Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 10 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 94

Discussione: Cronache della Diocesi di Ivrea - 2021

  1. #1
    Fedelissimo di CR L'avatar di I love Venice
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Dioecesis Eugubina
    Età
    28
    Messaggi
    4,105

    Cronache della Diocesi di Ivrea - 2021

    Cronache della Diocesi di Ivrea

    Anno 2021


    Archivio delle Cronache della Diocesi di Ivrea per anno

    Viva San Marco!

  2. #2
    Fedelissimo di CR L'avatar di I love Venice
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Dioecesis Eugubina
    Età
    28
    Messaggi
    4,105

    Dati statistici




    Nome: Diocesi di Ivrea

    Nome in lingua latina: Dioecesis Eporediensis

    Regione ecclesiastica: Piemonte; è suffraganea dell'Arcidiocesi di Torino

    Estensione:
    1.850 km²

    Popolazione: 210.986 abitanti di cui 200.804 battezzati


    Fonte: Wikipedia
    Viva San Marco!

  3. #3
    Fedelissimo di CR L'avatar di I love Venice
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Dioecesis Eugubina
    Età
    28
    Messaggi
    4,105

    Storia e Territorio

    Storia

    La diocesi di Ivrea fu probabilmente eretta nel V secolo. Primo vescovo storicamente documentato è Eulogio, al posto del quale il prete Floreio firmò gli atti del sinodo di Milano del 451; già in questo contesto la diocesi appare come suffraganea dell'arcidiocesi di Milano. Nel X secolo il beato Warmondo intraprese la costruzione della cattedrale romanica; inoltre ampliò lo scriptorium, dal quale provengono molti dei codici conservati nella biblioteca del capitolo.

    Dal secolo XI fu rilevante la presenza dell'Abbazia di Fruttuaria, ove morì anche re Arduino. Nel XIII secolo i vescovi di Ivrea ricevettero dall'imperatore importanti privilegi. Nella seconda metà del secolo successivo concessero parte dei propri feudi alla Casa di Savoia, che in questo periodo cercava di unificare i propri possedimenti piemontesi.

    Nel 1497 fu eletto vescovo Bonifacio Ferrero, dando inizio alla serie dei vescovi della sua casata, che manterranno ininterrottamente la cattedra eporediese fino al 1612. Il 21 maggio 1515 la Diocesi di Ivrea entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Torino. Nel 1785 la cattedrale romanica fu demolita e venne eretta nello stesso luogo una nuova cattedrale barocca, che nel 1854 verrà ampliata e assumerà forme neoclassiche.

    La diocesi di Ivrea ricevette una visita di papa Giovanni Paolo II nel 1990. Papa Benedetto XVI visitò Romano Canavese nel 2009.


    Territorio

    La diocesi comprende la maggior parte dei comuni del Canavese, nella città metropolitana di Torino. Confina a nord con la diocesi di Aosta, ad ovest con l'arcidiocesi di Chambery, a sud con l'arcidiocesi di Torino e la diocesi di Casale Monferrato, ad est con l'arcidiocesi di Vercelli e la diocesi di Biella.

    Sede vescovile è la città di Ivrea, dove si trova la cattedrale di Santa Maria Assunta. Il territorio si estende su 1.850 km² ed è suddiviso in 141 parrocchie raggruppate in 7 vicarie.

    Il Clero diocesano conta 116 sacerdoti (di cui 87 secolari e 29 regolari), 44 monaci e 173 monache, e 16 diaconi permanenti.


    Indirizzo: Palazzo Vescovile -> Piazza Castello 3, 10015 Ivrea (TO)


    Sito web ufficiale: www.diocesivrea.it


    Indirizzo email: segreteriacuria@diocesivrea.it


    Fonte: Wikipedia
    Viva San Marco!

  4. #4
    Fedelissimo di CR L'avatar di I love Venice
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Dioecesis Eugubina
    Età
    28
    Messaggi
    4,105

    Cronotassi dei Vescovi

    Eulogio † (menzionato nel 451)
    Floreio ? †
    Innocenzo † (? - 29 marzo 486 deceduto)
    Desiderio I † (menzionato nel 680)
    San Besso ? † (VIII secolo ?)
    Enrico I † (menzionato nel 745 ?)
    Giuseppe † (prima dell'844 - dopo l'855)
    Azzone † (menzionato nell'876)
    Valfredo † (menzionato nel 904)
    Baterico † (menzionato nel 935)
    Asmondo † (menzionato nel 945)
    Eldrado ? † (menzionato nel 962)
    Adalgero † (menzionato nel 967 circa)
    Beato Warmondo † (prima del 969 - 1º agosto 1001 o 1002 deceduto)
    Ottobiano, o Ottobono o Ottaviano † (prima del 23 febbraio 1003 - dopo il 1011 o il 1024)
    Ugo † (menzionato nel 1027)
    Enrico II † (prima del 1029 - dopo il 1059)
    Alberto † (menzionato nel 1063)
    Oggero o Ogerio † (prima del 1075 - dopo il 1094)
    Guiberto ? † (menzionato nel 1097)
    Ludovico † (menzionato nel 1102)
    Guido I † (prima del 1122 - dopo il 1162)
    Burcardo †
    Germano o Gaemaro o Gaimaro † (prima di agosto 1166[19] - dopo il 1189)
    Guido II † (prima del 1092 - febbraio/agosto 1198 deceduto)
    Giovanni † (prima del 25 luglio 1200 - dopo il 4 maggio 1205)
    Pietro II, O.Cist. † (1206[22] - 27 giugno 1208 nominato arcivescovo di Tessalonica)
    Oberto di Cocconato † (circa 1209 - dopo il 1239)
    Corrado di San Sebastiano † (1º febbraio 1244 - 29 dicembre 1249 deceduto)
    Giovanni di Barone † (prima del 10 settembre 1250[25] - 1264 deceduto)
    Federico di Front e San Martino † (4 luglio 1264 - 12 febbraio 1289 nominato vescovo di Ferrara)
    Alberto Gonzaga, O.F.M. † (13 marzo 1289 - circa 1322 deceduto ?)
    Oberto Solaro † (1322 - ? deceduto)
    Palladio Avogadro † (20 ottobre 1326 - circa 1346 deceduto)
    Giacomo de Francisco, O.Cist. † (30 ottobre 1346 - 1358 deceduto)
    Giacomo Mistrali † (22 giugno 1358 - 1360 deceduto)
    Pietro di Camera † (18 febbraio 1361 - 1373 deceduto)
    Pietro Codo, O.S.B. † (8 aprile 1373 - ?)
    Bonifacio di San Martino † (1399 - 1405 dimesso)
    Agostino, O.E.S.A. † (1405 - ?)
    Giacomo Pomerio † (8 gennaio 1427 - 1437 deceduto)
    Giovanni Parella di San Martino † (6 marzo 1437 - 7 aprile 1479 deceduto)
    Domenico Manfredi, O.S.B. † (21 maggio 1479 - 1483 deceduto)
    Nicolò Garigliati † (21 ottobre 1485 - 1497 deceduto)
    Bonifacio Ferrero † (28 luglio 1497 - 5 novembre 1509 nominato vescovo di Vercelli)
    Giovanni Stefano Ferrero † (5 novembre 1509 - 5 ottobre 1510 deceduto) (amministratore apostolico)
    Gerolamo de Capitani d'Arsago † (1510 - 17 settembre 1511 nominato vescovo di Nizza) (vescovo eletto)
    Bonifacio Ferrero † (17 settembre 1511 - 17 maggio 1518 dimesso) (per la seconda volta)
    Filiberto Ferrero † (17 maggio 1518 - 14 agosto 1549 deceduto)
    Sebastiano Ferrero † (25 ottobre 1549 - 1563 deceduto)
    Ferdinando Ferrero † (4 giugno 1563 - 1580 deceduto)
    Cesare Ferrero † (13 febbraio 1581 - 1612 deceduto)
    Sede vacante (1612-1617)
    Enrico Silvio, O.Carm. † (febbraio 1612 - 14 settembre 1612 deceduto) (vescovo eletto)
    Giuseppe di Ceva † (12 maggio 1617 - 21 ottobre 1633 deceduto)
    Ottavio Asinari, B. † (20 novembre 1634 - 1658 deceduto)
    Filiberto Millet de Faverges † (29 luglio 1658 - 15 dicembre 1663 deceduto)
    Pompeo Valperga † (9 giugno 1664 - 12 febbraio 1669 deceduto)
    Giacinto Trucchi, O.P. † (3 giugno 1669 - 7 luglio 1698 deceduto)
    Alessandro Lambert † (24 novembre 1698 - 28 settembre 1706 deceduto)
    Sede vacante (1706-1727)
    Silvio Domenico Nicola † (30 luglio 1727 - 7 settembre 1733 deceduto)
    Sede vacante (1733-1741)
    Michele Vittorio Villa † (17 aprile 1741 - 16 ottobre 1763 deceduto)
    Francesco Luserna Rorengo di Rorà † (9 luglio 1764 - 14 marzo 1768 nominato arcivescovo di Torino)
    Giuseppe Ottavio Pochettini † (11 settembre 1769 - 20 giugno 1803 deceduto)
    Giuseppe Maria Pietro Grimaldi † (1º febbraio 1805 - 1º ottobre 1817 nominato arcivescovo di Vercelli)
    Columbano Giovanni Battista Carlo Gaspare Chiaverotti, O.S.B.Cam. † (1º ottobre 1817 - 21 dicembre 1818 nominato arcivescovo di Torino)
    Sede vacante (1818-1824)
    Luigi Paolo Pochettini † (12 luglio 1824 - 30 marzo 1837 deceduto)
    Luigi Moreno † (13 settembre 1838 - 4 maggio 1878 deceduto)
    Davide Riccardi † (15 luglio 1878 - 7 giugno 1886 nominato vescovo di Novara)
    Agostino Richelmy † (7 giugno 1886 - 18 settembre 1897 nominato arcivescovo di Torino)
    Matteo Angelo Filipello † (24 marzo 1898 - 27 gennaio 1939 deceduto)
    Paolo Rostagno † (5 maggio 1939 - 8 dicembre 1959 deceduto)
    Albino Mensa † (28 marzo 1960 - 12 ottobre 1966 nominato arcivescovo di Vercelli)
    Luigi Bettazzi (26 novembre 1966 - 20 febbraio 1999 ritirato)
    Arrigo Miglio (20 febbraio 1999 - 25 febbraio 2012 nominato arcivescovo di Cagliari)
    Edoardo Aldo Cerrato, C.O., dal 28 luglio 2012

    Fonte: Wikipedia
    Viva San Marco!

  5. #5
    Fedelissimo di CR L'avatar di I love Venice
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Dioecesis Eugubina
    Età
    28
    Messaggi
    4,105

    Santi

    San Savino Vescovo e Martire

    ​Fonte: Wikipedia
    Viva San Marco!

  6. #6
    Fedelissimo di CR L'avatar di I love Venice
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Dioecesis Eugubina
    Età
    28
    Messaggi
    4,105

    Edoardo Aldo Cerrato CO, il Vescovo di Ivrea


    S.E. Mons. Edoardo Aldo Cerrato è nato ad Asti il 13 ottobre 1949. Compiuti gli studi liceali a Torino, dove la famiglia si era trasferita, è entrato nella Congregazione dell’Oratorio ed ha iniziato gli studi teologici frequentando il biennio filosofico; passato nella Casa oratoriana di Biella, ha completato il triennio teologico ed è stato ordinato sacerdote da S. E. mons. Vittorio Piola il 28 giugno 1975 nella Messa vigiliare dei Ss. Apostoli Pietro e Paolo, con incardinazione in Diocesi, secondo l’antico costume dei Padri Oratoriani, che sono sacerdoti secolari appartenenti ad una Società di vita apostolica di diritto pontificio.


    Laureato in Lettere classiche presso l’Università di Torino con una tesi sulle Omelie pasquali di san Massimo e vincitore di Concorso Ordinario a Cattedre, ha insegnato Letteratura italiana e latina per venti anni nei Licei ed è stato per dieci anni docente di Patrologia nel Seminario Vescovile di Biella. Con successivi mandati triennali dal 1984 al 2005 è stato eletto Preposito della Comunità. Ha svolto il ministero sacerdotale nella chiesa di S. Filippo dedicandosi in particolare alle attività dell’Oratorio Laicale, della catechesi per gli adulti e della predicazione, anche mediante numerosi Corsi di Esercizi Spirituali dettati a laici e religiosi. Nella Comunità ha curato anche la formazione dei candidati al sacerdozio.

    Nella diocesi di Biella, oltre all’attenzione pastorale rivolta ai giovani e alla cultura, ha svolto per anni l’ufficio di Consulente ecclesiastico della Unione Cattolica Insegnanti Medi e di Assistente ecclesiastico dell’Associazione Maestri Cattolici; ha fondato e assistito alcune Associazioni impegnate nella promozione della cultura cattolica.

    Al servizio della Confederazione delle Congregazioni dell’Oratorio (84 al presente, in diverse nazioni di tre Continenti) nel Congresso del 1994 è stato eletto Procuratore Generale, ed è stato confermato per altri due mandati sessennali nei Congressi Generali del 2000 e del 2006 che dai confratelli è stato chiamato a presiedere.

    Durante i tre mandati esercitati da P. Edoardo Cerrato sono cresciute in misura notevole, anche per la attenta cura che egli vi ha dedicato, le Congregazioni dell’Oratorio. Venti sono state le nuove fondazioni tra il 1995 e il 2012: in ordine cronologico, Città del Messico-N. S. de la Paz; Nancy in Francia; São Paolo in Brasile; Oudtshoorn in Sud Africa; Maastricht in Olanda; Ilsede in Germania; Metuchen, negli U.S.A.; Poznan in Polonia; Philadelphia negli U.S.A.; Acicatena e Prato in Italia; Sevilla-La Blanca Paloma in Spagna; Mercedes-Lujan in Argentina; New York negli U.S.A.; Vilnius in Lituania; Port Elizabeth in Sud Africa; Getafe in Spagna; Mérida in Messico, Dijon in Francia; Hyères (Fréjus-Toulon) in Francia.

    P. Cerrato ha inoltre seguito, in diverse Nazioni dell’Europa, dell’America, dell’Africa e dell’Asia, in contatto con diverse diocesi, il cammino di formazione di altre numerose Comunità oratoriane che ancora attendono il definitivo riconoscimento canonico d parte della Santa Sede.
    Ha pure tenuto costanti contatti con le altre Società di vita apostolica, le quali riconoscono nella Congregazione dell’Oratorio la prima, in ordine cronologico, di tali istituzioni; e con numerose Congregazioni religiose storicamente legate, a vario titolo, all’Oratorio filippino.

    Sensibile all’impegno culturale, ha curato con convinzione il rapporto della Procura Generale Oratoriana con Istituzioni accademiche e Centri culturali, partecipando a numerose iniziative di convegni e sessioni di studio dove la presenza dell’Oratorio era richiesta in considerazione dell’enorme contributo dato dall’Oratorio alla cultura, all’arte e alla storiografia, lungo abbondanti secoli di vita.

    P. Cerrato ha fondato e diretto fino al presente la rivista di studi oratoriani ‘Annales Oratorii’.

    Conosciuto per numerosi saggi su varie riviste e per apprezzati articoli su ‘L’Osservatore Romano’, ha pubblicato alcune opere salutate con favore non solo dal mondo oratoriano; tra esse ricordiamo: S. Filippo Neri. La sua opera e la sua eredità, 2002; Chi vuol altro che non sia Cristo. Massime e Ricordi di S. Filippo Neri, 2006; Sulla via dell’Oratorio, 2007; Il venerabile card. Cesare Baronio, 2010; Il beato José Vaz dell’Oratorio,2010; Il venerabile Giovanni Battista Arista dell’Oratorio, 2011; John Henry Newman, 2012.

    Nei diciotto anni dei suoi mandati di Procuratore Generale, ha continuato intensamente l’attività pastorale dedicando alla predicazione, ai colloqui spirituali, ai ritiri per Laici, per Religiosi, per Sacerdoti il tempo lasciato libero dalle incombenze istituzionali.

    Nella Congregazione dell’Oratorio di Roma, dove è stato Preposito nel triennio 2006-2009, ha pure esercitato l’ufficio di Vicario parrocchiale di S. Filippo Neri in Eurosia alla Garbatella per il servizio della catechesi degli adulti.

    Durante gli anni dei suoi mandati ha avuto la gioia di vedere elevati all’onore degli altari i beati oratoriani José Vaz (1995) e John Henry Newman (2010) e la canonizzazione di san Luigi Scrosoppi (2001); e di veder riconosciute dalla Sede Apostolica le virtù eroiche dei venerabili p. Filippo Bardellini e p. Giovanni Battista Arista; e la ripresa, per sua iniziativa, della Causa di beatificazione del ven. Cesare Baronio.

    Motivo di soddisfazione è stata inoltre, nel 2004, l’elevazione alla dignità episcopale del confratello P. Antonio Ortega Franco, Preposito della Comunità di San Pablo in Città del Messico.

    Il 28 luglio 2012 p. Cerrato viene eletto alla sede Vescovile di Ivrea ricevendo l’Ordinazione Episcopale l’8 settembre 2012 a Roma nella chiesa di S. Maria in Vallicella. Domenica 7 ottobre ha preso possesso della Diocesi di Ivrea con la solenne celebrazione eucaristica nella Chiesa Cattedrale di S. Maria Assunta.

    Contestualmente allo scoppio dell'epidemia di Coronavirus nel 2020, mons. Edoardo Aldo Cerrato è il primo Vescovo in Italia a ribadire l'importanza di celebrare le S. Messe, seppur senza concorso di pubblico.


    Fonte: www.diocesivrea.it
    Viva San Marco!

  7. #7
    Fedelissimo di CR L'avatar di I love Venice
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Dioecesis Eugubina
    Età
    28
    Messaggi
    4,105

    Vescovi Emeriti

    Mons. Luigi Bettazzi

    Fonte: Wikipedia
    Viva San Marco!

  8. #8
    Fedelissimo di CR L'avatar di I love Venice
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Dioecesis Eugubina
    Età
    28
    Messaggi
    4,105

    L'Agenda del Vescovo

    Venerdì 01 gennaio
    Mons. Vescovo presiede il Vespro in Cattedrale e il canto del Veni Creator. Indi, celebra la S. Messa Pontificale nella solennità dell’Ottava di Natale.

    Fonte: www.diocesivrea.it
    Viva San Marco!

  9. #9
    Fedelissimo di CR L'avatar di I love Venice
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Dioecesis Eugubina
    Età
    28
    Messaggi
    4,105

    Considerare e Desiderare

    La raccolta delle riflessioni del vescovo Edoardo durante i mesi drammatici dell'epidemia


    Nel suo uso più comune, “considerare” significa esaminare attentamente qualcosa nelle sue relazioni e conseguenze; di qui passa anche a esprimere una positiva valutazione: apprezzamento, stima. Interessante, tuttavia, la sua derivazione etimologica: da “sidus”, astro, stella: considerare è osservare gli astri; e il prefisso “con-” lascia intendere che il nostro sguardo abbraccia un insieme: una costellazione.

    Stessa derivazione ha il termine “desiderare”, il cui prefisso “de-” ha anche, in latino, un valore privativo: desiderare è avvertire la mancanza delle stelle e quindi cercare appassionatamente quelle stelle che da sempre hanno esercitato un forte fascino sull’uomo. Alzare lo sguardo e contemplarle è un gesto iscritto dentro di noi.

    Allude a tutto questo il titolo del presente volumetto in cui mi è stato chiesto di raccogliere le riflessioni attraverso le quali ho cercato di essere quotidianamente vicino alla mia Diocesi nei mesi drammatici della prima fase dell’epidemia di Coronavirus, quando, “tutti in casa”, i fedeli hanno vissuto la Quaresima, la Pasqua e poi il Tempo pasquale partecipando, solo in unione spirituale, alle celebrazioni.

    Le stelle non sono scomparse neppure in quei giorni in cui il cielo era plumbeo, come non si sono spente nella seconda fase dell’epidemia.

    Soprattutto, per i discepoli di Cristo, unico Salvatore degli uomini, non è scomparsa la più lucente, «ille lucifer qui nescit occasum» come canta il Preconio pasquale: quella stella che non conosce tramonto; e con essa la stella a cui un antico inno di origine francescana canta: «O piissima Stella Maris, a peste succurre nobis; audi nos, Domina, nam Filius tuus nihil negans Te honorat»: O piissima Stella del mare, scampaci dalla peste. Ascoltaci, o Signora, perché il tuo Figlio, che nulla a Te nega, ti onora.

    Abbiamo contemplato queste Stelle al centro della costellazione di Santi e di Sante; al centro del firmamento delle verità luminose della nostra fede e delle azioni liturgiche che mai sono mancate, anche se molti, forzatamente, hanno dovuto parteciparvi da lontano…

    Le brevi meditazioni inviate in video ogni giorno a centinaia di persone che, a loro volta, le hanno trasmesse ad altri, testimoniano questo sguardo alzato.

    Fatte ogni giorno per me, le ho condivise nella consapevolezza che «Vobis episcopus, vobiscum christianus», come diceva sant’Agostino: per voi sono vescovo, con voi sono cristiano.
    Natale dell’Anno del Signore 2020

    † Edoardo, vescovo


    Viva San Marco!

  10. #10
    Fedelissimo di CR L'avatar di I love Venice
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Dioecesis Eugubina
    Età
    28
    Messaggi
    4,105

    L'Agenda del Vescovo

    Lunedì 04 gennaio
    Udienze in Vescovado.

    Martedì 05 gennaio
    Mons. Vescovo celebra la S. Messa della Solennità dell’Epifania alle 18 nel Santuario del Monte Stella in Ivrea

    Mercoledì 06 gennaio
    Mons. Vescovo celebra la S. Messa nel Santuario di Betlemme (Chivasso).
    Presiede in Cattedrale il Vespro cui segue la S. Messa solenne.

    Fonte: www.diocesivrea.it
    Viva San Marco!

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •