alla Bibbia (supplementi)", mentre Bovon, Luz... sono commentari della serie "commentario Paideia"
    2) i commentari delle Edizioni Paoline, purtroppo, non sono uniformi né nell'ampiezza del commento, né nelle scelte di metodo (chissà perché), quindi dipende. Molti sono buoni, qualcuno più superficiale.
    Ovviamente tutti i giudizi che ho dato sono opinioni personali e, ça va sans dire, discutibili. Inoltre, io non baderei molto alla religione professata dall'autore... ma anche qui è una mia opinione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •